Salve a tutti, sono una donna e ho 28 anni. E' da quasi un anno e mezzo che ho tanti problemi, ho se

24 risposte
Salve a tutti, sono una donna e ho 28 anni. E' da quasi un anno e mezzo che ho tanti problemi, ho sempre mal di pancia e diarrea, a volte male e a volte bene, dormo male e mi risveglio sempre ogni notte quando. Sono sempre stanca anche se mi riposo e mangio poco. Ho tanti pensieri nella testa e nemmeno tranquilla. Cosa devo fare? Ho bisogno del vostro aiuto perché sto soffrendo molto per la mia salute. Grazie
Salve, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso. Ritengo che sia importante, in prima battuta, rivolgersi al proprio medico curante per indagare eventuali cause organiche. Ritengo che sia importante che lei intraprenda un percorso psicologico per indagare cause, origini e fattori di mantenimento dei suoi sintomi e trovare strategie utili per fronteggiare le situazioni particolarmente problematiche.
Cordialmente, dott FDL

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Salve,
capisco che avere questi disturbi per cosi tanto tempo causi tanta sofferenza. Le consiglierei di rivolgersi ad un psicoterapeuta per poter capire meglio la tipologia dei suoi pensieri e nel frattempo con il suo medico di base fare degli esami per capire se ci sono o meno cause organiche (esempio delle intolleranze alimentari) per il suo mal di pancia e diarrea. Vedrà che lavorando su più fronti riuscirà a stare meglio.
Cordiali saluti.

Salve, io credo che, per il suo caso, potrebbe essere utile intraprendere anche un percorso psicoterapeutico al fine di individuare le cause psicosomatiche della sua problematica. Cordiali saluti

Gentile signora, capisco quanto possa essere difficile vivere una situazione del genere, ma purtroppo senza avere un quadro completo della situazione, della sua storia e dei suoi sintomi non è possibile darle dei suggerimenti validi.
Ciò che però mi sento di consigliarle di cuore è rivolgersi a qualcuno che la possa ascoltare e aiutare affinché possa migliorare la sua qualità di vita.
Resto a disposizione.
Un caro saluto

Cara utente, per le difficoltà di carattere intestinale provi a sentire il suo medico di base, sono certa che la potrà aiutare. I disturbi del sonno ed il malessere generale che lamenta possono essere una conseguenza ai disturbi fisici o anche la causa. Iniziando i controlli di routine sono certa che la sua mente inizierà a trovare sollievo alle prime risposte, e dopo aver escluso qualsiasi fastidio di natura organica provi a valutare l' idea di rivolgersi ad un psicologo che certamente potrà dare sollievo ai tanti pensieri che la preoccupano.
Un caro saluto
Dott.ssa Scaglione

Buonasera, e’ importante che affronti le problematiche indagando le necessità fisiche e organiche con il suo medico di base che certamente le consigliera gli eventuali approfondimenti da fare. Inoltre sarà utile che possa consultare uno psicologo/ psicoterapeuta che possa valutare se possano esserci anche aspetti psicosomatici e stati emotivi che concorrono al suo stato di malessere generale.
Rimango disponibile per un eventuale approfondimento. Saluti
Dottssa Daniela Guzzino

Buonasera, mi spiace per la sofferenza che esprime. Ha già consultato il sui mediche per escludere cause fisiche al suo malessere? Se si, le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta che la aiuterà sicuramente a trovare il modo di stare meglio. Un caro saluto.

Cara utente, i sintomi che descrive hanno bisogno di essere indagati al livello medico innanzitutto. Se non dovessero riscontrare nessun problema a quel punto è opportuno che si rivolga ad uno psicoterapeuta che possa aiutarla a capire cosa nascondono questi sintomi e come risolverli.
Saluti,
Dott.ssa Federica Leonardi

Buonasera,
per i sintomi che descrive sarebbe utile parlare con il Suo medico. Per i tanti pensieri nella testa e la mancanza di tranquillità potrebbe rivolgersi a uno psicologo, in modo da capire meglio e cercare poi insieme delle soluzioni. Se il medico non dovesse riscontrare problemi a livello fisico, si potrebbe cominciare a ragionare su possibili problemi di tipo psicosomatico. Ma la cronologia delle indagini è necessario che sia questa. Se ha già parlato con il medico, ma semplicemente manca questa informazione nel testo, Le consiglierei di cercare direttamente uno psicologo che Le ispiri fiducia e di iniziare a lavorare sui problemi descritti. Le auguro di risolvere quanto prima. Un caro saluto, Dott.ssa Katarina Faggionato

Cara utente mi dispiace molto per la sua condizione psicofisica. Ha mai spiegato i suoi sintomi al medico di base per escludere cause organiche. In contemporanea proverei a chiedere una consultazione psicologica per comprendere la natura dei suoi pensieri. Resto a disposizione. Dott.ssa Francesca Tardio

