Sono una donna di 40 anni e ho una relazione di 5anni in tutto sto tempo mio ragazzo a avuto una sto

22 risposte
Sono una donna di 40 anni e ho una relazione di 5anni in tutto sto tempo mio ragazzo a avuto una storia extraconiugale con una donna più grande di lui e dopo diversi tradimenti lo perdonato sempre e ho cercato di andare avanti ma ogni due o tre mesi mi prende una paura e una angoscia che lui va ancora io non riesco a fidarmi del tutto..o certi pensieri negativi che sono più forti di me e per stare tranquilla ho sempre bisogno di parlare con mio ragazzo e mi sembra che sono pesante . Lui mi ha promesso che nn succederà più abbiamo parlato... Come posso comportarmi per non rovinare il rapporto come fidarmi. Premetto che lui vive con i genitori e io da sola
Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso. Ritengo che sia fondamentale intraprendere un percorso psicologico al fine di indagare le cause, origini e fattori di mantenimento dei sintomi onde evitare che la situazione possa irrigidirsi. Sarebbe importante lavorare per capire l'origine dei pensieri negativi che riferisce.
Cordialmente, Dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Gentile Signora, è comprensibile la difficoltà a fidarsi del proprio compagno così come la necessità e la richiesta di rassicurazione. Quello che sarebbe importante verificare è il suo pensiero: come mai ritiene di essere lei responsabile di non rovinare il rapporto? La invito ad iniziare un percorso con un professionista per esplorare anche il suo vissuto in merito quanto accaduto. Purtroppo non esiste una regola da imparare per poter fidarsi di una persona e di fatto, lei ad oggi giustamente non si fida. Inizierò con l'accogliere e stare su questo, per poi vedere a dove porta (sempre con un eventuale psicologo). Un caro saluto
Cara utente non deve essere facile convivere con questi pensieri negativi. Il tema della fiducia in una relazione è molto importante. Avete avuto uno spazio per elaborare il tradimento?
Resto a disposizione.
Dott.ssa Francesca Tardio
Gentile Utente, mi dispiace per la situazione. Il tema della fiducia nelle relazioni affettive è molto delicato. Probabilmente lo ha perdonato a parole, ma non dentro di sé. Potrebbe essere importante per la coppia affrontare un percorso terapeutico, in modo da esplorare questa difficoltà che state incontrando sul vostro cammino. Cordialmente, dott. Simeoni
Buonasera, non è facile rimanere legata ad un compagno di cui non si fida, xché già ci sono stati degli episodi di tradimento. Concordo con i colleghi che le stanno consigliando di intraprendere un percorso di terapia di coppia in modo di potervi spiegare ed elaborare il vostro rapporto, in presenza di una psicoterapeuta che vi potrà aiutare ad elaborare le vostro insicurezze e sulla vostra fedeltà di coppia, cordiali saluti, dott. Eugenia Cardilli.
Prenota subito una visita online: Psicoterapia individuale - 60 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.
Buonasera,
In tutta sincerità, per quanto dura le potrà sembrare la mia risposta, quando in una relazione di coppia uno dei partner tradisce la fiduciario dell'altro probabilmente succede perché qualcosa non funziona all'interno della coppia. Non mi sembra, il tradimento, soprattutto se ripetuto, una cosa buona su cui fondare e portare avanti una cosa così importante come è una relazione.
Probabilmente le sue preoccupazioni riflettono questo pensiero. Lei cosa ne pensa?
Dott. Santo La Monica
Gentile utente,
quando subiamo un tradimento, purtroppo viviamo una situazione simile a un trauma: il pensiero del partner con l'amante può assalirci in ogni momento, con immagini intrusive; i nostri ricordi non hanno più lo stesso significato, sentiamo la nostra fiducia tradita come una ferita che no si rimargina, e oscilliamo tra il volerci allontanare e il voler rimanere ancora con lui o lei, tentando di salvare il rapporto.
L'unica via da intraprendere è quella della ricostruzione del rapporto, che può portare a perdonare chi ha tradito. Non è un percorso semplice, ed è un percorso che va fatto in due.
Le consiglio di intraprendere una terapia di coppia.

con i migliori auguri,
dr. Ventura
Gentile donna,

é comprensibile la perdita di fiducia nel suo compagno, una relazione di coppia si basa soprattutto sulla fiducia ed il rispetto reciproco. Magari potrebbe esser opportuno fermarsi a pensare cosa la tiene ancora legata a questa persona e come mai accetta una relazione di questo tipo nella quale non si sente messa al centro. Rifletta su questo e sulla possibilità di concedersi uno spazio nel quale poter affrontare tutto questo.

