Indirizzi (2)

Via Gaspare Aselli 5, Acquabella, Milano
Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli


Misure di sicurezza adottate in questo studio

Mostra

Pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti
Contanti, Bonifico, Carta di credito, + 2 Altro
010 984..... Mostra numero



Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online • 80 €

Ciclo di psicoterapia • 80 €


010 984..... Mostra numero

.

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.

Per favore, leggi con attenzione la policy di cancellazione e rimborso.


30 minuti prima della consulenza, riceverai SMS ed email contenenti il link per effettuare il videoconsulto. Clicca sul link e attendi lo specialista. Non è necessario scaricare alcun software e potrai collegarti al videoconsulto sia dal PC che dal cellulare.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).

Esperienze

Su di me

Sono psicologo-Psicoterapeuta e ricercatore ufficiale del Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal Prof. Giorgio Nardone, dal 2001. Da olt...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Depressione
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Specializzata in Psicoterapia Breve Strategica presso la Scuola di Arezzo diretta dal prof. Giorgio Nardone
  • Specializzazione in Psicoterapia ipnotica Ericksoniana presso l’A.M.I.S.I. di Milano nel 1996
  • Università degli Studi di Padova anno 1990
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Psicoterapia
  • Ipnoterapia

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Spagnolo

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


80 €

Consulenza Online



Via Gaspare Aselli 5, Milano

80 €

Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli

Terapia Breve Strategica (Nardone Model's). Tempo della seduta 45 minuti



Via Gaspare Aselli 5, Milano

da 80 €

Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli

Altre prestazioni


Via Gaspare Aselli 5, Milano

da 90 €

Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli


80 €

Consulenza Online



Via Gaspare Aselli 5, Milano

da 100 €

Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli

Terapia Breve Strategica (Nardone Model's). Tempo della seduta 90 minuti

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dagli specialisti a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
A
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli psicoterapia breve strategica

La Dottoressa è una persona fantastica, sempre disponibile e pronta a dedicare tutto il tempo necessario. La consiglio a chi ha bisogno di aiuto per conoscersi meglio.


E
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli psicoterapia breve strategica

Professionista attenta e competente. Ho apprezzato e continuo ad apprezzare molto la sua gentilezza, la sua empatia e la sua disponibilità. Decisamente risolutiva rispetto a situazioni che mi trascinavo da troppo tempo.


V
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli Ciclo di psicoterapia

Consiglio la dottoressa Taralli. Professionale, preparata e capace di far sentire il paziente a proprio agio e in mani sicure. Tra le tante cose che ho apprezzato vi e' la passione per il suo lavoro, la sua disponibilita' in ogni momento di bisogno e il fatto che le sedute non siano moncate allo scadere di un certo limite temporale (come molti altri suoi colleghi fanno) ma siano condotte a termine seguendo anche le esigenze del paziente. Per me la dottoressa Taralli e' un punto di riferimento.


S
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli psicoterapia breve strategica

Subito dalla prima seduta mi sono trovata a mio agio, ogni seduta finisce quando finisce l’argomento la durata della seduta non è mai è stata un problema. Dottoressa da dei suggerimenti e esercizi mirati da fare per poter superare il tuo problema. Una persona dolce.


R
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli Ciclo di psicoterapia

Persona gentile e particolarmente disponibile, sempre puntuale e attenta alle esigenze dei pazienti.


M
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli colloquio psicologico

Devo dire che mi sono subito trovato a mio agio con la dottoressa ,chiara nella sua osservazione, paziente nel ascoltare/sentire la mia problematica.sempre puntuale e sopratutto disponibile !


