Salve
Mi chiamo Marina e sono una ragazza ucraina di 30 anni E Mamma di una bimba di 3 anni
La mia vita non è mai stata facile.. da quando ho memoria e stato tutto una sofferenza.. alla quale ho iniziato ad abituarmi e conviverci più serenamente con esse.. sono cresciuta in una famiglia difficile.. Padre con problemi di alcolismo e estremamente violento.. E chi meglio di voi Dottori può sapere come può danneggiare la mente di una bambina.. vedevo picchiare mia Madre senza motivo spesso troppo spesso.. addirittura una volta a persino sparato con il fucile dietro mia mamma che scappava al buio .. spesso metteva in Salvo anche me.. mi portavo con lei nel fienile o dove capitava.. ma quella volta non a fatto in tempo.. così io rimasi con papà cercando di calmarlo.. E io che gridavo.. non sparare a mia Mamma e lui mi rispose.. ma stai tranquilla io lo faccio per spaventata un Po..
Mi sono sentita amata solo da mia Santa Mamma e la mia Nonna
Sono venuta in Italia a 15 anni qui avevo già mia sorella maggiore è mio fratello sempre maggiore.. che non mi volevano affatto.. così il primo lavoro ho fatto la badante con una persona malata di Alzheimer
Ho fatto di tutto per mantenermi .. avevo una vita bella.. la mia macchina le mie amiche.. il mio lavoro.. e ho seguito anche qualche seduta da al asl con un psicologo.. stavo meglio .. ma mi sono resa conto di quanto confusione ho solo quando sono diventata Mamma
Mio marito non lo mai amato.. ma era l'unico che mi dava quello che non ho mai avuto.. l'amore.. mi amava e io pensavo che questo poteva bastare.. ma poi avuta la bambina.. mio marito si è trasformato.. io ero ingrassata e lui non solo guardava le altre.. ma mi faceva a che capire che le altre erano meglio.. E che io dovevo fare dei cambiamenti.. mia sorella mi diceva che sono grassa. E lo facevono secondo loro per spronarmi.. detto da loro.. così io reagisco.. ed è vero spesso reagisco alla critica negativa.. e cambio .. però soffro ..sono dimagrita per rabbia per dimostrare che ci riesco.. forse lo faccio per sentirmi accetatta .. mio marito è un immaturo e io questo lo capito da molto..siamo l'opposto.. ma l'opposto che distrugge me come donna.. perche delle volte l'opposto puo essere una forza.. dove non arriva uno arrivva altro ed è una forza.. a casa mia invece lui soffre se le cose non sono fatre da lui.. ma abbiamo una bambina.. E non posso lasciarlo.. Non ho nessuno che mi aiuti..
Ho bisogno di fare chiarezza di trovarmi e di fare pace con il mio passato con il mio pressante e con me stessa.. lo devo per mia figlia.. ho paura di crollare di perdere il controllo mi sento sola ed incompresa..
E non so quale specialista cercare.. Sinceramente fino a 1 ora fa non sapevo nemmeno la differenza.. tra psicologo .. picoterapeuta.. ma so che ora più che mai devo parlare sfogare e tornare da me è mia figlia
Grazie mille in anticipo a chi leggerà e spero con il cuore in un consiglio ..
Cordiali saluti Marina
Dott.ssa Silvia Pinna
Dott.ssa Silvia Pinna
Psicologo, Psicoterapeuta, Tecnico sanitario
Roma
Buongiorno. Leggendo le sue parole emerge una grande consapevolezza e sembrerebbe che ora, dopo aver cercato di mettersi in salvo, lei desideri non più sopravvivere, ma vivere. Purtroppo la determinazione può spaventare, proprio perché rischia di essere ingovernabile. Il rischio , cui lei sembra accennare nel discorso, è quella di fare scelte impulsive. Magari con l'aiuto di un terapeuta potrà confrontarsi sopratutto sentendosi meno sola e meno esposta, per la serenità sua e di sua figlia

Dott.ssa Flavia Salierno
Dott.ssa Flavia Salierno
Psicoterapeuta, Psicologo, Psicologo clinico
Roma
Buongiorno, mi sembra veramente importante che lei chieda aiuto. È il primo passo fondamentale per cercare di uscire da una situazione che le provoca così tanto malessere. Il fatto che abbia scritto tante notizie di lei comunica quanto bisogno ha di raccontarle e di condividerle . Uno psicoterapeuta può aiutarla nel trovare i mezzi per risolvere la sua situazione. E aiutarla in quella di sua figlia.

