Ciao sono una ragazza di 23 anni è un po di tempo che durante la giornata se sto in compagnia anche,
21 risposte
Ciao sono una ragazza di 23 anni è un po di tempo che durante la giornata se sto in compagnia anche,mi distacco con la mente e mi viene una sensazione bruttissima come se non riuscissi ad ingoiare la mia saliva come se la mia mente mi dice che non respiro...una cosa un po brutta..mi dura per un paio di secondi poi mi riprendono da sola
Ieri l'ho raccontata ad una persona è mi è scappato da piangere,ma non volevo piangere
Gentile utente,

è importante, per avere una visione più chiara del problema, comprendere se la sensazione si traduce in un'effettiva impossibilità di deglutizione o se si tratta esclusivamente di una sensazione soggettiva. Oltre a questo e alla sensazione di non riuscire a respirare, sperimenta qualcos'altro a livello fisico ed emotivo? Ha notato in quali momenti tende a capitarle più spesso?

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera, il consiglio è quello di rivolgersi a uno psicoterapeuta per raccontare e raccontarsi in uno spazio di ascolto tutto Suo. L'angoscia, o l'ansia come spesso viene chiamata, può prendere molteplici forme e stare alla base degli episodi che lei illustra.
In bocca al lupo,
SM

Buongiorno cara, consiglio di contattare uno psicologo per comprendere l'episodio in un modo più ampio così da ricevere giusta attenzione rispetto alla problematica che racconta. Sarebbe infatti importante anche capire che cosa abbia innescato il pianto. Rimango a disposizione nel caso può contattarmi privatamente.

Buongiorno, immagino come le sensazioni che ci descrive possano causarle un disagio notevole. Il mio consiglio è quello di contattare uno psicologo e, insieme, provare ad analizzare sotto vari aspetti questi episodi che le capitano, come ad esempio in che momenti si verificano più spesso, da quanto sono iniziati, se accompagnati da altri sintomi fisici... così da avere un quadro completo e poterci lavorare su. Un caro saluto

Gentile utente, quello che descrive fa pensare ad un principio di quello che si potrebbe definire disturbo d' ansia. Vuol dire tutto e niente nel senso che solo lei può fornire una lettura autentica di ciò che le sta capitando. In ogni caso credo che provare a consultare uno psicoterapeuta potrebbe aiutarla ad comprendere meglio quello che sta emergendo. Senza allarmismi, con la giusta attenzione. Un saluto,
MG

Buonasera! Gli elementi che fornisce sono pochi per individuarne la causa. Dovrebbe contattare uno psicoterapeuta per inquadrare meglio la sua difficoltà e le possibili soluzioni.
Saluti
Dott.ssa Valeria Randisi

Gentile utente La manifestazione somatica si collega ad una emozione e sarebbe necessario che lei possa comprendere più da vicino quale sia l’esperienza o l’evento generatore perché poi possa elaborare il problema.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo specializzato in psicoterapia.
Un cordiale saluto
Prenota subito una visita online: Consulenza online - 75 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Buonasera, mi sembra di percepire, da questo suo breve racconto, dei sintomi riconducibili all'ansia. Probabilmente si innesca una reazione a livello inconscio che lei non percepisce e che si sfoga poi attraverso il corpo. Le consiglio vivamente di considerare una terapia anche perché tale reazione potrebbe peggiorare. Un saluto e un in bocca al lupo.

