Sclerosi laterale amiotrofica - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Sclerosi laterale amiotrofica

 

La sclerosi laterale amiotrofica, detta anche SLA, è una malattia rara, ma quando colpisce è tra le più terribili e mortali. Dalla etimologia delle tre parole, si capisce che il vero significato è riposto in amiotrofica, che significa senza sviluppo del muscolo: infatti, questa malattia atrofizza proprio i muscoli, mentre la parola laterale si riferisce alla parte del midollo spinale che viene colpita generalmente.

Il primo che fu colpito da un caso accertato di questa malattia fu un giocatore di baseball e questo evento colpì il cuore dei suoi tifosi: un uomo così forte messo in ginocchio da questa patologia. È una malattia neurovegetativa che porta a contrarre i muscoli, visto che colpisce i motoneuroni. Purtroppo, porta anche la persona colpita ad avere difficoltà a muoversi, a deglutire ed a svolgere le funzioni motorie normali, poiché la continua contrazione dei muscoli causa indebolimento muscolare. La sua causa non è mai nota, si sa solo che può essere congenita o dipendere da geni specifici. Il riluzolo è l'unico farmaco utilizzato per ritardarne il decorso finale di due mesi circa, ma non se ne è ancora trovato uno che possa portare alla completa guarigione. Solitamente colpisce le persone sopra i settanta anni, ma non è sempre così, visto che andando avanti nel tempo, si scoprono casi di sempre più persone giovani affette da questa malattia. Difficilmente si arriva a vivere altri dieci anni dal momento in cui viene diagnosticata, ma nella maggior parte delle situazioni non si riesce ad arrivare a più di tre anni a causa dell'insufficienza respiratoria.

Non si conoscono ancora i dati effettivi che indicano quante persone muoiono ogni anno per la SLA, ma è risaputo che due individui su 100 mila vengono colpiti annualmente. Sopra gli ottanta anni pare sia quasi impossibile contrarla. La medicina va avanti e cerca costantemente risposte a questa malattia, nella speranza che le ricerche si trasformino quanto prima in efficaci cure effettive.

Esperti in sclerosi laterale amiotrofica

Trova esperti in Sclerosi laterale amiotrofica nella tua città:
Nicoletta Alessandra Brusciani

Nicoletta Alessandra Brusciani

Fisioterapista, Nutrizionista, Osteopata

Napoli

Giovanni Piccirillo

Giovanni Piccirillo

Neurologo

Portico di Caserta

Pina Ruggiero

Pina Ruggiero

Fisioterapista, Osteopata

Arzano

Cesare Stilo

Cesare Stilo

Neurologo

Reggio Calabria

Martina Andrea Cerelli

Martina Andrea Cerelli

Psicologo

Roma

Rita Fancello

Rita Fancello

Fisioterapista

Torino

Domande su Sclerosi laterale amiotrofica

I nostri esperti hanno risposto a 4 domande su Sclerosi laterale amiotrofica

Dott. Vincenzo Fortuna
Dott. Vincenzo Fortuna
Neurologo, Nutrizionista
Catania
Consulti un neurologo preparato
Non è importante l'esecuzione del tracciato ma l'interpretazione
cioè la corretta significazione e la clinica
2 risposte

Dr. Mattia Garrone
Dr. Mattia Garrone
Fisioterapista, Posturologo, Osteopata
Roma
Salve Nunzia, sicuramente come primo approccio in casi come il suo è sempre consigliabile un trattamento conservativo a uno chirurgico.
Non ha specificato i gradi della sua scoliosi ne…
5 risposte

Dr. Stefano Vollaro
Dr. Stefano Vollaro
Neurologo
Piacenza
Francamente continuo a chiedermelo. Immagino si riferisca alla "doccia gelata" che può rappresentare la comunicazione di una diagnosi del genere.
1 risposte

Quali sono i professionisti che curano Sclerosi laterale amiotrofica?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.