Salve so enza ho 49 ha da 1 anno sofferto d'ansia... da settembre va meglio ma mi è rimasta l'agitaz

21 risposte
Salve sono enza ho 49 anni, da 1 anno soffro d'ansia... da settembre va meglio ma mi è rimasta l'agitazione nel senso che ho sempre paura di avere un attacco.....premetto che non ho più attacchi da settembre e non prendo medicine e vado da una piscologa......volevo chiedere se continuare dalla piscologa o no .....sentendomi solo agitata
Salve Enza, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso e comprendo quanto possa essere difficile per lei convivere con questa situazione riportata.
Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Un consulto psicologico le sarebbe utile anche per identificare pensieri rigidi e disfunzionali che impediscono il cambiamento desiderato e mantengono la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera Enza,
Poiché persiste la sua condizione di agitazione nonostante la terapia psicologica, credo che le potrebbe essere utile richiedere una consulenza psichiatrica al fine di valutare un eventuale supporto farmacologico.
Le consiglierei di proseguire la terapia psicologica , finché le saranno chiare le cause delle sue ansie e delle sue paure e si sentirà più attrezzata nel proseguire il suo percorso personale senza appoggi .Un caro augurio Dottssa Luciana Harari
Buonasera. In considerazione del fatto che sta lavorando con una psicologa credo sia opportuno confrontarsi in primo luogo direttamente con lei per valutare se sia il caso o meno di continuare il percorso che sta facendo, o se eventualmente sia il caso di integrare, modificare, cambiare il trattamento in corso ecc. Un saluto, Dott. Felice Schettini
Cara Enza , le consiglio di confrontarsi con la collega che la segue perchè le potrà dare un quadro chiaro della situazione e magari concordare come potreste "concludere" il percorso e quando. Alcune volte bisogna rinforzarsi prima di andare con le proprie forze, non bastano solo i miglioramenti. Un saluto e buon percorso.
Dott.ssa Antonella Abate
Buonasera Enza. Le consiglio di continuare la terapia con la psicologa e di parlare con lei di questa questione. Scrive che non ha più attacchi d'ansia ma ha paura che essi possano tornare, quindi si può dire che ha paura della paura, e c'è anche l'agitazione. Sono tutti dei sintomi, che rivelano un disagio psicologico, per cui le consiglio vivamente di affrontarli con la psicoterapia. Resto a disposizione se vorrà qualche chiarimento, un caro saluto, Dott. Valerio Mura
Buongiorno Enza, le consiglierei di parlarne direttamente con la sua psicologa, in modo tale che possa condividere i suoi dubbi con lei e ricevere un suo feedback. Sono sicura che potrà comprendere le sue riflessioni e saprà darle le dritte più opportune per lei.
Un caro saluto. Dott.ssa Matilde Ciaccia.
Salve è opportuno che condivida con la sua psicologa la questione la sua idea ovvero se continuare o meno il suo percorso. Si tratta di un tema molto importante e sicurare la persona con cui lavora saprà fornirle una valida lettura. Un cordiale saluto
Buonasera, sarebbe importante condividere questo suo pensiero con la psicologa che la sta seguendo. Da ciò che scrive emerge la paura di avere altri attacchi, quindi sembra esserci ancora un disagio comunque psicologico. Per questo le consiglierei di proseguire il percorso con la psicologa.
Un caro saluto, dottoressa Paola De Martino
Gentile donna,
molto probabilmente il fatto che si senta ancora agitata potrebbe esser la spia che il suo percorso psicoterapico ancora non sia finito. I sintomi assolvono ad una funzione all interno delle relazioni, li lascerà andare una volta che sentirà di non averne più bisogno. Si confronti su tali aspetti con la psicologia da cui sta andando, potrebbe esser uno spunto di riflessione interessante anche ai fini della sua stessa terapia.

