Indirizzi (2)


Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online • 70 €


Presso questo indirizzo visito: adulti
339 355..... Mostra numero

Metodi di pagamento: Carta di credito

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.


1. Scarica un servizio di video chiamata io uso whatsapp, skype, zoom
2. Il link di skype è Giorgio Paltrinieri, l'URL di zoom è: https://us04web.zoom.us/j/**********
3. Si fisserà l'appuntamento telefonicamente o via mail whatsapp e chiedo di connettersi circa 15 minuti prima per verificare che non ci siano problemi tecnici
4 La seduta durerà un'ora come le sedute tradizionali* Parte delle informazioni è nascosta per garantire la protezione dei dati. Potrai accedere a queste informazioni dopo aver effettuato la prenotazione.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).


Via Fulvia, 65, Mirandola
Studio Di Psicologia Clinica


Pazienti senza assicurazione sanitaria


339 355..... Mostra numero


Esperienze

Su di me

Ho 46 anni abito e lavoro principalmente a Mirandola, sono sposato con Susanna, che fa la mia stessa professione Abbiamo due figlie. Da circa ott...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea Magistrale, Università di Bologna Facoltà di Psicologia 2005
  • Istituto di Specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazionale Iscra di Modena, 2019
  • Master in Disturbi Specifici dell' Apprendimento, DSA, LR Psicologia, Roma, 2015

Specializzazioni

  • Psicologia Clinica
  • Psicoterapia sistemico relazionale
  • Psicodiagnostica


Competenze linguistiche

Inglese, Italiano

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite

Consulenza online


70 €

Consulenza online


Psicoterapia


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica


Psicoterapia individuale


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica

Altre prestazioni

Colloquio psicologico


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica


Colloquio psicologico domiciliare


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 80 €

Studio Di Psicologia Clinica


Mindfulness


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica


Psicoterapia della depressione


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica


Psicoterapia di gruppo


Via Fulvia, 65, Mirandola

40 €

Studio Di Psicologia Clinica


Psicoterapia familiare


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 90 €

Studio Di Psicologia Clinica


Psicoterapia per dipendenze


Via Fulvia, 65, Mirandola

70 €

Studio Di Psicologia Clinica


Terapia di gruppo


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 40 €

Studio Di Psicologia Clinica


Terapia familiare


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 90 €

Studio Di Psicologia Clinica


Test di personalità


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 250 €

Studio Di Psicologia Clinica


Test psicologici


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 150 €

Studio Di Psicologia Clinica


Training autogeno


Via Fulvia, 65, Mirandola

da 40 €

Studio Di Psicologia Clinica

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
18 recensioni

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
G
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Ottimo psicologo,premetto che sia la prima volta per me,però devo ammettere che mi sto trovando davvero bene.


P
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Molto disponibile, discreto quindi non invadente, coglie i momenti, peccato che quando inizi a parlare il tempo vola vorresti poter continuare.....


F
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Giorgio è una persona molto preparata, empatica e gentile. Mi sono trovato a mio agio dalla prima seduta e ogni volta riusciamo ad avere un dialogo costruttivo e molto piacevole


M
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Puntuale, esaustivo. Ottimo professionista.
Bellissimo studio. Da consigliare a chi ne ha necessità.


D
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Empatia. Fin dalla prima seduta. Sono arrivata da lui a seguito di un intervento chirurgico, demolita da un lutto e da un matrimonio sbagliato. Lui mi ha aiutata fin da subito. Ha capito esattamente ciò di cui avevo bisogno. Quando parli con lui ti scordi di essere il paziente, ti scordi che lui è il medico. Sembra che ti conosca da sempre. Lo consiglio tantissimo. È stato l’aiuto più efficace che ho ricevuto


E
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Visita prima di un intervento molto importante che cambierà il mio stile di vita Accomodante Aperto Cap


C
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Ottimo terapeuta ormai da anni sotto di lui, serio, ti fa sentire a tuo agio e in piena tranquillità molto comprensivo nei confronti dei pazienti flessibile con gli orari


S
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Io mi sento meglio al termine delle sedute. Professionista serio e preparato . Quando la terapia è terminata lo dice ed a differenza di altri non la prolunga inutilmente.


F
Presso: Studio Di Psicologia Clinica psicoterapia individuale

Sono solo al secondo appuntamento ma,ti mette a tuo agio e riesce a tirarti fuori cose che difficilmente che non ne ho mai parlato con altre persone..Al termine dell''incontro sono un'altra persona.,rilassato e sereno.


