Indirizzi (2)

NOMA Crossfit


Pazienti senza assicurazione sanitaria


080 999..... Mostra numero

Fisioterapia • 80 €

Prima visita fisioterapica • 100 €

Seduta di fisioterapia • 65 €

Questo dottore non offre prenotazioni online a questo indirizzo

Pazienti senza assicurazione sanitaria


Contanti, Carta di debito
080 999..... Mostra numero


Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Strada Della Pronda 45/C,

80 €

NOMA Crossfit


Corso Agnelli 109/ E, Torino

Fisio&Lab Italia Srl

Altre prestazioni


Strada Della Pronda 45/C,

100 €

NOMA Crossfit



Strada Della Pronda 45/C,

65 €

NOMA Crossfit

Esperienze

Su di me

Mi chiamo Giandavide Lepraro, ho 30 anni, e ho conseguito nel novembre 2016 la laurea triennale in Fisioterapia presso l’Università degli Studi “G. d’...

Mostra tutta la descrizione


Formazione

  • Università degli studi G. Dannunzio (Chieti-Pescara)

Specializzazioni

  • Fisioterapia
  • Idrokinesiterapia
  • Kinesioterapia
Visualizza altre informazioni

Tirocini

  • Ospedale Santo spirito (Pescara) Reparto di Chirurgia Toracica ed Ortopedia

Foto


Competenze linguistiche

  • Inglese,
  • Spagnolo

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dai dottori a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Molto gentile e professionale, attento ai dettagli e fa sentire sempre il "paziente" a proprio agio.

C
Profilo verificato
Presso: Altro Altro

Empatia, attenzione, efficacia nel trattamento, in una volta sola mi ha dato un sollievo incredibile.

A
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Consiglio vivamente, Giandavide è un fisioterapista di una professionalità eccellente !!!


V
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Professionale e preciso , con informazioni e consigli dettagliati .


O
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Mi sono trovato molto bene, la visita è stata approfondita il dottore molto competente e attento al paziente.


M
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Giandavide sa quello che fa…conosce bene la materia …consigliato


L
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: Altro Altro

Molto efficace nella mobilizzazione dei muscoli in generale. Ottima la cortesia.


M
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

è un professionista molto competente e professionale. In poche sedute ha risolto i miei problemi al braccio sinistro. Lo consiglio vivamente


M
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Molto professionale e disponibile, puntuale negli appuntamenti


G
Profilo verificato
Visita prenotata su MioDottore.it
Presso: NOMA Crossfit fisioterapia

Raccomando con piacere una vista con il dott.Giandavide per la sua professionalità, preparazione e attenzione riguardo i propri pazienti. Il dott.Giandavide, in oltre è anche molto disponibile e accurato nella spiegazione di eventuali esercizi assegnati al paziente.


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 2 domande da parte di pazienti di MioDottore

Salve, mettiamo un caso ipotetico in cui una persona si allena un giorno X con sollevamento pesi. Se il prossimo allenamento avverrà a distanza di 3 giorni dal primo, ci saranno complicazioni se il riposo è avvenuto a metà tra pessimo e buono? Intendo dire: se i muscoli si sono correttamente riposati nei due giorni dopo l'allenamento X (e suppongo che abbiano avuto il tempo per ripararsi), ma solo il giorno prima del nuovo allenamento vi é stato un sonno scarso e compromesso, allenarsi quel giorno sarà meno efficace o é indifferente?

Buonasera.
Per dare una risposta adeguata, servirebbe sapere in quale modo è stato eseguito l’allenamento, per capire quali dei 4 metabolismi sono stati coinvolti maggiormente, poichè i tempi di recupero sono estremamente variabili. La sensazione di recupero muscolare non è tangibile a livello scientifico, poichè i cosiddetti DOMS e i danni organici e infiammatori derivanti dall’allenamento non sono visibili con indagine strumentale. Sicuramente la mancanza di sonno è un fattore ostacolante il recupero, ma anche qui possono esserci tante variabili, ovvero qualità del sonno, ora in cui si è andati a dormire e ci si è risvegliati, che potrebbero alterare l’alternanza di picchi ormonali (Acrofase e Mesor di GH,Melatonina,Testosterone, Cortisolo). Concludendo, anche l’infortunio avrebbe più probabilità di verificarsi, nel caso in cui non si fosse stilata una valida tabella d’allenamento, con recuperi annessi e altri fattori concomitanti come detto in precedenza.

Spero di esser stato chiaro.

Saluti!

Dott. Giandavide Lepraro

Buonasera, vi racconto cosa mi è successo una settimana fa. Sono una ragazza di 22 anni, peso 50 kg e sono alta 160 (lo specifico ai fini della “diagnosi”) e pratico bodybuilding 3 volte alla settimana. Sabato scorso, allenando le gambe, ho deciso di aumentare il peso della leg press (80 kg), tuttavia subito dopo aver finito, sicuramente a causa di una cattiva esecuzione, ho sentito un fastidio al ginocchio che ho rotto quando ero bambina. Attualmente non ho nessun gonfiore o ematoma, ma ho uno strano fastidio, scrocchia quando mi alzo o mi abbasso e ogni tanto una sensazione di “scossa” dietro il ginocchio. Cosa potrebbe essere? E soprattutto, mi consigliate di fermarmi ancora? (Sono ferma da una settimana). Ho applicato Voltaren Emulgel 2%. Grazie e buona serata

Buonasera. In proiezione a quale struttura del ginocchio lei avverte dolore? E' un dolore che si verifica al carico o anche nella flesso-estensione in scarico? C'è un deficit di forza nei test funzionali? Cosa è successo a quel ginocchio in tenera età? Ci sono tanti parametri che mancano per poter dare un opionione ben definita. Certo è che, quando siamo di fronte ad un peso mai sollevato, la struttura potrebbe risentirne poichè è uno sforzo "nuovo" a livello neuromuscolare. Inoltre, i tessuti tendono a cedere non per il dolore, ma per il carico. Chi fa sport, è soggetto a continui microtraumi, che il corpo deve riparare per poi rendersi più forte. Le consiglio un eventuale visita ortopedica, nel caso in cui il dolore dovesse essere ingravescente e persistere con costanza e non remissione per più di 7 giorni.

Saluti

Dott. Giandavide Lepraro

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.