Buongiorno,

sono mesi ormai che avverto un fastidioso dolore alle costole appena sotto il seno destro. Lo avverto quando compio determinati movimenti, ma non ho problemi nella respirazione ad esempio (non avverto dolore li quando respiro).
Lo avverto dalla scorsa estate.
Se pero' tocco con la mano la zona non sento niente, cioe' non avverto ne' dolore al tatto, ne' alcun rigonfiamento o differenza rispetto alla parte sinistra dove non ho dolore.
Con queste caratteristiche (assenza di dolore al tatto, mancanza di gonfiore e dolore costante che non va via) cosa potrebbe essere questo dolore? L'unica ipotesi che mi viene in mente e' che possa essere un disturbo legato all'ansia perche' ho letto che si puo' manifestare in questo modo e da qualche mese soffro anche di altri sintomi riconducibili ad uno stato ansioso.

Da quanto evidenziato sopra cosa potrebbe essere secondo voi?

Grazie mille,
Gloria
Dott. Enzo Angelo Giudice
Dott. Enzo Angelo Giudice
Medico estetico, Cardiologo, Medico di base
Milano
Gloria bel nome, mi ricorda una persona a me cara. Quanti anni ha? Se il dolore avvertito non si modifica, ne con gli atti respiratori e ne alla digitopressione, ma con alcuni movimenti, mi fa pensare ad una radicolite, infiammazione ad un nervo che esce dalla vertebra. Se fosse più basso sarebbe lombosciatalgia. Faccia una rx rachide toracico e lombosacrale. Può dipendere da sforzo per esempio. L'ansia sicuramente può peggiorare lo sintomatologia.

Buon giorno Gloria, è possibile che vi sia una disfunzione dei muscoli intercostali la cui contrazione protratta nel tempo le dà dolore, oppure, che via una costa che non si articoli in modo corretto con la sua vertebra corrispondente. In ambo i casi verosimilmente è presente un'infiammazione del nervo che fuoriesce a lato della vertebra. In entrambi i casi è necessario capire cosa Le sia successo tramite l'anamnesi e individuare la causa più plausibile. L'analisi della sua colonna vertebrale dal punto di vista chiropratico va ad escludere l'una o l'altra condizione tramite l'indagine clinica e Il suo chiropratico le suggerirà se fare una radiografia del torace o della colonna in toto in ortostatismo per completare l'indagine clinica con una strumentale. Per approfondimenti, rimango a Sua disposizione. Cordiali saluti

Specialisti per Dolore alla spalla

Andrea Bini

Andrea Bini

Chiropratico

Empoli

Trystanna Williams

Trystanna Williams

Chiropratico

Roma

Kevin Marillier

Kevin Marillier

Chiropratico

Milano

Andrea Zonfrilli

Andrea Zonfrilli

Chiropratico, Fisioterapista

Roma

Antonio Calamai

Antonio Calamai

Chiropratico

Firenze

Kathrine Tverberg

Kathrine Tverberg

Fisioterapista, Agopuntore, Chiropratico

Roma

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 84 domande su Dolore alla spalla

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.