io e la mia ragazza siamo stati insieme quasi 3 anni, nell'ultimo anno a causa della pandemia e per

21 risposte
io e la mia ragazza siamo stati insieme quasi 3 anni, nell'ultimo anno a causa della pandemia e per i problemi con il lavoro io non sono stato bene, ciò mi ha portato a scrivere ad altre ragazze sui social, lei lo ha scoperto e mi ha lasciato. Siamo stati separati circa due mesi senza sentirci nè nulla, dopodichè lei è tornata dicendo che mi ama alla follia che non riesce a stare senza di me e che mi perdona tutto, ma in questi due mesi per il dolore della situazione è andata a letto con due ragazzi. La cosa le ha fatto schifo ed è stata peggio, mi ha detto che comunque ha sempre voluto me e non è riuscita a stare bene con loro. Nonostante ciò questa cosa mi sta logorando dentro,siamo tornati insieme e io pur ammettendo che è un comportamento egoistico e possessivo non la sento più mia, mi sento alienato, soffro moltissimo per questa cosa e fatico a dormire e ad essere sereno. Non so cosa fare, questi due mesi senza di lei sono stato molto male, ma nonostante ciò anche ora non riesco ad essere felice,non riesco a sopportare l'idea di lei tra le braccia di altre persone e non so veramente cosa fare.
Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso. Comprendo la sofferenza che sta provando a causa della situazione da lei riportata. Ritengo che possa essere utile per lei un percorso psicologico che costituisca uno spazio di riflessione per elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi alla situazione vissuta ed alle scelte compiute e trovare strategie utili per fronteggiare le situazioni particolarmente problematiche.
Cordialmente, dott. FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Salve, credo che una terapia di coppia possa aiutarvi ad affrontare il disagio che descrive.
Buona giornata.
Dott. Fiori

Salve... credo che una terapia possa aiutarla a capire cosa è realmente cambiato dentro di lei...cosa significhi per lei questo " passaggio"...

Buonasera,
quanto racconta riporta alla sofferenza che sta vivendo.. e ancora una volta mette l'accento su quanto la pandemia stia incidendo sulle nostre vite in tanti modi diversi.
sarebbe opportuno avere uno spazio per poter comprendere meglio i suoi vissuti, le consiglio la psicoterapia individuale o se ritenete, anche di coppia,
un saluto
Dott.ssa Meloni Federica Maura

Buonasera, penso che un percorso di tipo psicologico possa essere per lei molto utile per comprendere quello che sente e pensa rispetto alla sua compagna in particolare e alla sua relazione in generale. In alternativa o in seguito potrebbe valutare, insieme alla sua compagna, la possibilità di iniziare una terapia di coppia.
Un caro saluto. Dott.ssa Maneri

Gentile utente non è semplice ricucire un rapporto sentimentale se non si sono ben elaborati i vissuti che hanno portato alla crisi e alla rottura. Forse la pandemia ha fatto emergere delle problematiche che andrebbero meglio comprese. Credo che una terapia di coppia potrebbe aiutarvi a fare chiarezza e a capire come debba evolversi la vostra coppia.
Le mando un caro saluto
Dott.ssa Anna Tomaciello

Buonasera, quello che descrive è senz'altro un vissuto carico di confusione e sofferenza. Non è facile, lo comprendo. La invito a considerare la possibilità di dare voce a quanto sente in un contesto protetto come quello psicologico: potrebbe trovare una nuova interpretazione dei suoi pensieri e vissuti. Rimango a disposizione, un saluto
Dott.ssa Ilaria Rasi

Buongiorno,mi rendo conto della sua sofferenza,la gelosia può fare molto male.Ma quando fa "troppo" male allora è necessario riflettere e cercare un approfondimento psicologico,in fondo le persone più gelose sono anche quelle più infedeli Su questi temi le consiglierei un percorso psicologico ,la gelosia a volte è una forma di disturbo psicologico Un caro augurio Dottssa Luciana Harari

Caro utente,
Mi sembra che la pandemia e i problemi lavorativi abbiano fatto emergere una criticita' che forse riguarda lei.
Certo la gelosia non è mai una buona compagna in una coppia, porta a reazioni che creano confusione e spesso ad agiti che sono lesivi per se stessi e per l'altro e che poi è difficile riparare. Credo che ognuno debba assumersi le proprie responsabilita'.