Buongiorno Marina, ammiro la sua forza e il suo coraggio nell’affrontare tutte le pesanti sofferenze che la vita le ha posto davanti. Ritengo che poter condividere ed elaborare il suo dolore in uno spazio sicuro e protetto com’è quello della terapia sia il dono più importante che lei possa fare a se stessa e alla sua bambina. Un caro saluto

Dott.ssa Federica Benna
Dott.ssa Federica Benna
Psicologo, Psicoterapeuta, Terapeuta
Carmagnola
Buongiorno Marina,
la sua storia è stata caratterizzata da numerosi eventi traumatici e tutte queste esperienze restano impresse nella memoria con le emozioni come la paura, la rabbia, oppure l'impotenza (da bambina si è trovata in situazioni emotive davvero difficili)e, se non superate, guidano le reazioni e i comportamenti in età adulta. Io le consiglierei un percorso di psicoterapia con EMDR; un intervento specifico per traumi di natura psicologica. Può cercare un terapeuta della sua zona cercando sul sito dell'associazione EMDR, nell'elenco dei terapeuti oppure informarsi se nell'asl di sua appartenenza ci sono terapeuti formati in questa tecnica. Un caro saluto.

Dott. Nico Spinelli
Dott. Nico Spinelli
Psicologo, Psicoterapeuta
Padova
Buongiorno Marina, nonostante gli eventi negativi che hanno caratterizzato la sua vita, noto determinazione e voglia di mettersi sempre in gioco ( nonostante tutto e nonostante tutti). Spesso quando si è confusi o si vivono situazioni poco chiare su rischia di scegliere o affidarsi a persone che non sempre riescono ad accettarci per quello che siamo. Consiglio un intervento terapeutico al fine di fare chiarezza.
Nico Spinelli

Dott.ssa Martina Franchi
Dott.ssa Martina Franchi
Psicologo, Psicoterapeuta
Torino
Cara Marina,
la sua è sicuramente una storia complessa e ricca di esperienze precoci molto dolorose. Affidarsi ad uno specialista potrà senz'altro aiutarla a sentirsi meno sola e a trovare un senso a tutto questo caos che adesso sente dentro di sé. Può rivolgersi, per la natura dei temi da lei accennati, ad uno psicoterapeuta che saprà sicuramente indicarle i possibili percorsi. Vedrà che una volta iniziata la psicoterapia si sentirà meno sola. Un caro saluto

Gentile Marina,
la sua storia è ricca di sofferenza e al tempo stesso di forza e coraggio per andare avanti. Mi sembra si ritrovi ad avere consapevolezza di una latenza di un bisogno di chiarezza e di elaborazione del suo passato che credo necessiti di un aiuto psicoterapeutico. Credo le sarebbe di aiuto avere un tempo, spazio dove poter liberare i suoi vissuti e con l’ aiuto di un professionista ordinare ciò che arriva e non le dà pace.
Sono disponibile a fissare un appuntamento e iniziare a parlarne.
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott. Luigi Esposito
Dott. Luigi Esposito
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Napoli
Lei ha avuto una infanzia difficile con un padre alcolista e violento ciò ha certamente creato in lei conseguenze sul suo carattere e sul suo stato emotivo avrebbe bisogno di una figura di riferimento per elaborare il suo passato per vivere meglio presente e futuro.
Cordiali saluti

Dott.ssa Nicoletta Nicastro
Dott.ssa Nicoletta Nicastro
Psicologo, Psicologo clinico
Prato
Cara Marina,
Sicuramente la sua consapevolezza rispetto ai suoi vissuti e alle dinamiche trascorse è una importante risorsa. Inoltre, il suo bisogno di trovarsi sembrerebbe denotare quanta sofferenza abbia provato nel non esprime a pieno se stessa pur di tutelarsi.
Sicuramente la sua richiesta di aiuto potrà essere accolta da uno Psicologo e/o Psicoterapeuta che possa aiutarla non solo ad elaborare ed affrontare questi vissuti ma anche nel sentirsi meno vulnerabile.