Gentile utente mi spiace per la sua condizione psicofisica, potrebbe rivolgersi al suo medico curante per indagare la natura dei sintomi fisici e parallelamente intraprendere un percorso psicoterapeutico per indagare la natura dei suoi pensieri. Se gli esami escluderanno cause organiche allora potrà affrontare all’interno della terapia anche la sintomatologia corporea per comprendere il suo significato profondo.
Un caro saluto
Dott.ssa Paola Trombini

gentile sig.ra , la situazione come ben comprende, manifesta un disagio che come tale va approfondito in sede appropriata. può prendere in considerazione la possibilità di una consulenza da uno/a psicologo psicoterapeuta.
un cordiale saluto
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 80 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buonasera, ha riflettuto se proprio questi suoi tanti pensieri possano essere la causa del suo malessere?! È importante, se non l'avesse ancora fatto, parlare dei suoi sintomi con il suo medico in modo tale da escludere cause organiche. Successivamente, qualora fosse tutto nella norma, si potrebbe pensare ai suoi sintomi come a reazioni psicosomatiche rispetto al suo disagio. Quali sono questi pensieri? Da quando ce li ha? Sono domande alle quali sarebbe importante rispondere per iniziare a mettere un po' di ordine dentro di sé e riprendere in mano la sua vita.
Rifletta quindi sulla possibilità di iniziare un percorso psicologico che possa aiutarla a superare questo periodo così difficile per lei.
Resto a disposizione, un caro saluto, dottoressa Paola De Martino

Buonasera, sicuramente è comprensibile il suo disagio ed è possibile che l'insieme di sintomi che descrive sia indice di una difficoltà di natura psicologica relativamente ad una situazione che sta vivendo che non le appartiene completamente o della quale sente di avere scarso controllo. Indubbiamente servirebbe approfondire eventuali tematiche all'interno di un percorso psicologico individuale in modo tale da andare a comprendere quali possono essere la cause di questo suo disagio anche fisico. I sintomi somatici non sono immaginari spesso sono dovuti ad alterazioni fisiologiche reali collegate ad eventi di natura psicologica anche se, non sono presenti patologie mediche. Quest'ultimo aspetto logicamente va valutato con il proprio medico di base ed eventuali visite specialistiche su suo suggerimento.
Resto a disposizione
Dott.ssa Sonia Ghirardelli
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 60 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buongiorno,la descrizione dei suoi disturbi intestinali fa pensare ad una componente psicosomatica.Sono convinta che è necessario appoggiarsi ad un medico di fiducia ma è altrettanto necessario affrontare le cause psicologiche che in questa fase della sua vita le stanno segnalando un malessere diffuso Corpo e mente hanno una stretta correlazione ,non si può prescindere da una comprensione psicologica.Lavoro da molti anni in campo psicosomatico ,sono disponibile.Un caro saluto dottssa Luciana Harari

Gentile utente di mio dottore,
i problemi allo stomaco sono spesso riconducibili ad una dimensione prettamente ansiosa. Probabilmente in questo particolare momento della sua vita diverse difficoltà potrebbero aver aperto in lei una crisi che potrebbe però essere però un qualcosa di positivo. Potrebbe esser arrivato il momento di fermarsi e ricominciare a pensare a se nella sua totalità. Volesse approfondire il discorso non esiti a contattarmi in privato.

Un caro saluto
Dott. Diego Ferrara
Prenota subito una visita online: Psicoterapia individuale - 50 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Gentile utente,
scrive di avere tanti pensieri nella testa, sono questi che possono creare disturbi di cui parla. Non si può dare una risposta con così poche informazioni. Quello che può fare è rivolgersi ad uno psicologo per condividere questi pensieri, capirli e affrontare eventuali questioni che possono emergere. È utile spesso prendersi uno spazio per se stessi, per ritrovare serenità e le giuste energie. Un cordiale saluto

Ci sono due livelli da affrontare. L'aspetto del malessere fisico del quale è importante per prima cosa escludere le cause più prettamente organiche.
Il secondo aspetto riguarda invece la dimensione più "mentale". Quella che,a volte, ci impedisce di affrontare il problema anche a livello "medico". O che ci fa vivere una situazione spiacevole, in modo ancora più difficoltoso anche nel caso in cui le cause organiche siano chiare.
Mi sento insomma di consigliare un consulto psicologico sia che i sintomi descrivi siano ascrivibili a un problema medico sia che non lo siano ( e in questo caso il consiglio è un forte consiglio).

Prenota subito una visita online: Consulenza online - 50 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Caro utente, molte volte il corpo segnale un stato di malessere attraverso varie sintomatologie , come nel suo caso. Il mio consiglio è di rivolgersi ad un terapeuta per intraprendere un percorso profondo.
Saluti

Gentile Signora per prima cosa sembra opportuno un consulto con un medico di sua fiducia contestualmente può essere una buona possibilità contattare uno psicoterapeuta per valutare l'importanza dei vissuti legati al disagio psicologico che emergono nella sua breve nota. Un cordiale saluto

Salve, rivolga prima di tutto questa domanda al suo medico di base.
Buona giornata.
Dott. Fiori

Buongiorno,

la invito a consultare il suo medico di base per escludere patologie organiche. In caso contrario si rivolga ad uno psicoterapeuta: il cammino non sarà brevissimo ma ne varrà la pena!

Cordialmente
Dott.ssa Stefania Romanelli

Gentile utente, sarebbe opportuno rivolgersi al suo medico curante e procedere con tutti gli esami necessari per verificare la sua condizione di salute generale. Dopo, se i referti dovessero dare tutti esito negativo, potrebbe pensare a cause di tipo psicologico per le quali è necessario un intervento di psicoterapia.
Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Buonasera, penso che al momento attuale, rivolgersi ad uno psicologo potrebbe esserle di aiuto per fare chiarezza e avere maggiore comprensione del periodo che sta attraversando. Un saluto, Dott. Alessandro D'Agostini

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.