Cordiali saluti
Dott. Diego Ferrara
Gentile utente, forse non riesce a ritrovare la fiducia perché non ha capito a fondo le motivazioni che hanno spinto il suo compagno a tradirla. Solo comprendendo le ragioni e assicurandosi che queste siano risolte forse potrà valutare e decidere di poter nuovamente ricostruire un rapporto di fiducia. Le auguro il meglio!
Buongiorno! Da ciò che scrive sembra che si attribuisca l'intera responsabilità del vostro rapporto. La fiducia è stata minata da fatti realmente accaduti. Le consiglio un colloquio con uno psicoterapeuta per fare un po' di chiarezza.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi
Salve, credo che per lei sia importante comprendere l'origine dei pensieri negativi che descrive per cercare di gestirli meglio.
Ha mai pensato ad un consulto psicologico?
Buona serata.
Dott. Fiori
Salve, il tema della fiducia all'interno delle relazioni e molto rilevante, spesso può riguardare fattori che hanno origine nelle storie personali di ognuno e che indirizzano le nostre scelte. Credo che sarebbe importante per lei prendersi uno spazio per comprendere meglio l'origine dei pensieri negativi e anche chiarire quali sono i suoi bisogni all'interno di questa relazione. Un saluto rimango a disposizione, Dott. Puccinelli
Carissima,
non esiti: si affidi ad un terapeuta, faccia un buon lavoro sulla sua autostima e sulla sua interpretazione dei legami affettivi.
Glielo dico davvero di cuore.
Un caro abbraccio.
Salve. Più che sulla fiducia nel suo ragazzo, sarebbe utile che lei indagasse sulla fiducia in se stessa.
Le consiglio un percorso psicoterapeutico che possa aiutarla a fare chiarezza sul suo vissuto e a trovare un po' di fiducia in se stessa.
Sono disponibile per approfondimenti, anche on line. Distinti saluti
Cara signora, è più che comprensibile la mancanza di fiducia nei confronti del suo fidanzato ed il bisogno di voler essere rassicurata. La fiducia è qualcosa che si prova o non si prova. Di certo il suo sentimento le può dare delle indicazioni su questa relazione. Se vuole risolvere un problema di coppia, non può farlo da sola, ma se vuole fare chiarezza su quali sono i comportamenti migliori per sè, per ritrovare un pò di serenità, quello lo può fare, iniziando un percorso terapeutico individuale che la sostenga. Provi a interrogarsi su cosa vuole da sè in questo momento, non tanto dal suo fidanzato (perchè ciò che vuole da lui è ben chiaro, che non la tradisca, ma su questo solo lui può far qualcosa).
Cordiali saluti,
Rosella Pettinari
Buona sera, in situazioni di forte disagio nonchè durature nel tempo sarebbe importante rivolgersi ad uno specialista per poter meglio comprendere ed elaborare questa sua problemtica. Preferibilmente le consiglierei di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta così che possa intraprendere un percorso di terapia anche in videochiamata WhatsApp. Cordiali saluti, Dott.ssa Beatrice Planas. Psicologa psicoterapeuta per consulenze online
Buongiorno, premetto che è difficile individuare formule valide per tutti che aiutino a recuperare la fiducia dopo un tradimento, perché ogni coppia è una realtà a sé. Un utile suggerimento potrebbe essere quello di dialogare con il partner e cercare di capire cosa lo ha spinto a tradire. E’ importante capire cos’è successo, cos’ha spinto l’altro in una data direzione, in modo da rielaborare l’accaduto e concedere di nuovo la propria fiducia. La riconquista della fiducia è comunque un processo che richiede tempo.
Il motivo per cui fatichiamo a dare fiducia è spesso il timore, più o meno manifesto, di essere deluse, tradite, imbrogliate. Bisogna innanzitutto partire dal presupposto che in una qualunque relazione non esiste e non esisterà mai la certezza assoluta che l’altro sarà sempre con noi, innamorato, fedele, disposto a starci accanto nel bene e nel male.
Quindi il primo modo per fidarsi di un compagno è scegliere di farlo.
Se dovesse continuare ad avere difficoltà di fiducia le consiglio di rivolgersi a uno psicologo e di intraprendere una terapia di coppia con il suo compagno, in modo da affrontare insieme le difficoltà insorte nella vostra relazione. Dott.ssa Samanta Travini
Buonasera a lei, innanzitutto vorrei dirle che lei non è pesante se ancora non nutre una rinnovata fiducia nel suo ragazzo.
Io credo che il punto principale della questione non sia il perdono, bensì la fiducia: è possibile che lei abbia perdonato nel senso che non nutre più rancore, ma perdonare non significa "cancellare il passato" come molti immaginano, quindi un rapporto di fiducia va ricostruito con pazienza da parte di entrambi. Ogni comportamento genera conseguenze interne ed esterne, quindi il tradimento di fiducia del suo ragazzo implica un'assunzione di responsabilità e un desiderio di rimediare, quindi dal mio punto di vista è bene che lui possa accogliere serenamente il suo bisogno di essere rassicurata in questa fase.
E ritengo che sia un funzionamento sano da parte sua essere attenta ai segnali che vanno in direzione di una reale trasformazione da parte del suo ragazzo, cosa che è possibile, ma non certo da dare per scontata.
Un caro saluto,

