Un trattamento endodontico, spesso semplicemente chiamato devitalizzazione, è una procedura dentale finalizzata a riparare e salvare un dente gravemente danneggiato o infetto. Comprende la rimozione della polpa infiammata o infetta (la parte più interna del dente), seguita dalla pulizia, disinfezione e riempimento dell'interno del dente.

Scegli la città in cui stai cercando il servizio

A cosa serve l'endodonzia

Un trattamento endodontico è generalmente consigliato per i denti che presentano una grave carie o infezione che ha raggiunto la polpa. Ciò può verificarsi per una serie di motivi, tra cui carie profonde non trattate, procedure dentali ripetute sullo stesso dente, scheggiature o crepe nel dente o traumi al volto.

Se non trattata, questa infiammazione o infezione della polpa può causare un dolore intenso o portare a un ascesso. La procedura endodontica elimina efficacemente il dolore e salva il dente dall'estrazione.

Come funziona l'endodonzia

Comprendere la procedura di trattamento endodontico può contribuire ad alleviare parte della paura ad essa associata. Il trattamento di solito comporta tre fasi e richiede solitamente una o tre visite dall'endodontista.

Il primo passo comporta la rimozione della polpa infetta o infiammata. L'endodontista somministrerà un'anestesia locale per intorpidire l'area, quindi praticherà un piccolo foro sulla superficie del dente per accedere alla camera pulpare. Utilizzando piccoli strumenti dentali, verrà rimossa la polpa malata.

Il secondo passo comporta la pulizia e la disinfezione del sistema canalare radicolare. Una volta rimossa la polpa, l'endodontista pulirà l'area con una serie di piccoli strumenti, seguita dalla disinfezione.

Nell'ultimo passo, il canale radicolare pulito e disinfettato verrà riempito con un materiale simile alla gomma chiamato guttaperca. Il foro praticato verrà quindi sigillato con un'otturazione temporanea o permanente.

Quanto dura una endodonzia

La durata di una procedura di endodonzia può variare in base alla gravità dell'infezione e alla complessità del sistema canalare radicolare. Tuttavia, la maggior parte dei trattamenti endodontici richiede tra i 90 minuti e le 3 ore. È importante ricordare che la procedura potrebbe richiedere più di una visita dall'endodontista, specialmente se l'infezione del dente è grave.

Endodonzia: costo medio in Italia

Il costo del trattamento endodontico può variare ampiamente in base a diversi fattori, come la gravità del danno, il dente interessato e la clinica scelta. In generale, una devitalizzazione può costare dai 90 ai 300 euro per dente in Italia. È importante notare che alcuni piani assicurativi dentali coprono in tutto o in parte il costo della terapia di devitalizzazione.

Endodonzia: specialisti e cliniche consigliati

Roma

Dr. Andrea de Angelis

Dentista, Chirurgo maxillo facciale, Ortodontista

Via di Vigna Stelluti 150, Roma
121 recensioni
Mostra profilo
Dott. Antonio Pietrobattista

Dentista

Via Felice Ferri 12, Frascati
63 recensioni
Mostra profilo

Milano

Dott. Stefano Selis

Dentista, Ortodontista

Via Paolo Lomazzo 37, Milano
31 recensioni
Mostra profilo
Dott. Giorgio Albertini

Dentista

Via Madonna 5, Rho
19 recensioni
Mostra profilo

Napoli

Dott. Claudio Cerullo

Dentista, Medico estetico

Via San Rocco 48, Marano di Napoli
115 recensioni
Mostra profilo
Dott. Sandro D’Urzo

Dentista, Ortodontista, Chirurgo maxillo facciale

Via Enrico Fermi 35, Casavatore
42 recensioni
Mostra profilo

Torino

Dr. Paolo Chiandussi

Dentista, Ortodontista

Corso Giovanni Pascoli 1, Torino
31 recensioni
Mostra profilo
Dr. Enrico Antonucci Ferrara

Dentista, Ortodontista

Via Cellini 22, Torino
164 recensioni
Mostra profilo

Domande frequenti

Le endodonzie fanno male?

Un'idea comune sbagliata sulle endodonzie è che siano dolorose. Questo non è il caso. La procedura di endodonzia stessa è indolore grazie all'amministrazione dell'anestesia locale. La procedura mira ad alleviare il dolore causato da un'infezione nella polpa o nel nervo del dente.

Il disagio che è possibile provare durante la procedura di endodonzia è simile a quello di un normale otturamento dentale. Eventuali disagi post-procedura di solito possono essere gestiti con farmaci da banco.


Si può prevenire una endodonzia?

