Acufene - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Acufene

L’acufene è un disturbo dell’udito, che può essere presente soltanto in un orecchio o a carico di entrambi, a causa del quale si ha la perenne sensazione di sentire dei suoni fastidiosi come rumori, fischi, soffi o pulsazioni.

Questo disturbo è molto comune nella popolazione adulta ma può colpire soggetti di qualunque età, anche i bambini.

L'acufene è una condizione che può avere una moltitudine di cause:

  • Danni al nervo acustico che trasmette gli impulsi al cervello;

  • Anomalie del sistema nervoso centrale;

  • Danni alle cellule della coclea;

  • Problemi a carico delle cellule cigliate;

  • Tumore del nervo acustico;

  • Disturbi dentali e dell'articolazione temporo - mandibolare;

  • Malattie cardiovascolari;

  • Farmaci che possono danneggiare l'orecchio;

  • Infiammazione o infezione delle vie uditive;

  • Accumulo di cerume nei condotti uditivi;

  • Forti rumori;

  • Sinusite;

  • Alcune malattie tiroidee (ipotiroidismo, ipertiroidismo);

  • Fibromialgia.

Gli acufeni inoltre si possono distinguere in diverse categorie:

  • Acufeni soggettivi: che possono essere uditi soltanto dal paziente affetto dal disturbo, in assenza di stimoli esterni.

  • Acufeni oggettivi: sono i più rari tra gli acufeni. Il paziente in questo caso sentirà dei suoni, realmente prodotti all'interno del proprio corpo (ad esempio può sentire il battito del cuore come una palpitazione nell'orecchio).

  • Acufeni endogeni: in questo caso la patologia è collegata direttamente a problemi dell'apparato uditivo, che distorce suoni realmente sentiti.

  • Acufeni esogeni: più rari, causati da patologie che non coinvolgono direttamente l'apparato uditivo.

Il medico che si occupa di diagnosticare e trattare questo tipo di disturbo è l'otorinolaringoiatra.

Il trattamento farmacologico viene stabilito dallo specialista in base alle cause specifiche del disturbo. In alcuni casi è possibile, per risolvere il problema, effettuare un intervento chirurgico.

 

Acufene: segni e sintomi

L'acufene è un disturbo che può essere avvertito lievemente o essere così fastidioso da compromettere le normali attività quotidiane. I sintomi sono diversi e possono essere avvertiti con frequenza sporadica o persistere continuamente e per lunghi periodi.

La sintomatologia dell'acufene è caratterizzata principalmente dalla sensazione di percepire un rumori fastidiosi all'interno dell'orecchio, che possono essere di vario tipo:

  • Ronzii;

  • Pulsazioni;

  • Fruscii;

  • Crepitii;

  • Sibili;

  • Stridori;

  • Tintinnii;

  • Soffi;

  • Rombi.

Nel momento in cui diventano cronici questi sintomi possono causare disturbi del sonno, della concentrazione e della lettura e, nei casi più gravi in soggetti predisposti, generare problemi depressivi.

Esperti in acufene

Trova esperti in Acufene nella tua città:
Arcangelo Menna

Arcangelo Menna

Logopedista, Otorino

Marigliano

Gianluca Pane

Gianluca Pane

Otorino

Genova

Stefano Savarese

Stefano Savarese

Otorino

Trentola-Ducenta

Francesco Lorusso

Francesco Lorusso

Otorino

Palermo

Umberto Pignatelli

Umberto Pignatelli

Otorino

Lumezzane

Simone Alessi

Simone Alessi

Otorino

Roma

Domande su Acufene

I nostri esperti hanno risposto a 62 domande su Acufene

Ci sono integratori che agiscono in diversi modi. Sarebbe però opportuno, se non li ha fatto di recente, effettuare un esame audiometrico.
1 risposte

Gent.ma paziente sono convinto che l'approccio terapeutico per gli acufeni deve esser sistemico, quindi non concentrato solo sul ricercare od escludere una patologia a carico del sistema…
1 risposte

Dr. Teodoro Aragona
Dr. Teodoro Aragona
Otorino, Chirurgo pediatrico
Cosenza
Buonasera, le vertigini sono sintomi che possono derivare da molteplici condizioni patologiche.
Assumere vertiserc senza capire perchè ha le vertigini ha poco senso.
La invito a sottoporsi…
2 risposte

Quali sono i professionisti che curano Acufene?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.