salve, dicendo subito che devo fare una gastroscopia il 4 agosto perchè soffrivo fino a un mese fa d

23 risposte
salve, dicendo subito che devo fare una gastroscopia il 4 agosto perchè soffrivo fino a un mese fa di disturbi allo stomaco tipo nausea dopo i pasti... difficoltà a digerire ecc... poi ho fatto una radiografia all'addome con contrasto appunto un mese fa dove il risultato è stata negativa e quindi niente reflusso e cardias continente poi pochi giorni dopo mi sono sentito meglio fino ad oggi.

Ho sempre mangiato regolare, ma fino a che qualche giorno fa ho mangiato 100 gr di fondente non troppo fondente nell'arco di una settimana ma non so se sia quello e da 2 giorni dopo uno yogurt senza grassi ho avuto nausea e continuavo a digerire male lo yogurt, non mi era più successo nell'ultimo mese, sono però un tipo ansioso e leggermente depresso, stavo prendendo fino a qualche giorno fa mag-stressResist poi ho smesso perchè troppo lassativo e al momento prendo delle gocce naturali per l'ansia Rescue Remedy, ho fatto anche fatica in questi giorni ad allenarmi in palestra.

Cosa può essere questa insopportabile nausea dell'ultimo momento? Spero non sia un'intossicazione alimentare, non ho altre malattie.
Buongiorno, per quanto riguarda i farmaci, è sempre bene chiedere al medico che li ha prescritti. Inoltre, volevo chiederle: chi le ha consigliato il Rescue Remedy? L'ha preso di sua spontanea iniziativa o Le è stato consigliato? Escluse le cause organiche, potrebbe iniziare a valutare l'ipotesi di un percorso psicologico per approfondire il suo senso di nausea. Sicuramente il suo stato attuale (lavoro, relazioni, famiglia) potrebbe essere un elemento fondamentale per comprendere questa nausea insopportabile. Cari saluti Dr.ssa Claudia Sposini