M
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli psicoterapia breve strategica

Grazie al percorso intrapreso con la Dott.sa Taralli sono guarita efficacemente e nel migliore dei modi da ansia e altre patologie


B
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli Ciclo di psicoterapia

Ho conosciuto la dottoressa quando soffrivo di attichi di panico e lei mi ha aiutato ad uscirne e ora per me è un punto di riferimento in caso di necessità. Ho trovato una persona disponibile, empatica e soprattutto preparata che mi ha indicato, sempre con professionalità, la giusta via di guarigione. La consiglio a tutti


M
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli Ciclo di psicoterapia

Terapeuta molto cordiale e disponibile anche a cambiamenti di orari e giorni.
Ogni colloquio è stato svolto con puntualità


T
Paziente verificato
Presso: Studio di Psicoterapia della Dott.ssa Marina Taralli Ciclo di psicoterapia

Ho avuto la fortuna che il destino mi facesse "scegliere" la Dottoressa quando la mia prima figlia era ancora piccola e io non riuscivo a stare sola con lei a causa degli attacchi di panico, disturbo di cui soffrivo ormai da anni.
Mi sono sentita subito a mio agio, grazie alla sua dolcezza, disponibilita' e al suo essere alla mano pur essendo sempre stata professionale.
Sono bastate poche sedute per sentirmi rinascere, il mostro che mi accompagnava ormai da tantissimo tempo non c'era piu'.
Anche ora nei periodi più' stressanti mi ha fornito i mezzi per gestire le mie ansie e fare si' che non sfocino piu' in attacchi di panico.
Non la ringrazierò mai abbastanza, mi ha davvero cambiato la vita.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 3 domande da parte di pazienti di MioDottore

FETICISMO, SOTTOMISSIONE E DISTURBO OSSESSIVO. A CHI DEVO RIVOLGERMI?

Salve, cerco di essere il piú breve possibile.
Ho 30 anni e soffro da sempre di feticismo dei piedi e desiderio di sottomissione alle donne, cosa che non mi ha mai permesso di avere un rapporto sessuale, non provando eccitazione con i metodi diciamo cosí tradizionali.
Oltre a ciò, si aggiunge il disturbo ossessivo compulsivo, che mi ha sempre fatto nascere paure e pensieri assolutamente irrazionali, illogichi e appunto ossessivi, con diversi alti e bassi.

Quasi un anno fa ho deciso di iniziare un percorso di psicoterapia, tramite ipnosi vigile regressiva.
Ho fatto oramai centinaia di sedute, ho avuto molti e importanti miglioramenti sotto il lato sessuale, inziando a provare interesse e piacere verso le zone erogene tradizionali e riuscendo finalmente ad avere il mio primo rapporto sessuale circa 1 mese fa, seppur con l'aiuto del viagra, senza raggiungere l'orgasmo e con molte difficoltà dovute all'assoluta inesperienza.
A volte però tornano fuori i pensieri di feticismo, sottomissione, eccetera, soprattutto quando si scatena il DOC, che con i miei pensieri, paure e convinzioni irrazionali mi butta giú, mi toglie la serenità, e quando sono giú e infelice ecco che il pensiero torna ai piedi, alla sottomissione.
DOC che magari mi blocca anche da un momento all'altro anche senza finire sul feticismo, prima magari della possibilità di un rapporto sessuale, sono sereno, sicuro, ecco che arriva il pensiero o la paura irrazionale ed ecco che scompare tutto, serenità, sicurezza, eccitazione...
E DOC che chiaramente influisce anche in tutti gli altri ambiti della mia vita.

Purtroppo se la psicoterapia che ho intrapeso ha dato ottimi frutti sul discorso sessuale, non posso dire lo stesso per quanto riguarda il DOC, che sembra quasi non essere migliorato per niente.

La mia domanda è, a chi posso rivolgermi per risolvere i miei problemi sessuali, che comunque esistono ancora seppur migliorati, e contemporaneamente per risolvere il disturbo ossessivo? Ho cercato molto ma non ho trovato nessuno specializzato in entrambi i campi.
E a quale tipologia di terapia devo affidarmi (congitivo-comportamentale, breve strategica, ecc...)?
Grazie.

