Osteoporosi - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Osteoporosi

 

Quella dell’osteoporosi è una tra le patologie relative al sistema scheletrico che più stanno impegnando la ricerca. La condizione di vita di un paziente affetto da osteoporosi, non soltanto per quanto riguarda la mobilità, è tra le più complicate e difficoltose da affrontare. La caratteristica dell’osteoporosi è quella di cambiare i processi di quello che è chiamato “turnover”, più comunemente conosciuto come rimodellamento osseo, ovvero quella capacità dei tessuti dell’osso di rigenerarsi e ricambiarsi nel corso degli anni. Una capacità che, con il passare del tempo e con il peggioramento delle condizioni di salute, va assottigliandosi e perdendo di efficacia. È facile dedurre, quindi, che quella dell’osteoporosi è una problematica relativa anche all’avanzamento dell’età che va a sommarsi ad altri problemi che mettono seriamente a rischio le capacità motorie dell’individuo.

Solitamente la soglia per il perfetto funzionamento del processo dei turnover, il cosiddetto “apice”, si raggiunge a circa 30 anni, superata quell’età il processo subisce un’inversione ed il tessuto invecchiato dell’osso non viene più sostituito in equilibrio con nuovo tessuto.

Questo tipo di problematica, purtroppo, può essere ricondotta, in maniera piuttosto efficace, a diversi tipi di fattori di rischio che possono comprendere una vita relativamente sedentaria, rispetto invece a chi pratica costante attività sportiva, anche relativamente ad attività che mettono sotto pressione le ossa e permettono una più efficace rigenerazione del tessuto; la mancanza di un adeguato apporto di calcio, che porta ad un’accelerazione del processo di decadimento del tessuto osseo e che, quindi, lo assoggetta a maggiori problematiche derivanti dalla minore resistenza; la presenza di disordini alimentari e di patologie come la bulimia o l’anoressia; un eccessivo consumo di sostanze come tabacco e alcool, in grado di interferire direttamente sull’efficacia del processo di rafforzamento delle ossa; l’uso di alcuni farmaci come i corticosteroidi.

La ricerca sta ancora sviluppando metodi efficaci per il trattamento dell’osteoporosi, ma oggi è possibile intervenire su questo processo seguendo una dieta ricca di calcio e vitamina D ed assumendo farmaci addetti al trattamento dell’osteoporosi.

Esperti in osteoporosi

Trova esperti in Osteoporosi nella tua città:
Maria Antonella Palmeri

Maria Antonella Palmeri

Ginecologo

Palermo

Pietro Corsi

Pietro Corsi

Ortopedico

Roma

Lidia La Marca

Lidia La Marca

Ginecologo, Oncologo

Bologna

Mario Virginio Fadin

Mario Virginio Fadin

Ginecologo

Milano

Maurizio Colonna

Maurizio Colonna

Fisiatra, Terapeuta, Fisioterapista

Torino

Raffaele Ponticelli

Raffaele Ponticelli

Ginecologo, Senologo

San Sebastiano al Vesuvio

Domande su Osteoporosi

I nostri esperti hanno risposto a 14 domande su Osteoporosi

Prof. Romolo Bellucci
Prof. Romolo Bellucci
Ortopedico, Medico dello sport
Napoli
Gentile Paziente,
affrontare una terapia preventiva per l’osteoporosi è sempre una cosa favorevole .
Esistono però dei farmaci che danno meno effetti secondari, se l’indagine clinica…
10 risposte

Ci sono diverse molecole di bis fosfonati, e, a seconda della quale, e del tempo di assunzione varia l'accumulo nelle ossa. Pertanto la valutazione va fatta solo dopo un'attenta anamnesi…
2 risposte

Prof. Mauro Granata
Prof. Mauro Granata
Internista, Reumatologo
Roma
Sarà meglio non esagerare con l’assunzione di vitamina D e di Calcio. Sospenderei perciò al momento l’integratore controllando tra un paio di mesi i valori della vitamina D e della calcemia.…
4 risposte

Quali sono i professionisti che curano Osteoporosi?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.