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buon pomeriggio, è bene fare ogni accertamento per escludere cause organiche. Nel caso specifico, dati i risultati degli accertamenti, è plausibile che la nasua abbia origine psicosomatica. Avendo inserito il quesito nella categoria "depressione", credo che anche lei abbia avuto questa intuizione. È un periodo particolare? Si sono verificati cambiamenti? Le cause possono essere molteplici, andrebbero esplorate affinché i vissuti emotivi correlati possano trovare voce attraverso il canale verbale e non attraverso quello corporeo. La invito a riflettere sull'eventualità di iniziare un percorso psicologico. Sono a disposizione per eventuali domande. Un caro saluto. Dott.ssa Alessandra D'Antonio
Buonasera. Leggendo viene un po' il sospetto che la sua ansia sia diventata poco gestibile. Consiglio come percorso più sensato escludere ogni problematica organica. Quindi corretto fare le indagini appropriate. Ma valuterei qualche colloquio di sostengo psicologico per la gestione degli stati ansioso depressivi. Cordiali saluti
Buongiorno. Aspettiamo il 04 agosto e con il parere del gastroenterologo si potrà capire qualcosina di più. Precipatarsi in diagnosi a distanza non è né professionale ne' utile. Una settimana passa in fretta!
Buonasera, sarà importante poter attendere le risposte degli esami per avere un chiaro quadro clinico che escluda eventuali difficoltà organiche. Se dopo queste risposte sentirà ancora la necessità di esplorare i suoi malesseri potrebbe rivolgersi a uno psicoterapeuta per inquadrare nel contesto generale della sua vita eventuali eventi o situazioni che possono essere alla base di ciò che lei stesso definisce “ansia e depressione”. Un cordiale saluto Dottsa Elisa Galantini
Buongiorno, visto che le analisi che ha fatto escludono componenti organiche rimane da approfondire la componente psicosomatica che le fa apparire e sparire in pochi giorni la sintomatologia dei disturbi allo stomaco. In particolare la nausea è un rifiuto di qualche situazione e la digestione difficoltosa e esprime la difficoltà nell'accettare il cibo-situazione che può essere fonte di problema. Non a caso lei cita ansia e depressione. Quando il corpo manifesta alti e bassi inspiegabili non basta spegnere i sintomi ma risolvere le cause emotive o situazionali. In questi casi la Mindfulness psicosomatica si rivela estremamente efficace.
Disponibile a un aiuto la saluto cordialmente Dottor Gianpietro Rossi
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.
Buonasera se sono state escluse cause organiche l'origine di questa nausea potrebbe essere anche frutto di una forte ansia . le consiglio di intraprendere un percorso psicoterapeutico se la nausea persiste e sono state escluse cause organiche . per qualsiasi informazione resto a sua disposizione. cordiali saluti
Gent gli elementi depressivi e ansiosi che lei cita potrebbero condizionare il suo 'sentire' i segnali del corpo che lei interpreta di conseguenza in modo ipocondriaco. Le consiglio un percorso psicoterapeutico in particolare con uno specialista nell'ambito dei disturbi psicosomatici specializzato in ipnosi
Questa tecnica in particolare faciliterebbe il suo processo di consapevolezza e di crescita nella gestione delle emozioni. Cordiali saluti dott.ssa Maria Grazia Messaglia
Salve. Dopo la valutazione medica saprà certamente come orientarsi. Dopodiché una valutazione in ambito psicologico sarebbe consigliata.
Cordiali saluti Dottor Emanuele Grilli
Gentile utente di mio dottore,
I problemi di natura gastrointestinali, possono essere di natura psicogena. Mi pare di capire che ha già fatto esami strumentali che hanno scongiurato problematiche di rilievo organico. In particolar modo in un soggetto ansioso le manifestazioni sintomatiche come nausea e dolori addominali sono frequenti soprattutto nei momenti difficili della propria vita. In merito alla prescrizione dei farmaci le consiglio di tenere presente parere del medico.
Allo stesso tempo la invito ad intraprendere un percorso psicoterapico che guardi ad un benessere più a lungo termine, che le dia i giusti strumenti per poter fronteggiare meglio gli eventi stressanti della vita senza dover ricorrere alla difesa sintomatica come quella che si manifesta con i disturbi allo stomaco.
Nella speranza di averla orientata nel miglior modo possibile.
Cordiali saluti
Dott. Diego Ferrara
Buongiorno! Chieda ad un gastroenterologo se gli esami che ha fatto sono sufficienti e se deve approfondire in altro modo. Escluse cause organiche, si tratterebbe di una manifestazione psicosomatica per la quale è necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta.
Saluti
Dott.ssa Valeria Randisi
Escludendo ovviamente eventuali cause organiche sarebbe opportuno che lei iniziasse un percorso psicoterspeutico
Salve, per qualsiasi situazione dubbia di natura fisiologica il consiglio è di consultare il proprio medico curante ed escludere cause organiche. Una volta stabilito ciò potrebbe essere utile un confronto psicologico per comprendere se la nausea che sperimenta ha un'origine emotiva. Ci sono approcci molto validi, tra cui la psicoterapia cognitivo-comportamentale, che lavorano su situazioni di natura psicosomatica. Se ha domande a riguardo mi consideri a disposizione. Un caro saluto
Salve, faccia gli accertamenti consigliati dal medico e nel caso chieda anche un consulto psicologico per capire se la preoccupazione e l'ansia potrebbero avere un ruolo in questo tipo di problematiche. Cordialmente.
Buongiorno. In presenza di sintomatologia organica è sempre buona norma approfondire cause medico-biologiche possibili, come Lei ha giustamente fatto con gli esami citati. Se questi sono stati prescritti da un gastroenterologo che ha escluso problematiche di sua competenza, valuti da subito un consulto psicoterapeutico; viceversa faccia prima questo passaggio dal medico competente e dal medico di base, con il quale valutare gli approfondimenti. Lo psicologo può essere utile sia qualora la causa primaria della difficoltà fosse un fattore ansioso, sia qualora esso sia secondario alla situazione difficile che sta vivendo e che, comprensibilmente, provoca agitazione e angoscia. Contatterei quindi, in ogni caso, anche lo psicoterapeuta. Cordialità, DP
Salve,
La nausea si esprime attraverso il corpo ma la sua origine può essere anche di natura psicologica. Perciò le consiglierei di affrontarla anche con un percorso di psicoterapia ad indirizzo psicosomatico, utile anche per curare ansia e depressione.
Un caro saluto
Buongiorno. Bene escludere, rima di qualsiasi altra cosa, eventuali cause organiche che possono far emergere l'ansia. Ma una volta escluse, se persistono ansia e nausea, allora le consiglio di intraprendere un percorso di terapia che la possa aiutare a "digerire" quello che il suo corpo in questo momento "rifiuta".
Per i farmaci, senta il medico che li ha prescritti.
Buona fortuna, Patrizia Provasi
Prenota subito una visita online: Supporto psicologico - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.
Gentile utente, leggendo il suo messaggio è evidente più che uno stato depressivo, uno stato di ansia circa la sua salute fuori controllo... che la porta a pensare, per esempio, ad una intossicazione alimentare a partire dalla nausea. Questo stato tensivo e ansioso ovviamente non fa altro che esacerbare i sintomi che prova, rinforzando il loop. Le consiglio una Psicoterapia Cognitivo comportamentale. In bocca al lupo.
Buonasera,
una volta escluse le cause organiche penserei ad un disturbo di natura psicosomatica e che quindi va affrontato attraverso un percorso di psicoterapia. Oltre a ciò, Le consiglierei a prescindere un percorso psicoterapeutico in quanto sicuramente questo problema Le sta causando frustrazione e sofferenza.
Non indugi e si rivolga ad un professionista dalle Sue parti.
In bocca al lupo per tutto!
Salve è sempre importante in questi casi escludere cause organiche attraverso accertamenti specifici con professionisti di fiducia. Fatto questo, a volte la sintomatologia descritta può essere espressione somatica di problemi diversi. Quindi pendersi cura della propria persona anche a livello psicologico è necessario per riequilibrare la situazione psicofisica. L'invito è dunque a poter pensare ad un percorso psicoterapico per alleviare frustrazione e sofferenze.
Caro utente,

