Buonasera, ho 17 anni sono molto ansiosa e fumo circa 6/7 sigarette al giorno Avvolte mi capita di

24 risposte
Buonasera, ho 17 anni sono molto ansiosa e fumo circa 6/7 sigarette al giorno
Avvolte mi capita di avere il fiato corto e si sentire un peso al petto con una tosse secca con uno strano bruciore sotto al mento, potrebbe essere tutta una questione d’ansia? Perché non ho sempre questa sensazione e quando ce lo dura circa 15/20 minuti e di notte non ho niente anzi dormo benissimo
Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso.
Ritengo che, in prima battuta, possa essere utile un consulto medico per escludere eventuali cause organiche.
Ritengo comunque fondamentale che lei intraprenda un percorso psicologico per indagare cause origini e fattori di mantenimento dei suoi sintomi e trovare strategie utili per fronteggiare le situazioni particolarmente problematiche onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Cordialmente, dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera, le consiglio di consultare il suo medico di base per escludere una problematica organica ed effettuare un colloquio psicologico per comprendere meglio la “questione d’ansia”. Cordiali saluti. Dott.ssa Giulia Proietti

Ciao,
Onestamente prima di associare tutto all’ansia penso sia doveroso escludere cause fisiologiche e/o organiche.
Se però, come hai detto all’inizio “sei ansiosa” vedere uno psicologo non potrebbe che giovarti.
Resto a disposizione.
Dott.ssa Maria Pepe

Buongiorno, se ha questa sensazione le consiglio di sentire con tranquillità il medico di famiglia. Escluso il problema pneumologico si può prendere in considerazione il disturbo ansioso che spesso si manifesta sotto diverse forme. In ogni caso potrà procedere con tranquillità alla risoluzione del problema.
Tanti auguri, Omar

Salve prima di parlare di ansia è una buona prassi escludere una componente organica, Pertanto contatti un medico di sua fiducia e sono dopo che non siamo emerse malattie o disturbi legati al suo organismo che possano spiegare i sintomi che descrive è untile pensare ad una componente di tipo ansioso. In ogni caso può comunque contattare uno psicoterapeuta per valutare con lui le eventuali o ulteriori attività connesse ai vissuti che riferisce nella sua nota. Un cordiale saluto

Le suggerisco di consultare il medico per escludere problematiche organiche.
Consideri la possibilità che si tratti di un sintomo di ansia, ma anche un effetto del fumo. E' vero che lei è giovane e la quantità è bassa, tuttavia in alcuni soggetti manifestano sintomi legati ai danni della dipendenza da sigarette molto presto. Le suggerisco di smettere di fumare prima possibile. Se non ce la fa da sola consideri la possibilità di farsi aiutare con il Trattamento Psicologico Integrato del Tabagismo (veda www. Maipiufumo.it) per conoscere le conseguenze del tabagismo e individuare un terapeuta che la aiuti se non ce la fa da sola. Buona serata. Dott. Bruno Ramondetti

Buonasera. Mi spiace molto per il suo disagio. Penso in primo luogo sia utile parlare con il suo medico di base così da escludere eventuali cause organiche. Poi se ha ansia le consiglio di contattare uno psicoterapeuta per poter intraprendere un percorso mirato.
Spero possa risolvere questo malessere.
Cordialmente
Dott.ssa Francesca Torretta

Salve, prima di tutto credo che sia opportuno rivolgere questa domanda al suo medico di fiducia.
Buona giornata.
Dott. Fiori


Prenota una visita
Gentile utente i sintomi da lei descritti possono essere ricondotti a un quadro ansioso ma è importante escludere eventuali cause organiche chiedendo un parere al medico curante. Escluse queste le consiglio di valutare l’idea di intraprendere un percorso psicologico per approfondire la sua situazione e comprendere le cause che generano l’ansia. Rimango disponibile, un cordiale saluto, Dott.ssa Paola Trombini

Buonasera, si , potrebbe essere ansia. Parli prima con il suo medico di base per escludere un problema fisico. Se non c'è causa organica potrebbe essere un sintomo psicosomatico. Pensi se c'è qualcosa che la preoccupa in questo periodo o ha trascorso un periodo di stress o se c'è qualcosa che le fa paura. Provi ad ascoltare il sintomo, cosa le sta comunicando di lei? Cordiali saluti dottoressa Adriana Casile

Salve. Ne parli col medico per escludere cause organiche. Se volesse approfondire il problema ansia, può rivolgersi ad uno psicologo o psicoterapeuta, così potrebbe anche affrontare il problema del fumo. Distinti saluti

Cara utente,
chieda ai suoi genitori di fissare una visita con il medico di riferimento. Esclusa una causa organica proverei a chiedere un consulto psicologico per indagare eventualmente una sintomatologia ansiosa.
Resto a disposizione.
Dott.ssa Francesca Tardio

Buonasera, sono d'accordo con i miei colleghi che mi hanno preceduta, prima di tutto deve farsi visitare per questa tosse. molto probabilmente così giovane sarebbe meglio non fumare che le fa solo male. Consulti uno psicoterapeuta per elaborare le cause della sua ansia che forse sta sfogando con il fumo, forse ci potrebbero essere altri modi che in terapia potrà elaborare, la saluto cordialmente, dott Eugenia Cardilli.
Prenota subito una visita online: Primo colloquio individuale - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Cara ragazza,

provi ad esprimere queste sue difficoltà anche ai suoi genitori, potrebbe esser presa in esame la possibilità di iniziare una psicoterapia con uno specialsta. Col tempo potrebbe imparare a gestire meglio gli stati di agitazione che la accompagnano in determinate fasi della giornata. E' molto giovane, sia dia questo possibiltà, ne vale la pena!

