Ecografia addome completo

L'ecografia addome completo è un tipo di imaging diagnostico medico che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini degli organi all'interno della cavità addominale. Questa procedura non invasiva è sicura e non espone a radiazioni. Si tratta di una tecnica di imaging in tempo reale, il che significa che può mostrare il movimento degli organi interni del corpo così come il flusso sanguigno attraverso i vasi sanguigni.

Scegli la città in cui stai cercando il servizio

A cosa serve un'ecografia addome completo

Un'ecografia dell'addome completo è uno strumento diagnostico versatile con una vasta gamma di applicazioni. Viene utilizzata per esaminare gli organi e le strutture all'interno dell'addome, tra cui il fegato, la cistifellea, la milza, il pancreas, i reni, la vescica e l'aorta addominale. Può aiutare a diagnosticare una varietà di condizioni e valutare i danni dopo una malattia o un infortunio.

Uno specialista può utilizzare un'ecografia addome completo per guidarli durante determinate procedure mediche, come le biopsie con ago. In questa procedura, un ago viene utilizzato per prelevare un piccolo campione di cellule da un organo per i test di laboratorio. L'ecografia aiuta lo specialista a vedere la posizione dell'organo in tempo reale, rendendo la procedura più sicura e accurata.

Inoltre, un'ecografia addome completo può essere utilizzata per monitorare la crescita e lo sviluppo del feto durante la gravidanza. È spesso la prima tecnica di imaging utilizzata per esaminare l'utero e le ovaie in una donna che presenta dolore pelvico, sanguinamento anomalo o altri problemi mestruali. Può anche aiutare a identificare la causa di dolori addominali o distensioni inspiegati.

Come funziona un'ecografia addome completo

Un'ecografia dell'addome completo funziona trasmettendo onde sonore ad alta frequenza nel corpo mediante una sonda. Le onde sonore viaggiano attraverso il corpo e colpiscono un confine tra i tessuti (ad esempio, tra il fluido e il tessuto molle, il tessuto molle e l'osso). Alcune delle onde sonore vengono riflesse alla sonda, mentre alcune continuano finché raggiungono un altro confine e vengono riflesse.

Le onde sonore riflesse sono raccolte dalla sonda e trasmesse alla macchina ecografica. La macchina calcola la distanza dalla sonda al tessuto o all'organo utilizzando la velocità del suono nel tessuto (1540 m/s) e il tempo di ritorno di ciascun eco, quindi utilizza queste informazioni per generare un'immagine.

In sostanza, la macchina ecografica forma le immagini dagli echi delle onde sonore che invia. La forza (ampiezza) dell'eco determina la luminosità dell'immagine, mentre il tempo che impiega l'eco a tornare determina la profondità o la distanza.

Quanto dura un'ecografia addome completo

In media, una procedura di ecografia addome completo può richiedere circa 30 minuti per essere completata. Tuttavia, la durata esatta può variare a seconda dell'area esaminata e della natura dell'esamew. Ad esempio, un esame più dettagliato per casi complessi potrebbe richiedere più tempo.

È importante notare che questo è il tempo effettivo di scansione e non include il tempo necessario per la preparazione, la discussione con l'ecografista o l'attesa della procedura. Quindi, quando si pianifica un'ecografia addome completo, potrebbe essere necessario destinare più tempo all'intero processo.

È generalmente una procedura facile e diretta. L'ecografista guiderà il paziente durante l'intero processo, e so possono riprendere le attività normali immediatamente dopo la scansione.

Ecografia addome completo: costo medio in Italia

Determinare il prezzo medio di un'ecografia dell'addome completo può essere complicato, poiché dipende da diversi fattori. Questi includono l'ubicazione geografica, la struttura in cui viene eseguita la scansione e la possibile copertura assicurativa.

In generale, il costo di un'ecografia addome completo può variare da 60€ a 200€. Se si dispone di un'assicurazione sanitaria, potrebbe coprire parte o tutto il costo, a seconda della polizza.