Provi a partire da se stesso e valuti poi la possibilità di coinvolgere anche la sua ragazza in un percorso di aiuto.
Un caro saluto

Dott.ssa Maria Piscitello




Buonasera, concordo con i colleghi che sarebbe utile intraprendere un percorso psicologico per comprendere meglio le ragioni di alcuni suoi comportamenti, pensieri ed emozioni. Pare sia necessario prendersi del tempo per risignificare alcune vostre scelte ed elaborare i vissuti e le emozioni ad esse connesse. Questo lavoro potrebbe portarla a compiere scelte più consapevoli e in armonia con i suoi bisogni e desideri.

Buongiorno, credo che ad entrambi possa essere utile un percorso psicologico per capire cosa fare.

Buonasera, questo lungo periodo di pandemia ha portato nelle coppie molti disaccordi per vari motivi. Come nel vostro caso insoddisfazioni varie, come problemi di lavoro, lontananze che possono portare a cercare altre compagni e paure di contagio a causa del covid. Tutto ciò si ripercuote nella coppia come la vostra, capisco che lei sta male nel pensare che la sua ragazza ha avuto dei rapporti con altri ed anche la ragazza è stata gelosa xchè lei cercava sul web altre ragazze. Sarebbe il caso che voi intraprendete un percorso di coppia per elaborare cosa vi sta succedendo e confrontarvi su i vostri comportamenti. la saluto cordialmente, dott. Eugenia Cardilli.
Prenota subito una visita online: Primo colloquio individuale - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Caro utente, avete pensato a una terapia di coppia per elaborare vissuti e bisogni? È umano avere questo tipo di vissuto dopo un evento del genere. Magari avete bisogno di elaborare quanto accaduto.
Resto a disposizione.
Dott.ssa Francesca Tardio

Gentile utente di mio dottore,

ritengo sia portatore di un malessere che caratterizza la coppia. Potrebbe esser utile pensare di effettuare dei colloqui di coppia all'interno dei quali poter chiarire ed approfondire alcuni aspetti della vostra relazione che vi fanno star male e che potrebbero in qualche modo aver determinato la vostra transitoria separazione.
Probabilmente da qualche parte sono emerse delle difficoltà e delle incomprensioni che non sono state affrontate bene e che vi hanno portato ad allontarvi. I sentimenti di entrambe sono ancora molto forti e questo potrebbe aiutarvi nel raggiungere un nuovo equilibrio con cui poter cercare di andare avanti.
Nel caso abbiate bisogno di uno specilista in tal senso, resto a disposizione per un consulto, anche on-line.

Cordiali Saluti
Dottor Diego Ferrara

Credo che le situazioni poco chiare siano più faticose da affrontare, per questo è importante entrare in contatto con noi stessi per sentire davvero ciò che sentiamo prima e vogliamo poi. Questo comporta sentire fino in fondo la sofferenza (dolore e dispiacere, rabbia e amarezza, ad es), per poi lasciare spazio anche a momenti piacevoli. Nelle relazioni la questione si complica ovviamente per il fatto che oltre a "io", c'è "tu" e "noi" che necessitano spazio. All'interno di un percorso individuale sono sicuro potrai meglio conoscere il "io" così da far chiarezza su cosa senti, per poi dedicarti con coerenza al "tu" e al "noi".

