Buonasera, ho una figlia di 20 anni con problemi psichici. Da circa 3 anni prende Litio, Clozapina,

23 risposte
Buonasera, ho una figlia di 20 anni con problemi psichici. Da circa 3 anni prende Litio, Clozapina, Oxcarbazepina (Tolep) e Trazodone (Trittico), mangia poco e fa attività fisica, ma non perde peso. cosa potrebbe fare in merito
Buonasera,
purtroppo le informazioni riferite sono poche per poterle dare qualche consiglio.
Sicuramente deve rivolgersi ad un nutrizionista per una consulenza nutrizionale così che possa fare una valutazione su vostra figlia e prepararle un piano alimentare personalizzato.
Le ricordo che sono attive le consulenze online per cui può contattarmi per qualsiasi informazione.
Cordiali saluti

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera, bisognerebbe fare un'anamnesi minuziosa, sia patologica che nutrizionale, per poter avere un quadro completo. Un nutrizionista può aiutarla di sicuro. Se vuole possiamo sentirci per maggiori informazioni, visto che in questo periodo è possibile fare videoconsulti.
Buona serata,
Dr.ssa Anna Squadrilli

Buonasera, le informazioni da lei fornite non sono sufficienti per avere un quadro completo della situazione di sua figlia. Quel che posso consigliarle è di rivolgersi ad un nutrizionista per un'anamnesi generale e nutrizionale completa. Saprà sicuramente stilare per sua figlia un piano nutrizionale volto al dimagrimento. Per maggiori informazioni non esiti a contattarmi. Cordiali Saluti

Gentile Utente, purtroppo esiste ed è risaputo che alcuni antidepressivi, provocano un incremento ponderale; come accade questo, per alcuni versi è incerto, per altri, si sa che stimolano direttamente l'accumulo di grassi. Sicuramente, quello che è possibile fare è un lavoro di concerto con il psicoterapeuta che segue sua figlia e cercare una terapia nutrizionale più giusta per cercare di perdere peso...ma è necessario un incontro, o comunque, una visita, prima di capire cosa si può fare!!Saluti!!Dott.ssa Mansi Rita.

salve, la situazione è estremamente delicata.
Intanto anche mangiare poco, non garantisce perdita di peso, ma mangiare bene e di più a volte è sicuramente più produttivo.
L'interazione dei farmaci con il metabolismo, ha un peso medio, ma probabilmente gestibile se si conoscesse in modo dettagliato cosa mangia sua figlia e cosa significa per lei mangiare poco. Anche l'attività fisica andrebbe modulata. Resto a disposizione!

Buonasera purtroppo servirebbe una visita completa per capire anche come mangia sua figlia, perché mangiare poco è generale, sicuramente la tipologia dei farmaci che prende può portare problemi con il peso. Seguire una dieta corretta non per forza significa mangiare poco anzi forse proprio questo è il problema. Sono comunque attive le consulenze online, sono a disposizione. Saluti

Gentile utente, le informazioni da lei fornite non sono sufficienti per dare avete un quadro completo. Bisognerebbe partire da un’anamnesi sia a livello psicologico che quello nutrizionale e bisognerebbe indagare su alcuni aspetti legati alla perdita di peso.
Resto a sua disposizione
Dott.ssa Valentina Ninfa Alagna

Buongiorno, mi è capitato di seguire altre pazienti con una terapia farmacologica simile. La posso tranquillizzare dicendole che la terapia stessa, ahimè, ha come effetto collaterale l'aumento di peso ma, per mia umile esperienza, ho avuto modo di riscontrare che con un piano nutrizionale bilanciato ad hoc, che va a nutrire il corpo e quindi far funzionare in maniera sempre più ottimale il metabolismo, si possono ottenere dei bei risultati. Consideri che li ho potuti constatare su pazienti over 50 e sedentarie quindi sono certa che riuscirà, grazie all'aiuto di un professionista, a trovare la giusta strada anche per sua figlia. Resto a disposizione per qualsiasi informazione, un abbraccio virtuale di cuore

Buongiorno, purtroppo i farmaci che prende aumentano molto la ritenzione idrica e il malassorbimento a livello gastrointestinale. Questi farmaci richiedono un'assunzione di zuccheri esagerata. La cosa migliore è la consulenza di un nutrizionista, intanto le dico che dovrebbe assumere nella dieta molti meno zuccheri e più proteine. Utilizzare un buon pre-probiotico per migliorare l'assorbimento e curare la probabile "disbiosi" creatasi. Inoltre porre attenzione se mangia a pasti regolari oppure in maniera disordinata (tipo dopo cena o notte). Migliorare assolutamente il sonno cercando di arrivare a 7-8 ore consecutivo. Un esame con Biva per vedere la costituzione corporea potrebbe indirizzarla meglio al tipo di sport aerobico o anaerobico da fare.
Buona giornata
Dott.ssa Anna Magrino