Gentilissimo utente di Mio dottore, grazie per la sua domanda. Quando è presente un disturbo ossessivo -complulsivo è necessario prima intervenire su di esso fino alla sua totale estinzione in quanto, essendo un disturbo dominante, finché presente, influisce anche sulle altre funzioni, in questo caso la sfera sessuale. Le consiglio la Terapia Breve Strategica del Prof. Nardone, considerata la più efficiente per questo tipo di disturbi.
Cordiali saluti
Dott.ssa Marina Taralli

Dott.ssa Marina Taralli

E ci risiamo.
Mai cantare vittoria con un disturbo mentale. Proprio ieri sono stato dallo psichiatra che mi sta seguendo, per un follow up ; mi sembrava sinceramente di stare meglio, dopo quattro mesi di sertralina, almeno sul piano dell'ansia, che è scesa rispetto alle prime settimane di terapia, in cui è prevedibile una fase di assestamento. È vero che l'umore tende ancora verso il basso, perché iniziativa, determinazione nel decidere e voglia di fare non hanno visto passi avanti, ma da un mesetto circa riuscivo a lasciar passare i pensieri intrusivi (ad esempio quello, angosciante, di temere di non riconoscere più come reali le cose intorno a me, ma di interpretarle come minacciose, e quindi di soffrire di deliri di riferimento...) senza dar loro peso eccessivo. E invece, oggi mi sembra di essere tornato alle prime settimane in cui assumevo il farmaco: da stamane provo una tristezza che non so a quale causa attribuire, e soprattutto un sentimento di paura che mi serra il petto e lo schiaccia come un macigno. Ero sicuro che certi tormenti fossero passati e che grazie alla copertura farmacologica e alla tcc non avrei avuto piu motivo di preoccuparmene, per cui non mi spiego il loro così improvvido ritorno... Tento di razionalizzare, dicendomi che non c'è in vista alcun pericolo che giustifichi questo mio sentirmi impaurito, ma i miei ragionamenti non bastano a fugare queste nuvole... Mi rammarico soprattutto che mi stia sentendo di nuovo male adesso, invece che prima di andare dallo psichiatra, perché sicuramente gli avrei parlato di questa ricaduta, che pare mettere in discussione l'efficacia terapeutica del farmaco attualmente in uso. Farmaco che appena sei anni fa, a queste dosi, mi guarì, mentre ora sembra aver perso potere curativo su di me, oltre a procurarmi effetti collaterali ben più pesanti. Cosa si fa in casi del genere? Il medico mi ha detto di andare avanti al dosaggip attuale fino al prossimo consulto, previsto a fine marzo; ma se una terapia non mi fa ritrovare la serenità di cui ho bisogno, come mi comporto? Ho inoltre letto in internet che in alcune forme depressive il malato sviluppa un delirio congruo allumore e crede di udire voci che gli comandano di farla finita... E se cadessi anche in questa trappola? Il solo pensiero di poter nuocere a me stesso mi fa soffrire molto, mentre fino a pochi giorni fa mi illudevo di esser diventato capace di non farmene allarmare, perché, appunto, nient'altro che un pensiero...

Gent.mo utente, per quanto gli psicofarmaci in alcuni momenti siano delle valide stampelle, in quanto diminuiscono le componenti fisiologiche della paura, non possono modificare la rigidità del pensiero che mantiene le ossessioni, per il quale è necessario un lavoro psicoterapico. Mi sembra di capire che lei abbia già scelto una terapia cognitivo-comportamentale, le consiglio di affrontare la ricaduta, con il suo terapeuta evitando le dannose ricerche in internet, che possono solo spaventarla di più. Le ricadute fanno parte del percorso, sono quel passo indietro che ci può dare lo slancio per fare un balzo in avanti.
Buona serata. Dott.ssa Marina Taralli

Dott.ssa Marina Taralli

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Sono psicologo-Psicoterapeuta e ricercatore ufficiale del Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal Prof. Giorgio Nardone, dal 2001. Da olt...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Depressione
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Specializzata in Psicoterapia Breve Strategica presso la Scuola di Arezzo diretta dal prof. Giorgio Nardone
  • Specializzazione in Psicoterapia ipnotica Ericksoniana presso l’A.M.I.S.I. di Milano nel 1996
  • Università degli Studi di Padova anno 1990
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Psicoterapia
  • Ipnoterapia

Tirocini

  • Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto
  • Istituto Moresco - Istituto per minori di Don Orione (Bogliasco (GE)

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Spagnolo

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (4)

Ricerche correlate