P
Paziente verificato
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Di Psicologia Clinica colloquio psicologico

Professionista preparato con estrema semplicità e attenzione alla persona...mi sono sentito compreso è supportato nel percorso intrapreso.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 13 domande da parte di pazienti di MioDottore


  • Salve, sono una ragazza di 24 anni che soffre d'ansia con sintomi dal 2012, sono sempre stata una persona dal carattere molto timido e credo che questo ha influito in qualche modo. Ho subito per quasi tutto il mio percorso scolastico bullismo, più psicologico che fisico, forse la paura del giudizio della gente nasce anche da questo. Sono cresciuta in un ambiente familiare in cui le urla e i litigi erano quasi all'ordine del giorno, i miei genitori sono persone che non hanno veri e propri amici da frequentare, solo persone/conoscenti con cui fermarsi a fare due chiacchiere, sono rari i casi in cui qualcuno viene a farci visita. Tutte quelle "amicizie" o semplici conoscenze che ho avuto le ho rovinate, abbandonate proprio a causa dell'ansia e della paura. Sempre a causa di questa sorta di ansia sociale avevo abbandonato la scuola. Ho avuto vari consulti dal vivo, 2 psicologhe dell'ASL con cui avrò fatto 3 o 4 sedute, uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale privato, ma sin dal primo incontro non stesi per niente a mio agio lì dentro. Passato qualche anno fui "costretta" ad affrontare una sorta di vacanza con un mio parente e altri miei coetanei che non conoscevo, presa dall'ansia contattai una psicoterapeuta privata, da lì in poi iniziai un percorso con lei, mi sono trovata bene sin da subito, sono riuscita ad affrontare alcune situazioni sociali, a diplomarmi e a prendere la patente anche se adesso non guido ancora da sola. Nell'ultimo anno di scuola decisi anche di voler iniziare una terapia farmacologica per i sintomi, sentivo che solo la psicoterapia non mi bastava. Ho fatto quasi 3 anni di psicoterapia (faceva riferimento allo psicodramma), tra tira e molla, arrivo a capire che il mio problema è anche la resistenza al cambiamento, da qui la decisione di entrambe (dopo averne parlato a lungo) di chiudere la terapia. Vivo con questa resistenza da qualche anno, anche se sono convinta di avercela avuta sempre. Inizio ad avere paura anche per il mio futuro, se sono ancora qui è grazie a due genitori che nel bene o nel male non mi lasciano mai sola. Ho paura di non riuscire a sbloccarmi da questa situazione, perchè so che adesso è un problema mio e nessuno in questo può aiutarmi. Ho paura di come sarà la mia vita dopo che i miei genitori non ci saranno più. Spesso ho pensieri suicidi (non ne ho il coraggio), ho iniziato ad avere questi pensieri con la nascita dell'ansia e quindi già dal 2012 ci pensavo, mi immaginavo i modi e i posti in cui farlo, ricordo che guardavo fuori dalla finestra della mia scuola dove vi era una strada in cui le macchine correvano veloci, immaginavo di buttarmici sotto. Da un pò cerco dei modi su internet su come andarsene senza soffrire troppo e mi sorprende ciò che si può leggere, ma ripeto sono solo pensieri, non ne ho il coraggio.
    Questi pensieri nascono dall'insopportabile sofferenza che vivo e tendo di nascondere da molti anni ormai. Sono il mio peggior nemico, sono convinta di non essere brava in nulla, mi faccio schifo come persona, sento che la mia esistenza causa sofferenza e problemi non solo a me ma anche a chi mi sta vicino. Ci sono periodi in cui sto davvero giù e passo interi giorni a starmene dentro la mia cameretta (si, vivo ancora con i miei genitori e non ho un lavoro), piango spesso, passo molto tempo su internet (penso di esserne dipendente), mi sfogo lì, spesso lo uso per distrarmi dai miei problemi. A proposito di distrazioni credo di soffrire di qualche disturbo ossessivo compulsivo (non mi sto autodiagnosticando nulla, sono solo ipotesi), sin dall'inizio dell'adolescenza ho iniziato ad avere un brutto vizio, quello di grattare via tutte le imperfezioni sulla mia pelle (es.: brufoli, croste ecc.), cercando su internet ho letto qualcosa sulla dermatillomania e mi ci rivedo molto, non è detto però che ne soffra. Da sempre ho altre brutte abitudini che in un certo senso mi aiutano a trovare un sollievo momentaneo, come ad esempio strapparsi le unghie con i denti o mangiarsi le pellicine delle labbra, negli ultimi anni mi sfogo anche con il cibo spazzatura, anche se non sono delle vere e proprie abbuffate (non ho mai sofferto di alcun disturbo alimentare, sono normopeso).
    Sempre negli ultimi anni mi capita di non riuscire a trattenere le lacrime in pubblico, non mi succede sempre ma a volte, alcuni hanno notato i miei occhi lucidi ma io evito di dare spiegazioni, a maggior ragione se sono perfetti sconosciuti, invento sempre una scusa. Di tutto quello che vi ho scritto ne sono a conoscenza poche persone nella mia vita, la mia psicoterapeuta, la mia famiglia e qualche parente.
    Mi sento senza speranza e all'interno di una trappola che ho creato io stessa ma che allo stesso tempo ho paura ad uscirne. Ho paura di rimanere così per sempre. Ho paura di risperimentare il dolore (fisico e non) per affrontare le mie paure/ansie. Volevo provare una nuova psicoterapia, ma anche qui mi frena la paura perchè mi chiedo "E se sbaglio tutto ancora una volta?", "Se non sono abbastanza motivata che ci vado a fare?", "Se ho ancora questa resistenza come mi può aiutare?".... e tante, tante altre..
    Non so cosa fare..