Un cordiale saluto
Dottor Diego Ferrara
Cara Enza, decidere quando interrompere una terapia è sempre una questione delicata e non di facile risposta. Le suggerire di parlarne insieme alla sua terapeuta visto il rapporto terapeutico instaurato da un anno. I miglioramenti o l'assenza di sintomi sono sempre un buon segno ma la sua terapeuta saprà dirle se ancora necessita di supporto per evitare ricadute o se c'è necessità di proseguire su tematiche particolari.
Un Saluto
Dott.ssa Camilla Ballerini
Salve Enza, si confronti con la collega che la segue per valutare che cosa fare.
Buona giornata.
Dott. Fiori
Salve Signora, il percorso terapeutico servirà molto a supportarla a non sentirsi in uno stato di allarme. Potersi confrontare con lo specialista, sulla domanda posta a noi, potrebbe essere importante per fissare insieme gli obiettivi terapeutici con una buona consapevolezza.
Cordialmente Dott.ssa Alessia Battista
Buongiorno signora, da quello che lei riferisce sembra che da tre mesi ha iniziato a sentirsi meglio. e questo senza l'aiuto dei farmaci, Mi sembra finora un buon risultato. Ma se ancora rimane della paura è perché ancora il suo problema con il controllo del suo corpo, delle sue emozioni (ma non solo perché questo tema è molto più profondo) non è completamente risolto. Se lei ha fiducia nella sua psicologa le consiglierei di confrontarsi con lei su questo aspetto, altrimenti potrebbe pure sentire il parere da un altro specialista.
Cordiali saluti
Buongiorno, la terapia produce effetti in particolare sul lungo periodo. Provi a valutare quest'opzione.

Saluti

MT
E' importante che faccia il punto della situazione con chi la segue in psicoterapia. Può ascoltare il Podcast Le Stanze della Paura, disponibile gratuitamente su Google, Spotify, Pocket Cast, Breaker e seguire la pagina Facebook Le Stanze della Paura. Troverà molte informazioni sui disturbi d'ansia e anche strumenti di auto aiuto , finalizzati a gestire gli stati d'ansia e di tensione psico emotiva. Buona giornata. Bruno Ramondetti
Buonasera,
concordo con i colleghi di confrontarsi con la collega che la segue, ponendo la stessa domanda che ha posto a noi, così da valutare assieme quale possa essere la strada migliore da percorrere.
Cordialmente Dott.ssa Alessia Malaguti
Gentilissima, il mio consiglio è di proseguire il percorso terapeutico già intrapreso, finché le saranno chiare le cause delle sue ansie e delle sue paure.
Cordialmente,
AV
Buongiorno Enza, dato che lo stato di agitazione persiste e che ha già iniziato il percorso con la psicologa, probabilmente le conviene continuare il percorso dato che i sintomi sono diventati più tollerabili ma sono ancora presenti. Saluti Dr.ssa Michela Campioli
Gentile utente,

nel suo caso specifico le consiglio di parlarne con la sua dottoressa, il rapporto di fiducia è tra di voi.

Cordialmente

Dottor Mauro Vargiu
Gentile Utente,
trovo estremamente positivo il fatto che si siano fermati gli attacchi di panico, il che vuol dire, a mio parere, che la Sua terapia sta producendo risultati positivi.
Secondo la mia opinione potrebbe non essere produttivo interrompere in questo momento il percorso psicoterapico che già sembra produrre ottimi risultati.
Nelle problematiche psicologiche sono indispensabili perseveranza e un atteggiamento fiducioso e positivo per riuscire ad ottenere risultati ottimi e duraturi.
Un caro Saluto

Dot.ssa Alessia Ferraroni

Esperti

Serena Mancioppi

Serena Mancioppi

Psicoterapeuta, Psicologo

Milano

Emanuela Carosso

Emanuela Carosso

Psicologo, Psicoterapeuta

Torino

Romina Brambilla

Romina Brambilla

Psicoterapeuta, Psicologo

Milano

Stefano De Simone

Stefano De Simone

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Maddaloni

Francesca Maria Penta

Francesca Maria Penta

Psicologo, Psicoterapeuta

Milano

Irene Anna Toniolo

Irene Anna Toniolo

Psichiatra, Psicoterapeuta

Bologna

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 260 domande su Ansia
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.