Vorrei tanto essere felice, ho sempre ansia e stanchezza mentale, faccio sempre respiri come se nn r

26 risposte
Vorrei tanto essere felice, ho sempre ansia e stanchezza mentale, faccio sempre respiri come se nn riuscissi a respirare bene... Che fare?
Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso.
Potrebbe in prima battuta rivolgersi al proprio medico curante per escludere eventuali cause organiche.
Credo comunque che sia fondamentale un percorso psicologico per indagare cause origini e fattori di mantenimento dei suoi sintomi e trovare strategie utili per fronteggiare le situazioni particolarmente problematiche onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Cordialmente, dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buongiorno, questi sintomi segnalano un disagio di natura psicologica che è necessario approfondire e capire . Probabilmente una fase critica che la rende ansioso e incerto Le consiglio di rivolgersi ad un bravo psicoterapeuta ,per dare significato a questa crisi Un forte augurio Dottssa Luciana Harari

Buona sera, comprendo la fatica che esprime nel suo messaggio, essere sereni e provare felicità è davvero un'aspirazione di tutti e tutte noi.
Naturalmente non è possibile darle delle indicazioni in questo breve scambio di battute, ma ribadisco anche io la necessità, per prima cosa di parlare con il suo medico di base per accettare eventuali cause fisiche, escluse quelle le consiglio un percorso di supporto psicologico.
Resto a sua disposizione per eventuali approfondimenti.
Le auguro ogni bene!
Dr. dsa Erika Conti

Salve, in prima battuta si rivolga al suo medico di fiducia per avere più informazioni possibili.
Buona giornata.
Dott. Fiori

Gentile utente, lei vorrebbe sapere come fare a essere felice?
Oppure a gestire ansia e stanchezza?
oppure a respirare meglio?
Si tratta di 3 obiettivi differenti e bisogna che lei specifichi meglio. Può prenotare una consulenza online conoscitiva per ricevere qualche dettaglio in più. grazie.

Buonasera Gentile Utente, mi dispiace per la situazione che sta vivendo. Purtroppo non esiste la ricetta per la felicità; l'unico modo che io conosca per affrontare la propria ansia, capire come mai si presenta e provare a stare meglio, è iniziare un percorso psicologico. Ne ha mai iniziato o ne sta facendo uno? Nel caso la risposta sia negativa, il mio consiglio è perlomeno quello di cominciare ad informarsi. Cordialmente, dott. Simeoni

Deve essere dura per lei vivere questi momenti. Ma dare una ventata d'aria fresca alla sua vita, iniziando a prendersi cura di sé e dei segnali che corpo e mente le mandano, è possibile. Ha mai pensato di iniziare un percorso di conoscenza di sé più profondo che la possa aiutare a cambiare ciò che le crea disagio?

Buongiorno.
Qualora la sensazione di far fatica a respirare non fosse (come probabile) causata da una condizione organica, e nel caso il suo malessere persista, provi a contattare uno specialista in modo si possa valutare meglio la sua situazione e eventualmente fare ipotesi di un programma terapeutico. SG

Buonasera,
Concordo con i colleghi che consigliano un primo consulto medico per escludere cause fisiche. Dopodiché, potrebbe risultare utile una consulenza psicologica per indagare questo suo stato e per trovarne un significato ed un percorso.
Un saluto

Buona sera, le consiglio di escludere le problematiche organiche relative al respiro rivolgendosi al suo medico di base.
Se effettivamente non c'è nessuna causa organica, le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta in quanto questa sintomatologia potrebbe essere relativa ad un malessere di natura psicologica che andrebbe sicuramente approfondito.
Se lo desidera, io effetto anche colloqui online.
Resto a disposizione,
dott.ssa Chiara De Battisti

Buonasera, mi dispiace per la situazione di disagio che sta vivendo. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico per individuare le cause dei suoi stati ansiosi e apprendere strategie per gestire il suo malessere.

Buonasera, le suggerisco di avviare il dialogo con un terapeuta che la possa aiutare ad individuare l'origine della sua infelicità e dell'ansia. Facilmente potrà essere utile anche rispetto alla sua percezione di stanchezza mentale che potrebbe dipendere da un "lavorio", più o meno consapevole, che fatica a lasciare andare. Trovare un interlocutore professionista può aiutarla concretamente a stare meglio
Un saluto ed un augurio.
Daniela Bianchi

Salve, mi dispiace per questo sentimento che esprime. Sembra stia cercando un ascolto attento che possa supportarla. Un percorso psicologico con un professionista potrebbe aiutarla a trovare un nuovo equilibrio per la sua vita.
Dott.ssa Federica Pallotta

Gentile utente quelli che descrive possono essere considerati sintomi di natura psicosomatica, le consiglio di intraprendere un percorso psicologico che le consenta di comprendere quali sono i fattori che generano in lei malessere e possibili strategie per fronteggiare meglio l’ansia.
Rimango disponibile, Dott.ssa Paola Trombini

Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso. Sarebbe utile rivolgersi al medico curante per escludere eventuali cause organiche. Ritengo, comunque, utile che lei intraprenda un percorso psicologico per indagare le cause e i fattori di mantenimento del suo malessere e per apprendere strategie utili per fronteggiare le diverse situazioni. Se sceglierà di affidarsi ad un professionista, io faccio anche consulti online, resto a disposizione, Dott.ssa G.Mangano

