Comunicazioni importanti

  • Dott.ssa Alessandra Notaro
    Dott.ssa Alessandra Notaro
    Via Aurelia 306, Roma

    Un percorso di psicoterapia può cambiare il modo di affrontare la vita e le relazioni. Non esiste un unico metodo valido per tutte e tutti per questo nella pratica mi avvalgo di un approccio integrato, orientato alla relazione, al trauma e culturalmente sensibile.

  • Indirizzi (2)

    Studio Psicologico
    Via Aurelia 306, Roma


    Misure di sicurezza adottate in questo studio

    Mostra

    Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


    Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini a partire da 14 anni
    Bonifico, Contanti
    06 9763..... Mostra numero


    Pagamento dopo la consulenza

    Con questo specialista, potrai pagare comodamente dopo la consulenza. Altro



    Pazienti senza assicurazione sanitaria


    Consulenza online • 60 €

    Consulenza psicologica • 60 €

    Elaborazione dei traumi • 60 € +8 Altro

    Pacchetto prestazioni • 200 €

    Primo colloquio psicologico • 50 €

    Primo colloquio psicologico • 50 €

    Mostra tutte le prestazioni

    Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini di qualsiasi età
    06 9763..... Mostra numero

    Metodi di pagamento: Bonifico, PayPal

    Potrai effettuare il pagamento dopo la consulenza online.

    Potrà pagare in contanti subito dopo la consulenza oppure una volta conclusa la consulenza, potrà procedere con il pagamento sul mio conto Iban che le fornirò in sede.
    Grazie della collaborazione!

    I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

    In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

    Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.


    Almeno 30 minuti prima della consulenza riceverai un SMS ed un'email con il link per iniziare il videoconsulto. Potrai collegarti sia da PC che da smartphone.


    Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).


    Esperienze

    Su di me

    Nella pratica clinica mi occupo di disturbi dell’umore, ansia, stress, stati psicosomatici con un approccio integrato, orientato alla relazione, al tr...

    Mostra tutta la descrizione


    Formazione

    • Università La Sapienza, Roma
    • SIPSI - Scuola di Specializzazione Internazionale nel Setting Istituzionale

    Specializzazioni

    • Psicoterapia

    Foto


    Video


    Competenze linguistiche

    • Italiano

    Prestazioni e prezzi

    I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

    Prestazioni suggerite


    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico



    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico



    60 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico


    60 €

    Consulenza Online

    Altre prestazioni


    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico


    60 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    200 €

    Studio Psicologico


    200 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    50 €

    Studio Psicologico


    50 €

    Consulenza Online


    50 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    50 €

    Studio Psicologico



    60 €

    Consulenza Online



    60 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico


    60 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico


    60 €

    Consulenza Online



    Via Aurelia 306, Roma

    60 €

    Studio Psicologico


    60 €

    Consulenza Online

    Punteggio generale

    Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dai dottori a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
    S
    Profilo verificato
    Visita prenotata su MioDottore.it
    Presso: Studio Psicologico psicoterapia

    Ho iniziato da qualche mese un percorso con la dott.ssa Notaro; ho apprezzato sin da subito la sua empatia ed attenzione nell'ascolto. Mi sta aiutando a superare, poco per volta, i miei blocchi e ad approfondirne le ragioni, senza sentirmi giudicata o in difetto.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Grazie tante, è un piacere poterle essere d'aiuto.

    A
    Profilo verificato
    Visita prenotata su MioDottore.it
    Presso: Studio Psicologico psicoterapia

    Mi sono trovata davvero bene ,mi sono sentita davvero ascoltata e la dottoressa ha sempre dimostrato una grande empatia .
    È sempre disposta a venire in contro al paziente nelle sue necessità

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Grazie tante Alessia.

    C
    Profilo verificato
    Visita prenotata su MioDottore.it
    Presso: Studio Psicologico colloquio psicologico

    Sono contentissima ce mio figlio si trova bene io sono felice per lui

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Grazie mille, mi fa molto piacere che si trovi bene!


    E
    Presso: Studio Psicologico psicoterapia

    Sono un ragazzo trans e per me è molto difficile fidarmi dei terapeuti. La dottoressa Notaro è stata sempre in ascolto e mi ha fatto sentire capito. Il percorso con lei mi sta molto aiutando.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    La ringrazio della fiducia riposta in me e nel percorso che stiamo facendo, è un piacere poter essere d'aiuto.


