Indirizzo

Via Luigi Boccherini, 34, Firenze
Studio di psicoterapia


Bonifico, Assegno, Contanti
333 777.....


Esperienze

Su di me

Mi chiamo Anna Maria Schallig, sono di origine tedesca e lavoro da 25 anni a Firenze. Il mio approccio è di tipo psicoanalitico: ciò significa che si ...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Depressione
  • Ansia
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università dei Studi di Firenze
  • Istituto di Psicoterapia Analitica H.S. Sullivan sito a Firenze
  • frequentazione di vari corsi di aggiornamento per la formazione continua

Specializzazioni

  • Psicoterapia

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Tedesco, Inglese

Prestazioni e prezzi

Prestazioni suggerite

Psicoterapia individuale


Via Luigi Boccherini, 34, Firenze

60 €

Studio di psicoterapia

Altre prestazioni

Primo colloquio psicologico


Via Luigi Boccherini, 34, Firenze

Scopri di più

Studio di psicoterapia


Psicanalisi


Via Luigi Boccherini, 34, Firenze

Scopri di più

Studio di psicoterapia


Psicoterapia infantile


Via Luigi Boccherini, 34, Firenze

60 €

Studio di psicoterapia


Psicoterapia per adolescenti


Via Luigi Boccherini, 34, Firenze

60 €

Studio di psicoterapia

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
4 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
R
Paziente verificato
Presso: Studio di psicoterapia

Mi sono rivolta alla Dr.ssa .Schallig per mia figlia (15 anni) che era depressa e non aveva voglia di fare niente, anche a scuola andava male. Già durante la prima telefonata mi ha ascoltata e mi ha fatto sentire a mio agio. Anche il mio marito è rimasto colpito dalla serietà, dalla competenza e dalla professionalità della Dottoressa, infatti prima di vedere mia figlia ha voluto parlare più volte con noi. Ora, dopo un anno e mezzo di psicoterapia, mia figlia è più sicura di sé, e anche l'atmosfera in famiglia è molto più serena.

Dott.ssa Anna Maria Schallig

Gent.ma Sig.ra Rossella, L'adolescenza è una fase di crescita molto importante: la ricerca della propria identità pervade la vita a livello mentale, spirituale ed emotivo; i cambiamenti fisici fanno sì che i ragazzi spesso non si piacciono più; e gli ormoni in circolo fanno apparire instabili anche ragazzi che "prima" erano figli adorabili e tranquilli. Ovviamente le difficoltà di G. andavano comunque oltre le problematiche adolescenziali "normali". So che per voi non è stato semplice chiedere aiuto, e non tutti i genitori sono capaci a cogliere il disagio dei propri figli come avete fatto voi. Sono sicura che G. abbia tutte le capacità per costruirsi una vita gratificante e serena, vi faccio tanti cordiali auguri, Anna Maria Schallig


L
Paziente verificato
Presso: Studio di psicoterapia psicoterapia

Due anni di psicoterapia con ottimi risultati concreti ottenuti.
Mette il paziente a proprio agio.

È stata una terapia fondamentale (tra i tanti motivi) anche per poter affrontare un nuovo capitolo della mia vita.

Dott.ssa Anna Maria Schallig

Devo dire che per me è stato un piacere poterla accompagnare in questa importante fase della Sua vita: i progressi enormi che ha fatto sono però di merito mio solamente in parte. La psicoterapia infatti può funzionare soltanto quando le persone che si rivolgono a noi sono veramente disposti a mettersi in gioco, a fidarsi, ad aprirsi per innescare un cambiamento. È un cammino difficile, a volte angosciante, e purtroppo non ci sono scorciatoie. Le auguro che la sua vita futura sia così come la desidera: piena di amore e di armonia, ma soprattutto con tanti stimoli che le permettono di allontanare la routine quotidiana. Un caro saluto!


O
Paziente verificato

La consiglio vivamente, poiché mi ha ascoltato e mi ha permesso di capire meglio me stessa ed i miei pensieri.

Dott.ssa Anna Maria Schallig

La psicoterapia, oltre ad aiutare a risolvere i problemi acuti del momento, serve proprio a questo: aumentare la propria consapevolezza. Mi fa molto piacere quando vedo che le persone riescono andare oltre la superficialità quotidiana. Grazie per la recensione positiva!


O
Paziente verificato

Non è facile affidarsi ad un estraneo per comprendere se stessi. La consiglio è davvero in gamba, mette a prorpio agio, un percorso significativo e davvero profondo.

Dott.ssa Anna Maria Schallig

Si, il primo passo è quello più difficile. La psicoterapia, a differenza della terapia medica, si basa soprattutto sulla particolare relazione che si instaura tra paziente e terapeuta. Lo strumento che usiamo è la nostra mente, e la psicoterapia funziona quando c’è un punto di aggancio tra paziente e terapeuta. Purtroppo l’unico modo per capirlo veramente è il contatto diretto, personale. Grazie quindi per avermi scelto e grazie per la recensione positiva!