    Gentilissima,
    Si avverte nella sua narrazione, una sofferenza protratta da un tempo lungo, benché lei sia molto giovane.
    Mi dispiace molto, che abbia timore nell' affrontare le situazioni le che le si pongono davanti.
    Il fatto che lei si sia rivolta a questo sito, mi fa pensare che sente l'urgenza di cambiare e di evolvere malgrado le difficoltà che si descrive, e questo per me è un buon segno.
    Intraprendere un'altra psicoterapia, potrebbe essere d'aiuto, ma non per questo le si può dare l'accezione che possa essere per forza risolutiva. A volte non lo è, e accade.
    Con questo vorrei suggerirle di non aver paura di sbagliare la scelta del suo o della sua terapeuta, perché molto dipende da quanto lei sente accolta, compresa e affidata, ed una cosa che si avverte; se non si sente a suo agio può cambiare, senza viverlo come una fallimento, ma come una scelta.
    Cordiali Saluti
    Giorgio Paltrinieri

    Dr. Giorgio Paltrinieri

  • Secondo voi cosa si potrebbe fare per migliorare tutto ciò che riguarda la psicologia, psicoterapia, psichiatria?

    Parlo secondo ciò che ho vissuto, quindi non è detto che sia così per tutti, perciò posso anche sbagliarmi.
    Nel mio caso mi ha dato molto fastidio non avere le giuste informazioni. Partendo dal medico di base, chi sperimenta l'ansia o qualsiasi altro disturbo riguardante la psiche, non conosce, non sa, proprio perchè non ha studiato questi argomenti, così come una persona non ammalata di sla non conosce questa malattia. Ci si aspetta quindi che il medico da cui andiamo ci illumini, nel mio caso è stata un continuo dirmi "Una camomilla e poi passa", "Devi stare tranquilla..", ora capite che il problema parte proprio da lì, secondo me dovrebbero preparare i medici, un minimo, nel cercare di capire quando il tuo paziente non ha un problema organico ma più profondo..
    "Vabbè, è un medico di famiglia non ha studiato psicologia" direbbe qualcuno, e quindi facciamo finta di passare sopra a questo. Arriviamo ad avere un colloquio con una psicologa, senza capire quello che ci dice, anzi ci sentiamo ancora più confusi di prima con il problema che peggiora, ora dico io, in questo caso si trattava di una psicologa pubblica (ne ho provate due), nessuna di loro mi ha spiegato a parole povere cosa fa lo psicologo, qual'era il mio problema e come risolverlo, nessuno mi ha mai detto che esisteva anche un'altra figura, quello dello psicoterapeuta, e nessuno mi ha mai parlato delle eventuali tipologie di psicoterapie che esistono, della differenza che c'è tra psicologo, psicoterapeuta, psichiatra ecc.
    Tutto quello che so (ammetto che è ancora poco), lo devo solo alla mia volontà, nel cercarmi le risposte da sola, mi dispiace dirlo ma molte delle informazioni le ho avute grazie ad internet e non da chi svolge questo mestiere. Su Facebook, ma in generale sul web, si possono trovare un mucchio di forum, gruppi in cui la gente si confronta a secondo del problema che ha, e questo a me è stato molto utile, leggendo le storie di altre persone imparavo qualcosa (non sempre), e ho notato da sola che sono in molti ad avere avuto le mie stesse difficoltà di giusta informazione.
    Se si facesse una statistica in Italia su quanti sanno cosa fa lo psicologo verrebbero i capelli bianchi a tutti, per non parlare del significato di psicoterapia e tante altre cose.
    Secondo me c'è poca informazione e mi chiedo ma se questa cosa non parte da chi di dovere, chi deve informare un paziente?

