Buonasera, Vi scrivo in seguito a un dubbio che mi è sorto sulla malattia celiaca. Ho deciso di and
7 risposte
Buonasera,
Vi scrivo in seguito a un dubbio che mi è sorto sulla malattia celiaca. Ho deciso di andare dal medico dopo due anni che continuavo ad avere moltissime flatulenze, la lingua bianca con puntini rossi e una macchiettina rossa sul collo pruriginosa che non voleva sparire.Ho fatto tutti i test specifici del sangue per celiachia e i risultati sono sempre stati positivi e molto elevati (>200), ho anche ripetuto gli stessi test per ordine del gastroenterogo e i valori sempre alle stelle. Ho eseguito infine una gastroscopia con biopsia duodenale e hanno visto una leggera atrofia. Ora aspetto l'esito della biopsia che arriverà in tre settimane. Sto facendo anche una terapia del ferro per via della carenza quasi ai limiti dell'anemia. La mia domanda è: posso essere celiaca anche con un'atrofia lieve manifestando sintomi atipici? Dovrei comunque seguire una dieta aglutinata? E volevo sapere bene le differenze tra celiachia atipica e silente se possibile.

Vi ringrazio in anticipo per la gentile risposta
In attesa della conferma istologica che sarà discriminante per una celiachia prenderei in considerazione anche una forma di alterata sensibilità al glutine che prevede sempre una dieta priva della proteina specifica ma con una migliore prognosi. Intendiamoci occorrerà sempre fare attenzione allo stile di vita e al cibo ma i sintomi saranno solitamente meno gravi. Ferro e vitamine dovranno essere assunte sotto forma di integratori ma verranno comunque in parte assimilate col cibo. Ricordi che la consapevolezza di evitare alcune sostanze la ripagherà del sacrificio.
Ti invitiamo a fare una visita: Visita gastroenterologica - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buongiorno da quel che che scrive è quasi verosimile che lei abbia una malattia celiaca. Con la dieta senza glutine i suoi disturbi miglioreranno rapidamente. Le consiglio di farsi seguire da un centro/gastroenterologo esperto nella gestione di questa patologia che le programmerà i controlli e le fornirà tutti i ragguagli sull'alimentazione e sullo stile di vita.
cordiali saluti

Buongiorno... Prima di iniziare una dieta senza glutine deve aspettare il referto della biopsia.. La celiachia atipica non si manifesta in genere con diarrea, ma con sintomi extraintestinali, tipo ferro basso, osteoporosi, stipsi,ecc....la celiachia silente non ha alcuna sintomatologia evidente e si può fare diagnosi solo dalla biopsia in quanto la mucosa intestinale è compromessa.

Buonasera, è verosimile che Lei abbia la celiachia. E' necessaria la conferma istologica ma già con questi dati di laboratorio la diagnosi è abbastanza certa. Il mio consiglio è quello di prendere contatti con il centro di riferimento per celiachia (nell'ambito di una GASTROENTEROLOGIA) più vicino casa sua. E' fondamentale infatti non solo un follow-up della patologia attraverso l'andamento degli anticorpi nel tempo, ma anche un riferimento di un "esperto" per sfatare miti e legende.

Le analisi che riferisce ed il quadro clinico pongono un forte sospetto per celiachia. Il risultato dell'esame istologico permetterà di completare il quadro e definire la diagnosi. Nel frattempo prosegua dieta libera (con glutine) . Se questo percorso diagnostico non l'ha effettuato presso un centro di riferimento per celiachia della sua regione, sarà poi necessario che vi si rivolga con tutta la documentazione clinica per eventuale conferma diagnostica e rilascio esenzione.

buongiorno, allora per seguire una dieta senza glutine ormai le consigli odi attendere l'esito della biopsia.
Come consiglio generale comunque è utile per tutti e soprattutto per alcune categorie di persone, variare i carboidrati, utilizzando in alternativa altri cereali come riso, grano saraceno, etc...
la Celiachia silente presuppone l'evolversi della malattia senza alcun sintomo, e di diagnostica solo in fase avanzata con la biopsia intestinale più o meno compromessa, mentre la Celiachia atipica si ha quando la malattia ha sintomi diversi da quelli tipici quali diarrea, dolori e crampi intestinali, ma ad esempio osteoporosi, sintomi di neuropatie periferici, ferro basso, alterazioni del ciclo mestruale e ovariche, osteoporosi, asma, astenia, carenza smalto dentario, etc...

Buongiorno, dai sintomi e dalla situazione clinica da lei elencati è verosimile che possa essere affetta da celiachia, ma naturalmente l'esito della biopsia è determinante nel stabilire una diagnosi.
Può essere celiaca anche con un atrofia lieve e sintomi atipici.
Il consiglio è di aspettare l'esito della biopsia e nel frattempo continuare con il ferro.
Se l'esito fosse positivo contatti il centro di riferimento celiachia più vicino per una conferma diagnostica e rilascio dell'esenzione.

Esperti

Valentina De Carluccio

Valentina De Carluccio

Nutrizionista

Montecorvino Pugliano

Carmine De Donato

Carmine De Donato

Nutrizionista

Montoro

Mario D'Andria

Mario D'Andria

Nutrizionista

Salerno

ersilia cortese

ersilia cortese

Nutrizionista

Gorgonzola

FRANCESCA PROTTO

FRANCESCA PROTTO

Dietista, Nutrizionista

Savona

Valeria Lucenti

Valeria Lucenti

Nutrizionista

Torino

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 40 domande su Celiachia

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.