Salve, da circa un mese, dopo 5 anni di relazione meravigliosa ed intensa, lui (25 anni io 27) iper
27 risposte
Salve, da circa un mese, dopo 5 anni di relazione meravigliosa ed intensa, lui (25 anni io 27) iper premuroso, attento, con un sacco di voglia di progettare il nostro futuro insieme, lasciandomi credere di essere la donna della sua vita, mi lascia di punto in bianco dicendo di non provare più le stesse cose di un tempo, che è confuso, che non sa se l'amore sia svanito e che solo il tempo gli dirà se è stata la scelta giusta o sbagliata.

Finita la relazione lui non sembra avere ripensamenti, non fa che postare foto di lui divertito e spensierato, ha cambiato il suo modo di vestire e si comporta come se non avesse sentimenti.
Usciamo nella stessa comitiva, ed ogni giorno non fa che chattare e scattare selfie, cosa mai fatta prima.
Prima di lasciarci avevo già il sospetto che ci fosse un'altra, una donna sulla quarantina con figli, conosciuta a lavoro.
Nonostante gliel'abbia chiesto innumerevoli volte, ha sempre negato.
Non credo sia stato del tutto onesto, credo che questa relazione sia iniziata prima che finisse la nostra.

In questo mese ho avuto parecchi problemi ad affrontare la separazione, sono inappetente ed ho perso molti chili, ma per quanto lui mi dica di essere dispiaciuto, continua a mostrare al mondo quanto stia bene, non curante della mia sofferenza.
Non riesco a trovare una logica in tutto ciò, ed è ciò che mi serve per affrontare la rottura e porre fine ai mille dubbi e le mille domande che ancora non hanno una risposta.

È irriconoscibile, mi chiedo se sia un suo momento di crisi esistenziale, se stargli vicino nonostante tutto (cosa che sto già facendo, comportandomi da amica) o chiedere un ulteriore chiarimento sia la cosa più opportuna.
Grazie per l'attenzione
Gentilissima, e’ comprensibile che si ponga tante domande sul comportamento del suo ex partner e che cerchi di capire come sia meglio comportarsi nei suoi confronti. Il punto è che, anche nel domandarsi che fare rispetto a lui, sembra mettere al centro ciò che sia giusto per lui, piuttosto che per se stessa. Il punto è proprio lì, ovvero sarebbe invece importante che provasse a mettere se stessa al centro della questione, e si domandasse che cosa vuole da lui, come la fa stare il comportamento di lui, come possa fare per stare bene e, non da ultimo, perché senta il bisogno di mettere al centro lui e non se stessa. Certamente può essere utile portare le sue domande, anche quelle che lei stessa esprime nel suo messaggio ( o eventualmente anche altre, cioè ad esempio alcune di quelle che ho elencato io in questa risposta) all’attenzione di uno psicoterapeuta che sappia guidarla in un percorso di comprensione e chiarezza. Un caro saluto, Marta Corradi

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Salve, mi dispiace per la situazione che sta vivendo al momento.
Ha mai pensato di intraprendere un percorso di psicoterapia? Potrebbe trovare le risposte che cerca. Credo che per lei sia arrivato il momento di fare chiarezza.
Buona serata.
Dott. Fiori

Cara, sono dispiaciuta per la situazione dolorosa che sta vivendo.
La invito a porre attenzione, per una volta, a se stessa. A scegliere se desidera stare o meno accanto a una persona a cui ha dato il potere di farla stare così male.
Se ritiene di voler approfondire e cambiare questa modalità di relazione, le consiglio di rivolgersi ad un professionista per elaborare questo suo momento. Un caro saluto

