Salve ho una ernia cervicale che mi comprime il midollo potrei eventualmente scongiurare l intervento chirurgico con l osteopata? Grazie
Dr. Francesco Antonio Betrò
Dr. Francesco Antonio Betrò
Osteopata, Fisioterapista, Posturologo
Torre del Greco
Buonasera, l’osteopatia in questo ambito può avere grossi successi. Ovviamente c’e bisogno di effettuare una visita neurochorurgica per capire la complessità della situazione. Buona giornata.

Dott.ssa Irene Agostini
Dott.ssa Irene Agostini
Osteopata
San Martino di Lupari
Salve,
coi trattamenti osteopatici si puó detendere le tensioni dei tessuti circostanti l'ernia, alleviando cosí dolore e sintomi. Concordo col collega che il parere del neurochirurgo sia necessario.

Dott. Massimiliano Centola
Dott. Massimiliano Centola
Fisioterapista, Massofisioterapista
Chieri
Buongiorno, sicuramente è necessario che uno specialista l’abbia visitata e scongiurato l’eventuale intervento, in seguito è possibile intervenire con un adeguata massofisioterapia e rieducazione funzionale per mantenere un adeguato stile di vita.

buongiorno
l'osteopatia potrebbe essere d'aiuto in questi casi
si raccomanda comunque una visita da uno specialista per scongiurare compressioni radicolari importanti o complicanze di altra natura
cari saluti

Dott.ssa Camilla Armezzani
Dott.ssa Camilla Armezzani
Osteopata, Fisioterapista, Posturologo
Roma
Salve, con l’osteopatia si possono avere importanti risposte positive su questo tipo di problematiche, ovviamente con le dovute attenzioni.
Le consiglio di provare per un periodo questo trattamento.

Dott. Michele Mannino
Dott. Michele Mannino
Osteopata
Udine
Buon giorno, i colleghi hanno già anticipato tutto. Se vi è un'ernia evidente, il caso va in prima istanza inquadrato in ottica neurochirurgica. Se il neurochirurgo non ritiene la situazione come condizione di pertinenza chirurgica si può fare una valutazione osteopatica e valutare con obiettività se l'intervento può avere un razionale o no .

Dott. Antonio Picone
Dott. Antonio Picone
Fisiatra, Osteopata, Posturologo
Torre del Greco
Il problema non è l'ernia cervicale in se ma la sintomatologia ad essa collegata. La terapia conservativa è riabilitativa secondo un piano terapeutico personalizzato. In caso di insuccesso, la terapia chirurgica è l'unica strada.

Dr. Andrea Monnati
Dr. Andrea Monnati
Osteopata, Posturologo, Terapista del dolore
Roma
Buongiorno in conformità con quanto espresso dall'esame strumentale, può effettuare una visita neuro chirurgica in modo da escludere compressioni della radice con rischio di problematiche a livello del nervo. Sicuramente con l'osteopatia si può diminuire la pressione del disco sul midollo liberando più possibile le strutture adese alla vertebra stessa.

Dott. Mauro Fasano
Dott. Mauro Fasano
Osteopata, Posturologo
Torino
Buongiorno, per avere una risposta precisa occorrerebbe dati più precisi. Nel frattempo non posso confermare le risposte dei colleghi dandole purtroppo una triste verità che è tutto soggettivo, e fin che non verrà sottoposta a trattamenti, qualsiasi essi siano, non potremo avere risposte certe.
Ma, questa è la mia personale opinione, la soluzione chirurgica deve essere l'ultima spiaggia quando veramente si è provato di tutto. Rimango a disposizioni per ulteriori chiarimenti.

Dr. Andrea Roberto Franchioni
Dr. Andrea Roberto Franchioni
Osteopata, Massofisioterapista
Osio Sopra
Sicuramente con l'osteopatia si ridurrebbe la sintomatologia dolorosa.

Dr. Antonio Demichelis
Dr. Antonio Demichelis
Osteopata, Fisioterapista, Podologo
Genova
Prima dello intervento, sarebbe opportuno una terapia riabilitativa da trauma pregresso e stabilirne le cause e il tempo x potenziarne i risultati.es.5 sedute di magneti modulare, due sedute di recar:capacitivo/resistivo , ogni seduta deve chiudersi con manipolazione osteopatia - digitopressione è soltanto così potrà stabilire se ricorrere al chirurgo quale ultima strada.Auguri

Dr. Emiliano Pelagalli
Dr. Emiliano Pelagalli
Osteopata, Fisioterapista
Roma
Buonasera! Un trattamento osteopatico può essere di aiuto alla sua problematica ma prima bisognerebbe indagare bene e capire se l’ernia stia comprimendo delle strutture nobili quali una radice nervosa. Per cui come già hanno risposto i colleghi sarebbe auspicabile prima una visita specialistica e poi procedere con una valutazione osteopatica. Buone cose!

Dr. Stefano Serrecchia
Dr. Stefano Serrecchia
Fisioterapista, Osteopata
Roma
Faccia prima una visita neurochirurgica, e poi valuti se con la terapia manuale fisioterapica.

Dott. Matteo Castiglia
Dott. Matteo Castiglia
Osteopata, Posturologo
Chivasso
Buongirono, come già indicato dagli altri colleghi, è opportuna una visita ortopedica preventiva in modo da comprendere a pieno la complessità della situazione, qualora non fosse necessario ed indicato l'intervento, l'osteopatia può essere d'aiuto nel miglioramento della sua problematica

Specialisti per osteopatia

Gianluca Mazzelli

Gianluca Mazzelli

Osteopata, Fisioterapista

Roma

Prenota ora
Marco Castellazzo

Marco Castellazzo

Osteopata, Massofisioterapista

Torino

Prenota ora
Carmine Scala

Carmine Scala

Fisioterapista, Osteopata, Posturologo

Pompei

Prenota ora
Andrea Pastorello

Andrea Pastorello

Osteopata, Fisioterapista

Torino

Prenota ora
Valerio Cascone

Valerio Cascone

Fisioterapista, Osteopata

Potenza

Prenota ora

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 12 domande su osteopatia

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.