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 10 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Sera sono Licia, ho perso mia mamma quasi 2 anni fa, dopo averla seguita con l Alzheimer, ho un papà invalido e una sorella persa anni fa. Insomma non ho avuto una vita e ho problemi di stabilità economica, sentimentale ecc. Mi sento un punto interrogativo. So che lo stress può dare un po di confusione ma fino a quando c era mamma, pure se ero distrutta, riuscivo a ricordare tutto, spese incombenze, scadenze. Poi dopo pochi mesi dal suo andare via, sempre immersa nei problemi di papà e pure miei, mi sentivo confusa, come se scattasse nebbia, come di chi non vuole pensare o non ce la fa. Entro in una stanza per pigliare una cosa e non ricordo subito cosa. Oppure devo prendere una serie di medicine da anni, prima erano in automatico, ho 49 anni, ora devo fare elenco ed è uno sforzo immane, perché se ho dormito poco o sono ansiosa e ahimè è così, ancora più affaticata. E più sto così, più mi agito e più mi annebbio. Mi manca la fluidità di ragionamento, la prontezza che avevo fino al lutto. Ho fatto visita da una psicoterapeuta con dei test di ginnastica mentale e dice che non ho deficit, sono stata da uno psicoterapeuta, che mi disse che era confusione da post trauma, qualcosa del genere. Poi ho dovuto sospendere, ma più lavoravo in quelle tot di sedute e più mi sentivo confusa. Appena posso riprendo ma ho timore che non vada più via. Amavo fare teatro amatoriale ma non riesco a memorizzare e ho smesso, ho paura a fare una RM encefalo, se mi dicono che ho qualcosa tipo mamma. Eppure gli psicoterapeuti visti, ed anche una psichiatra non mi vede con deficit. Prendo solo un ansiolitico da quando ho perso mamma, lo sospesi ed ora due al giorno, ma che fosse quello?
    Possibile che un trauma enorme dia questo tipo di sintomo? Fev dire che pure se ricevo una delusione, mi arriva una botta di confusione e stanchezza mentale. Prendo integratori, curo ciò che devo curare ma oggi ad es tra le pillole pressorie, metaboliche, tiroidee, ecc, non mi ricordo se ho preso il ferro. Privo a focalizzare la azione, ma non mi pare. Solo che il non avere lucidità di memoria, mi preoccupa ed agita. Grazie

    Buonasera, Mi sembra che finora non ha avuto molte occasioni per pensare a se stessa: i suoi bisogni e le sue aspettative dovevano sempre retrocedere ai bisogni degli altri... finché la sua mamma era in vita non poteva permettersi nessuna debolezza, nessuna dimenticanza, doveva avere memoria sufficiente per tutti e due. Ora è mentalmente esausta, affatticata. Anche se i test neuropsicologici non risultano alterati, ha comunque una sensazione pervadente di inadeguatezza. Sicuramente ha bisogno di un aiuto psicoterapeutico per ritrovare un certo equilibrio. È importante trovare un terapeuta di cui si fida, ed è importantissimo non saltare le sedute. (Il malessere descritto da Lei dopo alcune sedute è piuttosto normale: è molto faticoso mettersi in gioco e durante la terapia tante difese devono essere abbattute prima di poter ricostruire delle fondamenta sane.) Le faccio tanti auguri, spero che presto riesca a ritrovare un po’ di serenità! Cordiali saluti, Anna Maria Schallig

    Dott.ssa Anna Maria Schallig

  • Salve,sono una ragazza di 18 anni ho avuto un infanzia abbastanza dura tra violenze e litigate accese vissute tra mia mamma e il suo compagno quando ero bambina ho avuto molti traumi,da bambina feci un viaggio in Colombia paese di origine di mia mamma e fu traumatico non ricordo molto se non dei flash mi vivo questo ricordo vedendo una persona che in un tunnel mi viene a prendere e mi riporta a casa dal papà, 4/5 anni fa ero con il mio papà e mi sono come dissociata e sono ritornata al ricordo di mia mamma che mi colpiva con la cinghia e ripetevo la canzone del peluche che avevo sempre quando avevo paura a distanza di anni 3/4 mesi fa mi sono di nuovo dissociata mentre ero a scuola e credevo di essere a casa invece che a scuola e mi è successo anche di andare a prendere il mio ragazzo e di non ricordare cosa stessi facendo e perché ero lì

    Buongiorno, da bambina ha dovuto affrontare eventi talmente angoscianti, che per sopportarli dovevano essere rimossi completamente dalla sua memoria. Ora ha la sensazione di non avere il controllo della sua vita, sia del passato (ci sono dei ricordi incompleti a flashback), sia del presente (a volte ha dei black out che la stanno preoccupando molto). La dissociazione è un meccanismo di difesa molto sofisticata e il percorso da intraprendere non è semplice. Si rivolga ad uno psicoterapeuta esperto che sa affrontare i disturbi dissociativi, ma è fondamentale che Lei si senta accolta e compresa. Il mio consiglio sarebbe una psicoterapia con frequenza bisettimanale. Se le fa piacere mi può contattare telefonicamente (gratis) o via Skype o Facetime (previo appuntamento). Cari saluti, Anna Maria Schallig

    Dott.ssa Anna Maria Schallig

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Mi chiamo Anna Maria Schallig, sono di origine tedesca e lavoro da 25 anni a Firenze. Il mio approccio è di tipo psicoanalitico: ciò significa che si ...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Depressione
  • Ansia
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università dei Studi di Firenze
  • Istituto di Psicoterapia Analitica H.S. Sullivan sito a Firenze
  • frequentazione di vari corsi di aggiornamento per la formazione continua

Specializzazioni

  • Psicoterapia

Tirocini

  • Tirocinio post-lauream svolto presso il Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche dell’Università degli Studi di Firenze
  • Tirocinio post-lauream svolto presso la Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Meyer Firenze
  • Tirocinio di Specializzazione in psicoterapia svolto presso la Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Meyer
Visualizza altre informazioni

Certificati


Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Tedesco, Inglese

Ricerche correlate