Attacco di panico - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Attacco di panico

Gli attacchi di panico sono disturbi d’ansia che si presentano in modo inaspettato e ricorrente e sono caratterizzati da un aumento repentino dell’intensità dell’ansia e della paura, che raggiunge un livello molto elevato in brevissimo tempo. Si parla di attacco di panico quando la paura e l’ansia che si provano causano la seguente sintomatologia:

  • Forte sudorazione;

  • Tachicardia e palpitazioni;

  • Agitazione, tremori;

  • Dolore al petto;

  • Disturbi addominali, nausea;

  • Sensazione di soffocamento, mancanza d’aria;

  • Sensazione di instabilità e svenimento (vertigini, visione annebbiata, debolezza alle gambe e agli arti);

  • Vampate di calore o brividi di freddo;

  • Formicolio o intorpidimento;

  • Sensazione di depersonalizzazione (essere “staccati” da se stessi) e di irrealtà;

  • Paura di impazzire, di perdere il controllo;

  • Paura di morire.

 

Gli attacchi di panico rappresentano la forma d’ansia più forte e acuta e sono crisi che si compiono nell’arco di circa 10 minuti. Chi ha sofferto di attacchi simili, tende ad avere paura che il fenomeno si possa ripresentare: per questo, cerca di evitare tutte le situazioni da sé stesso/a considerate a rischio di attacco di panico.

Tra le comportamenti protettivi più diffusi abbiamo:

  • Muoversi in aree in cui sono presenti e facilmente raggiungibili dei centri medici;

  • Portare sempre con sé farmaci per l’ansia;

  • Identificare e tenere sotto controllo le uscite di sicurezza;

  • Allontanarsi dalla propria abitazione solo se in compagnia di persone fidate.

 

Questi comportamenti possono tradursi in abitudini fortemente invalidanti dal punto di vista della vita lavorativa e sociale come non utilizzare la metropolitana, i treni, le auto e gli aerei, evitare i cinema e altri luoghi chiusi, non allontanarsi da zone sicure e non fare sport e altri sforzi fisici.

I principali fattori di rischio che possono condurre a un attacco di panico sono:

  • Situazioni fisiche stressanti (insonnia, malattie, droghe, etc.);

  • Situazioni psicologiche stressanti (problemi finanziari, conflitti interpersonali, stress da lavoro correlato, traumi, etc.);

  • Iperventilazione;

  • Familiarità o predisposizione genetica;

  • Predisposizione psicologica o biologica;

  • Sensibilità agli stimoli ansiogeni.


Chi soffre di attacchi di panico deve rivolgersi a uno specialista per iniziare un trattamento adatto, come la psicoterapia accompagnata da terapia a base di farmaci quando necessaria. Per trattare gli attacchi di panico si fa spesso ricorso anche alla terapia cognitivo-comportamentale.

Esperti in attacco di panico

Trova esperti in Attacco di panico nella tua città:
Gennaro Esposito

Gennaro Esposito

Neurologo, Psichiatra

Saviano

Michele Tedesco

Michele Tedesco

Psicologo, Psicoterapeuta

Avellino

Odette Furiani

Odette Furiani

Psicologo, Psicoterapeuta

Foligno

marta di grado

marta di grado

Psicologo

Roma

Diego Italo Emilio Bonetti

Diego Italo Emilio Bonetti

Medico dello sport, Psicoterapeuta

Milano

Guido Donati

Guido Donati

Dermatologo, Ginecologo, Psicologo

Roma

Domande su Attacco di panico

I nostri esperti hanno risposto a 26 domande su Attacco di panico

Dott.ssa Dorella Pierini
Dott.ssa Dorella Pierini
Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico
Roma
Salve, io le consiglio mai più farmaci presi senza una attenta valutazione di ciò che si assume ed il motivo per cui si assume. Non dormire è un sintomo che rappresenta solo la punta di un iceberg.…
14 risposte

Dott.ssa Alessia Vaudano
Dott.ssa Alessia Vaudano
Psicoterapeuta, Psicologo
Torino
Gentile utente,
Sicuramente è stato opportuno iniziare una psicoterapia perché è proprio efficace affiancarla alla terapia farmacologica. Spesso però i sintomi non si alleviano subito,…
14 risposte

Dott. Ruggero Raccah
Dott. Ruggero Raccah
Psichiatra, Ematologo, Psicoterapeuta
Roma
Buonasera, nove gocce al giorno sono un dosaggio minimo solitamente senza effetti collaterali, può anche continuarle e ridurre a 5 gocce dopo un mese oppure ridurre di una goccia a settimana.…
12 risposte

Quali sono i professionisti che curano Attacco di panico?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.