Gentile utente, propendo per l'ultima opzione considerata, vale a dire la possibilità di chiedere un ulteriore chiarimento. Cinque anni di «relazione meravigliosa e intensa» non sono semplici da dimenticare in maniera repentina: lui la pensava allo stesso modo? Vale la pena approfondire e cercare di capire qual è stato il contributo di entrambi alla rottura.
Le viene inoltre il dubbio che «questa relazione sia iniziata prima che finisse la nostra»: ci sono stati dunque dei segnali, prima di questo improvviso cambiamento di idea? In caso affermativo, ha avuto l'impressione di averli ignorati? Le spiegazioni possibili per l'accaduto sono diverse, ad esempio l'aver ignorato inconsapevolmente dei segnali negativi, o ancora una certa tendenza del suo ex ragazzo a reprimere un'insoddisfazione per poi manifestarla all'improvviso con la rottura. Approfondisca gli ultimi mesi di relazione e chieda al suo ex ragazzo ulteriori chiarimenti: "l'amore è svanito" è una spiegazione superficiale che non le consente di comprendere cosa sia successo all'interno della coppia, né quali errori cercare di evitare in futuro.

Gentile utente, si sente quanta sofferenza sta attraversando nelle sue parole. Sembra, però, che l’essere così concentrata sul suo ex ragazzo, su cosa lo abbia spinto e lo spinga a comporta mesi in un determinato modo, le impedisca di affrontare tutta la portata del Suo dolore. Forse trovare uno spazio di confronto e supporto attraverso una psicoterapia potrebbe sostenerla nel mettere, o rimettere, se stessa al centro del proprio mondo. Un caro saluto Dottsa Elisa Galantini

Gentile Utente, credo che sarà il tempo a regalarle qualche risposta. Al momento non escluderei che il suo stesso ex compagno non abbia certezze né risposte. Le consiglio di ascoltarsi e sentire se mantenersi vicina a lui le fa bene. A disposizione per ogni chiarimento. Un caro saluto. Dott.ssa Pagliara

Buonasera. Le esperienze di separazione sono spesso momenti molto difficili da affrontare, e possono complicarsi in modo particolare quando arrivano in modo improvviso ed inaspettato.
La sua descrizione mi colpisce sotto diversi aspetti, ma principalmente vorrei restituirle che, a mio avviso, la sua domanda sembra essere molto centrata su che cosa fare rispetto all'altra persona: in relazione a questa impressione, il mio suggerimento, se lei lo ritiene utile, é di poter riflettere innanzitutto su che "cosa fare" con sé stessa in questo momento.
Se crede possa esserle d'aiuto, le consiglio di approfondire la sua/e domanda/e con uno specialista.
Un caro saluto, Dott. Felice Schettini
Prenota subito una visita online: Prima visita - 20 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Salve la sua situazione, sicuramente molto sofferta da parte sua, sembra non suscitare nessuna reazione nel suo ex. Si è chiesta se per caso ha avuto a che fare con un narcisista? Se vuole approfondire visiti il mio sito. Per qualsiasi chiarimento può contattarmi.
Dott.ssa Milvia Verginelli

Cara ragazza, la fine di una storia importante è sempre difficile da affrontare emotivamente. Se dovesse sentire un peso troppo forte, si rivolga ad uno psicoterapeuta che la può aiutare in questa fase. Se vuole sono qui.
Dott.ssa Federica Leonardi

Cara utente, la ringrazio per aver condiviso quanto la affligge. Penso sia arrivato il momento di dedicarsi del tempo per capire e metabolizzare il distacco. Questo non esclude che lei possa chiedere un confronto al suo ex compagno. Tuttavia proverei a soffermarmi sul valore che tutto quello che è accaduto ha per lei prima di tutto.
Probabilmente un sostegno psicologico potrebbe essere una strada Giusta per affrontare questo difficile momento.

Un caro saluto.

