Salve, sono un ragazzo di 22 anni, da circa 15 giorni che non mi sento a mio agio, nel senso sembra

20 risposte
Salve, sono un ragazzo di 22 anni, da circa 15 giorni che non mi sento a mio agio, nel senso sembra che mi manca il respiro, durante la notte dormo bene, poi appena mi alzo sento questa cosa. Ho fatto due dosi di vaccino, non so cosa può essere.
Ho fatto raggi al torace, analisi, elettrocardiogramma tutto ok.
La causa potrebbe essere psicologica?

Vi ringrazio
Salve, mi spiace molto per la situazione che descrive.
Ha fatto bene ad effettuare controlli medici al fine di escludere eventuali cause organiche.
Sembrerebbero sintomi ascrivibili ad un quadro ansioso ma le informazioni in possesso sono troppo poche.
Ritengo dunque importante richiedere un consulto psicologico al fine di indagare cause origini e fattori di mantenimento dei suoi sintomi e trovare strategie utili per fronteggiare le situazioni particolarmente problematiche onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Cordialmente, dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Gentile Utente, in questo periodo, molte persone anche senza precedenti disturbi d'ansia, riportano stati ansiosi, soprattutto nei giorni precedenti o come nel suo caso successivi al vaccino. Per prima cosa le consiglierei di parlare con il suo medico e valutare o meglio escludere la possibilità di una causa organica(anche se alcune indagini sono state effettuate). Inoltre, potrebbe effettuare una consulenza psicologica che meglio possa aiutarla ad affrontare o a rendere consapevoli pensieri che le recano disagio e trovare strategie più funzionali.
Cordiali Saluti Dott.ssa Alessia Battista
Salve, sulla base delle sue informazioni sembra molto probabile che gli aspetti psicologici possano essere chiamati in causa per spiegare i sintomi che descrive. Pertanto potrebbe esserle molto utile contattare uno psicoterapeuta per confermare l'ipotesi legata ai fattori psicologici e valutare le eventuali o ulteriori attività. Un cordiale saluto
Salve, ha fatto bene a effettuare le visite mediche per avere più informazioni possibili. Ora la invito a intraprendere un percorso psicologico per riuscire a gestire il malessere che descrive.
Buona giornata.
Dott. Fiori
Buonasera,
mi dispiace per le sensazioni che descrive. Dato che ha già fatto gli approfondimenti medici del caso, le sarebbe utile un percorso psicoterapeutico attraverso il quale approfondire le cause che la portano a queste fastidiose sensazioni. Cordiali saluti. Dott.ssa Georgia Silvi
Salve, bene che ha fatto esami specifici in modo tale da escludere patologie di origine organica. Per capire se si tratta di disagio psicologico sarebbe utile avere altre informazioni al riguardo. Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo se il disagio persiste e diventa sempre più fastidioso da gestire.
Rimango a disposizione
Buona serata
Ciao,
Se hai fatto controlli e già hai escluso cause organiche, dopo aver parlato con il tuo medico, certo che potrebbe esserci qualcosa di psicologico dietro.
L’ansia è associata a qualcosa? C’è qualcosa che ti preoccupa?
Resto a disposizione
Gentile Utente, buona sera!
Ha fatto bene a rivolgersi al suo medico e a effettuare tutti i controlli medici del caso.
Sebbene sia necessario un ulteriore approfondimento rispetto alle informazioni che ci ha dato nel messaggio, mi pare possibile che l'origine del suo malessere sia di tipo psicologico.
Resto sua disposizione per ulteriori approfondimenti, anche on line.
Le auguro ogni bene!
Dr.ssa Erika Conti
Prenota subito una visita online: Primo colloquio psicologico
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.
Buonasera Gentile Utente, se ha fatto tutti gli esami medici del caso, probabilmente la causa è psicologica. Per poter meglio indagare è necessario però procedere con un consulto psicologico, così da capire come mai si presentino questi sintomi. Cordialmente, dott. Simeoni
Buonasera, se hai escluso eventuali causa di tipo medico si, potrebbe essere di natura psicologica. Per comprendere meglio le motivazioni del tuo non sentirti a tuo agio potresti contattare uno psicologo. Un saluto
Gentile utente, in linea di massima quando non ci sono evidenze di cause organiche, il disturbo ha origini psicologiche. Dovrebbero essere raccolte ulteriori informazioni come, per esempio, da quando si presenta questa sintomatologia. Se la situazione diverrà difficile da gestire, le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta per valutare di cosa si tratti.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi
Buonasera, si la causa potrebbe essere psicologica ma è necessario comprendere bene il problema, quando sono iniziati questi disturbi, cosa accadeva nella sua vita in quel periodo? La invito a rivolgersi ad uno psicoterapeuta per comprendere il problema. Cordiali saluti dottoressa Adriana Casile
Gentile utente di mio dottore,