Prof. Diego Guarneri
Prof. Diego Guarneri
Psicologo, Terapeuta, Professional counselor
Soresina
Gentile Marina,
le problematiche che racconti non sono una patologia ma la normale conseguenza delle avversità che nella vita hai affrontato, certo non poche! Il fatto di averle superate deve renderti molto orgogliosa di te stessa. Uno/a psicologo/a può essere di aiuto e sostegno per trovare prima la tranquillità di cui hai necessità; inoltre può supportarti nelle scelte più adatte per il tuo futuro. Un caro saluto

Dott.ssa Elena Costa
Dott.ssa Elena Costa
Psicologo, Psicoterapeuta
Roma
Buongiorno Marina, la consapevolezza è già parte del percorso verso la via di uscita, e lei mostra di aver molto riflettuto sul suo difficile passato. Data la complessità delle vicende e il grande bisogno di "ristrutturazione" arrivato dopo la maternità, le consiglio di cercare un percorso psicoterapeutico, che possa non solo sostenerla ma anche aiutarla ad esplorare come la maternità rimetta in discussione le sue priorità è come aiutarla a dare finalmente soddisfazione al suo bisogno di ordine e amore. Nello specifico le suggerisco di rivolgersi a professionisti specializzati in Psicologia Perinatale.

Buongiorno Marina, il suo racconto è di una vita complessa e dolorosa ma con una incredibile forza di reagire; lei chiama rabbia il sentimento che l'ha spinta a perdere peso.. credo che dentro ci sia anche tanta energia che lei ha saputo incanalare per cose buone nonostante la sofferenza e le difficili situazioni da lei vissute. Ha la capacità di ripercorrere anche i tratti più dolorosi della sua vita e di raccontare di come più e più volte si è alzata, pur con sofferenza. Un percorso psicologico ovvero un cammino in se stessa dove dare un suo ordine e sopratutto significato alla sua vita secondo il suo sentire e la sua già elevata capacità di guardarsi dentro, potrebbe restituirle un senso più complessivo del suo vissuto e consentirle di riconoscersi il tanto di buono che è stata capace e che è capace di fare, potrebbe permetterle di uscire dalla lotta estenuante e iniziare a vivere con le fatiche della vita. Con gli strumenti già a sua disposizione più quello di un cammino psicologico che la conduca, potrà certamente raggiungere ciò che desidera profondamente: 'fare chiarezza di trovarmi e di fare pace con il mio passato con il mio pressante e con me stessa'. Resto a disposizione per un colloquio. Un cordiale saluto.
Dott.ssa Daniela La Porta

Accidenti Marina che storia difficile! Sono contento che trovi il modo di raccontarla perché questo vuole dire che vuole digerirla e andare avanti. Il consiglio che le posso dare è di trovare uno psicologo o uno psicoterapeuta che la possa aiutare, perché si capisce che ne ha bisogno e che sente che è arrivato il momento per cambiare.
Un caro saluto e un augurio.

Dott.ssa Emanuela Berta
Dott.ssa Emanuela Berta
Psicologo, Psicoterapeuta
Ivrea
Buongiorno Marina!
La sua capacità di reagire e il desiderio di fare chiarezza e pace col suo passato, per poter garantire serenità a se stessa e sua figlia, indicano grandi risorse dentro di lei, che saranno molto utili per affrontare una psicoterapia, la via sicuramente più utile per rielaborare la sua storia passata e presente, lavorare sulle sue emozioni e costruire un futuro più promettente.
Chiedere aiuto è il primo passo verso il cambiamento, quindi non esiti a contattare uno psicoterapeuta.
Cari saluti e una buona giornata!
Dott.ssa Emanuela Berta