Salve. La relazione funziona bene se è basata sulla fiducia, rispetto, complicità, stima. Poiché sia lei che la sua ragazza avete avuto, ognuno a modo suo, bisogno di "confrontarvi" con altri, destabilizzando l'equilibrio precedente, creando difficoltà a stare attualmente in un rapporto sereno, sarebbe consigliabile una terapia di coppia per verificare se ci sono i presupposti per essere ancora coppia. Distinti saluti

Salve,
Le sue parole esprimono il racconto di un malessere diffuso, di confusione e perdita delle certezze che andrebbero sviscerate ed elaborate attraverso un supporto terapeutico che l’aiuti a comprendere i suoi bisogni, le sue paure ma soprattutto le sue risorse per poter ricostruire una progettualità individuale e di coppia.
Un saluto
Dott.sa Francesca Filardi

Buongiorno a lei. Le cosiddette "crisi di coppia" quasi sempre portano alla luce tematiche già presenti dentro noi stessi, che fanno parte della nostra storia e che si agganciano con la storia dell'altra persona. Sicuramente la pandemia (e forse anche altro) ha rotto un equilibrio tra voi che prima funzionava. A tutto c'è una soluzione, mi viene da dire. Ogni crisi può essere una preziosa opportunità per trasformare i meccanismi che ci fanno soffrire, per conoscerci meglio e per costruire nuove e più solide basi sia personali che di coppia.
Un percorso di psicoterapia, come già detto dai miei colleghi, potrebbe senza dubbio aiutarla ad uscire da questa situazione e di conseguenza dalla sua sofferenza. Deve decidere lei. Grazie della fiducia mostrata nell'aver condiviso qui le emozioni che sta provando.
Un saluto.
Francesca Giovannelli

Buongiorno costruire una relazione è un futuro con una persona è un percorso impegnativo che la coppia deve affrontare insieme. Può succedere che ci siano degli incidenti di percorso, questi possono aiutare a fortificare la coppia oppure possono essere un campanello di allarme che c’è qualcosa che non va. Le consiglio di intraprendere un percorso con un terapeuta al fine di indagare meglio la sua situazione:
Quello che prova, quello che sente, come vive questi accadimenti.
Un confronto con un professionista può aiutarla a chiarirsi le idee e a Prendere la decisione secondo lei più giusta. Cordiali saluti Dottor Luca Ferretti

Dalle sue parole sembra attraversare un momento davvero particolare che meriterebbe di essere condiviso. I suoi vissuti, anch'essi così importanti e delicati, necessiterebbero di essere ascoltati e approfonditi in un contesto terapeutico, certamente un percorso psicologico la aiuterebbe a fare chiarezza e ad affrontare questo momento. La psicoterapia è prima di tutto un viaggio, un'esplorazione di noi stessi con la compagnia di qualcuno a cui affidarsi e su cui poter contare che può aiutarci a conoscerci meglio, a sondare parti di noi emozioni, pensieri, prospettive ancora sconosciuti che è arrivato il momento di incontrare. Le suggerisco di valutare l'inizio di un percorso di terapia con la compagnia di qualcuno che si sintonizzi al meglio con le sue necessità e aspettative, in caso mi trova disponibile ad riceverla (attraverso la video-consulenza online) e, se mi permette, la invito con piacere a ritagliarsi qualche minuto per leggere la mia descrizione presente su questa piattaforma e farsi una prima idea di me del mio approccio; se la lettura le piacerà e se la motiverà a mettersi in gioco (scegliere di affrontare il nostro dolore è una scelta molto coraggiosa e una scommessa su noi stessi!), mi troverà felice di accoglierla. Resto a sua disposizione e, se vuole, la aspetto. Un gentile saluto

Buonasera! Il suggerimento che le posso dare è quello di pensare ad una terapia di coppia che faccia emergere le dinamiche che hanno portato lei a parlare con altre e la sua donna a mettere in atto e a raccontarle i suoi incontri con altri uomini.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Esperti

Luca Cometto

Luca Cometto

Psicoterapeuta, Psicologo

Torino

Prenota ora
Carlo Brunori

Carlo Brunori

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Urbino

Prenota ora
Marta Morreale

Marta Morreale

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Milano

Prenota ora
Anna Fiorenza

Anna Fiorenza

Psicologo, Psicoterapeuta

Pompei

Prenota ora
Maria Paola Macrì

Maria Paola Macrì

Psicoterapeuta, Psicologo, Psicologo clinico

Firenze

Prenota ora
Lucia Amadei

Lucia Amadei

Psicologo, Psicologo clinico

Brescia

Prenota ora

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 20 domande su terapia di coppia

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.