I distubi alimentari a cosa portano nel futuro?
6 risposte
I distubi alimentari a cosa portano nel futuro?
Tutti e tre i disturbi spiegati dalla collega possono portare, nel tempo, al peggioramento della condizione psicologica in termini di autostima e determinare altri sintomi come ansia, fobie, ossessioni e talvolta depressione. Anche il pensiero subisce un mutamento importante che porta all'isolamento della oersona con conseguente impoverimento della vita di relazione. Sia a causa dei sintomi psicologici che della denutrizione, si osserva un deterioramento delle funzioni cognitive, come la concentrazione. Fisicamente l'anoressia determina squilibri ormonali con perdita del ciclo, carenza di nutrienti fondamentali, anemia, osteoporosi, perdita di capelli e comparsa di lanugo, una peluria superficiale chiara. La bulimia determina sintomi relativi alla modalità comoensativa quindi il vomito porta ad un'infiammazione dell'apparato gastrico ed alla distruzione dello smalto dei denti e della dentina. In alcuni casi si possono addirittura lacerare le pareti gastriche corrose dagli acidi.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera gentile cliente. Dato che la domanda è palesemente molto generica, ritengo sottolineare solo che i disturbi del comportamento alimentari (e sottolineo comportamento) hanno cause diverse e possono essere accompagnati e/o sfociare in diverse condizioni cliniche: disturbi organici (perdita di peso, amenorrea, disturbi endocrini, ecc.) disturbi ansiosi,depressivi, ossessivi, psicotici e quant'altro, sino ad arrivare alla morte. Pertanto, sono delle condizioni psicopatologiche sicuramente da diagnosticare il più precocemente possibile, al fine di scongiurare una cronicizzazione del problema. Cordialmente... dott. Pietro Caputo

Gentile utente, la situazione varia a seconda della tipologia di disturbo alimentare. All'interno di tale categoria si colloca l'anoressia nervosa, la bulimia nervosa, il disturbo da alimentazione incontrollata (noto anche nella terminologia anglofona di "binge eating"). Tutte e tre le tipologie comportano, se non trattate, gravi compromissioni sia dal punto di vista organico fino all'esito nella morte per cause eterogenee a seconda della diagnosi e del quadro clinico, e a livello psicologico un carico di sofferenza intensa che conduce la persona a essere completamente preda del proprio disturbo alimentare, con una focalizzazione esclusiva su peso e forme corporee (anoressia), con una gestione delle emozioni e degli eventi che avviene esclusivamente attraverso abbuffate (binge eating) e con abbuffate e vomito (bulimia nervosa). Bassa autostima, difficoltà interpersonali, ansia, depressione sono sistematicamente presenti. E' importante intervenire il prima possibile e in modo integrato

Buonasera, la sua domanda è molto generica, poiché per disturbi alimentari si intendono disagi psicologici e fisici molto diversi tra loro, che spaziano dall'anoressia alla bulimia. Detto questo, in generale i problemi possono essere diversi. Per esempio una grave anoressia può alterare gli equilibri idro-elettrolitici dell'organismo, o portare a scompensi ormonali, fino al danno d'organo per carenze nutrizionali e quindi alla morte. D'altra parte, la bulimia può portare a un incremento dei valori della glicemia e dei grassi nel sangue, con le note conseguenze cardiovascolari ed endocrinologiche. Infine, in caso di vomito indotto ripetuto, può aggiungersi un danno a livello gastroesofageo. Cordialmente, Francesco Somajni

I disturbi del comportamento alimentari hanno moltissimi effetti sul nostro corpo: disturbi cardiaci, disturbi dell'apparato gastrointestinale, problemi ai denti e anche all'apparato scheletrico, senza contare l'indebolimento muscolare. A livello psicologico il disturbo alimentare è assolutamente un grave problema che porta a dispercezione, allontanamento e ritiro dalle relazioni, isolamento, depressione e chiusura.

Buonasera,
difficile rispondere a priori a una domanda così vasta. Innanzitutto esistono diversi disturbi che rientrano nei cosiddetti Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): Bulimia, Anoressia, Disturbo da Alimentazione Incontrollata o Binge Eating Disorder, e così via. Essendo disturbi ben diversi tra loro, le conseguenze a lungo termine possono essere diverse.
Qualora volesse approfondire e fornirmi maggiori dettagli, resto a sua disposizione.
Dott.ssa E. Parise
Pontedera (PI) - Firenze - Milano

Esperti

Valentina Bolla

Valentina Bolla

Psicologo, Psicoterapeuta

Pinerolo

Silvia Fanciullo

Silvia Fanciullo

Psicologo, Terapeuta, Psicoterapeuta

Milano

Simone Bomba

Simone Bomba

Psicoterapeuta, Psicologo, Psicologo clinico

Lanciano

Daniela Grazioli

Daniela Grazioli

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Milano

Agnese Musolino

Agnese Musolino

Psicoterapeuta, Psicologo

Chivasso

Maria Raffaella Scotto

Maria Raffaella Scotto

Psicologo, Psicoterapeuta

Ischia

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 8 domande su Disturbi alimentari

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.