Epicondilite - Informazioni, specialisti, domande frequenti

Informazioni su Epicondilite

 

L’epicondilite è un’infiammazione dei tendini appartenenti ai muscoli epicondiloidei che si trovano nella parte estrema del gomito. Il dolore, conseguenza di questa patologia, deriva dal fatto che il tendine infiammato fa parte di un muscolo estensore che permette appunto il movimento del braccio. L’epicondilite è una patologia conosciuta anche come “il gomito del tennista” proprio perché questi sportivi sforzano più frequentemente il braccio e quindi i tendini del gomito.

Ma non solo i tennisti sono soggetti all’epicondilite, anche chi svolge attività lavorative molto pesanti o ripetitive. Queste persone infatti effettuando continui movimenti del polso e della mano affaticano il tendine del gomito. Di solito chi viene colpito da questa infiammazione del tendine del gomito sono persone trai 30 e i 50 anni che non si accorgono inizialmente di questa patologia, pensando che sia un dolore passeggero all’arto.

 

I sintomi e i segni del gomito del tennista

I sintomi e i segni dell’epicondilite possono essere diversi, dipende se l’infiammazione del tendine è in una fase acuta o meno, i sintomi del gomito del tennista in una prima fase potrebbero riportare infiammazioni e quindi dolore in una fase più acuta trasformazioni e alterazioni della parte, in questo caso il medico specialista, Fisiatra oppure Ortopedico noterà dei segnali differenti e provvederà ad un diverso trattamento.

I sintomi dell’epicondilite:

  • Dolore specifico che si diffonde dal gomito al polso o quando si usa il polso
  • Sensazione di mancanza di forza nell’avambraccio
  • Difficoltà di presa della mano, il semplice gesto di stringere o prendere qualcosa nella mano diventa doloroso

I segni dell’epicondilite:

  • Deformazione del tendine quindi il dolore non scompare con il riposo dopo attività intense
  • Totale impedimento nell’uso del braccio
  • Sensazione di forte calore al gomito e febbre
  • Deformazione fisica del gomito

Per il trattamento e la cura del gomito del tennista, a seconda dello stadio dell’epicondilite si ricorre all’uso di farmaci anti-infiammatori, fisioterapia, trattamento della ionoforesi o degli ultrasuoni, tecarterapia, tecniche come la massoterapia o la chinesiterapia. Se questi approcci non portano benefici si passa all’intervento chirurgico sul tendine.

 

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Mostra gli specialisti Come funziona?

Esperti in epicondilite

Marina Baldassarre

Marina Baldassarre

Osteopata

Arma di Taggia

Antonio Covotta

Antonio Covotta

Fisioterapista

Roma

Simone Cocchiara

Simone Cocchiara

Fisioterapista

Ragusa

Daniele Paolini

Daniele Paolini

Fisioterapista, Osteopata

Pomezia

Simone Sorge

Simone Sorge

Fisioterapista

Viterbo

Diego Italo Emilio Bonetti

Diego Italo Emilio Bonetti

Medico dello sport, Psicoterapeuta

Milano

Domande su Epicondilite

I nostri esperti hanno risposto a 17 domande su Epicondilite

Buongiorno,
concordo con il collega. Dopo almeno un anno di trattamenti su una epicondilite, dove si provano tutti i trattamenti possibili, e tutti poi vanno a fallire, l’unica via resta…
1 risposte

L’epicondilite purtroppo è spesso di difficile risoluzione, quindi non si scoraggi. Se la radiografia o l’ecografia ha individuato delle calcificazioni, la terapia elettiva sono le onde d’urto…
1 risposte

Quali sono i professionisti che curano Epicondilite?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.