Indirizzi (2)

Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo
Studio di Psicologia Palermo


Pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 6 anni
Contanti
091 986..... Mostra numero


Pagamento dopo la consulenza

Con questo specialista, potrai pagare comodamente dopo la consulenza. Altro



Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online

Colloquio psicologico di coppia • 70 €

Parent training • 60 € +2 Altro

Sostegno psicologico adolescenti • 50 €

Terapia familiare • 60 €


Presso questo indirizzo visito: adulti
091 986..... Mostra numero

Metodi di pagamento: Bonifico

Potrai effettuare il pagamento dopo la consulenza online.

1) Una volta conclusa la consulenza, potrai procedere con il pagamento sul mio conto: ❌❌❌❌
2) Inserisci il tuo nome, cognome e la data della consulenza nel campo descrizione.
3) A questo punto il procedimento è completo. Grazie per la collaborazione!

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.

Per favore, leggi con attenzione la policy di cancellazione e rimborso.


30 minuti prima della consulenza, riceverai SMS ed email contenenti il link per effettuare il videoconsulto. Clicca sul link e attendi lo specialista. Non è necessario scaricare alcun software e potrai collegarti al videoconsulto sia dal PC che dal cellulare.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).


Esperienze

Su di me

Sono la Dott.ssa Cascino, sono una Psicologa e Psicoterapeuta in formazione orientamento sistemico-relazionale. Mi occupo di prevenzione, consulenza...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Autostima
  • Obesità
  • Ipocondria
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea in Psicologia Clinica presso l'Università Kore di Enna con voto 110/110 e lode

Specializzazioni

  • Psicologia forense
  • Psicologia giuridica
  • Psicologia Clinica

Competenze linguistiche

Italiano

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Consulenza Online

Altre prestazioni


Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

50 €

Studio di Psicologia Palermo



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

Scopri di più

Studio di Psicologia Palermo


70 €

Consulenza Online



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

da 150 €

Studio di Psicologia Palermo



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

Scopri di più

Studio di Psicologia Palermo


60 €

Consulenza Online



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

50 €

Studio di Psicologia Palermo



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

50 €

Studio di Psicologia Palermo


50 €

Consulenza Online



Via Dietro La Parrocchia 22, Palermo

60 €

Studio di Psicologia Palermo


60 €

Consulenza Online

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
4 recensioni

F
Presso: Consulenza Online Altro

Pienamente soddisfatto del percorso intrapreso con la Dott. Cascino. Partendo dalla puntualità, serietà delle problematiche trattate, è in grado di trasmettere strategie efficaci con empatia ed umanità non indifferenti.


M
Presso: Consulenza Online consulenza online

La Dott.ssa Cascino ha saputo "esserci" per il mio dolore con dolcezza, professionalità e molta simpatia. Ha un grande cuore che si nota subito durante i primi incontri. Consiglio il suo aiuto perché si impegna pienamente e praticamente (pur vedendoci online). Ho apprezzato infine la sua umiltà, ormai oggi sono pochi i professionisti umili e di cuore, grazie ancora!


A
Presso: Consulenza Online consulenza online

La dottoressa è riuscita a comprendere al primo incontro ciò di cui avevo bisogno, mi sono sentita compresa e sento già che ne uscirò migliore!!


N
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Consulenza Online consulenza online