Dott.ssa Beatrice Lazzeri
Dott.ssa Beatrice Lazzeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico
Prato
Buongiorno, mi se sembra che lei sia molto consapevole del suo percorso fino qui e del suo sentire. A questo punto, quindi, è sicuramente pronta per intraprendere un percorso con uno psicoterapeuta al fine di fare un lavoro profondo su di sè, elaborare i suoi traumi e costruire un progetto di vita che possa portare lei, e di conseguenza sua figlia, a stare bene. Le consiglio una psicoterapia e non una consulenza psicologica, poiché i suoi vissuti sono stati molto dolorosi e riguardano aspetti fondamentali della sua storia. Un augurio di tutto cuore, Beatrice

Dott.ssa Federica Casale
Dott.ssa Federica Casale
Psicologo, Psicoterapeuta
Torino
Buongiorno Marina,
prima di tutto la ringrazio per aver voluto condividere con noi la sua storia dolorosa e sicuramente non facile da raccontare. Mi ha colpita la grande consapevolezza e profondità di pensiero che emerge dalle sue parole; sembra proprio che lei abbia dedicato molto tempo a riflettere su di sè e su quanto le è accaduto nella vita, e questo mi fa pensare che potrebbe beneficiare davvero tantissimo di un percorso di psicoterapia.
Quando dice di aver bisogno di parlare, di sfogarsi e di fare pace con il suo passato, evidentemente emerge proprio la volontà di prendersi finalmente cura di se stessa, cosa che avrebbe una ricaduta indubbiamente positiva anche sulla sua bambina.
Quindi il consiglio che mi sento di darle è di trovare uno psicoterapeuta di sua fiducia e di cominciare questo percorso, così da riuscire finalmente a trovare una serenità interiore e gli strumenti per costruirsi una vita più soddisfacente e adatta a lei.
Un saluto,
Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta

Dr. Fabio Fagnani
Dr. Fabio Fagnani
Psicologo, Psicologo clinico, Psicoterapeuta
Milano
Buongiorno Marina, comprendo bene la confusione che può avere dopo le traversie vissute nel suo Paese ed i problemi familiari attuali. Penso che davvero degli incontri con uno psicologo (molto meglio uno psicoterapeuta specializzato) possano esserle di grande aiuto.
Se ritiene, si metta tranquillamente in contatto con me,
Un caro saluto. Fabio Fagnani

Cara Marina, ha avuto una storia drammatica e difficile ma anche delle risorse personali che le hanno permesso di lottare e cercare di costruirsi la vita più in linea possibile con i suoi bisogni. Questo per dirle che certamente ha delle ferite che l'hanno segnata ma anche delle risorse su cui contare. Uno specialista potrebbe esserle di aiuto a mettere a fuoco entrambe le cose e aiutarla a stare meglio, fare ordine nei suoi bisogni (dopo traumi ripetuti non è sempre facile avere chiaro ciò di cui si ha bisogno) e definire un piano di azione. Un caro saluto. Luisa

Dott.ssa Arianna Sala
Dott.ssa Arianna Sala
Psicologo, Psicoterapeuta
Cernusco sul Naviglio
Gentile Marina,
Diventare madre spesso e volentieri fa riemergere "fantasmi del passato", aspetti emotivi dell'infanzia traumatici come quelli che lei racconta posso rimanere lì sopiti x anni e poi la nascita di un figlio ci "costringe" a risintonizzarci con le nostre parti bambini ed ecco che gli irrisolti tornano a galla.
La sua capacità e lucidità nel raccontare i fatti del suo passato mi fanno ipotizzare che lei è una persona con una buona capacità introspettiva, cioè capacità di guardarsi dentro per trovare e sciogliere i nodi problematici del passato. Una buona relazione terapeutica con uno/a psicoterapeuta la potrà sicuramente aiutare a fare chiarezza.
Resto a disposizione se ha bisogno di approfondire ulteriormente.
Dott.ssa Arianna Sala