Buonasera, purtroppo il quadro descritto non è molto informativo, bisognaerebbe fare una visita nutrizionale completa per valutare massa magra e grassa e capire come agire. Un caro saluto, dott.ssa Giannattasio Silvia

Buonasera, le informazioni da lei fornite non sono sufficienti per fornire una risposta completa. Cordiali Saluti

Buongiorno, purtroppo gli antidepressivi spesso tra le varie controindicazioni hanno l'aumento di peso perché tra i vari effetti potrebbero stimolare l'appetito. Detto questo le informazioni date sono troppo poche e superficiali per poter trarre delle conclusioni. Le consiglio di contattare un nutrizionista e di discutere dettagliatamente la situazione. Se vuole sono disponibile per le consulenze online.
Cordialmente

Buonasera sicuramente i farmaci di questo tipo non aiutano la perdita di peso. Le consiglio di seguire una dieta corretta ed equilibrata, perché non sempre mangiare peso permette il dimagrimento. Inoltre è fondamentare un po' di attività fisica, anche una bella camminata giornaliera.
Per qualsiasi informazione sono a sua disposizione

Concordo con gli altri dottori
Saluti

Buonasera Signora, segua e legga i consigli dati dai miei colleghi, posso aggiungere solo che ci sono app come foodvisor che fotografando i piatti che si mangiano aiutano a tenere traccia di un diario alimentare e questo può essere un modo per imparare a capire cosa si mangia e il loro valore calorico e in macronutrienti, in modo da essere più consapevoli di ciò che si mangia.

I farmaci non aiutano a perde peso , ma bisognerebbe approfondire e conoscere le abitudini alimentari di sua figlia
saluti

Buongiorno, occorre sicuramente fare una valutazione più completa e per questo le consiglio caldamente di rivolgersi ad un professionista.
Spero di esserle stata utile, le auguro una buona giornata!

Buongiorno,
purtroppo le informazioni da lei fornite sono insufficienti per poterle dare una risposta completa. La invito a consultare un nutrizionista, in modo da poter analizzare meglio lo stato nutrizionale della ragazza. Inoltre vista la condizione di sua figlia, consiglio anche una consulenza alimentare familiare, affinché tutta la famiglia possa darle una mano a seguire le indicazioni del nutrizionista. Per eventuali dubbi o curiosità, mi contatti pure.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Tatiana Tsimba

Buongiorno, le consiglio di rivolgersi ad un nutrizionista che possa indagare in modo approfondito la situazione e che possa eventualmente collaborare con lo psichiatra che ha in carico sua figlia.
Cordiali saluti, dott.ssa Sara Damosso

Buongiorno, purtroppo a volte mangiare poco e fare attività fisica non è sufficiente. Le consiglio di rivolgersi ad un nutrizionista per capire bene quale potrebbe essere il problema. Per informazioni mi tengo a disposizione. Buona giornata

Buongiorno, è risaputo che questi farmaci aumentino il senso di fame; ad ogni modo andrebbe monitorato a dovere attraverso un percorso nutrizionale personalizzato. Resto a disposizione per maggiori dettagli.
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 35 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buongiorno, come già indicato dai colleghi andrebbe fatta una anamnesi adeguata e approfondita dell'alimentazione inquadrandola anche a livello psicologico; sicuramente questi farmaci non aiutano. Cordiali saluti

Tra le diverse possibili spiegazioni dell’alta prevalenza di sovrappeso e obesità nelle persone come sua figlia ci sono tre importanti fattori. Il primo, naturalmente, è la compensazione con il cibo della mancanza delle sostanze d’abuso, in primis cocaina. Il secondo fattore è la minor attività fisica dovuta alla sedazione delle terapie farmacologiche, che sono aumentate in modo esponenziale negli ultimi 20 anni. Il terzo motivo dell’aumento di peso – probabilmente quello con impatto maggiore – è il forte effetto obesogeno di molti farmaci impiegati per i disturbi psichici. I miei consigli sono: a) seguire la dieta mediterranea , mangiando molti vegetali soprattutto all'inizio del pasto, b) fare un'attività mortoria quotidiana, C) eleiminare il cibo-spazzatura che crea ulteriori problemi al metabolismo.

Esperti

Giulia De Berchi

Giulia De Berchi

Dietista, Nutrizionista

Ovada

Rosa Fusco

Rosa Fusco

Nutrizionista, Dietologo, Dietista

Calvizzano

Lucilla Titta

Lucilla Titta

Nutrizionista

Milano

Carmine Nico La Sala

Carmine Nico La Sala

Nutrizionista

Afragola

Francesco Benincasa

Francesco Benincasa

Internista, Neurologo

Torino

Giuseppe Greco

Giuseppe Greco

Internista, Diabetologo, Medico di base

Torino

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 26 domande su Obesità
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.