concordo che dopo aver escluso cause organiche può essere utile approfondire possibili fonti di stress che impattano il sistema gastroenterico. Le situazioni di ansia e/o stress possono influire in modo importante sulla digestione, dove la nausea è uno dei primi sintomi di uno stato di disagio.
Volendoci spingere un po' più in profondità, la nausea può 'parlare di' qualcosa di emotivo che non stiamo digerendo e che forse ha bisogno di 'uscire'. Le consiglierei un percorso psicoterapeutico per esplorare il suo stato emotivo. Iniziare a comprendere l'origine del disagio, che sia fisico e/o psichico, è il primo passo verso la sua risoluzione.

In bocca al lupo
Olivia Marchese
Gentile utente, ho la percezione che la sua preoccupazione stia prendendo il sopravvento. La invito dunque a fare tutte le indagini appropriate per escludere ogni problema organico. Ma al contempo valuterei un percorso di sostengo psicologico per la gestione degli stati ansioso. Un caro saluto, dott.ssa Tamara Muratore
Gentilissimo, una volta escluse le cause organiche proverei ad intraprendere un percorso di terapia, in modo da approfondire con uno specialista quelle che sono le motivazioni sottostanti i suoi disturbi.
Resto a disposizione!
AV

Esperti

Monia Pizzuti

Monia Pizzuti

Psicologo clinico

Ceccano

Veronica Cerini

Veronica Cerini

Psicoterapeuta

Arezzo

Simona Galietto

Simona Galietto

Psicologo clinico, Psicoterapeuta, Psicologo

Napoli

Francesca Calvano

Francesca Calvano

Psicoterapeuta, Psicologo

Roma

Monica Calabrese

Monica Calabrese

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Grosseto

Maria Antonietta Aloisio

Maria Antonietta Aloisio

Medico di medicina generale, Internista

Torino

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 388 domande su Depressione
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.