Dott.ssa Francesca Tardio

Gentile utente dalle parole che scrive emerge la sua sofferenza e difficoltà ad accettare questa separazione. La sua attenzione come spesso succede è rivolta a comprendere lui e i suoi comportamenti Sta cercando di trovare una spiegazione a lei plausibile ed accettabile che l’aiuterebbe a comprendere ed elaborare meglio. Certamente sarebbe più facile. Ma la maggior parte delle volte la separazione è un evento che va affrontato ponendo l’attenzione su se stessi, accettando che l’altro non ci possa aiutare e che sono parti di noi, quelle che la legano a lui, che si devono lasciare andare. Contatti uno psicoterapeuta e si faccia aiutare in questo percorso difficile ma possibile.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Tomaciello

Buona sera, capisco quanto possa essere difficile porre una fine ad una relazione importante, su cui si é investito molte energie e sentimenti. La questione da affrontare é la seguente: é sicura che trovare una logica a tutto ciò e una risposta a tutte le sue domande le permetterà di superare la situazione e sentirsi meglio? Spesso pensiamo che esercitando un controllo esterno a noi, ovvero risolvendo un problema situazionale, si risolvano automaticamente le nostre agonie, quando in realtà l'unico controllo che possiamo esercitare é su noi stessi. Considerando la sua difficoltà ad affrontare la situazione da sola le consiglierei di contattare uno Psicoterapeuta che possa accompagnarla in questo percorso, aiutandola ad elaborare la situazione attraverso differenti prospettive, permettendole così di sentirsi meglio.
Un saluto

Buonasera, certamente la fine di una storia importante porta con sé tristezza e senso di fallimento. Nel suo caso non è dipeso da lei, ma dall'incertezza dei sentimenti del suo ex fidanzato. Ora però, dovrebbe pensare in primis a se stessa, al suo star bene e a ritrovare un po' di serenità. È molto concentrata su di lui, sul cosa fa lui, sull'ipotesi che forse ci sia un'altra persona già nella sua vita.
Tutto questo non la porta ad andare avanti per la sua strada, a capire cosa si giusto per lei per stare meglio.
Pensi alla possibilità di richiedere una consulenza psicologica, per affrontare insieme le sue emozioni attuali e il suo stato d'animo.
Resto a disposizione, un caro saluto
Dott.ssa Paola De Martino

Gentile utente, la separazione è molto recente e la decisione a quanto dice non è stata nè discussa nè è condivisa da lei. Le sensazioni che descrive sono del tutto comprensibili, si pensi che talvolta la fine di una relazione sentimentale è vissuta come un vero e proprio lutto. Non possiamo sapere cosa stia vivendo il suo ex, quello che suggerisco in questo momento è prendersi del tempo per lavorare su di sè attraversando queste emozioni, seppur faticose, e considerare questa esperienza come fonte di apprendimento. Può considerare di chiedere un supporto psicologico per facilitare il recupero o l'attivazione di nuove risorse per fare fronte a questa fase di cambiamento. Un caro saluto, dott.ssa Silvia Azzolina

Gentile utente, pur capendo molto bene di quale dolore si sta facendo carico, potersi concentrare sulla separazione da lui rimane la scelta più costruttiva ed affettiva verso se stessa. Stando invece vicino al suo ex anche come amica la mette nel rischio di illusioni, che potrebbero ulteriormente deluderla.
Se accettasse poi di farsi seguire da uno psicoterapeuta a cui rivolgere tutte le domande di chiarificazione sulla relazione vissuta, si sentirebbe sostenuta nel recupero delle sue certezze e nell'attraversamento di questo cambiamento.
Saluti
dr.Cameriero Vittorio

Salve, mi spiace per la situazione e per il disagio espresso. A prescindere dai comportamenti che stia attuando il suo ex compagno, credo che in questo momento affrontare i suoi stati emotivi e sostenere il suo dolore per la separazione abbiano la priorità al fine di recuperare il benessere che merita. In virtù di questo credo che un supporto psicologico possa esserle di aiuto.
Cordialmente, dott. FDL

