Angioma - Informazioni, specialisti, domande frequenti

Informazioni su Angioma

Con il termine angioma si indica un tumore benigno caratterizzato da un’anomalia di sviluppo e proliferazione di alcuni vasi arteriosi, linfatici o biliari, che si presenta in una zona circoscritta e limitata del corpo.

Gli angiomi possono essere sia di tipo congenito, quindi presenti già alla nascita, sia di tipo acquisito, nel caso compaiano in un’epoca successiva.

 

Angiomi: tipi e categorie

Gli angiomi possono essere di diverso tipo e si suddividono in diverse categorie:

  • Emoangioma o angioma immaturo (di tipo capillare, cavernoso e granuloma piogenico)
  • Linfangioma (capillare, cavernoso, igromi cistici, emangiomi linfangiomi)
  • Glomangiomi
  • Angiomi vinosi
  • Teleangectasia
  • Angioma “a ragno”
  • Angiomatosi basilare

Gli angiomi immaturi sono presenti nel 10% dei neonati e nel 30% dei bambini nati immaturi, con una percentuale leggermente superiore nel sesso femminile.

Circa un terzo degli angiomi è presente alla nascita, gli altri due terzi compaiono entro le prime settimane di vita. Gli angiomi sono caratterizzati dalla presenza di macchie rosse, leggermente in rilievo rispetto alla cute, che sono chiamate nel gergo comune con il termine “voglia” (spesso per forma, dimensione o colore possono prendere nomi diversi, ad esempio “voglia” di fragola, di lampone, ciliegia, caffè, etc.).

Gli angiomi possono presentarsi con contorni e dimensioni molto diversi: nei casi più comuni appaiono come dei puntini, leggermente sporgenti, altri invece possono presentarsi nel tessuto sottocutaneo formando delle vere e proprie masse di forme anche molto grosse ed irregolari.

Il primo impatto con un angioma da parte di un genitore può essere molto traumatico, anche perché nelle prime fasi di formazione ha una crescita molto rapida (da un piccolo puntino nel giro di poche settimane può crescere fino a raggiungere le dimensioni di un’arancia).

Dopo la fase di formazione (che può durare anche qualche mese) comunque segue sempre una fase di stasi e nella maggior parte dei casi regredisce senza lasciare alcuna cicatrice se non un piccolissimo segno.

Lo specialista che si occupa di individuare e diagnosticare l'angioma solitamente è il dermatologo, che nella maggior parte dei casi consiglierà di non avere alcuna paura per la neoformazione riscontrata: inon è necessario alcun trattamento, se non in sporadici casi di natura estetica, che vengono trattati tramite la chirurgica.

 

Segni e sintomi dell'angioma

Gli angiomi solitamente non hanno sintomi particolari, ma in base a dove sono localizzati possono provocare:

  • emicrania
  • crisi epilettiche

Come abbiamo già visto in precedenza, i segni principali dell'angioma sono delle macchie rossastre che possono avere le dimensioni che variano da una piccola puntina ad una grossa arancia.

Bisogna comunque dire che sia i sintomi che i segni dell'angioma nella maggior parte dei casi non devono destare alcuna apprensione.

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Mostra gli specialisti Come funziona?

Esperti in angioma

Daniele Rizzo

Daniele Rizzo

Dermatologo

Alcamo

Isabella Gallerani

Isabella Gallerani

Dermatologo, Medico estetico

Firenze

Jürgen Schleef

Jürgen Schleef

Chirurgo pediatrico, Chirurgo generale

Trieste

Maria Danila Fusi

Maria Danila Fusi

Chirurgo generale, Gastroenterologo, Proctologo

Milano

Vincenzo Perri

Vincenzo Perri

Dermatologo

Reggio Calabria

Fabiola Cenci

Fabiola Cenci

Medico competente, Internista, Medico nucleare

Montalto di Castro

Domande su Angioma

I nostri esperti hanno risposto a 25 domande su Angioma

Buongiorno signora, purtroppo con i dati che fornisce non è possibile darLe delle indicazioni precise. In generale ogni volta che viene riscontrata una formazione nodulare al fegato in ecografia…
1 risposte


Buongiorno, l'angioma epatico è una lesione assolutamente benigna del fegato e non ha nessun rischio di trasformazione tumorale nè altri rischi particolari.
Trattandosi di un primo…
1 risposte


Buonasera, bisogna studiare al meglio questa Mav con una angiografia cerebrale e vedere le varie strategie di trattamento che si possono utilizzare al fine di evitare il più possibile deficit…
1 risposte

Quali sono i professionisti che curano Angioma?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.