Buongiorno,da noi esiste un centro dove effettuano onoterapia per artrosi, lombalgie, insufficienza

5 risposte
Buongiorno,da noi esiste un centro dove effettuano onoterapia per artrosi, lombalgie, insufficienza venosa e altre patologie, è necessario portare allo specialista le diagnosi PRIMA. Io ho compenso cardiaco, fibrillazione atriale insufficienza venosa cronica arti inferiori con edemi e gonfiori. Già sono stato visitato da due angiologi, da tre cardiologi e tutti hanno prescritto il furoenide 25 maa o 1 compressa ma gli edemi non compaiono e dopo qualche giorno la pressione cala, cale a compressione non me le prescrivono, assumo coumadin, dilzene, congescor e igosina, econdolei e dovrei andare in visita a questo specialista. Se per ipotesi prescrivesse dei cicli di onoterapia cosa rischierei cuore e vene? Con il coumain il sangue in base al dosaggio, diventa più o meno fluido. Dato che gambaletti cale qui non me li prescrivono, ho provato il gambaletto classe 1, ho dovuto toglierlo immediatamente comprimeva troppo e il polpaccio si gonfiava. Dato che io necessito di poca dose di iuretico magari a giorni alterni, l'oroifon ovvero il Te i Giava è adatto a questo dipende dal dosaggio è una tisana alla lunga fa mimariree bisogna bere molti liquidi.. ma è conosciutissima da secoli per le sue proprietà drenanti,non è un farmaco, di qualità inferiore e dosaggi più bassi, la si trova al supermercato come le tisane al finocchio e digestive che su di me hanno sempre funzionato da decenni evitandomi farmaci chimici. Mi era stato detto dalmeico che gli integratori non curano, solo che io sto usando metà dosaggio,450,di diomina+ eperidina e ho notato un deciso miglioramento dei gonfiori, piedi polpacci di circa il 40% in due mesi..solo con metà dosaggio.Il medico non conosce le piante quindi è logico che prescriva solo farmaci,l'erborista conosce i farmaci ma non bene,ma le piante tutte da 45 anni... L'ozono terapia i uva 30 anni fa per le ernie alla colonna ,va in contrasto con i lcoumadin e con gli altri farmaci? Chiaramente è solo una domanda non vincolante ma solo a titolo informativo,non assumo farmaci-piante se prima non mi faccio visitare e spiegare bene. Grazie.
Buongiorno,
mi scusi se mi permetto, ma credo che nessuno riesca a risponderle con certezza se non corregge gli errori ortografici della sua spiegazione. Per esempio che cosa intende con "l'oroifon ovvero il Te i Giava"? E poi non si capisce bene quanti anni ha e che interventi ha già subito. E poi, vorrebbe fare ozonoterapia per dei dolori di artrosi? Grazie se ci aiuterà a risponderle con più chiarezza.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra risultati Come funziona?
Buongiorno, grazie della domanda!
Per entrare nel merito della terapia dovrei non solo sapere i farmaci e le piante che già sta prendendo, ma anche visitarla.
Comunque, al di là del parere del collega, che condivido, credo che non possa lei fare un percorso di medicina integrata solo con degli specialisti tradizionali. Se guarda sulla pagina dell'ordine dei medici della provincia in cui vive alla voce registro medicine naturali, può sicuramente riuscire ad intervenire, aggiustando tutti i farmaci, dalla digossina ai diuretici.
Se è vero che è in compenso su una aritmia cardiaca, credo che al cardialogo non possa rinunciare, anche se io, a dirla tutta, sono del suo stesso parere.
Buona sera. In merito alla domanda relativa all'ozonoterapia, le controindicazioni cliniche sono essenzialmente rappresentate da: gravidanza , ipertiroidismo, favismo, gravi malattie cardiovascolari e/o ematologiche e/o respiratorie in fase clinica di scompenso.
E’ necessario distinguere fra gli effetti indesiderati legati direttamente all’azione dell’Ozono ed alla
sua modalità di somministrazione, e le complicanze che invece possono essere correlate alla
particolare tecnica di impiego.
a. Effetti indesiderati Ozono : la somministrazione di ozono viene in genere ben tollerata dal paziente
che talora può avvertire una sensazione di pesantezza e/o di lieve bruciore, comunque di breve durata e a risoluzione spontanea . Solo in casi eccezionali, lo stimolo doloroso indotto dalla puntura dell’ago può indurre una crisi vagale (riduzione della frequenza cardiaca, calo della pressione arteriosa e
sudorazione) che per il carattere transitorio il più delle volte non necessita di alcun intervento
farmacologico.
b. Complicanze relative alla tecnica: sono perlopiù dovute all’azione traumatica dell’ago sulle
strutture anatomiche incontrate durante il suo avanzamento. Esse possono consistere in ematomi
(puntura di un vaso sanguineo), dolore o sensazione di formicolio/scossa elettrica (parestesie) che si
distribuisce sul decorso della radice nervosa all’arto inferiore (per contatto accidentale dell’ago con la
radice nervosa), discite (infiammazione/infezione del disco intervertebrale, nel caso della tecnica
intradiscale).
La Buona risposta ottenuta nel gonfiore degli arti con diosmina ed esperidina, fa pensare che dovrebbe avere una risposta ottima con altri prodotti omotossicologici, anche più duratura. Sono composti omeopatici associati insieme per i singoli problemi, che si usano bene, con ottimi risultati, soprattutto nelle insufficienze venose. La tecnica migliore è l'applicazione locale in sedute settimanali, per un periodo di tre-cinque settimane, a seconda della gravità del problema. I risultati sono ottimi per un anno, e spesso anche di più.
In merito alla domanda relativa all'ossigeno-ozonoterapia: le controindicazioni cliniche sono- gravidanza , ipertiroidismo, favismo. E' una macroterapia che ha un'azione protettiva sugli organi e gli apparati dell’organismo perché riattiva il microcircolo con migliore ossigenazione nei vari distretti corporei, induce un aumento della cessione di ossigeno alle cellule, incrementa la fosforilazione ossidativa mitocondriale, attiva la produzione della citocromo C-ossidasi mitocondriale, incrementa il rilascio di ossido nitrico a livello degli capillari e la neoangiogenesi, migliorando cosi le condizioni circolatorie centrali e periferiche nei pazienti affetti da numerose patologie cardio-cerebro-vascolari, insufficienza renale , insufficienza respiratoria, riabilitazione post-infartuale, in altre patologie del microcircolo su base ischemica ed infiammatoria. Naturalmente in sinergismo con adeguata terapia farmacologica.

Esperti

Giuseppe De Pietro

Giuseppe De Pietro

Ortopedico

Follonica

Biase Crusco

Biase Crusco

Fisiatra

Follonica

Fabio Tanzi

Fabio Tanzi

Osteopata

Bovisio Masciago

Silvia Stevenazzi

Silvia Stevenazzi

Osteopata

Lozza

Iolanda Di Donato

Iolanda Di Donato

Fisiatra

Cercola

Lucia D'Ingianna

Lucia D'Ingianna

Fisiatra, Posturologo

Roma

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 84 domande su Artrosi
  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.
  • Per ragioni mediche, non verranno pubblicate informazioni su quantità o dosi consigliate di medicinali.

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.


Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.