Alluce valgo - Informazioni, specialisti, domande frequenti

Informazioni su Alluce valgo

L’alluce valgo è una deformità ossea consistente in una deviazione dell’articolazione metatarso-faringea dell’alluce e una delle malattie dell’avampiede più comuni. In alcuni casi, l’articolazione deviata può arrivare ad accavallarsi con il secondo e il terzo dito del piede.

La patologia è molto più frequente tra gli adulti ma può manifestarsi anche tra i più giovani e, molto raramente, tra i neonati. L’alluce valgo è una patologia tipicamente femminile (le femmine sono colpite circa 10 volte in più rispetto ai maschi).

Per quanto non si tratti di una malattia grave, si tratta comunque di un disturbo molto fastidioso che può assumere, in alcuni casi, carattere invalidante, soprattutto a causa della sua tendenza a peggiorare in modo progressivo e costante.

Gli studiosi hanno individuato diversi fattori predisponenti (come artrite reumatoide e gotta, patologie neuromuscolari, malattie del sistema connettivo, lunghezza del primo metatarso, etc.). Le calzature sono importanti per prevenire la comparsa dell’alluce valgo: è infatti stato osservato che è molto rara la comparsa di questa patologia in individui che camminano scalzi.

L’alluce valgo si caratterizza per la pronazione dell’alluce, il varismo metatarsale e il valgismo dell’alluce. In alcuni casi, l’alluce valgo è accompagnato da deformazioni del secondo e del terzo dito del piede.

Per la diagnosi, è sufficiente la visita con osservazione diretta. Per stabilire la gravità della deformazione, si ricorre spesso a radiografie ed esami baropodometrici.

Il trattamento dell’alluce valgo può essere di due tipologie: conservativo e chirurgico.

Si opta per trattamenti di tipo conservativo quando la patologia non è ancora giunta a uno stadio avanzato, attraverso la combinazione di vari soluzioni: plantari, ortesi su misura, trattamenti di fisiokinesiterapia, pomate antinfiammatorie e crioteapia, FANS da assumere per via orale. In casi più rari, si ricorre anche a infiltrazioni di cortisone. A complemento, risulta utile effettuare esercizi di ginnastica posturale, evitando al tempo stesso nella quotidianità tutte le attività che costringono a mantenere per troppo tempo la stazione eretta.

Il trattamento chirurgico è invece scelto per guarire casi più gravi di alluce valgo, quando non si presentino controindicazioni all’intervento.

Consulenze online per ogni situazione

Prenota consulenze online con dottori di ogni specializzazione, senza uscire di casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?

Esperti in alluce valgo

Trova esperti nella tua città:
Andrea Fiore

Andrea Fiore

Ortopedico

Roma

Eugenio Marasco

Eugenio Marasco

Ortopedico, Medico dello sport

Napoli

Ignazio Matranga

Ignazio Matranga

Ortopedico, Agopuntore

Savigliano

Antonio Martucci

Antonio Martucci

Ortopedico

Latiano

Calogero Leone

Calogero Leone

Ortopedico

Savigliano

Stefano Papandrea

Stefano Papandrea

Ortopedico

Aosta

Domande su Alluce valgo

I nostri esperti hanno risposto a 53 domande su Alluce valgo

Data l'entità dei disturbi che lamenta dopo un anno, credo che sia assolutamente necessario che si sottoponga ad una visita con tutta la documentazione clinica disponibile ed una radiografia…
6 risposte

Normalmente dopo più di un mese dovrebbe essere possibile camminare senza dolore, tuttavia ciò dipende anche dal tipo di itnervento che ha effettuato e dalle sue condiizoni generali.
Le…
3 risposte

Purtroppo la rigidità post-intervento è un problema piuttosto difficile da affrontare. Credo che debba proseguire con la fisioterapia secondo quanto Le è stato prescritto. Tuttavia, se non ha…
4 risposte

Quali sono i professionisti che curano Alluce valgo?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.