Salve. Io e il mio ragazzo con riusciamo ad avere un rapporto. Per iniziare, arriva all’erezione dop

4 risposte
Salve. Io e il mio ragazzo non riusciamo ad avere un rapporto. Per iniziare, arriva all’erezione dopo almeno 40 minuti, se non di più, e quando siamo sul punto di farlo, non riesce a farlo entrare perché si ammoscia appena prima. Questo una prima volta. Allora sempre ci riproviamo una seconda volta, e questa volta non riesce proprio a raggiungere l’elezione. Ci abbiamo provato moltissime volte, e ormai ogni volta che ci proviamo succede così. Cosa potremmo fare?
Buongiorno,

Suggerirei di consultare un medico in prima istanza per chiarire la fonte del problema alla radice. Esistono comunque varie terapie, a seconda della tipologia di problema, che risultano efficaci. Non mi potrei spingere a dire di più senza un'anamnesi accurata.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buona sera!! Consiglio al ragazzo di fare una visita da un andrologo per controllare la situazione. Quasi sicuramente andrà tutto bene dal punto di vista fisico ed allora dovrà far qualcosa per risolvere il problema dal punyto di vista psicologico. L'ansia fa brutti scherzi!! Poi più uno ci prova e più fallimenti colleziona. E bene quindi rivolgersi, se come ho detto non c'è niente di fisico, ad una psicoterapeuta sessuologa che lo aiuterà a risolvere il problema. Sono eventualmente a disposizione. Un saluto. Lina Isardi
Salve, leggendo la sua richiesta comprendo bene la sua preoccupazione riguardo alla sua relazione sentimentale. La sessualità è un aspetto della vita molto più profondo di quello che possiamo immaginare, sia nell’aspetto individuale che nell’aspetto relazionale, di coppia. In questo caso non solo ci ritroviamo a fare i conti con le nostre inibizioni, le nostre fantasie, i nostri desideri, o le nostre paure, ma anche con la possibilità e quindi il timore, che l’altro\a possa accorgersene generando ulteriore disagio. In realtà quando possiamo escludere una causa medica o organica (facendo una visita dall’andrologo in questo caso) può essere molto utile iniziare a comprendere meglio quali sono quelle situazioni che consapevolmente o meno, contribuiscono a far nascere un “sintomo” nella sfera sessuale, che in questo caso nel suo compagno, dalle righe che posso leggere, mi sembra presentarsi come una difficoltà nel raggiungere l’erezione e nell’effettuare una penetrazione. In queste poche righe è davvero difficile poterle rispondere in modo breve e conciso date le aree che a mio avviso dovrebbero essere indagate. Vi consiglierei un percorso di psicoterapia, ma da decidere insieme o con lo specialista, di che tipo, se individuale o di coppia, con la possibilità di seguire una terapia sessuale.
Vi auguro di riuscire a comprendere e risolvere il vostro disagio. Un cordiale saluto
Dott.ssa Martina di Juvalta
Buongiorno. Il primo consiglio che in genere si dà in queste situazioni è quello di condurre visite andrologiche per escludere eventuali problematiche organiche. Una volta escluse, potrebbe essere utile un percorso con uno psicoterapeuta, così da esplorare il significato che il suo compagno dà alla penetrazione e se ci sia qualcosa in questo senso che lo blocca, impedendogli di portare a termine il rapporto sessuale. In questo modo si potrebbe costruire insieme a lui un percorso utile a farvi godere anche di questo aspetto della vita di coppia.
Mi rendo disponibile anche online per un percorso di questo genere.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Esperti

Valerio Rubino

Valerio Rubino

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Pesaro

Prenota ora
Angela Contesini

Angela Contesini

Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Livorno

Prenota ora
Daniele Vitale

Daniele Vitale

Psicologo, Sessuologo, Psicologo clinico

Roma

Prenota ora
Diego Italo Emilio Bonetti

Diego Italo Emilio Bonetti

Medico dello sport, Psicoterapeuta

Milano

Stefano Ciotti

Stefano Ciotti

Internista, Ginecologo, Ostetrica

Roma

Giorgio Pietro Folcia

Giorgio Pietro Folcia

Internista, Ginecologo, Ostetrica

Milano

Domande correlate

Hai domande?

I nostri esperti hanno risposto a 103 domande su sessuologia
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.