    F
    Profilo verificato
    Presso: Consulenza Online consulenza psicologica

    Ero scettica riguardo la terapia online, ma per necessità lavorative non potevo fare altrimenti. La dottoressa Notaro è riuscita a mettermi a mio agio e posso confidarmi con lei senza sentirmi giudicata. Mi fa sentire apprezzata e ascoltata.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    La ringrazio delle sue parole e della fiducia.


    E
    Profilo verificato
    Visita prenotata su MioDottore.it
    Presso: Studio Psicologico psicoterapia

    Conosco la dottoressa ormai da qualche anno. Le visite sono sempre molto piacevoli e mi sento a mio agio. Competente e positiva la consiglio sicuramente !

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    La ringrazio molto per la fiducia e la stima dimostratemi.


    S
    Presso: Studio Psicologico elaborazione dei traumi

    Grazie alla bravura e competenza della Dottoressa Notaro sto trovando il modo di affrontare dei blocchi che mi porto dietro da sempre

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Grazie delle belle parole, della fiducia e del suo coraggio nel voler affrontare e superare i suoi blocchi.


    D
    Presso: Studio Psicologico elaborazione dei traumi

    La dottoressa Notaro mi fa sentire ascoltato e mi ha aiutato in un momento di bisogno. All'inizio ero scettico, ma il percorso che sto facendo insieme a lei mi sta facendo trovare il mio posto nel mondo.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    La ringrazio di queste parole. Capisco perfettamente lo scetticismo iniziale, ci vuole una certa dose di coraggio per affidarsi a qualcuno di esterno e affrontare vecchie e nuove sofferenze. Fortunatamente questo non le ha impedito di "provare" e sono contenta che questa scelta sia stata premiata. A presto.


    M
    Presso: Consulenza Online psicoterapia online

    La dott.ssa Notaro è seria, disponibile ed estremamente professionale, oltre ad essere molto gentile. La raccomando vivamente.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    La ringrazio delle sue parole e del suo apprezzamento.


    L
    Presso: Studio Psicologico psicoterapia

    La dottoressa Notaro è estremamente empatia e attenta. Sa ascoltare senza giudicare e questo mi fa sentire a mio agio.

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Grazie mille delle belle parole.


    Si è verificato un errore, riprova

    Risposte ai pazienti

    ha risposto a 32 domande da parte di pazienti di MioDottore

    Buongiorno a tutti,
    ho 28 anni e da due e mezzo sono in terapia per disturbi di ansia. Piano piano sto imparando a gestirla, e mi sento notevolmente migliorata.
    Vi scrivo perché, da due mesi a questa parte, la mia famiglia (la mia colonna portante) sta tremando. Vivo purtroppo ancora con i miei genitori, insieme a mia sorella, neomaggiorenne, e mio fratello poco più grande di me. Abbiamo passato anni difficili, prima la depressione di mia sorella (vittima di bullismo) e dopo la mia crisi di ansia acuta, cose che abbiamo sempre superato insieme.
    Mio padre è una persona solare, è sempre calmo, ma le poche volte che perde la pazienza, sbotta. Mia madre è sempre stata una persona molto insicura, ansiosa e ansiogena, abbiamo sempre cercato di farglielo notare ma "siamo sempre stati cattivi".
    Nell'ultimo anno sembrava che fossimo tornati finalmente ad essere una famiglia serena, complice il miglioramento sia mio che di mia sorella. Due mesi fa, invece, mia madre è come se fosse andata in black-out: una sera di luglio, mentre era ad una cena di Associazione con mio padre e mia sorella, ha visto mio padre salutare un'altra donna e da lì il finimondo: ha iniziato a costruirsi un castello di paranoie, secondo cui mio padre la tradiva, lo tempestava di domande, lo controllava, vedeva il marcio ovunque. Mio padre, dal canto suo, inizialmente rispondeva alle domande di mia madre con pazienza, ma dopo un mese di fiato sul collo in un modo estremo, è scoppiato. Io e i miei fratelli venivamo svegliati dai loro litigi, in piena notte. Faccio degli esempi: mia madre cerca su Google i sintomi del tradimento e sveglia mio padre per dirgli "vedi? Te mi tradisci, lo scrivono anche qui", quando sa benissimo che non deve cercare online; oppure, controlla spesso il telefono di mio padre; se mio padre torna cinque minuti più tardi dal lavoro, "era dall'amante". E così via, ogni giorno, tutto il giorno.
    Mio padre è esasperato, lui non ha nessuna amante. Lui ha ribadito di amare mia madre, ma lei sembra quasi che voglia vedere solo il marcio (che vede solo lei, oltretutto).
    Io, da figlia ormai adulta, ho provato a parlare con entrambi, ma mi è tornata fuori una grandissima ansia. Vedo la mia colonna portante vacillare, mi trema la terra sotto ai piedi. Certo, sto affrontando le cose con la mia terapista, alla quale vorrei chiedere di tornare a vederci ogni settimana anziché due volte al mese, però vivo davvero nel terrore che la mia famiglia possa sfasciarsi. Cerco di stare nel qui ed ora, ma sembra che io non sia capace di stare tranquilla.
    Per mesi (prima ancora che accadesse tutto questo) abbiamo invitato mia madre a rivolgersi ad un professionista (considerando che in casa ci sono anche casi di bipolarismo, le abbiamo chiesto di approfondire anche questo aspetto), ma solo settimana scorsa si è decisa a farlo; non sono sicura che lo faccia con consapevolezza e che sia sincera. Mia madre ha raccontato a mio padre che la sua psicologa l'ha invitata a continuare a controllare il telefono di mio padre: a me sembra una assurdità, sembra un modo di mia madre per raggirare mio padre e soddisfare il suo bisogno di controllare. Mio padre (che, comunque, ha i suoi problemi di salute) non ne può più: cerca di essere paziente, ma è esausto. E anche noi, come figli, non ne possiamo più di vedere nostra madre con il muso lungo e sempre arrabbiata, che recrimina cose che vede solamente lei.
    I miei, insieme, hanno valutato la possibilità di intraprendere una terapia di coppia ma mia madre ha chiesto di poter iniziare lei in autonomia perché, così sembra, ogni tanto in momenti di lucidità pare riconoscere di esagerare.
    Io non so esattamente perché vi scrivo, so che online non potete fare più di tanto. Che ne pensate? Forse, in cuor mio, spero di sentirmi dire che si sistemerà tutto, anche se so benissimo che, anche se fosse, ci vorrà tanto tempo, tanto lavoro e tanta pazienza. Io sento che sto per scoppiare, di nuovo, perché credo che l'unica soluzione a questo caos sia la loro separazione.

