Astigmatismo - Informazioni, specialisti, domande frequenti

Informazioni su Astigmatismo

L'astigmatismo è un disturbo dell'occhio che si presenta quando il sistema visivo non è in grado di formare un'immagine puntiforme di un oggetto puntiforme.

È dovuto alla differenza di potere che hanno i meridiani dell'occhio: infatti, se i raggi di una qualunque sorgente luminosa attraversano una lente (che ha lo stesso potere su tutti i meridiani), l'immagine che si formerà nella retina sarà puntiforme, invece se i due meridiani hanno potere molto diverso il sistema visivo riconoscerà due fuochi che si proietteranno su due piani diversi e di conseguenza i raggi luminosi saranno messi a fuoco non su un punto, ma su due diverse linee (linee focali). Quest’ultimo è il caso dell'astigmatismo.

Questo disturbo si può associare ad altri disturbi della vista quali ad esempio miopia, ipermetropia e presbiopia.

Un certo grado di astigmatismo della cornea può essere fisiologico (0,50 – 0,75 diottrie) a causa della pressione che la palpebra genera sull'occhio, determinandone una lieve curvatura.

Vi sono differenti tipi di classificazione dell'astigmatismo:

Secondo gli elementi anatomici coinvolti:

  • astigmatismo corneale;

  • astigmatismo lenticolare.

Secondo l'orientamento del meridiano corneale:

  • astigmatismo diretto;

  • astigmatismo indiretto;

  • astigmatismo obliquo.

Secondo la posizione dei duo fuochi rispetto alla retina:

  • astigmatismo miopico, di tipo semplice o composto;

  • astigmatismo ipermetrope, di tipo semplice, composto o misto.

Secondo il grado di diottrie:

  • astigmatismo debole (0 – 1 diottrie);

  • astigmatismo medio (1 – 2 diottrie);

  • astigmatismo forte (superiore alle due diottrie).

Le cause di questo disturbo sono nella maggior parte dei casi di tipo genetico e il grado di astigmatismo può leggermente variare negli anni. Certi casi di astigmatismo sono dovuti a modificazioni della cornea dovuti a traumi, lesioni e infezioni.

Inoltre, tra le cause funzionali è stata ipotizzata anche la postura errata: una frequente inclinazione irregolare del capo può essere causa di astigmatismo obliquo.

Lo specialista di riferimento è l'oculista e il disturbo può essere corretto tramite delle lenti oftalmiche. Nei casi più gravi può essere trattato tramite intervento chirurgico.

Astigmatismo: i segni e i sintomi

I sintomi dell'astigmatismo nella maggior parte dei casi si manifestano dopo un prolungato sforzo visivo. Inoltre, la sintomatologia può presentarsi con diversa intensità ed è tipica non solo di questo disturbo ma anche di altre patologie.

Tra i segni ed i sintomi più caratteristici troviamo:

  • Affaticamento oculare (in particolare dopo eccessivo sforzo della vista);

  • Bruciore agli occhi;

  • Lacrimazione;

  • Cefalea;

  • Riduzione della vista;

  • Visione doppia e offuscata.

Non trascurare la tua salute

Scegli la consulenza online per iniziare o continuare una terapia, senza muoverti da casa. Se ne hai bisogno, puoi anche prenotare una visita in studio.

Mostra gli specialisti Come funziona?

Esperti in astigmatismo

Francesco Cocco

Francesco Cocco

Oculista

Roma

Massimo Cantarini

Massimo Cantarini

Oculista

Roma

Salvatore Troisi

Salvatore Troisi

Oculista

Mercato San Severino

Carlo Buongiovanni

Carlo Buongiovanni

Oculista

Portici

Carlo Tremontini

Carlo Tremontini

Internista, Oculista, Medico di medicina generale

Roma

Francesco Carbone

Francesco Carbone

Oculista

Roma

Domande su Astigmatismo

I nostri esperti hanno risposto a 39 domande su Astigmatismo

In caso di manifestazione di fotopsie è bene effettuare una visita oculistica in tempi brevi per poter esaminare retina e corpo vitreo. La cataratta non causa fotopsie
1 risposte

Buonasera signor Francesco. Allo stato attuale, un ispessimento della ialoide posteriore non deve impensierirla. Programmi dei controlli di routine con il Suo oculista di fiducia. Un caro saluto.
1 risposte

Quali sono i professionisti che curano Astigmatismo?


Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.