Gentile utente di mio dottore,
La fine d’una storia così lunga é sempre molto dolorosa, e ritengo sia normale che una parte di se speri che il rapporto possa risanarsi e tornare ad essere quello di prima. Allo stesso tempo però vorrei invitarla a non disperdere energie solo in tal senso ma a prendere in considerazione la possibilità di poter continuare il suo percorso esistenziale anche da sola. Ecco forse proprio questo per lei potrebbe esser la cosa più difficile da affrontare ed in tal senso potrebbe sentire L’ esigenza di ricevere un supporto che la aiuti a ridefinire se stessa non più in funzione di tale relazione.
Insomma cominciare a riprendere la propria via in mano in totale autonomia potrebbe tornare ad essere il suo prossimo obiettivo nelle pross8me settimane. Dovesse sentire il bisogno di ricevere sostegno non esiti a contattarmi in privato.

Cordiali saluti
Dott. Diego Ferrara

Gentile amica,
una delusione così grande e una separazione quasi traumatica, come quella che ci descrive, sono assai difficili da affrontare: coinvolgono i nostri progetti di vita e le sicurezze più intime.
Dal suo racconto si percepisce chiaramente proprio questa ferita nella sua sicurezza, nel suo amor proprio e nella sua voglia di andare avanti - non mangia più come prima ad esempio.
E' ancora così colpita, che ci parla prevalentemente di lui, piuttosto che di se stessa...
Questo è un momento delicato della sua esistenza, nel quale è importante ritrovare la spinta del suo amor proprio, ricostruire un rapporto di amicizia e accettazione di se stessa, ritrovare le fila dei suoi progetti e riprendere il suo cammino.
Una consulenza psicologica può aiutarla molto.

con i migliori auguri,

dr. Ventura
Prenota subito una visita online: Colloquio psicologico - 40 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Gentile, il suo racconto è molto doloroso, soprattutto per le ripercussioni che tale separazione ha avuto su di lei. Forse la situazione di oggi ha fatto emergere un dolore antico ed una sofferenza più profonda. Forse in questa persona riponeva speranze, sogni, un futuro, tutte cose delle quali oggi si sente privata. Il dolore che prova è legittimo, ma forse se arriva ad essere lesivo per la sua persona, forse va attenzionato in un percorso psicologico, volto si all'accoglimento del suo dolore e alla comprensione delle cause di tale separazione, ma volto anche al recupero della sua autonomia e del suo essere individuo a parte ed unica da quello che è il suo ex.

Gentile utente,
È giusto dare un senso a questa separazione che non ha accettato pienamente. È anche giusto che ora si ricavi uno spazio per se stessa per capire cosa fare e poter guardare al futuro. Non è possibile purtroppo poterle dare altri suggerimenti in questo contesto. Uno psicologo può aiutarla a trovare risposte alle sue domande. Un cordiale saluto

Gentile utente,
Mi spiace molto per il momento che sta attraversando. Qui non rivolge una richiesta specifica o una domanda esplicita, per cui se vuole avere un confronto per quello che ha espresso e riceverne un confronto la invito a contattare uno/a psicoterapeuta.
Un cordiale saluto. Dr.ssa Marta Fuscà

Gentile utente, comprendo la sofferenza per la fine di una relazione e ciò che di lei si porta via. Non conosco molti particolari né le vostre storie personali ma mi pare, da ciò che scrive, che il ragazzo in questione abbia tagliato repentinamente mentre lei faccia molta più fatica a distaccarsi. Il fatto di frequentare le stesse amicizie, di fargli da amica sembra un passo prematuro dettato più dalla sua esigenza di vedere se cambia idea. Sa già che ha un'altra donna ma nonostante ciò preferisce rimanere nei paraggi piuttosto che allontanarsi ed elaborare il suo distacco. Se così fosse, il rischio sarebbe di spostare l'attenzione su di lui e non riuscire a focalizzare le sue emozioni. Spero di essere stata chiara e rimango a sua disposizione per eventuali chiarimenti in merito.
Dott.ssa Valeria Randisi