    Buongiorno, anche se, come scrive, online non potremo darle la soluzione definitiva, penso che abbia fatto bene a cercare un confronto e un conforto. Anche il solo mettere per iscritto i suoi pensieri aiuta a fare chiarezza e recuperare il controllo di una situazione che appare caotica. Da quanto scritto, mi sembra di capire che siete una famiglia molto unita, che si è supportata in momenti difficili ed è riuscita a superarli. Questo vi ha reso una famiglia solida, ma come ci sono le giornate brutte da affrontare, ci si aspetta di trovare e poter condividere anche quelle belle insieme. Eppure adesso vi trovate a dover affrontare l'ennesima tempesta emotiva. Sua madre sembra infatti essere caduta nella sindrome di Otello, e per quanto voi possiate starle accanto solo un percorso terapeutico individuale o di coppia può aiutarla. Ci vorrà tempo, pazienza, e, parafrasando un'antica preghiera, la serenità di accettare le cose che non si possono cambiare e il coraggio di cambiare le cose che si possono cambiare. Un cordiale saluto e resto a disposizione per ulteriori confronti anche online, mi tenga aggiornata. Un cordiale saluto, Dott.ssa Alessandra Notaro

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Buongiorno a tutti, scusate il disturbo.
    Sono un ragazzo da poco maggiorenne e da un anno vivo pensando di poter essere effettivamente omosessuale. Sono un ragazzo emotivo ma in contesti aperti estremamente freddo. Sin dalla tenera età ho avuto diverse infatuazioni per sole ragazze, con cui andavo d’accordo. Con i maschi il rapporto era abbastanza complesso: con la maggior parte non andavo d’accordo per motivi caratteriali, solo con pochi riuscivo ad aprirmi. Tutto è cominciato esattamente un anno fa quando ho cominciato a provare tantissima ammirazione e affetto, come fosse un fratello, per un compagno di classe con cui durante l’anno scolastico avevo avuto un rapporto conflittuale. Il periodo in cui il tutto si era sviluppato era alquanto negativo: un periodo di forte stress per motivi familiari. Più passava il tempo, più io mi sentivo male psicologicamente e anche fisicamente: nervosismo, attacchi d’ansia improvvisi, insonnia lieve, mal di testa, frequente bisogno di urinare. Ad un certo punto mi chiesi se l’affetto che provavo per lui fosse amore effettivo, che mediante le terapie ho scoperto essere dipendenza affettiva, e da questo “se” è scaturito un ulteriore “se”: il dubbio di essere omosessuale. Da allora ho provato un drastico calo dell’umore culminato con la depressione, calo della libido con arrivo all’impotenza, esasperazione e continui attacchi di ansia e di panico. Inoltre una parte di me sosteneva che non fossi più un uomo. Ogni volta che vedevo un maschio, fosse giovane o vecchio, avevo “visioni” in cui avevo un rapporto sessuale con loro. Durante l’anno scolastico, ho avuto diversi crolli emotivi ma anche dei miglioramenti. Nel corso di tutto l’anno scolastico ho effettuato quotidianamente compulsioni con fotografie di uomini e donne al fine di vedere quali mi eccitassero e ho avuto erezioni con quelle femminili. Quando vedevo le immagini maschili, molte delle volte avevo l’istinto di scappare pur di non vederle. Durante l’anno ho avuto un’infatuazione per una mia compagna di classe per qualche mese, a cui non ho mai detto nulla peri il timore del