Buonasera dottori. Ho 20 anni, sono alta 1.75 e peso 50 kg, so di essere sottopeso, ma ho un proble

18 risposte
Buonasera dottori.
Ho 20 anni, sono alta 1.75 e peso 50 kg, so di essere sottopeso, ma ho un problema che mi causa moltissimo disagio.
Vi spiego, mangio carne bianca, come pollo e tacchino, merluzzo, verdure, frutta, bevo 2 litri di acqua al giorno, come spuntino mangio uno yogurt activia, mangio pochi carboidrati, non pratico sport, ma cammino tutti i giorni per 1ora circa, però anche mangiando cibi sani, non bevendo bibite gassate,ecc ecc, mi si gonfia l’addome, più che altro giù al ventre di una maniera esagerata, e il gonfiore si va a posizionarsi sulla zona pancia e fianchi, sembro davvero incinta, soffro un po’ di stipsi.
Non so davvero cosa.
Potrei usare qualche crema per rassodare tipo la somatoline?
Potrei usare la cyclette?
Vorrei gentilmente qualche consiglio per appiattire definitivamente la pancia, e tonificare la zona addome, fianchi e glutei.
Per favore, potreste darmi qualche consiglio?
Ve ne sarei davvero grata.
Attendo una vostra risposta.

Saluti!
Salve, il suo quadro sintomatologico sembra abbastanza chiaro, lei sta in una condizione intestinale che prende in nome di SIBO (small intestinal bacterial overgrowth, sindrome dell'iperproliferazione batterica), che si manifesta con aumento del gas prodotto dell'iperproliferazione batterica intestinale. Questo provoca fastidio e soprattutto al livello intestinale una diminuzione dell'assorbimento dei nutrienti (sopratutto il complesso proteico dell'emoglobina, con fenomeni associati di stanchezza) e una aumento di stati delle tossine intestinali. Un aumento del gas intestinale provoca anche una disidratazione delle feci che si presentano in consistenza dura (feci caprine) che possono provocare diverticoli e emorroidi. Il problema sussiste nel ricercare ed limitare la o le cause. Un alchimista austriaco diceva: "Tutto è veleno, e nulla esiste senza veleno. Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto" , quindi il quantitativo è importante, le dico questo perchè l'elenco alimentare risulta corretto qualitativamente, ma quantitativamente? E la masticazione è corretta? La distribuzione dei pasti nella giornata come la fà? Vede, servirebbero altre informazioni, in quanto il quadro è bello grande e variegato. Magari le consiglio di compilare un diario alimentare, in modo tale da valutare lei stessa se c'è qualche alimento o un carico di alimenti che le provocano questi fastidi.
Per la domanda sulla tonificazione, da formatore Snaq del CONI e personal trainer, gli esercizi a corpo libero sono sempre i migliori e i più efficaci, ma se fatti bene nel movimento e nella respirazione. Eviti attività fisiche traumatizzanti come corsa per strada e salti; esercizi con troppo peso di carico come affondi o squat.
Da nutrizionista le consiglio di tostare il pane la sera a cena e di evitare le verdure cotte sostituendole con quelle crude.
Spero di averla aiutata
Un saluto

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Aggiungo anche che gli stati di stress, aumentando la cortisolemia, possono gonfiare la zona addominale ed anche la postura assunta mette in risalto la pancia

Sono anch'io d'accordissimo con i colleghi..Al massimo proverei anche a fare le analisi per l'intolleranza al glutine e lattosio, per togliermi questo dubbio.
Per il resto credo che un consulto con un nutrizionista e personal trainer potrebbero aiutarla a trovare finalmente la forma fisica che desidera, ma tenendo come punto fermo la sua salute che è ben più importante

D'accordo coi colleghi, probabilmente sarebbe utile un test per rilevare una possibile disbiosi intestinale.

Ci sono diversi fattori da dover prendere in considerazione quando si lamenta una sintomatologia di meteorismo intestinale. Sicuramente il primo da prendere in considerazione è la composizione del microbiota intestinale che potrebbe essersi alterato a favore di una flora più gas produttrice, per questo le consiglierei un mesetto di integrazione con fermenti lattici. Ci sono poi alcuni alimenti che potrebbero favorire là formazioni di gas quando l’intestino è un po’ infiammato, di solito parliamo di carciofi, broccoli, friarielli, legumi ma il tutto è molto dipendente dal soggetto, in merito a questo secondo punto le consiglio di segnare su un diario gli alimenti che più le recano gonfiore ed evitarli. Mangi lentamente, senza inferire molta stia quando ingoia. Può ridurre anche il cibo integrale se per caso ne è una consumatrice abbondante, almeno fino a quando non ristabilirá la flora, e le consiglio di consumare delle fibre solubili da bere la mattina a stomaco vuoto. Faccia sport, non solo camminate e infine ci sono numerevoli integratori che potrebbe assumere ma non trovo corretto scriverglieli pubblicamente qui, per cui per qualsiasi dubbio mi contatti senza problemi.
Un saluto