    Vi faccio un esempio (non sono molto brava a spiegare), se ho un neo che ha una strana forma, la prima cosa che faccio è di andare dal mio medico e poi lui mi manderà dal dermatologo, nel caso in cui questo neo debba essere tolto, il dermatologo mi spedirà da uno specialista in grado di trattare appunto la situazione. Vedete come in questo caso io le informazioni le ho avute, ognuno di loro inquadrava la situazione e mi dava nelle mani di chi sapesse gestire tutto ciò. Perchè la stessa cosa non accade nel campo della psicologia? Perchè devo essere io ad andarmi a cercare gli "specialisti" e quindi perdere tempo e soldi? Perchè devo essere io (paziente) a cercare di capire quale sia il mio problema? Perchè c'è poca informazione riguardo questi argomenti?

    Non voglio che vediate questa mia riflessione come un attacco o un'offesa a questa professione, piuttosto come una critica costruttiva. Ripeto non è detto che tutti la pensino come me o hanno avuto la stessa mia esperienza, però, magari attraverso la condivisione di esperienze diverse, davvero qualcosa si potrebbe migliorare.

    Cosa ne pensate? Mi piacerebbe molto sentire il parere di tutti, in particolare proprio dei terapeuti.

    Gentile Utente,
    Quando si parla di sintomi ansiosi, si parla di una condizione psichica, che si manifesta soprattutto nel corpo, con uno stato di sofferenza che la persona cerca di alleviare il più rapidamente possibile. La terapia farmacologica agisce sul sintomo, ma non risolve il problema, che sta alla base di quest'ultimo; il più delle volte è causato da situazioni, solitamente relazionali, croniche, che la persona fatica a tollerare, oppure da fattori di stress improvvisi, che mettono i crisi gli equilibri personali.
    Io credo infatti che la terapia sia un percorso importante non per alleviare il dolore ma per imparare a stare nelle situazioni che la generano.
    Più che percorso curativo, credo sia un percorso evolutivo
    Per arrivare a ciò è importante intraprendere un viaggio di conoscenza, e di accettazione di sé, calato nei contesti in cui vive.
    Il medico, che è ha conoscenza di questo processo, invita il paziente a seguire un percorso di questo tipo, ma è consapevole del fatto che possa essere un investimento di energie emotive, tempo e denaro, che non tutti sono in grado di sostenere.
    In Italia il servizio pubblico non è in grado di sostenere l'alta richiesta di aiuto psicologico, e fatica a gestire delle terapie spesso adeguate, pur avendo in carico dei professionisti molto motivati e qualificati (questa è la mia esperienza sul mio territorio).
    Quindi si tende a rivolgersi privatamente, perché convivere da soli con il problema diventa a volte insopportabile e quindi ci si rivolge allo specialista con un sensibile sentimento d'urgenza.
    La mia risposta rischia di essere un po' semplicistica, ma credo che lei possa trovare un professionista che la possa offrire delle informazioni più esaurienti e la possa aiutare adeguatamente.
    Cordiali Saluti
    Giorgio Paltrinieri

    Dr. Giorgio Paltrinieri

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Ho 46 anni abito e lavoro principalmente a Mirandola, sono sposato con Susanna, che fa la mia stessa professione Abbiamo due figlie. Da circa ott...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Laurea Magistrale, Università di Bologna Facoltà di Psicologia 2005
  • Istituto di Specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazionale Iscra di Modena, 2019
  • Master in Disturbi Specifici dell' Apprendimento, DSA, LR Psicologia, Roma, 2015

Specializzazioni

  • Psicologia Clinica
  • Psicoterapia sistemico relazionale
  • Psicodiagnostica

Tirocini

  • Servizio di Terapia Famigliare, Dipartimento Salute Mentale, Ausl di Modena


Competenze linguistiche

Inglese, Italiano

Account dei social media


Ricerche correlate