Ernia iatale - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Ernia iatale

L’ernia iatale è una patologia causata dalla fuoriuscita dalla cavità addominale di una porzione dello stomaco verso quella toracica. Esistono due tipologie di ernia iatale:

  • Ernia da scivolamento: si verifica quando l’erniazione riguarda anche la giunzione gastro-esofagea;

  • Ernia paraesofagea: si verifica quando soltanto la parte superiore dello stomaco compie l’attraversamento del diaframma, posizionandosi accanto all’esofago.

Spesso, le cause dell’ernia iatale rimangono ignote. Tuttavia, diversi fattori possono favorirne l’insorgenza: obesità, aumento della pressione addominale, un foro diaframmatico (iato) più largo del normale, età. Indossare indumenti aderenti, sforzi fisici improvvisi e ingenti e lo stato di gravidanza sono invece fattori che possono peggiorarne la condizione.

Spesso, la patologia non presenta alcun sintomo particolare a parte il reflusso gastro-esofageo, che a sua volta può causare difficoltà digestive, dolore dietro lo sterno, pirosi e rigurgiti.

L’ernia iatale può essere diagnosticata con una radiografia e tramite l’esplorazione endoscopica dell’esofago (quest’ultima, utile anche per individuare eventuali lesioni da reflusso nell’esofago).

Parecchi casi di ernia iatale non hanno bisogno di alcun trattamento ed è possibile prevenirne i sintomi con semplici accorgimenti (come sollevare torace e testa con dei cuscini durante il sonno). Quando necessaria, viene prescritta una terapia farmacologica a base di inibitori di pompa protonica (es. omeprazolo) e farmaci antiacidi. In rari casi si rende necessario intervenire chirurgicamente.

Per alleviare la sintomatologia è inoltre importante adottare una dieta sana composta da pasti poco abbondanti ma frequenti, facendo attenzione alla masticazione e aspettando almeno due ore prima di andare a letto dopo cena, in modo da permettere allo stomaco di svuotarsi.

Esperti in ernia iatale

Trova esperti in Ernia iatale nella tua città:
Maria Danila Fusi

Maria Danila Fusi

Chirurgo generale, Gastroenterologo, Proctologo

Milano

Carlo Casamassima

Carlo Casamassima

Gastroenterologo

San Ferdinando di Puglia

Giorgia Villa

Giorgia Villa

Osteopata

Vercelli

Fausto Rosa

Fausto Rosa

Chirurgo generale

Roma

Stefania Moio

Stefania Moio

Dietista

Roccella Ionica

Alessandra Parisi

Alessandra Parisi

Dietista, Nutrizionista

Roma

Domande su Ernia iatale

I nostri esperti hanno risposto a 17 domande su Ernia iatale

Dr. Marco Sanges
Dr. Marco Sanges
Gastroenterologo, Epatologo, Proctologo
Melito di Napoli
Gentile utente, durante la gastroscopia sono state effettuate biopsie per capire la causa e il grado di severità della gastrite? In particolare se vi è presenza di helicobacter pylori?
Saluti…
1 risposte

Dott. Salvatore Abate
Dott. Salvatore Abate
Dentista, Chirurgo generale, Ortodontista
Catania
Dipende sicuramente dal reflusso acido in bocca, esegua degli sciacqui di acqua e bicarbonato soprattutto la sera prima di andare a letto per tamponare l iperacidita alla bocca.
3 risposte

Buongiorno, tanto per iniziare farei una gastroscopia.Saluti
3 risposte

Quali sono i professionisti che curano Ernia iatale?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.