Cortesia, sincerità e disponibilità contraddistinguono la dottoressa Cascino sia prima che durante gli incontri. Mi sono sentita accolta e compresa in un periodo per me ricco di ansia e preoccupazioni, mai giudicata ma, grazie al suo prezioso aiuto, guidata a compiere una riflessione su me stessa e sul problema e ad affrontare e gestire le situazioni di forte stress emotivo.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 4 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Salve, vorrei chiedere un consiglio. Il mio ragazzo fa parte di una famiglia un po "aggressiva": si arrabbiano spesso tra di loro e quando lo fanno tendono a urlarsi contro in modo anche molto violento (madre, padre e due figli maschi). La madre soprattutto tende ad arrabbiarsi per ogni cosa con lui, soprattutto per quanto riguarda le faccende domestiche, accusandolo di essere inutile e di non contribuire mai (cosa non vera). Lo conosco da 5 anni e 2-3 volte (l'ultima pochi giorni fa) sono accaduti degli episodi violenti tra loro due in cui lei gli urlava ogni tipo di insulto senza motivo e lui alla fine scoppiava finendo per spintonarla e, in questo ultimo episodio, mettergli le mani al collo per poi ritrarle subito. premetto che lui non è mai stato aggressivo con me o con altre persone ma, come lui stesso dice, solo con i suoi genitori prova questi attacchi di rabbia quasi incontrollabili di cui ha paura. Cosa potrebbe fare per migliorare questa situazione? So che da un quadro così riassuntivo è difficile capire qualsiasi dinamica, ma vorrei davvero aiutarlo in qualche modo perchè è una cosa che gli causa profondo disagio

    Gentilissima,
    Immagino quanto possa essere difficile per lei vivere questo stato di tensione. Quello che potrebbe fare è suggerire al suo compagno di intraprendere un percorso psicologo che possa aiutarlo a gestire la relazione con i genitori.
    Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.
    Cordialmente
    Dott.ssa Carolina Cascino

