Indirizzo

Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli
Studio privato Dott. Massimo Rinaldi

Questo specialista non offre prenotazioni online a questo indirizzo

Contanti, Assegno

Visita diabetologica • da 70 €

Prima Visita • da 70 €

Visita di Medicina Interna • da 70 € +3 Altro

Visita a domicilio • da 80 €

Visita cardiologica + elettrocardiogramma (ECG) • da 70 €

Visita di controllo di Medicina Interna,Cardiologia,Diabetologia • 70 €


Non hai trovato sul profilo dello specialista le informazioni che cercavi?

Mostra altri cardiologi nelle vicinanze

Esperienze

Su di me

Sono il dottore Massimo Rinaldi, un Internista. Ho conseguito specializzazioni quali Medicina Interna, Gastroenterologia, Cardiologia. Ho lavorato p...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ipertensione
  • Coronaropatia
  • Aterosclerosi
Mostra tutte le patologie

Specializzazioni

  • Diabetologia
  • Medicina Interna
  • Cardiologia
Visualizza altre informazioni

Prestazioni e prezzi

Prestazioni suggerite

Visita diabetologica


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

da 70 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi

Altre prestazioni

Prima Visita


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

da 70 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi


Visita di Medicina Interna


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

da 70 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi


Visita a domicilio


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

da 80 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi


Visita cardiologica + elettrocardiogramma (ECG)


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

da 70 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi


Visita di controllo di Medicina Interna,Cardiologia,Diabetologia


Corso Vittorio Emanuele 377, Napoli

70 €

Studio privato Dott. Massimo Rinaldi

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
4 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
S
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it

Il dottore dimostra di avere ottime competenze ed esperienza. Segue quotidianamente il paziente chiedendo l'invio dei dati riguardo l'andamento della glicemia. Studia il caso e consiglia cura adatta. Da subito ottenuto risultati sperati. Cura mirata.


R
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio privato Dott. Massimo Rinaldi Visita Cardiologica con ECG

Professionista preciso ed accurato .Ho avuto modo di esprimere tutti i miei quesiti ricevendone spiegazioni soddisfacenti.Ottimo medico! Consigliatissimo!


L
Paziente verificato
Presso: Studio privato Dott. Massimo Rinaldi Visita Cardiologica

Segue la nostra famiglia da almeno 23 anni, medico con una notevole esperienza maturata in ospedale, dove ha lavorato per decenni, serio, premuroso, attento e grandissimo diagnosta, sempre disponibile nel rispondere al telefono.


G
Paziente verificato
Presso: Studio privato Dott. Massimo Rinaldi CONTROLLO

E' il cardiologo ( e non solo) della mia famiglia da molti anni; professionista scrupoloso e preparatissimo con una lunga esperienza ospedaliera alle spalle; sempre disponibile e pronto a fornire ogni chiarimento. Le sue visite sono sempre di durata non breve in quanto è sua consuetudine non limitare la sua attività al solo problema sottopostogli.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 6 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Buongiorno,
    Sono una ragazza di 28 anni e peso 57.5 kg, sono sempre rimasta stabile con il peso e non ho alcun tipo di familiarità con il diabete. Sin dai tempi delle superiori mi capitava di mangiare un pasto completo (pasta, oppure carne con verdure e pane di accompagnamento) ed avvertire, dopo circa 1 ora dal pasto, tremore, sudorazione, stanchezza ed imminente necessità o di carboidrati oppure di zuccheri.
    Questo mi succedeva a giorni alterni inizialmente e dopodiché più di rado. Crescendo ho iniziato a fare attività fisica in palestra (sollevamento pesi) e sembrava che la situazione fosse migliorata. Mi hanno sottoposta ad un test della glicemia a digiuno ma era assolutamente normale.
    Successivamente ad un episodio presentatosi a lavoro (arrivo a lavoro con gli stessi sintomi dopo in pasto completo) la glicemia era a 3.8 mmol/dl.
    Dopo questo episodio mi sottopongono ad un OGTT e i valori sono:
    4.9 mmol/dl a digiuno
    6.8 mmol/dl dopo 30'
    4.9 mmol/dl dopo 1 ora
    3.8 mmol/dl dopo 1 ora e 15' (hanno incrementato i prelievi)
    3.3 mmol/dl dopo 2h
    Io rimango asintomatica per altri 30', dopodiché cominciano sudorazione, tremori e fame, riprovano la glicemia ed è 4.0 mmol/dl.......
    Mi hanno spiegato che non avendo raggiunto i 2.2 mmol/dl al momento dei sintomi non sono in grado di determinare l'insulinemia al momento dei sintomi perché il laboratorio non lo esaminerebbe......tutto ciò a Londra.
    Secondo voi cosa potrebbe essere? Premetto che purtroppo non ho i valori dell'insulinemia alla mano, ma li otterrò presto.