Prevenire una endodonzia è possibile con una corretta igiene orale. Spazzolare i denti due volte al giorno, usare il filo interdentale regolarmente e sottoporsi a visite dentali periodiche possono contribuire a prevenire la carie e le malattie gengivali, che sono le principali cause della necessità di endodonzia.

Una dieta equilibrata che limiti le bevande zuccherate e gli alimenti può anche contribuire a prevenire la carie dentale. Utilizzare un paradenti durante le attività sportive può aiutare a prevenire lesioni che potrebbero richiedere una endodonzia. Ciononostante può essere comunque necessaria una endodonzia a causa di fattori genetici o altri fattori incontrollabili.


Quanto dura l'efficacia di una endodonzia?

La durata dell'efficacia di una endodonzia dipende da diversi fattori, tra cui l'entità dell'infezione o del danno, la tua salute generale e come curi i tuoi denti dopo la procedura. Un trattamento di endodonzia riuscito può durare tutta la vita con una corretta igiene orale e visite dentali regolari.

Tuttavia, a volte un dente che ha subito una endodonzia potrebbe non guarire correttamente o potrebbe infettarsi nuovamente, rendendo necessaria una seconda procedura o addirittura l'estrazione. La chiave per garantire la longevità di una endodonzia è seguire le istruzioni post-procedura del dentista e mantenere una buona routine di igiene orale.


Come appare un dente dopo una endodonzia?

Un dente che ha subito una endodonzia appare come qualsiasi altro dente. La differenza è all'interno del dente. Durante una procedura di endodonzia, viene rimossa la polpa infetta o infiammata, quindi l'interno del dente viene pulito e disinfettato, quindi riempito e sigillato.

Se il dente era scurito a causa dell'infezione, potrebbe essere schiarito durante la procedura o potrebbe essere applicata una corona per migliorarne l'aspetto. Lo scopo di una endodonzia non è solo salvare il dente, ma anche assicurarsi che abbia un aspetto e funzioni come un dente sano.


Come fermare il dolore pulsante dopo una endodonzia?

Un certo disagio o dolore pulsante dopo una endodonzia è normale e può essere gestito con farmaci da banco come l'ibuprofene. Applicare un impacco freddo nella zona interessata può anche aiutare a ridurre il gonfiore e alleviare il dolore.

Se il dolore persiste per più di qualche giorno o diventa grave, è importante contattare il tuo dentista poiché potrebbe essere un segno di complicazioni. È importante anche evitare di masticare o mordere cibi duri con il dente trattato finché non sarà completamente guarito per evitare ulteriori danni o disagi.


Quando è necessaria una endodonzia?

Una endodonzia è necessaria quando la polpa, il tessuto molle all'interno del canale radicolare, diventa infiammata o infetta. Ciò può essere causato da carie profonde, procedure dentali ripetute sul dente, una crepa o una scheggia nel dente o da un trauma al dente.

La causa più comune di una endodonzia è una carie dentale profonda che ha raggiunto la polpa, causandone l'infezione. Questo può essere molto doloroso e, se non trattato, può portare a un ascesso o addirittura alla perdita del dente.


Quando e cosa mangiare dopo una endodonzia?

Dopo una procedura di endodonzia, è importante aspettare che l'anestesia si dissolva prima di iniziare a mangiare per evitare di mordere la guancia o la lingua. Una volta che l'anestesia si è dissolta, è consigliabile limitarsi a cibi morbidi per alcuni giorni per evitare di esercitare troppa pressione sul dente trattato.

Buone scelte alimentari dopo una endodonzia includono yogurt, uova strapazzate, zuppa e purè di patate. È anche importante rimanere idratati bevendo molta acqua ed evitare bevande calde, in quanto potrebbero aumentare il gonfiore.


Quali sono i sintomi di infiammazione che possono necessitare di una endodonzia?

Può essere necessaria una endodonzia se si avverte un forte dolore ai denti durante la masticazione o l'applicazione di pressione, una sensibilità prolungata o dolore al caldo o al freddo, decolorazione del dente, gonfiore e tenerezza nelle gengive circostanti o un brufolo persistente sulle gengive.

Questi sintomi potrebbero essere segni di danni o infezioni della polpa e non dovrebbero essere ignorati. È importante consultare il dentista se si è in presenza di questi sintomi in modo che possano diagnosticare il problema e raccomandare il trattamento appropriato.

Domande su Endodonzia

I nostri esperti hanno risposto a 1 domande su Endodonzia

Ci contatti sul numero di cellulare che trova su questo sito oppure ci scriva su w.a.,la devitalizzazione risolverà sicuramente tutti i suoi problemi.
Comunque senza visitarla impossibile…