Salve a tutti. Io da poco , ho scoperto il tradimento di mia moglie. Siamo sposati da 6 anni, abbiam

14 risposte
Salve a tutti. Io da poco , ho scoperto il tradimento di mia moglie. Siamo sposati da 6 anni, abbiamo 2 piccoline acasa. Scoprendo il tradimento , ne abbiamo parlato un po i 2 giorni consecutivi, a chiesto perdono ne abbiamo discusso dei motivi. Io adesso l'ho perdonata , ma non riesco a scordare quello che è successo. Ammetto anche , di piangere quasi ,ogni giorno da allora , ovviamente senza farmi vedere dalle mie figlie , o da lei. Io sento ancora forte amore nei suoi confronti. La amo ancora tantissimo ,amo la mia famiglia ,ma sto molto male ogni giorno, ne soffro tantissimo. Vorrei un consiglio , se possibile. Vorrei fare in modo di oltrepassare questo momento, vorrei scordarmi tutto, perché l'ho già perdonata ,ma non ho la forza di scordare ,non ci riesco ,e non so più cosa fare.
Buon pomeriggio, innanzitutto la ringrazio di aver condiviso questa esperienza e mi dispiace molto del disagio che ha espresso. Posso solo provare ad immaginare quanto possa essere difficile per lei convivere con questa situazione. A volte capire come andare avanti e identificare la scelta migliore per noi, può non essere affatto semplice, per questo scoprire le nostre modalità di agire e comprendere da dove deriva questo blocco che le impedisce di andare avanti può aiutarla a stare meglio. Le relazioni, come la famiglia sono degli ambiti molto delicati, dove per prendere delle decisioni cosi importanti, bisogna essere consapevoli di tanti aspetti, emotivi ma anche effettivamente pratici. Un obbiettivo di un percorso psicologico, può essere quello di chiarire questa confusione e questa malessere e cercare di trasformarlo in benessere. Una terapia psicologica potrebbe permettergli di conoscersi meglio e di sviluppare delle strategie utili per poter vivere al meglio il presente, costruendo delle basi solide al fine di affrontare in maniera efficace un futuro che a tratti può sembrare angoscioso. Sarebbe uno spazio solo per lei alla scoperta di se stessi. In caso volesse, io sono a completa disposizione, in presenza ma anche Online. Dott. Matteo De Nicolò
Prenota subito una visita online: Colloquio psicologico clinico - 60 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buongiorno, indubbiamente si tratta di un momento di profonda crisi, per lei ma probabilmente per la coppia. In questi casi ci sono almeno due possibilità: iniziare un percorso di coppia, per cercare di lavorare insieme sulla questione approfondendo entrambi i punti di vista, o un percorso individuale, mirato esclusivamente ai suoi vissuti per cercare di comprendere meglio l'impatto che questa situazione ha avuto su di lei e come poterci fare i conti.
Resto a disposizione, Luca Belotti
Salve, Mi dispiace molto per la situazione che descrive e comprendo quanto possa essere difficile per lei convivere con questa situazione riportata.
Ritengo importante che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente. Credo che un consulto con un terapeuta possa aiutarla ad identificare Quei pensieri rigidi e disfunzionali che lei impediscono il benessere mantenendo la sofferenza in atto. Ritengo altresì utile un approccio EMDR al fine di favorire la rielaborazione del materiale traumatico Connesso con la genesi della Sofferenza in atto. Resto a disposizione, anche online. Cordialmente, dott FDL
Buonasera, mi spiace molto per la situazione che state vivendo. Mi sento di consigliarle un incontro da un consulente di coppia, qualora anche sua moglie se la sentisse. Altrimenti un colloquio individuale, credo potrebbe aiutarla il confronto con un professionista esterno a tutto. Un caro saluto
Buonasera, la situazione che ha vissuto e sta vivendo è indubbiamente molto difficile e non è possibile dimenticare questa esperienza senza prima averla elaborata.
Le consiglio di prendersi il giusto tempo per guarire questa ferita, non mettendo il ricordo del suo trauma sotto il tappeto, ma cercando di capire cosa è successo e che responsabilità può aver avuto nel tradimento di sua moglie. Da questa analisi potrà imparare qualcosa sulla vostra relazione di coppia e sulle dinamiche che intercorrono tra voi. Si rivolga ad un terapeuta che l'aiuti ad elaborare quel che è successo e potrete uscirne più forti e più consapevoli.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti
Cordiali saluti
Dottoressa Lorena Menoncello
Buona sera e grazie per la sua condivisione sicuramente non facile.
Come lei stesso dice sono passati pochissimi giorni. Non le dico che il tempo le farà dimenticare l'accaduto, ma sicuramente riuscirà d assumere un atteggiamento di accettazione , ovvero prendere consapevolezza di quello che è successo e del dolore che ne deriva. Questo atteggiamento le consentirà l'elaborazione dell'accaduto che favorirà la nascita di un nuovo equilibrio di coppia. Parli con sua moglie e chieda il perché dell'accaduto, e solo insieme riuscirete a trasformare la crisi in opportunità.
La comunicazione in questi casi è fondamentale per ricostruire. Se tra di voi c'è ancora amore (questo aspetto è importantissimo) con il tempo riuscirà a perdonare che non vuol dire dimenticare ma accettare. Facile? Magari non lo è ma se ci tiene davvero così tanto vale la pena provarci.
Se in questo processo che richiede tempo ha bisogno di una guida può contattarmi.
Un caro saluto.
Raffaella
Gent utente, il tradimento mette in discussione il ns valore come persone, la ns autostima. Al di là del perdono, che lei ha accordato a sua moglie considerando il valore del vostro percorso di coppia. Ma elaborare la ferita dell'Ego è tutt'altro, per cui le consiglio di confrontarsi con un terapeuta. Cordiali saluti, dr.ssa Daniela Benvenuti
Salve, non si costringa in una situazione che non la fa stare bene, prenda il suo tempo ed il suo spazio, soffra liberamente, si arrabbi se ne ha bisogno e pianga quanto vuole.
Una volta esaurite le emozioni, negative e positive, pensi liberamente alla sua relazione e faccia i conti con cosa vuole o non vuole lasciare andare.
Saluti.
Gentile utente di mio dottore,