Salve. Per il respiro ne parli con il medico di fiducia, se sono escluse cause organiche possiamo valutare il problema dal punto di vista psicologico. L'insoddisfazione che descrive può portare stanchezza e difficoltà a respirare profondamente.
Valuti la possibilità di intraprendere un percorso psicoterapeutico che possa aiutarla a chiarire le cause dell'insoddisfazione che le impedisce di essere felice e che le toglie, forza energia e aria. Un percorso che stimolando la fiducia in se stesso possa aiutarla a liberarsi dalle tensioni emotive che si sono strutturate in tensioni fisiche che le bloccano il respiro. Sono disponibile per approfondimenti. Distinti saluti.

E’ una condizione generale del suo stato emotivo che merita di essere approfondito e studiato all’interno di un contesto psicoterapeutico. Tutto ciò ovviamente al fine di trovare la strada più diretta per poterne uscire.
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 83 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buongiorno, cosa significa per lei essere felice. La stanchezza è dovuta ad una fase particolare che sta attraversando o ad altro. Sarebbe importante che si confrontasse con un professionista.

Gentile utente di mio dottore,

la terapia per i Disturbi d’ansia è sia di tipo farmacologico che psicoterapeutico. L’approccio farmacologico è utile per alleviare i sintomi o per meglio controllarne alcune fasi più acute, o come supporto alla psicoterapia.
La psicoterapia è ritenuta a oggi la forma di intervento più efficace per affrontare con successo i disturbi d’ansia.
L’intervento della psicoterapia è volto a scoprire le funzionalità relazionali dei sintomo ed i suoi significati più profondi. Il paziente, intrapresa la psicoterapia, viene guidato attraverso un percorso atto a renderlo maggiormente consapevole dei suoi processi mentali, dei meccanismi che governano il suo comportamento. Con l’aiuto del terapeuta vengono individuati i circoli di mantenimento del disturbo e le sue ripercussioni su aspetti comportamentali, con un graduale miglioramento della qualità della vita, fino a quel momento compromessa dal timore di viverla appunto.
Si affidi ad uno psicoterapeuta, vedrà la aiuterà a star meglio.

Cordiali Saluti
Dottor. Diego Ferrara

Buongiorno,
Una volta escluse patologie organiche con il suo medico di base, io le consiglierei un percorso psicologico

Dalle sue parole sembra attraversare un momento davvero particolare che meriterebbe di essere condiviso. I suoi vissuti, anch'essi così importanti e delicati, necessiterebbero di essere ascoltati e approfonditi in un contesto terapeutico, certamente un percorso psicologico la aiuterebbe a fare chiarezza e ad affrontare questo momento. La psicoterapia è prima di tutto un viaggio, un'esplorazione di noi stessi con la compagnia di qualcuno a cui affidarsi e su cui poter contare che può aiutarci a conoscerci meglio, a sondare parti di noi emozioni, pensieri, prospettive ancora sconosciuti che è arrivato il momento di incontrare. Le suggerisco di valutare l'inizio di un percorso di terapia con la compagnia di qualcuno che si sintonizzi al meglio con le sue necessità e aspettative, in caso mi trova disponibile ad riceverla (attraverso la video-consulenza online) e, se mi permette, la invito con piacere a ritagliarsi qualche minuto per leggere la mia descrizione presente su questa piattaforma e farsi una prima idea di me del mio approccio; se la lettura le piacerà e se la motiverà a mettersi in gioco (scegliere di affrontare il nostro dolore è una scelta molto coraggiosa e una scommessa su noi stessi!), mi troverà felice di accoglierla. Resto a sua disposizione e, se vuole, la aspetto. Un gentile saluto

Buonasera, cerchi di consultare uno psicoterapeuta per inquadrare il suo caso e prospettare soluzioni verso il benessere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Vorrei essere felice...questa frase mi colpisce molto. Se non ci fossero problematiche di natura organica, contatti uno psicologo, vedrà che è la strada giusta per ciò che cerca...
Le auguro il meglio.
Se ha bisogno rimango a disposizione.
Dott.ssa Federica Leonardi

Gentile Utente, mi dispiace per la sofferenza che sta vivendo. Per quanto sgradevole, l'ansia ha l'importante compito di riportare la sua attenzione su un problema che chiede di essere risolto, su un bisogno che necessita di essere contattato e quindi soddisfatto. Chiede che fare ma è qui a scrivere, come se già conoscesse la risposta... è stat* capace di cogliere il suo disagio e trasformarlo in una richiesta, ritengo utile possa valorizzare la sua stessa intuizione e permettersi di conoscere un professionista a cui affidarsi per dare voce alla sofferenza piuttosto che lasciarsi togliere il respiro dalla stessa. Resto pertanto a sua disposizione, dott.ssa Valentina Cecchi

Salve sicuramente un consulto con uno specialista per valutare la sua situazione e successivamente stabilire le eventuali o ulteriori attività è una buona possibilità. Su questo sito può facilmente trovare un professionista da contattare. Un cordiale saluto

Buongiorno. Con il medico di base ha escluso possibili cause organiche?

Saluti
MT

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.