Un caro saluto
Dottor Diego Ferrara

Buongiorno, in primo luogo le consiglio di consultare il suo medico curante al fine di valutare se sussistono delle cause organiche e fisiologiche al suo disagio.
Accertato che queste non sussistono Le consiglio di intraprendere un percorso con un professionista al fine di valutare i fattori scatenanti del disagio che vive ( da quanto tempo si manifesta c’è stata una particolare situazione un particolare pensiero che lo ha innescato?) fattori di mantenimento (in quali stazioni si manifesta questo disagio? Quali pensieri ho in quel momento? Quali conseguenze teme che potrebbero accadere?)
Un percorso con un professionista può aiutarla a comprendere meglio il suo disagio Ed affrontarlo nel miglior modo possibile. Cordiali saluti Dottor Luca Ferretti

Buongiorno, come suggerito dai colleghi consulti il medico di base per escludere patologie organiche. Ho letto che si definisce ansiosa, può valutare di iniziare un percorso psicologico. Essendo lei minorenne sarà necessario il consenso informato da parte dei suoi genitori.
Resto a disposizione, saluti

Gentile Utente, mi dispiace per il disagio che descrive. Concordo con i colleghi nel suggerirle di riferire quanto ha scritto anche al suo medico. Allo stesso modo, ritengo utile la possibilità di effettuare un colloquio psicologico (sarà necessario il consenso informato da parte dei suoi genitori data la sua età). L'organismo funziona come un sistema unificato, non è possibile separare la componente organica da quella psicologica. Così com'è stata capace di prestare attenzione ai suoi sintomi e di formulare la sua richiesta, se vuole, può prendersi cura delle sue difficoltà e riscoprire le sue risorse. Resto a sua disposizione, dott.ssa Valentina Cecchi

Dalle sue parole sembra attraversare un momento davvero particolare che meriterebbe di essere condiviso. I suoi vissuti, anch'essi così importanti e delicati, necessiterebbero di essere ascoltati e approfonditi in un contesto terapeutico, certamente un percorso psicologico la aiuterebbe a fare chiarezza e ad affrontare questo momento. La psicoterapia è prima di tutto un viaggio, un'esplorazione di noi stessi con la compagnia di qualcuno a cui affidarsi e su cui poter contare che può aiutarci a conoscerci meglio, a sondare parti di noi emozioni, pensieri, prospettive ancora sconosciuti che è arrivato il momento di incontrare. Le suggerisco di valutare l'inizio di un percorso di terapia con la compagnia di qualcuno che si sintonizzi al meglio con le sue necessità e aspettative, in caso mi trova disponibile ad riceverla (attraverso la video-consulenza online) e, se mi permette, la invito con piacere a ritagliarsi qualche minuto per leggere la mia descrizione presente su questa piattaforma e farsi una prima idea di me del mio approccio; se la lettura le piacerà e se la motiverà a mettersi in gioco (scegliere di affrontare il nostro dolore è una scelta molto coraggiosa e una scommessa su noi stessi!), mi troverà felice di accoglierla. Resto a sua disposizione e, se vuole, la aspetto. Un gentile saluto

Salve! Il fatto che esprima ansia andrebbe comunque valutato per consentirsi di stare meglio e liberarsi da alcuni sintomi. Se vuole può contattarmi. Dott. Tiziana Bisegna

Salve, data la sintomatologia dubbia le consiglio prima di escludere una problematica organica, quindi parlarne con i suoi genitori e chiedere degli accertamenti al suo medico. In contemporanea per definire la sua ansia le consiglio di chiedere supporto ad uno psicologo, sempre dopo averne parlato con i suoi genitori, essendo ancora minorenne sarà necessario un loro minimo intervento. A disposizione Dott.ssa Maria Elisa

Ciao, cerca di parlarne con i tuoi genitori e di fare una prima visita dal medico di base. Se dovesse essere una problematica legata all'ansia potrai insieme a loro scegliere una figura a cui affidarti. Rimango a disposizione se hai bisogno.
Dott.ssa Federica Leonardi

Buonasera, mi pare preoccupata per la sua salute. Le consiglio di farsi visitare dal suo medico curante e se ciò che prova dovesse rivelarsi un sintomo ansioso, rivolgersi ad uno psicoterapeuta per un consulto.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Buongiorno. Meglio sentire il parere del medico curante.

Saluti

MT

Buonasera, penso che al momento attuale, rivolgersi ad uno psicologo potrebbe esserle di aiuto per fare chiarezza e avere maggiore comprensione del periodo e della difficoltà che sta vivendo. Un saluto, Dott. Alessandro D'Agostini

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.