lei è portatore di una istanza di coppia, ed è attraverso un percorso di coppia che potreste affrontare le problematica qui esposta. La sua è una richiesta di aiuto forte, ne parli apertamente col sua moglie anche in virtù di quanto accaduto.

Cordiali saluti
Dott. Diego Ferrara
Gentile Utente, arriva ogni sfumatura del tormento che sta attraversando, è impossibile non capirla. Quello che accade nella coppia, nella coppia deve trovare soluzione, ma l'impressione è che se ne stia occupando solo lei che ci scrive. Il perdono non è qualcosa di gratis, ed è tanto più liberatorio quanto ci siamo legittimati nel dolore che ci è stato creato, volontariamente o meno poco importa. Si sta chiedendo di perdonare con molta velocità, perché ama davvero sua moglie, si sente, ma forse sta mancando una possibilità di vera riparazione tra voi: per sua moglie per comprendere fino in fondo cosa abbia mosso questa scelta, e per lei per capire come abbia suo malgrado contribuito. La vostra coppia ha bisogno di attraversare un pò di frustrazione e dare significato a questa frattura, anche in un percorso di terapia. Dopo di allora, il perdono sarà davvero possibile. Ora assomiglia tanto alla negazione. Un sincero augurio di buona fortuna
Gentile Amico,
perdonare e dimenticare sono due cose distinte. Ogni tradimento è una ferita profonda nell'intimità che ci lega a chi amiamo. E le ferite hanno bisogno di tempo per poter essere sanate. E' perfettamente umano che lei provi ancora dolore, rabbia, talvolta disprezzo e odio per la sua compagna. Parlarne con lei può essere utile A PATTO CHE non si chiedano mai i particolari sessuali del tradimento.
Per favorire questo percorso, può essere molto utile una terapia di coppia, con un collega specializzato nella gestione dei tradimenti.

con i migliori auguri,
dr. Ventura
Buongiorno, le ho risposto facendole un video sul mio canale youtube dal titolo "Tradimento, conviene o no perdonare?"
Cordialmente, Amico Colaianni
Gentile utente, il tradimento porta con sé una serie di emozioni spesso confuse e aggrovigliate come una matassa: il dolore, la rabbia, l'incredulità oppure la vergogna e l'umiliazione, il disprezzo e così via. Hanno bisogno di uno spazio trasformativo in cui essere ascoltate e dipanate altrimenti il rischio è quello di pensare di essere riusciti a perdonare il partner ma portandosi dietro questa matassa e questa ferita profonda che può, col tempo, divenire sempre più grande e ingombrante, sia nella relazione con se stesso, che con quella con sua moglie oltre che all'interno della sua famiglia.
Il tradimento comunica qualcosa nel rapporto e del rapporto, pur senza comunicarlo apertamente ed esplicitamente (almeno all'inizio).
Se il desiderio di entrambi è quello di voler rilanciare il vostro matrimonio e di superare la crisi coniugale, le suggerisco di intraprendere un percorso di terapia di coppia che possa aiutarvi a costruire insieme un modo nuovo di negoziare il rapporto, anche di fronte ad un tradimento che porta con sé la necessità di fare un'esperienza riparativa rispetto a se stesso e al legame con sua moglie.
Un caro saluto
Dott.ssa Quartini
Buongiorno, ritengo che in molte circostanze come la sua, la sola forza di volontà non è sufficiente. Ritengo fondamentale che lei cerchi un supporto con uno psicoterapeuta per elaborare questi vissuti dolorosi.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.