rifiuto. Attualmente è passato un anno e non riesco ancora a capire se mi eccitano e piacciono gli uomini o le donne o entrambi. Nel corso di quest’anno sono andato due volte in terapia: la prima l’ho chiusa perché non vedevo miglioramenti, la seconda è tutto sommato buona però ho continui crolli, causati soprattutto o da sogni omosessuali notturni oppure momenti di difficoltà generale. In questi giorni ho dubbi che durano tutto il giorno in cui che io penso di essere attratto dagli uomini o addirittura che io stesso non voglia ammettere il mio vero orientamento sessuale. Per caso quello che da un anno vivo potrebbe essere un doc (bisex-omo) oppure un orientamento effettivo bisex-omo (per quanto riguarda l’aspetto bisessuale, esso si è aggiunto verso la fine di quest’anno scolastico).
    Grazie a tutti per la disponibilità.
    P.S: non sono omofobo. Ho visto quasi tutti i generi di pornografia. Tuttavia, se nel periodo delle medie vedere le categorie non etero non mi preoccupava (mai posto il dubbio di esserlo), le volte che le vedo adesso (come se mi sentissi obbligato a farlo), mi eccito comunque ma, terminato il tutto, provo un forte senso di colpa unito a disperazione. Alle persone cui mi sono confidato mi hanno detto che si trattano di ossessioni, non di omosessualità effettiva.

    Buongiorno, la ringrazio di aver condiviso i suoi timori e le sue preoccupazioni. In un mondo che ci dice chi essere e come essere, interrogarsi su se stessi è un percorso difficile e spinoso, ma che alla fine può darle dei bei frutti di cui godere per il resto della vita. Da quanto scrive, noto che il percorso per conoscere se stesso è già iniziato da un po' di tempo, ma teme quello che può scoprire perchè purtroppo viviamo in un mondo in cui i pregiudizi e il giudizio altrui fanno da padroni e hanno un peso sulle nostre vite. L'orientamento sessuale non è qualcosa da temere, ma resta comunque una sfera delicata dell'individuo in cui subentrano parametri culturali e pregiudizi sociali e, come ha evidenziato lo studio Kinsey, l'orientamento è anche fluido. Detto ciò, in questo suo percorso di esplorazione non è obbligato a definirsi e trovare un'etichetta a cui appartenere immediatamente, ma è attraverso le relazioni che potrà comprendere meglio e conoscersi. Per approfondire il suo percorso conoscitivo le consiglio film e serie tv sul tema. Questi i titoli se non li ha già visti, "Heartstopper" (serie Netflix), "Semantic Error" (su Viki) e "Your Name Engraved Herein" (film Netflix). Resto a disposizione per ulteriori confronti anche online, un cordiale saluto. Dott.ssa Alessandra Notaro

    Dott.ssa Alessandra Notaro

    Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

    Esperienze

    Su di me

    Nella pratica clinica mi occupo di disturbi dell’umore, ansia, stress, stati psicosomatici con un approccio integrato, orientato alla relazione, al tr...

    Mostra tutta la descrizione


    Formazione

    • Università La Sapienza, Roma
    • SIPSI - Scuola di Specializzazione Internazionale nel Setting Istituzionale

    Specializzazioni

    • Psicoterapia

    Tirocini

    • -

    Certificati


    Foto


    Video


    Competenze linguistiche

    • Italiano

    Premi e riconoscimenti

    • -

    Profili social


    Pubblicazioni e articoli

    Pubblicazioni (1)

    Ricerche correlate