Buonasera, sono la mamma di un bimbo di 5 anni appena compiuti. Ultimamente, anche confrontandovi con la maestra ci siamo resi conto che il bambino a volte è come preso dei suoi pensieri e si fatica a richiamare la sua attenzione. È sempre l’utimo ad andare in bagno o a mettersi in fila...
le educatrici mi dicono che sarebbe bene lavorare sulla sua attenzione perché alle elementari potrebbe risentire maggiormente del problema.
È bene che mi rivolga ad un professionista per avere una valutazione del problema? In che maniera si potrebbe lavorare a casa o con le educatrici?

Grazie anticipatamente!
S.
Dott.ssa Vanessa Tartaglia
Dott.ssa Vanessa Tartaglia
Psicologo, Terapeuta, Psicoterapeuta
Albano Laziale
Buongiorno, comprendo sua la preoccupazione, a quest'età non tutti i bambini sono pronti a star seduti a lungo e possono facilmente distrarsi quindi non è necessariamente sintomo di "un problema". C'è ancora un anno di scuola materna prima dell'ingresso alle elementari. Può comunque procedere con una valutazione da un neuropsichiatra infantile e se ci sarà bisogno di intervenire le darà tutte le indicazioni necessarie.
Cordialmente dott.ssa Tarraglia

Dott.ssa Rosamaria Spina
Dott.ssa Rosamaria Spina
Psicologo, Sessuologo, Terapeuta
Roma
Gent.ma S., questi comportamenti descritti dalle maestre si verificano solo a scuola o anche a casa o in altre attività in cui il bambino è coinvolto?
Fare attenzione a questo aspetto potrebbe essere già un'utile indicazione.
Di solito, quando ci sono delle difficoltà, queste, sono generalizzate e tendono a manifestarsi in tutti gli ambiti in cui il bambino si trova coinvolto (in un certo senso, è come se fosse una "caratteristica" del bambino stesso). Se, invece si verificano solo in momenti specifici o in ambiti specifici o in situazioni specifiche allora potrebbe essere più utile capire perché in quelle circostanze ci sono e in altre no (il bambino tende a stancarsi? Si annoia? E' distratto da qualcosa in particolare? Che rapporto ha con le maestre o gli amichetti? Ecc.)
Prima di rivolgersi a uno specialista provi a verificare questi aspetti così da avere un quadro un po' più dettagliato, ma senza allarmarsi sin da subito. Dare delle "etichette" sbagliate a un bambino di questa età può essere nocivo tanto quanto non accorgersi che qualcosa non va. Se poi dovesse essere necessario potrà rivolgersi a un neuropsichiatra infantile o a uno psicologo dell'età evolutiva che sicuramente sapranno darle tutte le indicazioni del caso

Dott.ssa Germana De Leo
Dott.ssa Germana De Leo
Neuropsichiatra infantile, Psicoterapeuta, Professional counselor
Torino
concordo con le risposte delle colleghe, è comunque opportuna una consulenza per voi genitori con un NPI per principalmente essere aiutati a "decodificare" i sintomi e gli atteggiamenti del bambino sia a scuola che a casa , comprendere i bisogni/significati che il bambino sta esprimendo come esigenza evolutiva o come espressione di un disagio. Questo inquadramento vi aiuterà anche a gestire meglio le valutazioni e le richieste degli insegnanti .
cordialmente
gdl

Dott.ssa Marta Calderaro
Dott.ssa Marta Calderaro
Psicoterapeuta, Neuropsichiatra infantile
Roma
Salve, concordo con i colleghi che mi hanno preceduta nel consigliarle una visita neuropsichiatrica per inquadrare il bambino nel suo insieme.
Saluti

Specialisti per Disturbi del Comportamento

Silvia Pozzi

Silvia Pozzi

Psicoterapeuta, Psicologo

Vaprio d'Adda

Serafino Parisi

Serafino Parisi

Psicologo, Terapeuta, Psicoterapeuta

Napoli

Giovanni Masciarelli

Giovanni Masciarelli

Psicologo, Terapeuta, Psicoterapeuta

Roma

Morris Orakian

Morris Orakian

Psicologo, Psicoterapeuta

Pomezia

Nadia Andreotti

Nadia Andreotti

Psicologo, Psicoterapeuta

Casatenovo

Maria Letizia Lalumera

Maria Letizia Lalumera

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicologo clinico

Anzola dell'Emilia

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 3 domande su Disturbi del Comportamento

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.