Dott.ssa Maria Maugeri Saccà
Dott.ssa Maria Maugeri Saccà
Psicologo clinico, Psicologo
Messina
Gentile Marina,
concordo con quanto hanno scritto le colleghe prima di me.
Come scrive lei, lo deve a sua figlia. E lo deve anche e soprattutto a quella bambina dentro di lei, che non ha ancora trovato il tempo e lo spazio per curare le sue ferite.
Per un consiglio rispetto alla scelta dello psicoterapeuta, molto dipende dalla zona in cui abita. Nelle città medio/grandi c’è più possibilità di scelta e in quel caso potrebbe anche affidarsi a uno psicoterapeuta che sia anche esperto di etnopsichiatria.
In ogni caso le consiglio di assicurarsi che il terapeuta scelto abbia effettuato lui stesso un percorso di psicoterapia. Questo è infatti una garanzia per il paziente, che potrà incontrare nel terapeuta accoglienza ed empatia ma al contempo anche quella "giusta distanza" che consente la cura.
Le auguro una buona giornata

Dott.ssa Paola Giovani
Dott.ssa Paola Giovani
Psicoterapeuta, Psicologo
Roma
Cara Marina, ci sono sempre grandi difficoltà a realizzarsi serenamente quando si è avuto un padre violento con la propria madre e incapace di proteggere la vita dei propri cari, un padre preso dal godimento di minacciare, terrorizzare, mettere in pericolo, un padre sottomesso al godimento dell'alcol. Un padre dovrebbe rappresentare per i figli la garanzia di comportamenti regolati che stabiliscano delle norme, dei limiti, dei divieti anche per lui stesso. Questo non è accaduto e lei non ha ovviamente nessuna colpa. Anzi ha avuto la forza di andarsene e di lottare per farsi una vita sua e per desiderare un marito e un figlio. Non tutto è andato come avrebbe voluto. Questo può sempre succedere a tutti. Il fatto importante e che oggi è diventato per lei urgente è che vuole ripensare a quello che non va, a com'è che non riesce a farsi amare e rispettare. Questa è proprio la domanda giusta, quella che può darle la possibilità di comprendere e di raggiungere un cambiamento di posizione che gradualmente le permetta di prendere in mano la sua vita e di essere meno dipendente dagli altri e più consapevole di indirizzare la sua domanda d'amore a chi la può veramente accogliere. E' la domanda giusta per cominciare una psicoterapia. Quindi coraggio, non rimandi ancora la possibilità di essere ascoltata. Cordiali saluti PG

Dott. Riccardo Caboni
Dott. Riccardo Caboni
Psicologo, Psicoterapeuta
Roma
Salve Marina,
come prima cosa mi spiace che lei abbia dovuto vivere tanta sofferenza. La nascita di un figlio per una donna comporta un cambiamento sotto ogni apsetto-fisico, ormonale e psicologico. Per quanto riguarda la coppia si passa da una relazione a due (diade) ad una triade, è un passaggio che fisiologicamente porta con se la creazione di un nuovo equilibrio. Pertanto persone con un vissuto emotivo traumatizzante, non elaborato, solitamente reagiscono a questi eventi rivivendo le ferite dal punto di vista emotivo, fisico e/o cognitivo. Il suo passato è ancora così presente che condiziona il suo presente. Le suggerisco un terapeuta EMDR che l'aiuti ad elaborare i suoi vissuti traumatizzanti.
Rimango a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un augurio per una vita nel presnte con il passatto solo un ricordo lontano.
Dott. Riccardo Caboni

Dott.ssa Barbara Zanettini
Dott.ssa Barbara Zanettini
Psicologo, Psicoterapeuta
Legnano
Buongiorno ,
Credo che sia giunto il momento di prendersi cura di lei , di mettere in ordine la sua vita, frammentata in 1000 pezzi con altrettanta sofferenza .
Certamente una buona Psicoterapia le sarà utile per elaborare i suoi vissuti traumatico e soprattutto per non ripetere nel futuro le dinamiche che fino ad oggi l’hanno condotta a situazioni distruttive .
Non si arrenda !!!!