Salve, comprendo il suo dolore e la sua incredulità rispetto al comportamento di una persona con cui ha vissuto 5 anni bellissimi e ora non riconosce più. Stando insieme a volte purtroppo si cambia in maniera diversa. Probabilmente sì e’ creata una distanza, una insoddisfazione di cui non avete parlato. Lei sospetta una relazione con un’altra donna...non è da escludere.
Però comunque la realtà ora è questa, non siete più sintonizzati. Lei sta soffrendo, come è normale in ogni perdita.
Si occupi di questa sofferenza, cerchi aiuto. Magari può scoprire che può stare bene anche senza di lui e che questo distacco potrebbe diventare un’opportunità.
Le do tutta la mia solidarietà
Saluti
Barbara Corte

Gentile Signora proviamo a porre la sua attenzione sull’ultima parte della sua nota “Non riesco a trovare una logica in tutto ciò… …porre fine ai mille dubbi e le mille domande che ancora non hanno una risposta”. Nonostante queste parole lei in precedenza racconta di un’altra donna e altre cose come le foto sui social. Sembra evidente che lei ha molte risposte. Ora forse una possibile spiegazione si può cercare nei suoi desideri e nelle sue speranze ma questa è solo una ipotesi che diventa interessante quando ci racconta del suo desiderio di “stargli vicino nonostante tutto”. Sicuramente una separazione non è un evento semplice e solitamente suscita anche emozioni legate a disagio. Quando questi vissuti diventano molto invasivi non è sbagliato ipotizzare che questa situazione reale ha toccato qualche suo elemento che ha la necessità di essere rivalutato. Gli eventi che ci fornisce aprono la strada a questa possibilità ma la decisione se farlo o meno spetta a lei. Non pensi che chiedere un sostegno sia un insuccesso ma lo veda come un suo modo per rivalutare dei suoi vissuti e una buona opportunità per lei. Un cordiale saluto

Cara utente,
la rottura di una relazione porta con sè, in quasi tutti i casi, degli strascichi e delle sofferenze. Qualcora uno dei due non abbia intenzione di riprendere la relazione, la cosa pià funzionale per il proprio benessere è provare ad iniziare a farsene una ragione senza farsi venire sensi di colpa. I motivi, a detta di lui, riguardano il repentino cambiamento di sentimenti. La cosa importante è non farsi accecare dal pensiero di trovare una logicità o una spiegazione a riguardo ma, sopratutto, di somatizzare e di abbandonarsi ad un umore talmente deflesso dal mettere in atto comportamenti poco funzionali e potenzialmente dannosi per sè stessa, come ad esempio l'inappenteza. Se ha bisogno di risposte e chiarimenti può provare a chiedere un incontro e parlare in modo da dissipare tutti i suoi dubbi, in caso contrario provare a reagire e, se ne sente il bisogno, chiedere aiuto ad uno psicologo con cui affrontare questo dolore e questa incapacità di voltare pagine.
Un caro saluto

Buongiorno. Per definire meglio il quadro che vi trovate ad affrontare, un percorso di terapia è la via più rapida per sgombrare il campo da dubbi e incertezze. Mi spiace molto per la situazione che sta vivendo. Le consiglio di seguire questa strada. Cordialità.

MT

Gentile utente, immagino che in questo momento si senta triste e confusa e molto destabilizzata dalla fine della storia con il suo ragazzo.
La invito, prima di tutto, ad iniziare un percorso di accettazione della situazione, per quanto dolorosa sia, iniziare a domandarsi come sta ? come si sente? quali sono i suoi pensieri e i suoi comportamenti. Probabilmente sarebbe meglio fare questo tipo di "percorso" con l'ausilio di uno psicoterapeuta per capire quali siano i suoi bisogni all'interno di una relazione di coppia.
Spero di esserle stata d'aiuto,
buona riflessione dott.ssa Maria Lucia Dimaglie psicoterapeuta cognitivo comportamentale

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.