i suoi pensieri e le sue angosce sono tipiche nei disturbi d'ansia da malattia, più comunemente definita ipocondria.
La terapia per il Disturbo d’ansia da malattia è sia di tipo farmacologico che psicoterapeutico. L’approccio farmacologico è utile per alleviare i sintomi o per meglio controllarne alcune fasi più acute, o come supporto alla psicoterapia.
La farmacoterapia deve esser seguita e monitorata da uno psichiatra.
La psicoterapia sistemico-relazionale è ritenuta a oggi la forma di intervento più efficace per affrontare con successo il Disturbo d’ansia da malattia.
Chi soffre di ipocondria interpreta erroneamente le sue sensazioni corporee e ve ne attribuisce una pericolosità esagerata rispetto alla realtà. L’intervento di psicoterapia sistemico-relazionale è volto a scoprire le funzionalità relazionali dei sintomo ed i suoi significati più profondi. Il paziente, intrapresa la psicoterapia, viene guidato attraverso un percorso atto a renderlo maggiormente consapevole dei suoi processi mentali, dei meccanismi che governano il suo comportamento. Con l’aiuto del terapeuta vengono individuati i circoli di mantenimento del disturbo e le sue ripercussioni su aspetti comportamentali, con un graduale miglioramento della qualità della vita, fino a quel momento compromessa dal timore di avere una grave malattia.
Nel caso avesse bisogno di un consulto non esiti a contattarmi in privato.

Cordiali Saluti
Dottor. Diego Ferrara
Buongiorno. Dal momento che ha fatto accertamenti medici che hanno escluso problematiche di tipo organico, la causa potrebbe essere di natura psicologica, seppur servirebbero ulteriori informazioni per ipotizzarlo con maggiore certezza.
Il suggerimento è quello di consultare un professionista Psicologo Psicoterapeuta per approfondire alcuni aspetti importanti legati all'esperienza che sta vivendo e valutare il tipo di intervento che più si adduce alla sua situazione, con l'obiettivo di recuperare e di migliorare il proprio benessere inteso in senso globale, fisico e psicologico.
Un saluto,
Dott. Felice Schettini
Gentile utente, escludendo con il suo medico possibili cause organiche, la sensazione di malessere che sta provando potrebbe essere di origine psicologica. Qualora questo disagio dovesse persistere, le consiglierei di contattare uno psicologo per approfondire la natura di questo "non sentirsi a prioprio agio" e le modalità per potervi fare fronte.
Un cordiale saluto
V.M.
I sintomi che segnala possono segnalare la presenza di un disturbo d'ansia. E' opportuno che chieda una valutazione psicodiagnostica anche al fine di prevenire peggioramento o cronicizzazione. Nel frattempo può ascoltare gratuitamente su Spotify o sulla pagina Facebook il podcast Le Stanze della Paura. Troverà molte informazioni sui disturbi d'ansia e strumenti di autoaiuto che le potranno servire nel diminuire il disagio psicologico. Buona giornata. Dr. Bruno Ramondetti
Buonasera, ha fatto bene a fare delle analisi così si è tranquillizzato che a livello fisiologico sta bene. Forse si è spaventato dopo che ha fatto il vaccino ed ha cominciato ad avere dei sintomi. Potrebbe fare dei colloqui con una psicoterapeuta per elaborare che cosa nascondono i suoi sintomi, la saluto cordialmente, dott. Eugenia Cardilli
Salve. Se dalle indagini cliniche che ha fatto, risulta tutto ok, la causa può essere psicologica. Valuti la possibilità di intraprendere un percorso psicoterapeutico per chiarire le cause del suo malessere e comprendere i sintomi cosa le stanno comunicando, visto che la notte respira bene e la mattina appena si alza si presentano. Distinti saluti
Buongiorno, mi spiace molto per la situazione che sta vivendo.
L'invito a contattare il suo medico di fiducia per escludere eventuali cause organiche e in caso associare un percorso psicologico che le possa permettere di affrontare e analizzare la situazione e i sintomi.
Resto a disposizione.
Cordialmente
Dr.ssa Paola Tucci
Gentile utente,
Escluse le cause organiche, è molto probabile che la causa sia psicologica. Le consiglio di approfondire i sintomi con l'aiuto di uno psicologo.
Resto a sua disposizione
Cordiali saluti
Dottoressa Carolina Cascino

Esperti

Luigi Russo

Luigi Russo

Otorino

Foggia

Isabella Sensini

Isabella Sensini

Cardiologo

Milano

PAOLA FALCO

PAOLA FALCO

Otorino

Sciacca

Marco Castelli

Marco Castelli

Otorino

Cavallermaggiore

Sara Cisternino

Sara Cisternino

Otorino

Roma

Lucrezia Roselli

Lucrezia Roselli

Otorino

Frascati

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 79 domande su Dispnea
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.