Buongiorno di sicuro bisogna capire meglio quale alimento provochi il gonfiore e quale no,perciò le suggerisco di contattarmi per avere informazioni riguardo al test genetico che io eseguo e che potrebbe risolvere i suoi problemi.
Spero di conoscerla di persona
Cordiali saluti

Salve!
Casi come il suo sono all’ordine del giorno e molto facilmente trattabili con una dieta a basso residuo. I miglioramenti, se non sussistono altri problemi concomitanti, sono immediati.
Bisogna prestare attenzione al consumo di determinati tipi di frutta e verdura, evitare alimenti al elevato contenuto di fibra, ridurre il consumo di lattosio.
Può abbinare qualche carminativo.

Buonasera, sono d'accordo con i colleghi riguardo ad una potenziale condizione di alterazione del microbiota intestinale. Le consiglierei, inoltre, di valutare eventuali intolleranze alimentari o meglio infiammazioni da alimenti, dovute ad un consumo eccessivo di determinati alimenti che ha causato uno stato infiammatorio. Tali infiammazioni causano diversi effetti tra cui anche il gonfiore addominale.
Non esiti a contattarmi per eventuali delucidazioni.
Saluti

Buongiorno dai sintomi indicati concordo pienamente le risposte dei colleghi, alterazione del microbiota intestinale.
Le consiglio una consulenza nutrizionale.
Saluti
Prenota subito una visita online: Prima visita - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buonasera, dagli elementi da lei elencati potrebbe trattarsi di un'alterazione del microbiota intestinale ma non è da escludere una possibile intolleranza a qualche alimento. Se necessita di ulteriori delucidazioni può contattarmi. Cordiali Suluti

Salve,le cause del suo malessere posso essere varie e , in accordo con i miei colleghi,le suggerisco di intraprendere un percorso nutrizionale,incominciando dal redigere un diario alimentare e delle sue emozioni allo scopo di avere maggiore consapevolezza di come lei si alimenta e aiutare lo specialista nella costruzione dello schema più adatto alla sua sintomatologia.Così,insieme alla valutazione dei parametri ematici,fabbisogni energetici,eventuali disbiosi,test genetici eviteremo gli errori che ,forse,oggi commette e perchè li commette.Ora è attivo anche il servizio di consulenze on line,mi chiami in privato!

Buongiorno gentile utente, quel che posso consigliarle è di rivolgersi ad un nutrizionista per una consulenza. Cordiali Saluti

Buongiorno
Le creme non servono in quanto agiscono a livello topico
Le consiglio di rivolgersi ad un nutrizionista per verificare la presenza di sostanze alimentari che possono darle fastidio ed inoltre per farsi seguire durante le fasi
per la stipsi ci sono dei protocolli che personalmente attua con una buona risposta che consistono di associare diversi alimenti stando attenta anche al tipo di cottura
Se vuole mi può contattare per fissare un appuntamento
Saluti

buon giorno, può rivolgersi ad un nutrizionista per un piano più dettagliato che possa aiutarla
saluti

Salve, faccia per curiosità un disbiosi test ( è un semplice test sulle urine), da quello si può indicare una cura di probiotici più utile per il suo caso. Un buon nutrizionista potrà aiutarla a migliorare il suo disturbo.

Buonasera,
da quello che descrive sembra esserci un disequilibrio della flora intestinale, ma il gonfiore che lei riferisce potrebbe anche rappresentare una intolleranza alimentare. Le consiglio di contattare un nutrizionista che, attraverso un approfondito colloquio e studio della cartella clinica, analisi comprese, redigerà un piano alimentare adeguato alla sua condizione fisio-patologica.
Per ulteriori informazioni non esiti a contattarmi.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Eleonora Di Carmine

Buonasera, da ciò che leggo potrebbe trattarsi di una condizione di disbiosi intestinale (composizione sbilanciata della nostra flora batterica intestinale) andrebbe fatta qualche analisi più specifica in accordo con il tuo gastroenterologo di fiducia e successivamente procedere con un'alimentazione personalizzata.
Prenota subito una visita online: Prima visita nutrizionale - 90 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buongiorno,

Bisogna prima di tutto valutare tramite un diario alimentare ed un'attenta anamnesi nutrizionale quali sono gli alimenti che provocano il gonfiore.

Sicuramente tramite l'alimentazione si può risolvere la sua problematica. Le consiglierei di seguire piano alimentare a basso contenuto di alimenti FODMAP.

Un abbraccio,

Dott.ssa Chiara Spiezia

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.