Salve Marina, la
Sua è una storia dolorosa e lei al momento è riuscita a reggere ma è assolutamente necessario farsi aiutare con l’EMDR. I suoi traumi sono multipli ed hanno a che fare con molte aree interpersonali, ferite al Sè, alla sua anima, lacerazioni devastanti. Leggo dalla descrizione già una condizione ACE (ESPERIENZE INFANTILI AVVERSE) e traumi dell’attaccamento... è proprio necessario procedere con l’elaborazione dei traumi con l’EMDR. Può farlo con me o con altri colleghi esperti, può procedere anche facendo incontri online, posso assicurarle che i risultati sono eccellenti.
Resto disponibile ad altri chiarimenti
Dott. Tiziana Vecchiarini

Cara Marina ho letto con attenzione le sue parole. Il padre che dovrebbe tutelare, proteggere ed educare i propri figli, per lei è stato tutt’altro. Ha veicolato probabilmente un messaggio di amore distorto, forse lei è cresciuta con l’idea che l’amore può anche far male, può anche offendere e prevaricare. Essere diventata mamma ha rimesso in moto una serie di questioni che giustamente la interrogano. È importante accogliere questa sua sofferenza e indirizzarla a qualcuno che sappia ascoltarla. Si rivolga con fiducia ad uno psicoterapeuta troverà il suo modo di liberarsi di ciò che non le consente di desiderare, di amare e di essere amata.
Cordialmente AR

Dott.ssa Elioda Axhi
Dott.ssa Elioda Axhi
Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico
Milano
Buongiorno Marina. Ho letto il suo racconto. Intanto complimenti per il coraggio che ha avuto a raccontarlo a delle persone sconosciute senza vedere chi sta dall’altra parte. Mi immagino che la sua infanzia non sarà stata facile crescendo in un ambiente violento, avere il coraggio di fermare il papà che faceva del male alla mamma, un amore immenso tra mamma e figlia, questo è un racconto che se lo porta dietro per tutta la vita e he la seguono anche ora. La terapia è molto bella e anche dolorosa è difficile all’inizio ma è uno strumento che ci aiuta a farci stare molto meglio. Se vuole può fissare un appuntamento. Io ricevo a Gallarate e a Milano. Nel caso non ci dovessimo sentire le auguro buona continuazione, di trovare un po’ di pace con se stessa e con il passato.
Ti invitiamo a fare una visita: - 50 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Dott.ssa Rita Reggimenti
Dott.ssa Rita Reggimenti
Psicologo, Psicoterapeuta
Fonte Nuova
Buongiorno Marina,
la chiarezza con la quale descrive le sue vicende rappresenta una sua prima risorsa.
Essere diventata madre la costringe a contattare le sue parti bambine ancora sofferenti oltre a stabile nuovi equilibri con il padre di sua figlia.
Le suggerisco di intraprendere una terapia, anche individuale, ad orientamento sistemico- familiare.
Un caro saluto,
dott.ssa Rita Reggimenti

Dott.ssa Leonarda Aceto
Dott.ssa Leonarda Aceto
Psicoterapeuta, Psicologo
Roma
Salve Marina
La elaborazione e risoluzione delle problematiche da lei espresse, sta nella richiesta di un aiuto attivo, quindi rivolto alla collaborazione responsabile con il protocollo terapeutico proposto da un terapeuta esperto in condotte autolesive e Disturbo Post Traumatico da Stress conseguente a violenze subite e assistite.
Con queste premesse può ben sperare nella soluzione dei suoi problemi .
Un caro saluto

Dott. Andrea de Castro
Dott. Andrea de Castro
Psicologo, Psicoterapeuta
Roma
Buongiorno, la sua storia di vita è densa di difficoltà sia tenendo conto del passato che dell’attuale presente. Ha bisogno di un suo spazio personale e sicuro per poter elaborare i suoi vissuti. Può rivolgersi ad una struttura pubblica o ad uno specialista privato per iniziare una psicoterapia. Saluti

Buongiorno Marina, la sua è una storia di grande sofferenza nelle difficili relazioni con i suoi familiari ma anche di grande amore per loro e soprattutto per la sua bambina, che rappresenta il futuro e verso la quale si sente molto responsabile; si rende conto che la salute psicologica di sua figlia è strettamente legata al proprio benessere psicofisico e quindi vuole intraprendere un percorso psicoterapeutico per aiutare se stessa e sua figlia a crescere in armonia. Questa consapevolezza le sarà di grande aiuto. Sicuramente è opportuno per lei intraprendere un percorso con uno/a psicoterapeuta che l’aiuti a riordinare e a dare senso alle vicende della sua vita e che sappia comprendere che sicuramente questa non è stata facile ma anche che la stimoli a vedere quante risorse lei ha saputo mettere in campo nel suo difficile percorso di vita. E molti colleghi hanno già apprezzato il suo coraggio e la sua sensibilità.
Spero possa trovare presto una persona che la segua e l’ aiuti nel migliore dei modi.
Dott.ssa M.G.Giuseppini