    Grazie!

    Dunque esprimiamo i valori delle glicemie in maniera convenzionale cioè in mg/dl, così è più facile comprendersi e la maggior parte dei pazienti si possono ritrovare in quel che diciamo .

    Donna di 27 anni che pesa 57 Kg, ma non sappiamo l'altezza , quindi non possiamo calcolare l'indice di massa corporea, a naso comunque direi che sei quasi sotto peso. Hai avuto una crisi ipoglicemia ad un ora dal pasto con 68 mg/dl di glicemia. Al di sotto di 70 mg/dl l'ipoglicemia non è solo possibile è anche frequente .( 3,8 mmil/L e equivalgono a 68 mg/dl.
    Al test di carico che generalmente si fa assumendo 75 gr di glucosi hai avuto questi valori:
    a digiuno 88 mg/dl
    dopo 30 min 122 mg/dl,
    dopo 1 h sei ritornata al valotre di base 88 mg/dl
    nei successivi prelievi la glicemia è ulteriormente scesa a 68 mg/dl e poi a 59 mg/dl. Naturalmente sei andata in ipoglicemia franca. Allora di Diabete non se ne parla proprio, hai sempre valori al di sotto di quelli critici anche sotto carico di glucosio.Viaggi generalmente a digiuno in particolare con valori eccessivamente bassi della glicemia. Francamente non capisco perché non si possa determinare l'insulinemia avendo una glicemia di 39 mg/dl, dovrebbe essere piuttosto alta per determinare quei valori di glicemia ,per cui era sicuramente disabile. Potresti comunque fare una insulinemia a digiuno e durante il carico. In via puramente teorica potresti avere una sindrome da eccesso di secrezione insulinica. ( Insulinoma ?). Francamente credo proprio di no, hai però un rischio di andare incontro ad ipoglicemia se fai lunghi periodi di digiuno e probabilmente viaggiando sempre con valori bassi di glicemia il tuo organismo si è abituato e tu avverti i sintomi dell'ipoglicemia solo a valori molto bassi di glicemia. Ciò è pericoloso. allora ti inviterei : -1_a mangiare di più,- 2 a portare sempre con te qualche caramella zuccherata o qualcosa di dolce, -3 a mangiare almeno cinque pasti al giorno : una buona colazione , un pasto con una quota del 50% di carboidrati complessi( meglio pasta o riso ,piuttosto che pane, una cena più proteica e con contorni e due porzioni di frutta a metà mattina e metà pomeriggio.
    Buon Appetito e fammi sapere come va.

    Dr. Massimo Rinaldi

  • Buonasera, da qualche giorno mi capita spesso sia dopo cena o dopo pranzo di stendermi per un pò sul divano o sul letto per qualche ora. Se mi stendo in pancia in su va tutto bene ma appena mi giro sul lato dopo qualche minuto mi sento il cuore in gola e un aumento del battito molto accentuato. Poi mi rimetto sempre a pancia in su e dopo qualche minuto tutto passa. Mi sto preoccupando. Ma soprattutto c'è da preoccuparsi? Cosa fare? Grazie in anticipo per l'attenzione e la risposta.

    Innanzitutto non c'è motivo di preoccuparsi. Mettendosi a pancia "sotto" cambia la posizione dello stomaco , che forse preme sotto il diaframma e fa scattare uno stimolo all'accelerazione della frequenza cardiaca, oppure favorisce il reflusso Gastro-esofageo che a sua volta fa aumentare la FC oppure innesca un meccanismo per cui partono alcune extrasistoli fastidiose.

    Dr. Massimo Rinaldi

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Sono il dottore Massimo Rinaldi, un Internista. Ho conseguito specializzazioni quali Medicina Interna, Gastroenterologia, Cardiologia. Ho lavorato p...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ipertensione
  • Coronaropatia
  • Aterosclerosi
Mostra tutte le patologie

Specializzazioni

  • Diabetologia
  • Medicina Interna
  • Cardiologia
Visualizza altre informazioni