Diverticolite - Informazioni, specialisti, domande frequenti

Informazioni su Diverticolite

I diverticoli si creano gradualmente quando parti dell'intestino vengono pressate da qualcosa. Ciò provoca una sorta di piccole palline proprio all'interno del colon ed esattamente sulla parte che lo delimita. Generalmente si vanno a posizionare vicino all'intestino crasso e nella parte inferiore del colon. Finché sono di dimensioni minime può anche andare bene, ma man mano diventano sempre più grandi nel tempo.

Può succedere che una parte delle feci possa andare a finire in una delle sacche e possa creare una infezione. A volte quello che si infetta è il peritoneo, che è quasi una copertura della cavità addominale. Oppure può succedere che se l'infezione si ferma alla parte esterna del colon, si potrebbe creare un ascesso.

Il motivo per cui negli anni si creano sempre di più queste sacche è dovuto al fatto che la parete del colon diventa più spessa e lo spazio interno diminuisce. In questo modo le feci non riescono a fuoriuscire velocemente ed i rimasugli restano all'interno e creano la pressione su tutte le parti più deboli. Questo si traduce anche nel fatto che non si mangiano fibre a sufficienza.

Troppe poche fibre nella alimentazione infatti, portano a creare feci piccole e dure che difficilmente passano attraverso il colon, causando una pressione maggiore rispetto al momento in cui invece sono molli. I diverticoli di solito non causano problemi e non si avverte la loro presenza fino a quando non si fa una visita particolare all'intestino oppure controlli di routine. L'unico segnale che si avverte quando si ha la diverticolite è un dolore fortissimo. È proprio a quel punto che il dottore va alla ricerca con la palpazione, di parti molli. Per un quadro migliore della situazione si possono fare le analisi del sangue per vedere se il livello dei globuli bianchi sia aumentato ed all'occorrenza si può fare una TAC per visualizzare le sacche che sono infette.

 

Sintomi

La diverticolite può presentare diversi livelli di infiammazione. Nel caso aveste un dubbio sulla gravità o meno di questa patologia, rivolgetevi subito ad un medico che vi potrà prescrivere le analisi e gli esami da fare.

I sintomi della diverticolite possono trarre in inganno, perché sembrano proprio quelli di una appendicite, con la differenza che il dolore è localizzato nella sola parte sinistra dell'addome invece che in quella inferiore destra. Il dolore è anche in questo caso intenso ed appare all' improvviso, ma spesso può comparire come dolore leggero ed aumentare piano piano, giorno dopo giorno. Molte persone all' inizio non capiscono a cosa sia dovuto questo fastidio e cercano di non pensarci, poi le cose si complicano e si può anche arrivare ad avvertire dolore alla parte addominale. Si potrebbe avere un po' di febbre, di nausea e di dissenteria.

Altri sintomi che però sono meno comuni, possono essere: vomito, sanguinamento del retto come nel caso delle emorroidi, difficoltà ad urinare oppure avere l'esigenza di farlo troppo frequentemente. Questi se avvengono in età avanzata, possono far pensare alla prostata ed ai problemi che questa può creare. Quindi spesso si fanno esami che, senza saperlo, non servono, anche se talvolta è meglio avere un quadro della situazione a largo spettro. Questa patologia può essere invalidante soprattutto nel momento in cui è acuta.

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Mostra risultati Come funziona?

Esperti in diverticolite

Andrea Muggianu

Andrea Muggianu

Chirurgo generale

Ariccia

Elisa Colombo

Elisa Colombo

Nutrizionista

Castel San Pietro Terme

Luca Improta

Luca Improta

Chirurgo, Chirurgo generale

Roma

Maurizio Carnazza

Maurizio Carnazza

Chirurgo generale

Comiso

Dario Cavallaro

Dario Cavallaro

Chirurgo generale

Ramacca

Maria Antonietta Aloisio

Maria Antonietta Aloisio

Medico di medicina generale, Internista

Torino

Domande su Diverticolite

I nostri esperti hanno risposto a 173 domande su Diverticolite

Buongiorno, difficile che la sintomatologia da lei descritta possa dipendere dai diverticoli. Le consiglio una valutazione proctologica per approfondire l'eventuale presenza di prolasso…

Gentile paziente, le indicazioni a fare terapia con rifaximina (2 cpr da 200 mg, due volte al giorno per 7 gg al mese), è indicata solo nella diverticolosi sintomatica. Cioè quando ci sono dei…

Quali sono i professionisti che curano Diverticolite?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.