Buongiorno Marina,
innanzitutto mi preme dirle che mi dispiace per la sua storia così difficile e dolorosa, ha dovuto assistere ad eventi davvero traumatici, soprattutto per una bambina. Cionostante ha sempre trovato in sè la forza per ricominciare ed andare avanti. L'esperienza di diventare mamma e l'amore che prova per sua figlia, ad oggi, hanno risvegliato in lei un desiderio di essere amata per come è, ed ha ragione: lei ha diritto di essere amata esattamente così com'è! È proprio bello che lei si voglia prendere cura di se stessa per il suo bene e per quello della sua creatura. Data la situazione mi sento di consigliarle di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, con il quale intraprendere un nuovo viaggio alla riscoperta delle immense risorse che ha dentro di sè. E trovare quella via di uscita che ad oggi sembra non esserci. C'è la possibilità per lei di essere felice, ha solo bisogno di trovare la sua strada, capire come. Le auguro il meglio!

Dott.ssa Daniela Gaci Scaletti
Dott.ssa Daniela Gaci Scaletti
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Pisa
Salve Marina,
le sue parole manifestano un buona consapevolezza delle problematiche pregresse che hanno influenzato le sue scelte da adulta. Adesso appare confusa e angosciata da un presente difficire un futuro percepito come minaccioso.
Come i precedenti colleghi la invito a rivorgersi ad uno psicoterapeuta che abbia competenze nella individuazione e superamento del trauma.
Un caro saluto

Dott.ssa Federica Lato
Dott.ssa Federica Lato
Psicoterapeuta, Psicologo
Parma
Cara Marina, le Sue parole lasciano senza fiato. E' davvero difficile pensare di aver vissuto tanta sofferenza. Ammiro d'altra parte la sua enorme consapevolezza e la sua capacità di voler lottare per poter vivere serenamente. Da quello che leggo mi sembra che lei abbia una grande motivazione, pertanto le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia con un professionista che possa avere un occhio attento anche sulle dinamiche famigliari. Le auguro di trovare serenità.
Un caro saluto
Dott.ssa Lato Federica

Dott. Domenico Berardi
Dott. Domenico Berardi
Psicologo, Psicologo clinico
Roma
Cara Marina, posso capire la sua sofferenza e il suo disorientamento. Ma credo anche che la vita la abbia resa più forte e in grado di fare le scelte giuste per lei e per sua figlia. Naturalmente è molto difficile prendere delle decisioni importanti da sola, perché non si può avere la certezza che siano quelle giuste. Come lei ha già ben compreso, le occorre quindi un buon professionista che la aiuti a vedere le cose in maniera più chiara e semplice, in modo da riuscire ad affrontare meglio la vita di tutti i giorni e fare le giuste scelte. Dato che da quello che scrive non mi sembra che emergano delle psicopatologie, direi che nel suo caso può tranquillamente rivolgersi ad una buona psicologa che abbia la necessaria esperienza professionale e di vita, della quale senta di potersi fidare e che non la faccia sentire troppo pressata a prendere subito delle decisioni. La saluto cordialmente.

Dott. Maini Gianluca
Dott. Maini Gianluca
Psicologo, Psicoterapeuta
Bologna
Cara Marina, di certo la vita a volte, come nel suo caso, mette a dura prova e da soli non sempre se ne esce, grazie di aver condiviso la sua storia ed il suo vissuto. Credo ne abbia davvero bisogno : parlare, sfogarsi, prendere consapevolezza e capire in che direzione muoversi, spesso abbiamo alternative percorribili che neanche vediamo, se non attraverso un percorso. Mi tenga aggiornato