Walter Sammi
Buongiorno, è comprensibile che queste esperienze abbiano minato il fattore fiducia. Consideri la possibilità di trovare uno spazio in cui sentirtsi supportata e in cui potersi ascoltare veramente. La psicoterapia in questo senso potrebbe esserle di aiuto.
Saluti,
Dott.ssa Giancarli
Cara signora, immagino l'ansia che la travolge tutte le volte che il suo partner non risponde, l'angoscia che possa risuccedere e le diverse rassicurazioni che deve ricevere. Ma sa benissimo che durano pochissimo. Purtroppo un tradimento è sempre doloroso in quanto travolge la nostra identità e distrugge nello stesso tempo l'immagine costruita fino a quel momento della coppia.
Concordo con i colleghi che il problema necessita di una terapia di coppia poiché un tradimento è sempre portatore di un disagio della stessa. Per qualunque approfondimento sono disponibile, anche telefonicamente. Un caro saluto.
Dott.ssa Rosaria Bertuccelli
Buonasera, penso che al momento attuale, rivolgersi ad uno psicologo potrebbe esserle di aiuto per fare chiarezza e avere maggiore comprensione del periodo e della difficoltà che sta vivendo. Un saluto, Dott. Alessandro D'Agostini
Salve, perdonare i tradimenti del suo ragazzo non vuol dire averli elaborati e superati. Sembra che provi ogni volta a far finta di niente, ma non ha più fiducia in lui. Parlare con lui momentaneamente le dà sicurezza, ma poi il dubbio riaffiora.
Chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta può supportarla nel capire se riacquisterà la fiducia persa o meno.
Un saluto

Esperti

Maria Lea Madonna

Maria Lea Madonna

Endocrinologo, Sessuologo, Psicoterapeuta

Pomezia

Prenota ora
Agostino Cielo

Agostino Cielo

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Bologna

Prenota ora
Galia Amurskaja

Galia Amurskaja

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Bergamo

Prenota ora
Manuela Ratti

Manuela Ratti

Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Seregno

Prenota ora
Silvia Paoli

Silvia Paoli

Pediatra, Psicoterapeuta, Omeopata

Follonica

Prenota ora
Diego Italo Emilio Bonetti

Diego Italo Emilio Bonetti

Medico dello sport, Psicoterapeuta

Milano

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 24 domande su psicoterapia di coppia
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.