Cara ragazza ho avuto una percezione di netta agitazione e tristezza inespressa dalle sue parole. Forse è una mia suggestione, ma andrei a fondo. Valuti la possibilità di un colloquio con uno psicoterapeuta per capire meglio cosa le sta accadendo. Un caro saluto

Buonasera, i pochi elementi che descrive possono far pensare a una problematica ansiosa. Sarebbe importante ottenere da lei maggiori informazioni, per poterla aiutare a cogliere il suo malessere. Valuti la possibilità di richiedere una consulenza psicologica, per affrontare insieme queste sue emozioni negative.
Resto a disposizione per qualunque maggiore informazione.
Un caro saluto, dott.ssa Paola De Martino

Buonasera, ci dà poche notizie su di lei, sarebbe bene che ci scrivesse che cosa stava succedendo nella sua vita quando ha cominciato a percepire i suoi sintomi con una base ansiosa. Cmq la cosa migliore per lei è di consultare una psicoterapeuta ed elaborare che cosa c'è dietro ai suoi sintomi, se non fa una buona psicoterapia difficilmente capirà xchè lei avverte tali disturbi, la saluto cordialmente, dott.Eugenia Cardilli.
Prenota subito una visita online: Primo colloquio individuale - 50 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Salve. Le informazioni che ci fornisce sono poche. Certamente lei sembra descrivere una situazione dove viene sopraffatta da sensazioni spiacevoli psichiche e somatiche. Le suggerisco un approfondimento in sede terapeutica.
Troverà certamente sollievo dai suoi sintomi. Le faccio i miei migliori auguri di buon proseguimento.
Cordiali saluti Dottor Emanuele Grilli Psicologo e Psicoterapeuta.

Buongiorno, ha già effettuato una visita medica per tale sintomatologia?
Detto ed effettuato questo, sicuramente sarebbe molto utile percorso psicologico / psicoterapeutico.
Le auguro una buona giornata

Buongiorno,
la sensazione di non respirare è spesso legata a stai ansiosi. ma andrebbe approfondita la sintomatologia per arrivare a capire bene cosa causa questi stati spiacevoli.
Una valutazione psicologica sarebbe buona.

Come ripetuto dai diversi colleghi, questi pochi elementi potrebbero indicare una reazione emozionale (come il pianto spontaneo segnala) e sintomi di ansia. Posso formulare solo ipotesi; andrebbero esplorati approfonditamente anche il periodo che sta attraversando e la sua storia personale. Una consulenza psicologica potrebbe aiutarla in questo, dopo un consulto medico se lo ritenesse necessario. In bocca al lupo

Gentile utente di mio dottore,

la sintomatologia da lei descritta potrebbe esser di natura psicogena. Dietro al sintomo potrebbe celarsi un malessere più profondo. La invito a contattare uno psicoterapeuta al fine di poter approfondire il significato del suo sintomo all'interno della sua vita relazionale, e la funzione che in questo momento ricopre.
Nella speranza di averle fornito il miglior supporto possibile.
Un caro saluto
Dott. Diego Ferrara

Cara ragazza, capisco il suo disagio. Le consiglio di fissare un colloquio con un professionista che possa aiutarla a capire e affrontare questo momento. Mi contatti pure se ha biaogno.
Dott.ssa Federica Leonardi

Salve, a volte si tende a sottovalutare i segnali che invia il corpo.
Non è possibile fare una diagnosi per le poche informazioni ricevute, la invito comunque a rivolgersi ad un professionista per avere le risposte che cerca.
Sono a sua disposizione.
Buona giornata.
Dott. Fiori

Cara ragazza, sono sensazioni estremamente difficili da sopportare. Ho avuto casi simili, associabili ad un disturbo ossessivo. Non faccia passare troppo tempo per non far cronicizzazione il problema e si rivolga ad uno psicoterapeuta. Le consiglio un approccio cognitivo-comportamentale.

Salve,
esclusa la causa organica, il suggerimento è di parlarne con uno psicologo per comprendere la natura dell'episodio.
Un saluto,
MMM

Gentile, ciò che descrive sembra avere a che fare con un vissuto emotivo che trova sfogo nel corpo, un corpo che in questo momento nelle sue manifestazioni sembra che stia vivendo come distante e preoccupante. La invito ad approfondire maggiormente tali vissuti in una sede opportuna, in consulenza psicologica.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.