Buongiorno Marina, mi aggiungo alla lista di risposte che ha ricevuto perché mi ha colpita ciò che lei scrive. Il nodo centrale mi sembra il bisogno che lei esprime di fare chiarezza, di ritrovarsi e di far pace con il suo passato. In riferimento a questo bisogno le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta con il quale intraprendere un percorso di cura di sé. Il metodo psicoterapeutico EMDR è indicato quando ci sono, come nel suo caso, ricordi di eventi traumatici o disturbanti che continuano a condizionare il presente. Dunque potrebbe cercare uno psicoterapeuta formato in EMDR.
A disposizione per eventuali dubbi o richieste di informazioni.
Un sincero augurio per lei e la sua bambina. Dott.ssa Cinzia Lucia Bugni Batte

Buonasera Marina,
nelle sue parole è possibile vedere le ferite di una bambine che ha dovuto affrontare troppo presto questioni troppo grandi...
Molto spesso il passato si fa avanti quando viviamo cambiamenti importanti, e diventar madre è sicuramente uno di questi!
Credo sia necessario per lei mettere mano al suo dolore e prendersi cura delle sue ferite da bambina, per affrontare la maternità è fondamentale affrontare questo passaggio.
Rispetto alla situazione con suo marito, credo che in verità, i bambini vogliano semplicemente vedere i loro genitori felici...
Per affrontare al meglio il suo dolore e le sue consapevolezze, le consiglio di iniziare un percorso psicoterapeutico.
Cordiali saluti Dott.ssa Carmen Piantadosi

Salve sig.ra Marina, mi associo ai miei colleghi. La psicoterapia è la terapia che le permetterebbe di fare chiarezza interiore e di elaborare gli eventi dolorosi della sua vita che hanno condizionato le sue scelte. Da quello che scrive è evidente che lei ha le risorse e le potenzialità per farlo, portando a buon frutto il lavoro. Quindi mi sento di sostenerla caldamente. Buone cose.
Dott.essa Gemma Andreoli di Sovico

Dr. Simone Pilia
Dr. Simone Pilia
Psicologo, Psicoterapeuta
Roma
Salve, è importante che lei maturi l'idea di iniziare una psicoterapia. Vedrà che starà meglio se riuscirà a dare continuità alle sedute. Saluti. Dr Pilia

Salve. Sono sinceramente commossa dalle sue parole. Sono sicura che non dev'essere stato facile per lei. Capisco perfettamente quello che ha passato e il dolore e la forza necessari per sopravvivere a tutto questo.
Vedo che é molto introspettiva e che già guarda molto dentro sé stessa, e questo é un bene. Con la sua storia, un percorso psicologico potrebbe sicuramente giovarle, aiutarla a mettere ordine, a superare i traumi del passato rimasti irrisolti e a dare a sua figlia l'affetto e la stabilità che merita una bambina. Spesso, quando non vengono elaborati, i traumi del passato si tramandano, senza volerlo, ai figli e questi faranno lo stesso, finché uno, alla fine, non deciderà di fermare questo circolo e risolvere i suoi traumi così da non trasmetterli alle generazioni future. Lei può essere questa persona, é abbastanza forte e consapevole da poterlo fare.
Le consiglio un colloquio con uno psicologo per iniziare a lavorare sui suoi problemi.
La abbraccio e la ringrazio per il suo coraggio di condividere le sue sofferenze.
Cordialmente
F. C. Ferbo

Dr. Vincenzo Amarante
Dr. Vincenzo Amarante
Psicoterapeuta, Psicologo, Psicologo clinico
Salerno
Le farebbe bene consultare uno psicoterapeuta.

Specialisti per colloquio psicologico

Marina Viglino

Marina Viglino

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Sanremo

Prenota ora
Laura Di Gloria

Laura Di Gloria

Psicologo, Psicoterapeuta

Torino

Prenota ora
Flavia Adalgisa Distefano

Flavia Adalgisa Distefano

Psicologo, Psicoterapeuta

Roma

Prenota ora
Elena Aureli

Elena Aureli

Psicologo, Psicoterapeuta

Milano

Prenota ora
Attilio de Angelis

Attilio de Angelis

Psicologo, Psicoterapeuta

Roma

Prenota ora

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 62 domande su colloquio psicologico

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.