Pulpite - Informazioni, specialisti, domande frequenti.

Informazioni su Pulpite

La pulpite è una patologia di natura infiammatoria a carico della polpa del dente, che può essere acuta o cronica e può sfociare - nei casi più gravi - nella necrosi della polpa dentaria, in seguito alla mancanza di apporto sanguigno.

La principale causa della pulpite è un’infezione di tipo batterico, che provoca prima un inizio di carie fino ad attaccare la polpa del dente. Un’altra causa abbastanza comune è il trauma dentario con frattura: in questi casi, infatti, la polpa del dente rimane spesso esposta ai batteri. Infine, altre possibili cause sono la masticazione non corretta, eccessivi stimoli termici, bruxismo e traumi.

La pulpite può essere reversibile o irreversibile.

La pulpite reversibile si caratterizza per un’alta sensibilità a bevande e alimenti freddi e provoca fastidio (raramente dolore) quando si addenta il cibo. Nessun dolore o fastidio è - al contrario - provocato dal calore. Non presenta solitamente gonfiore e l’infiammazione della polpa dentaria non è intensa come nella pulpite irreversibile, per cui di norma i danni ai tessuti sono minori.

La pulpite irreversibile causa invece un dolore che si protrae per diversi minuti dopo che è cessato lo stimolo iniziale, e in alcuni casi si verifica in modo spontaneo. Il dente è molto sensibile al calore e agli alimenti molto dolci, la masticazione è molto dolorosa e, diversamente dalla pulpite reversibile, il dolore si irradia in varie zone (orecchio, collo, viso, etc.), impedendo al paziente di capire quale sia il dente causa del dolore. Il dolore provato a volte è talmente intenso, da impedire anche un buon sonno (la posizione supina, inoltre, fa aumentare l’apporto sanguigno nella zona colpita, aumentando la percezione del dolore).

Per curare la pulpite reversibile, è necessario rimuovere la causa dell’infezione (spesso si tratta di una carie) e desensibilizzare le esposizioni radicolari. Nel caso in cui, dopo questo intervento, non migliori la situazione clinica del paziente è possibile che la pulpite stia diventando irreversibile. In questo caso, può essere necessario rimuovere la polpa del dente, disinfettare e chiudere ermeticamente il canale (terapia endodontica).

Per prevenire l’insorgere della pulpite è importante adottare una corretta igiene orale domiciliare: spazzolare bene i denti almeno 3 volte al giorno e passare ogni giorno il filo interdentale per evitare l’accumulo di placca batterica tra un dente e l’altro.

Esperti in pulpite

Trova esperti in Pulpite nella tua città:
Vincenzo Bellinvia

Vincenzo Bellinvia

Dentista, Ortodontista

Milano

Alberto Coccia

Alberto Coccia

Dentista, Infettivologo

Castellammare di Stabia

Ugo Mondin

Ugo Mondin

Dentista, Infettivologo, Ortodontista

Roma

Giovanni Venerito

Giovanni Venerito

Dentista, Infettivologo

Settimo Torinese

Maurizio Carano

Maurizio Carano

Dentista

Napoli

Maria Rosaria Numeroso

Maria Rosaria Numeroso

Dentista, Ortodontista

Roma

Domande su Pulpite

I nostri esperti hanno risposto a 1 domande su Pulpite

Quali sono i professionisti che curano Pulpite?

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.