Ecografia addome completo: specialisti e cliniche consigliati

Roma

CENTRO MEDICO CARTESIO

Endocrinologo, Urologo, Dentista

, Fisioterapista, Ginecologo, Oculista, Ortopedico, Ortodontista, Allergologo, Cardiologo, Radiologo, Diabetologo, Andrologo, Medico estetico, Medico certificatore, Posturologo, Massofisioterapista, Immunologo, Igienista dentale, Ecografista Altro
Largo Bacone, 16 scala C, 1^ piano, Roma
645 recensioni
Mostra profilo
Roma Medical Center srl

Endocrinologo, Urologo, Gastroenterologo

, Ginecologo, Oculista, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Pediatra, Geriatra, Allergologo, Cardiologo, Diabetologo, Angiologo, Medico legale, Nutrizionista, Agopuntore, Radiologo diagnostico, Fisiatra Altro
Viale Cortina d'Ampezzo, 246, Roma
1075 recensioni
Mostra profilo

Milano

Centro Specialistico Sinapsi

Endocrinologo, Logopedista, Urologo

, Fisioterapista, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ostetrica, Ginecologo, Ortopedico, Pediatra, Radiologo, Andrologo, Nutrizionista, Agopuntore, Neuropsichiatra infantile, Senologo, Chirurgo Altro
Via Caduti Bollatesi 14, Bollate
881 recensioni
Mostra profilo
Centro Medico PROXIMA

Proctologo, Logopedista, Psicologo

, Fisioterapista, Psicoterapeuta, Ostetrica, Ginecologo, Dietista, Sessuologo, Dermatologo, Ortopedico, Otorino, Pediatra, Cardiologo, Nutrizionista, Osteopata, Agopuntore, Posturologo, Massofisioterapista, Chirurgo vascolare, Senologo, Ecografista, Chinesiologo, Tricologo Altro
Corso Buenos Aires 23, Milano
321 recensioni
Mostra profilo

Napoli

Centro MTN - Medicina e Territorio Napoli

Endocrinologo, Proctologo, Urologo

, Psicologo, Gastroenterologo, Fisioterapista, Neurologo, Psicoterapeuta, Psichiatra, Ginecologo, Dietista, Sessuologo, Oculista, Dermatologo, Ortopedico, Pneumologo, Otorino, Nefrologo, Reumatologo, Chirurgo generale, Geriatra, Medico di medicina generale, Epatologo, Chirurgo plastico, Anestesista, Internista, Cardiologo, Cardiochirurgo, Diabetologo, Andrologo, Medico legale, Nutrizionista, Osteopata, Medico estetico, Professional counselor, Fisiatra, Medico certificatore, Audioprotesista, Senologo, Chirurgo pediatrico, Terapista del dolore, Psicologo clinico, Venereologo, Chirurgo estetico, Chirurgo vertebrale, Biologo della riproduzione, Ecografista, Infermiere Altro
Corso Umberto I 23, Napoli
635 recensioni
Mostra profilo
Studio Zurzolo

Ostetrica, Ginecologo, Senologo

Via Martiri D'Otranto, 111, Napoli
2181 recensioni
Mostra profilo

Torino

SIOM SRL

Urologo, Dentista, Neurologo

, Ginecologo, Ortopedico, Otorino, Ortodontista, Cardiologo, Nutrizionista, Osteopata, Radiologo diagnostico, Chirurgo vascolare, Ecografista Altro
64, Corso Dante Alighieri, Torino
205 recensioni
Mostra profilo
Aurora Poliambulatorio

Dermatologo, Otorino, Internista

, Cardiologo, Radiologo diagnostico, Chirurgo Altro
corso brescia 89/d, Torino
109 recensioni
Mostra profilo

Domande frequenti

Cosa può rilevare un'ecografia addominale completa?

Un'ecografia addominale può rilevare una varietà di condizioni e anomalie all'interno degli organi e delle strutture dell'addome. Può aiutare a identificare problemi come calcoli renali, malattie del fegato, calcoli biliari e aneurismi dell'aorta addominale.

Può anche rilevare e monitorare tumori, cisti o altri tipi di crescita negli organi. Se si avvertono dolori addominali inspiegabili, un'ecografia può aiutare a determinare la causa, sia essa appendicite, colecistite infiammata o altre condizioni.

Nelle donne, un'ecografia addominale può essere utilizzata per esaminare l'utero e le ovaie, contribuendo a rilevare condizioni come fibromi, sindrome dell'ovaio policistico o gravidanza extrauterina. Negli uomini, può essere utilizzata per controllare la prostata per segni di ingrossamento o cancro.


A partire da quale settimana viene eseguita l'ecografia dell'addome completo?

Nel contesto della gravidanza, un'ecografia addominale può essere eseguita a partire dalla settima settimana circa. Tuttavia, la visibilità e il dettaglio dell'ecografia possono variare a seconda dello stadio della gravidanza e della posizione del feto.

Nelle prime settimane di gravidanza, un'ecografia transvaginale potrebbe fornire un'immagine più chiara. Ma man mano che la gravidanza avanza, un'ecografia addominale diventa più efficace. Dalla diciottesima alla ventesima settimana circa, un'ecografia addominale può essere utilizzata per una scansione anatomica per verificare lo sviluppo del feto e rilevare eventuali anomalie.

