Il mio ragazzo sostiene che la guaina fallica sia un eccellente sostituto del profilattico sia come

3 risposte
Il mio ragazzo sostiene che la guaina fallica sia un eccellente sostituto del profilattico sia come contraccezione che come protezione da malattie sessuali e che lui ci si sente molto a suo agio e non gli crea il fastidio del profilattico: non lo sopporta, non c'è materiale, né misura che non lo renda sofferente. Io leggo che invece non può essere usata come profilattico. Non capisco: non è una barriera? Non trattiene lo sperma? Comunque, ho un blocco psicologico e al pensiero di farla entrare dentro la mia vagina mi sento soffocare. Vorrei sapere se la guaina, insomma protegge da malattie e da gravidanze e se la devo accettare con più serenità.
Buongiorno,
la guaina fallica non è un preservativo ma un sex toys. Non va utilizzato nè come metodo contraccettivo nè come protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.
Ma soprattutto: perché lei dovrebbe inserire in vagina una cosa che non vuole inserire?
La sessualità è relazione, non soltanto piacere e gioco. Ne parli serenamente con il suo ragazzo e dica semplicemente di no!
Dott.ssa Giovanna Verde

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Gentile ragazza, il profilattico rimane il metodo migliore per la contraccezione e la protezione delle malattie sessualmente trasmissibili, ciò di cui parla il suo ragazzo è un sex toy non un presidio di prevenzione. Concludo dicendo che non deve fare nulla che non la renda felice in intimità. Un cordiale saluto dott. Roberto Marchetti
La guaina fallica non nasce per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e delle gravidanze ma come un oggetto che può favorire la dimensione ludica della sessualità. Se il suo partner non sopporta il profilattico, potreste provare il profilattico latex free per vedere se cambia la sensazione o sparisce il senso di fastidio.
L'ultima frase che lei scrive rispetto al "devo accettare con più serenità" mi fa supporre che la questione sia oltre le sensazioni di fastidio: la regola di base per la sessualità è che ci sia il consenso da entrambe le parti e nessuno deve essere obbligato a pratiche che non gradisce. Detto ciò credo che potreste parlarne e trovare altri modi "creativi" e unici per la vostra coppia per raggiungere la soddisfazione sessuale

Esperti

Valerio Rubino

Valerio Rubino

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Pesaro

Prenota ora
Serena Facchin

Serena Facchin

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Padova

Prenota ora
Daniele Vitale

Daniele Vitale

Psicologo, Sessuologo, Psicologo clinico

Roma

Prenota ora
Diego Italo Emilio Bonetti

Diego Italo Emilio Bonetti

Medico dello sport, Psicoterapeuta

Milano

Stefano Ciotti

Stefano Ciotti

Internista, Ginecologo, Ostetrica

Roma

Giorgio Pietro Folcia

Giorgio Pietro Folcia

Internista, Ginecologo, Ostetrica

Milano

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 103 domande su sessuologia
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.