Mancanza di eccitazione sessuale

Gentili dottori,

Ho 39 anni e nel corso degli ultimi ho notato un progressivo calo del desiderio sessuale ed in particolare disturbi legati alla fase dell’eccitazione: lubrificazione e vasodilatazione sono pressoché assenti ma riesco ad avere rapporti con l’uso del lubrificante, talvolta raggiungo l’orgasmo ma con molta difficoltà.
Ho varie patologie: pcos, colon irritabile, disturbi del sonno, cortisolo alto, ipotiroidismo subclinico attualmente trattato con Tiche 50 mg. In passato ero stata trattata con Ibsa ma l’ho sospesa di mia iniziativa poiché accusavo una forte caduta di capelli e mi è stata diagnosticata alopecia androgenetica, migliorata ma ovviamente non guarita con il cambiamento del farmaco. C’è da dire che Ibsa mi aveva letteralmente rimessa a nuovo (più energia, sonno regolare, dimagrimento, ritorno della libido) ma gli effetti erano svaniti dopo un anno e mezzo circa e con Tiche la situazione è identica a quando non prendevo niente.
Mi è stata inoltre diagnosticata vulvodinia con ipertono del muscolo elevatore, che mi ha impedito del tutto per oltre dieci anni di avere rapporti e contribuendo largamente alla fine del mio matrimonio. Ora che finalmente ho una diagnosi ho potuto, anche con l’aiuto di tecniche di rilassamento, ricominciare ad avere rapporti ma come dicevo manco totalmente i eccitazione, la vagina resta contratta e asciutta, indipendentemente dal partner e anche da sola.
Vorrei sapere se dal quadro che vi ho esposto le cause di questo disturbo sono da ricercare a vostro parere più nella sfera ormonale o psicologica o potrebbero essere dovute alla contrattura.

Grazie.
Dott.ssa Antonella Palmitesta
Dott.ssa Antonella Palmitesta
Psicologo, Sessuologo, Psicoterapeuta
Roma
Se con il lubrificante anche se con difficoltà lei riesce ad aver l'orgasmo la possibile causa é di natura psiologica..
Dovrebbe far una consulenza dettagliata per far un percorso e comprendere cosa vi é oltre il sintomo ovvero la causa della mancanza di desiderio..
Perché sicuramente questo vissuto é devastante..
Dott.ssa Palmitesta Antonella

Dott.ssa Sibilla Giangreco
Dott.ssa Sibilla Giangreco
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Palermo
Buongiorno, Il quadro da lei esposto è molto dettagliato ma al contempo anche complesso.
A volte fare una discriminazione precisa nelle cause scindendole in psicologiche o biologiche è erroneo.
In realtà l’intreccio di fattori di origine biologica e le implicazioni psicologiche che comportano Creano una situazione clinica unica.
Ciò che invece risulta essere interessante è valorizzare il processo che in questo momento risulta essere disfunzionale.
In particolare la fase di eccitazione risulta essere compromessa pertanto potrebbe essere utile un intervento di tipo Psico sessuale che consenta un lavoro adeguato per favorire un equilibrio biopsichico sessuale funzionale. In particolare sarebbe utile un approccio che nel mio lavoro definisco integrato:
sessuologo & ginecologo.

Dott.ssa Daniela Vinci
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologo, Sessuologo
Arluno
Gentilissima,
Dalle sue parole credo che l'aspetto psicologico sia dominante. Nonostante ciò le consiglierei una visita ginecologica per escludere un problema organico. Dopodiché potrà iniziare un percorso con uno psicologo esperto in sessuologia per capire i motivi delle sue difficoltà e per trovare strategie efficaci da adottare.
Resto a disposizione.

Dott.ssa Barbara Bonazzi
Dott.ssa Barbara Bonazzi
Ginecologo, Omeopata, Sessuologo
Milano
Buongiorno, il suo quadro è troppo complesso per affrontarlo un questa sede perché c'è una situazione endocrina con numerose anomalie. Non stai curando né il cortisolo alto né l'iperandrogenismo e forse anche la terapia sostitutiva della tiroide è insufficiente. Se non compensi l'ipotoroidismo è normale che sia sottotono e che la libido sia bassa. È solo un sospetto, tutte queste supposizioni devono essere verificate e poi si può parlare degli aspetti più strettamente psicologici e/o sessuologici.

Dott.ssa Giuliana Melandri
Dott.ssa Giuliana Melandri
Psicologo, Sessuologo, Psicoterapeuta
Roma
Gentile utente, sicuramente l'origine dei suoi problemi non può trovare causa unica e inequivocabile. I suoi disturbi fisici, le cure, i farmaci e le esperienze di relazione in questo periodo hanno fortemente compromesso il suo equilibrio psico-sessuale, e ciò che le consiglio è di scegliersi dei professionisti (ginecologo, endocrinologo, e psicosessuologo), che possano lavorare in sinergia e prenderla in carico a 360gradi per far si che lei, come si merita giustamente alla sua giovane età, finalmente possa vivere una appagante sessualità e delle sane relazioni. Buona fortuna.

Giuliana Melandri

Buongiorno, gli aspetti da valutare sono molteplici. Sicuramente un approccio integrato psico-riabilitativo potrebbero darle una mano a risolvere la complessità del problema. Un indagine perineale per comprendere la risposta corporea, e la valutazione di una eventuale fobia da penetrazione. Grazie Rosa Bochicchio

Salve,
sicuramente da ciò che racconta c'è una buona parte spiegabile dallo stato fisico/ormonale, ma sono certa che tutto ciò abbia influenzato in generale la sua sessualità e di conseguenza la sua predisposizione a riconoscere ed accogliere il Desiderio.

Specialisti per consulenza Sessuologica

Rosamaria Spina

Rosamaria Spina

Psicologo, Sessuologo, Terapeuta

Roma

Prenota ora
Giorgio Quaranta

Giorgio Quaranta

Psicoterapeuta, Psicologo, Sessuologo

Milano

Prenota ora
Maddalena Biondi

Maddalena Biondi

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Nichelino

Prenota ora
Marina Viglino

Marina Viglino

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Sanremo

Prenota ora
Luigi Esposito

Luigi Esposito

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Napoli

Prenota ora
Silvia Corrent

Silvia Corrent

Sessuologo, Psicologo

Roma

Prenota ora

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 26 domande su consulenza Sessuologica

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.