È importante notare che il timing e la frequenza delle ecografie durante la gravidanza possono variare in base alla salute individuale, alla salute del feto e alle raccomandazioni dello specialista.


L'ecografia addominale viene eseguita a stomaco vuoto?

Se è necessario avere lo stomaco vuoto per un'ecografia dell'addome dipende dall'organo o dalla struttura in esame. Per alcuni tipi di scansioni, come un'ecografia del fegato o della cistifellea, potrebbe essere richiesto di digiunare per diverse ore prima della procedura per garantire una chiara visibilità degli organi.

D'altra parte, per un'ecografia pelvica o un'ecografia gravidica, potrebbe essere richiesto di presentarsi con la vescica piena. La vescica piena funge da finestra che consente alle onde sonore di passare nella pelvi e creare un'immagine più chiara.

In ogni caso, la struttura medica o lo specialista forniranno istruzioni specifiche su come prepararsi per l'ecografia, comprese eventuali restrizioni o requisiti dietetici.


Preparazione per un'ecografia all'addome completo: cosa posso mangiare o bere?

La preparazione per un'ecografia addominale può variare in base al tipo di scansione. Per alcune scansioni, potrebbe essere necessario digiunare per un certo periodo prima della procedura. Ciò significa tipicamente niente cibo o bevande, tranne l'acqua, per circa sei-otto ore prima dell'ecografia.

Ciò è dovuto al fatto che cibo indigerito nello stomaco e urina nella vescica possono bloccare le onde sonore, rendendo difficile al sonografo ottenere un'immagine chiara degli organi. Se si sta effettuando una scansione della cistifellea, del fegato, del pancreas o della milza, è probabile che si debba evitare di mangiare o bere determinati cibi e bevande.

Tuttavia, per altri tipi di scansioni, potrebbe essere necessario bere una certa quantità di acqua prima del test per assicurarsi che la vescica sia piena. In tali casi, è essenziale seguire le istruzioni fornite dallo specialista.


Cosa aspettarsi durante un'ecografia addominale?

Durante un'ecografia addominale, ci si può aspettare di essere sdraiati per la durata della procedura. Sarà richiesto di esporre l'area dell'addome che viene esaminata, e probabilmente sarà necessario rimuovere eventuali oggetti che potrebbero interferire con la scansione.

Il sonografo applicherà un gel caldo sulla pelle, che potrebbe sembrare un po' freddo all'inizio. Successivamente, premerà la sonda sulla pelle e la muoverà per catturare immagini degli organi. Non si dovrebbe sentire dolore, ma potrebbe esserci una certa pressione o disagio, specialmente se la scansione viene effettuata su un'area in cui si avverte dolore.

Durante la scansione, la stanza potrebbe essere oscurata per consentire al sonografo di vedere meglio le immagini sul monitor. Si sentirà un suono pulsante dalla macchina, che è il suono delle onde ultrasoniche.

Una volta completata la scansione, il sonografo detergerà il gel dalla pelle. A quel punto, ci si può vestire e continuare la giornata normalmente, a meno che il medico non dia altre istruzioni.


Come appare un'ecografia addominale normale?

In un'ecografia addome completo, gli organi e le strutture all'interno dell'addome appariranno come diverse tonalità di grigio. Le strutture o gli organi pieni di liquido, come la cistifellea o la vescica, di solito appaiono neri, poiché il liquido non riflette onde ultrasoniche. Gli organi o le strutture solide, come il fegato o il pancreas, invece riflettono più onde ultrasoniche e quindi appaiono più chiari o grigi.

Il sonografo o il radiologo interpreterà le immagini dell'ecografia in base all'aspetto, alle dimensioni e alla forma degli organi, e alla presenza di eventuali anomalie. Ad esempio, una massa o un tumore potrebbe apparire come una struttura solida con contorni irregolari, mentre una cisti potrebbe apparire come una sacca piena di liquido con contorni regolari.

È importante ricordare che, sebbene un'ecografia possa fornire informazioni preziose sulla struttura e sulla funzione degli organi nell'addome, è solo uno strumento nel processo diagnostico. Lo specialista terrà conto delle conclusioni dell'ecografia insieme ai sintomi, alla storia clinica del paziente e ai risultati di altri test per formulare una diagnosi.

Domande su ecografia addome completo

I nostri esperti hanno risposto a 3 domande su ecografia addome completo

Salve, non c'è indicazione ad assumere suddetti prodotti prima di effettuare ecocolorDoppler degli arti inferiori.

Alcune cisti renali dopo i 50 anni sono frequenti. C'è fegato aumentato con steatosi. Probabilmente è sovrappeso (non dice altezza e peso); è diabetico o ha ha parenti diabetici?
Già…