Gentili Dottori,
ho un problema nella gestione quotidiana della mia relazione. Credo di essere ossessionata dal tradimento del mio ragazzo dato che l'anno scorso ci siamo lasciati per qualche tempo perchè avevo scoperto tramite social che era solito intrattenere conversazioni con altre ragazze. Lui è tornato ammettendo i suoi errori ed io ho deciso di riprovarci per l'amore che provo per lui.
I primi mesi tutto ok, da qualche settimana a questa parte, si stanno rifacendo avanti le mie ossessioni da social, che mi portano ad indagare su ogni suo singolo movimento, e su quello delle persone a lui collegate. Questo mi porta inevitabilmente a chiedergli costantemente con chi è e che cosa sta facendo.

Come posso evitare di vivere male e rovinare inevitabilmente questa relazione e di stressarlo continuamente con le mie paure?

Vi ringrazio moltissimo!
Dr. Giovanni Castaldi
Dr. Giovanni Castaldi
Psicologo, Psicoterapeuta, Terapeuta
Milano
Carissima deve farsi un piccolo esame di coscienza . Le paure che lei avverte , la forte gelosia nei confronti del suo compagno che invalida la vostra relazione , sono oggettive oppure sono frutto di una sua fragilità o insicurezza psichica che scoppia nel momento in cui lei s'innamora , investe, ama una persona ? Se lei si ritrova in queste ultime mie affermazioni le consiglio di andare a fare dei colloqui psicologi perché la cosa non si risolve in un botta e risposta . Se vuole fissi un appuntamento grazie

Gentile Signora, proverò, analizzando i pochi dati forniti, a darLe qualche spunto di riflessione rispetto alla sua situazione. Il tradimento e 'l' ossessione da tradimento' sono due temi molto comuni che possono avere tante chiavi di lettura. Sicuramente l esperienza dello scorso anno che ha determinato una frattura nella coppia, rende difficile donare fiducia senza provare alcun sospetto o dubbio, ma Lei ci è riuscita. La inviterei a pensare a cosa è successo qualche settimana fa in concomitanza del ripresentarsi dell'ossessione e della relativa ricerca del danno. Comprendo il senso di angoscia che puo determinare un ossessione, in questo caso la paura di essere traditi, il bisogno di controllo, ma credo che sia necessario soffermarsi a riflettere sul significato dato al tradimento, e sforzarsi di analizzare obiettivamente la situazione in cui si trova per capire se si tratta di una paura motivata o meno.
Cordialmente.
Dr.ssa Caterina Cresciullo

Salve, capisco il suo disagio e l'angoscia che prova nel dubitare per l'ennesima volta del suo ragazzo. Per affrontare le sue paure sarebbe importante comprendere il suo funzionamento mentale per capire se le difficoltà sono dovute ad alcuni aspetti della sua personalità oppure legati oggettivamente alla relazione. “Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino”, questa frase di Jung sintetizza bene il fatto che il destino e le nostre scelte non sono legate al caso, ma dipende solo da noi. Mi occupo di psicologia online se vuole mi può contattare. Cordialità

Dott.ssa Fiammetta Favalli
Dott.ssa Fiammetta Favalli
Psicoterapeuta, Psicologo
Lido Di Ostia
Salve, da quello che scrive si sente continuamente minacciata da un eventuale tradimento del suo ragazzo. Ha paura e non si fida, come se la sua autostima dipendesse esclusivamente dal comportamento di lui. Credo che le sue ossessive ricerche e controlli dipendano dalle sue insicurezze. E' come se il comportamento corretto di lui la facciano sentire più sicura di sè. Credo che quello che possa aiuatarla sia concentrarsi su se stessa e per farlo può chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta che possa supportarla a riacquistare fiducia in se stessa e imparare ad avere meno paura, a prescindere il comportamento del suo ragazzo.
Un saluto

Dott.ssa Gaetana Bonasera
Dott.ssa Gaetana Bonasera
Psicologo, Psicoterapeuta, Professional counselor
Roma
Gentile Signora, difficile affrontare in poche righe un discorso così complesso come quello della gelosia e del tradimento. Sicuramente l'episodio dello scorso anno ha portato alla luce una problematica che forse era sopita o che già si intravedeva nelle sue scelte e comportamenti e che affonda le sue radici nel passato. Mancanza di fiducia in se stessa e negli altri e quindi nelle relazioni affettive generano insicurezza, mancanza di autostima e tendono a riproporsi anche cambiando partner. Il mio consiglio è di iniziare un percorso di psicoterapia ad indirizzo psicodinamico che le consenta di andare nel passato per affrontare il presente per costruire il futuro. I miei migliori auguri