    Dott.ssa Carolina Cascino

  • Salve, mi chiamo Miriam e sono una ragazza di 17 anni (a luglio 18) fidanzata da un mese a distanza con un uomo di 32 anni. Lui è una persona molto doce, romantica, sincera, comprensiva, buona, altruista, lavoratrice, piena di dolore e rabbia per il passato ma, con una forza incredibile che gli permette di superare ogni ostacolo. Io e lui facciamo delle videochiamate durante il giorno, a volte una di mattina, una di pomeriggio mentre lui lavora e di sera. Lui per certi versi è una persona pretendente, anche se non so se questo sia il termine adatto perché lui non chiede cose materiali ma cose che, a parer suo ma anche a parer mio, debbano stare alla base di una relazione ma che, sempre secondo me, sono un po' troppo esagerate. Per fare un esempio, egli non vuole che io mi vesta con dei jeans se non indosso una maglia lunga, o dei leggings. Mi ha detto che lui considera i leggings un abbigliamento per poco di buono e quindi non devo metterli. Qualche giorno fa io sono uscita per andare a fare degli acquisti, ho indossato dei leggings ma ho messo una maglia lunga che copriva e quando gliel'ho riferito lui si è arrabbiato, mi ha detto che mi aveva esplicitamente detto di non fare uso di leggings e, nonostante gli abbia detto che indossavo una maglia lunga, non ha voluto sentir ragioni. Un altro esempio sono i social. Lui mi ha detto che stando con lui, siccome lui non lo fa (ma penso non lo faccia perché non sia molto un tipo da social, a differenza mia), nemmeno io devo continuare a postare foto mie sui social, nemmeno un semplice stato su whatsapp. Gli avevo detto che lo avrei fatto ma, qualche giorno fa feci una foto con la mia amica a scuola e la misi sullo stato di whatsapp, lui la vide e mi chiamò arrabbiatissimo dicendomi che io sono falsa, che dico bugie, che gli avevo promesso non l'avrei più fatto, che lo faccio apposta per mostrarmi. Un altro esempio ancora è quello di domenica scorsa, forse il più sensato per me, magari aveva ragione...
    La settimana scorsa, mia madre mi ha proposto di andare al mare con mia sorella più piccola di 6 anni.
    Ci tengo a precisare che sono appena uscita dal corona virus, quindi era da un po' che non uscivo, oltre alla frustrazione e al dolore per mia sorella che, sempre a causa del virus, era stata ricoverata in ospedale per più di 20 giorni. Siccome ormai ero guarita e mia sorella era uscita dall'ospedale, eravamo uscite io mia madre e l'altra sorella per distrarci un po' e respirare aria pulita. Sono uscita alle 16 di casa circa, sono arrivata lì, ci sono rimasta venti minuti al massimo, mi sono fatta qualche foto con loro e poi siamo tornate a casa. Il mio fidanzato mi disse che non lo amavo davvero perché se davvero così fosse stato, lo avrei chiamato nel mentre ero al mare e che se non lo avevo fatto era perché non avevo bisogno di lui e quindi, se avessi voluto star con lui ancora, avrei dovuto dargli più dimostrazioni. Posso solo dire che da quando ci siamo fidanzati circa, quasi ogni giorno c'è un litigio per questi motivi. Oggi, nel mentre ero a fare acquisti, avevo il telefono nella borsa, lui mi scrisse alle 12 e 40, io uscii dal negozio alle 13, gli risposi e lui si arrabbiò, mi disse che avrei dovuto controllare il telefono, quando io gli dissi tempo fa che io, quando cammino o ho da fare, il telefono non lo voglio toccare, mi distrae ma, ancora una volta non ha voluto saperne, mi ha detto che lui anche se sta lavorando mi risponde sempre, invece io lo tratto come se per me non fosse importante e se invece, quando sono occupata, gli scrivo e poi non rispondo più perché avevo solo un istante libero, si arrabbia dicendomi che gli dà fastidio che scrivo e non rispondo più ma al tempo stesso, mi disse quel giorno dove ero andata al mare, che lui per una persona a cui tiene farebbe di tutto, infatti se ha un secondo libero lo usa per quella persona. Ieri, il giorno in cui avevamo festeggiato un mese, ho avuto un brutto litigio con lui infatti, mentre ero in chiamata con lui, mi arrivò un messaggio da parte di un mio amico, lui gelosia estrema, mi chiese se avrei risposto. Io inizialmente gli dissi di no, perché non mi oiace stare tanto si whatsapp e preferivo non entrarci, dopo lui mi chiese di mandargli uno screen della conversazione con sto tizio, così io dovetti per forza entrare su wjatsapp e visualizzare quel messaggio per fare lo screen. Siccome pensavo non fosse corretto visualizzare senza rispondere, decisi di rispondere. Il mio fidanzato mi richiamò per chiedermi se avessi risposto e gli dissi di sì e caos fu. Iniziò a dirmi che ero bugiarda, che avevo tradito la sua fiducia, che ho messo una persona che non valeva nulla di fronte a lui che era il mio ragazzo e non volle più parlarmi. Oggi gli scrissi ma mi disse di lasciarlo solo...
    Io tante volte penso che quando una persona dice di voler star sola vorrebbe qualcuno e pensavo gli avrebbe fatto piacere, quindi lo chiamai. Lui mi rispose arrabbiatissimo dicendomi che mi aveva esplicitamente detto di lasciarlo stare e non ho saputo nemmeno rispettare questa cosa. Tutte queste cose mi suscitano solo una domanda: Ma allora cosa devo fare?
    Scusate per la lunghezza, ringrazio dell'attenzione e auguro una buona giornata.
    Miriam

    Gentilissima Miriam,
    Una relazione a distanza può amplificare le gelosie e le richieste di attenzione. Però ti chiedo: tutto questo come ti fa sentire?
    Un percorso di sostegno psicologico potrebbe permetterti di concentrarti più su te stessa e di riflettere su questa relazione.
    Resto a disposizione per ulteriori domande.
    Cordialmente
    Dott.ssa Carolina Cascino

    Dott.ssa Carolina Cascino

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Sono la Dott.ssa Cascino, sono una Psicologa e Psicoterapeuta in formazione orientamento sistemico-relazionale. Mi occupo di prevenzione, consulenza...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Autostima
  • Obesità
  • Ipocondria
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea in Psicologia Clinica presso l'Università Kore di Enna con voto 110/110 e lode

Specializzazioni

  • Psicologia forense
  • Psicologia giuridica
  • Psicologia Clinica

Tirocini

  • Ospedale S. Cimino, Termini Imerese
  • Accademia di Psicologia Sociale e Giuridica, Roma
  • Comunità Terapeutica Casa dei Giovani;, Bagheria

Competenze linguistiche

Italiano

Ricerche correlate