Dott.ssa Ilaria Nacciarone
Dott.ssa Ilaria Nacciarone
Psicologo, Psicoterapeuta
Napoli
Buongiorno! Da quello che lei racconta, si può evincere che il tradimento del suo ragazzo ha determinato un suo cambiamento profondo nella relazione, dando origine a comportamenti ossessivi e controllanti e ad una importante quota di ansia .
Probabilmente lei ha considerato il tradimento come un vero e proprio trauma.
La strategia EMDR ( un metodo scientifico , utilizzato dagli psicoterapeuti che si specializzano in questo campo) permette in pochi incontri la rielaborazione dei traumi, pertanto si potrebbe fare un lavoro mirato su di essi. Elaborato il trauma, cambierebbero anche i suoi comportamenti e pensieri .
Se vuole informazioni aggiuntive può contattarmi.
Saluti !

Dott.ssa Ester Di Rosa
Dott.ssa Ester Di Rosa
Psicologo
Torre del Greco
Gentilissima utente
Penso sia giusto consigliarle un incontro con uno psicologo in modo che valutiate la provenienza e la risoluzione alle sue paure

Dott.ssa Martina Bigoni
Dott.ssa Martina Bigoni
Psicologo, Psicoterapeuta
Ferrara
Salve, rispondere a questa sua domanda in questo contesto è riduttivo e forse anche poco rispettoso. Quello che lei prova andrebbe preso in considerazione in un colloquio vero e proprio per capire meglio la questione e potere trovare una chiave di lettura che la possa davvero aiutare. Ha mai pensato di affrontare la questione con uno psicologo?
Buona giornata

Dott.ssa Maria Luisa Tosi
Dott.ssa Maria Luisa Tosi
Psicologo, Terapeuta
Porto Mantovano
Buongiorno,nella mia pratica clinica( terapia di sostegno di coppia) mi sono imbattuta spesso in situazioni del genere.Nell'ambito di coppia" i sospetti di tradimento" non sempre sono infondati,ma soprattutto quando riemergono dopo un pò di tempo,ci sono sempre degli indicatori..come se sesi attivassero dei sensori che mettono in uno stato quasi di" panico" in un un membro della coppia.Sulla vericidità o meno a volte non si riesce a sapere ma ciò che è indicativo è questa dinamica che si ripropone..Indicherei per questo una terpia di coppia per far fronte ad una" collusione patologica" instauratasi e che si può croncizzare col tempo.Saluti sinceri,resto a sua disposizione qualora volesse mettersi in contatto con me.Dott.ssa Tosi Maria Luisa

salve, sicuramente "l'episodio social" avvenuto l'anno scorso ha minato in qualche modo la fiducia tra di voi. Siccome la fiducia è qualcosa che si costruisce o ri-costruisce, le suggerisco innanzitutto di rivedere questi mesi passati insieme dopo la rottura per cercare di "capire" se in effetti il suo ragazzo si è mosso in questo senso e quindi queste "ossessioni" sono frutto dei suoi pensieri, o viceversa sono giustificate da comportamenti ambigui.
Dopo questo le consiglierei di ripensare in modo più approfondito al vostro rapporto uscendo dalla dinamica "mi tradisce/non mi tradisce", forse il punto centrale è capire perché lei non si sente soddisfatta della relazione che sta vivendo. Buona giornata

Dott.ssa Eugenia Cardilli
Dott.ssa Eugenia Cardilli
Psicologo, Terapeuta, Psicoterapeuta
Roma
Salve, è vero in questi ultimi anni ho ha avuto in terapia molti pazienti, che a causa di scoperte di tradimenti avvenuti sui social sono entrati in conflitto con i loro compagni. Sicuramente lei ha perso la fiducia nei confronti del suo compagno ed è ossessionata dal fatto che tali tradimenti si potrebbero ripresentare. Ma dal momento che lei ha deciso di perdonarlo e di ricominciare la vostra relazione, deve comunicare di più con lui aprendosi e confidandogli i suoi dubbi, senza indagare di nascoto. Lei nello scoprire il tradimento è come se avesse subito un trauma, la terapia EMDR la potrebbe aiutare ad elaborare il trauma tramite dei movimenti oculari, si cerca di elaborare l'accaduto dove lei ricorda l'evento ma lo elabora e lo percepisce come un evento del passato e si riduce d'intensità l'ansia che l'affligge. Quindi le consiglio di eseguire delle sedute di psicoterapia, se nel caso volesse avere ulteriori spiegazioni circa la terapia EMDR, mi può contattare, le auguro di risolvere il suo problema, Eugenia Cardilli
Ti invitiamo a fare una visita: - 70 €
Per prenotare una visita tramite MioDottore, clicca sul pulsante Prenota una visita.

Stai ancora cercando una risposta? Poni un'altra domanda

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.