Indirizzi (2)

Via dello Scalo 1, Bologna
Studio Privato di Psicologia


Misure di sicurezza adottate in questo studio

Mostra

Pazienti con assicurazione sanitaria e pazienti senza assicurazione sanitaria


Presso questo indirizzo visito: adulti, bambini di qualsiasi età
Bonifico, Assegno, Carta di debito, + 4 Altro
051 952..... Mostra numero


Questo specialista non offre prenotazioni online a questo indirizzo

Pazienti senza assicurazione sanitaria


Consulenza online • 60 €


051 952..... Mostra numero

.

I pagamenti per le consulenze sono inviati direttamente allo specialista, che è anche responsabile della policy di cancellazione e rimborso.

In caso di eventuali problemi con il pagamento, ti preghiamo di contattare lo specialista.

Ricorda, MioDottore non ti addebita alcuna commissione aggiuntiva per la prenotazione dell'appuntamento e non processa i pagamenti per conto dello specialista.

Per favore, leggi con attenzione la policy di cancellazione e rimborso.


30 minuti prima della consulenza, riceverai SMS ed email contenenti il link per effettuare il videoconsulto. Clicca sul link e attendi lo specialista. Non è necessario scaricare alcun software e potrai collegarti al videoconsulto sia dal PC che dal cellulare.


Tieniti pronto 10 minuti prima della consulenza. Assicurati che la batteria del tuo dispositivo sia carica. Per i videoconsulti: controlla la tua connessione internet e il corretto funzionamento di camera e microfono. Tieni a portata di mano eventuali referti medici (es. il risultato degli esami).

Esperienze

Su di me

La mia professione di psicoterapeuta nasce da lontano. Prima di dedicarmi alla cura della psiche delle persone, sono stata una danzatrice contemporane...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Istituto di Psicoterapia Espressiva, IPSE di Bologna
  • Facoltà di psicologia, IUSVE, Venezia-Mestre
  • Goldsmiths College, Università di Londra
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Psicoterapia

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Inglese

Prestazioni e prezzi

I prezzi indicati sono quelli per pazienti senza assicurazione sanitaria

Prestazioni suggerite


Via dello Scalo 1, Bologna

60 €

Studio Privato di Psicologia


60 €

Consulenza Online



Via dello Scalo 1, Bologna

60 €

Studio Privato di Psicologia

Altre prestazioni


Via dello Scalo 1, Bologna

60 €

Studio Privato di Psicologia



Via dello Scalo 1, Bologna

60 €

Studio Privato di Psicologia

Punteggio generale

Tutte le recensioni contano e non possono essere rimosse o modificate dagli specialisti a proprio piacimento. Scopri come funziona il processo di moderazione delle recensioni.
P
Presso: Studio Privato di Psicologia Altro

Grande disponibilità oraria . Si percepisce molto la passione che ha per il suo lavoro. Un sorriso bello e vero.


V
Presso: Studio Privato di Psicologia Altro

Mi sono sentita accolta e in uno spazio sicuro.
La dott.ssa Colace ha saputo mettermi a mio agio e creare le condizioni per potermi affidare, cosa che ritenevo per me difficile anche a fronte di altre esperienze. Un percorso importante e profondo in un momento critico che mi ha portato a percepire possibilità di cambiamento.


A
Presso: Consulenza Online consulenza online

Diretta ma empatica e sensibile in tutt'uno. Mette a proprio agio e contemporaneamente dimostra professionalità e chiarezza nel definire gli obiettivi e le modalità dell'approccio terapeutico.


G
Presso: Studio Privato di Psicologia primo colloquio individuale

Appena si varca la soglia ci si sente accolti, complici il caloroso sorriso e lo sguardo curioso senza invadenza. Capacità d'ascolto attivo e di focalizzare i punti fondamentali creano le condizioni per un rapporto terapeutico ottimale e con alte probabilità di successo. Si torna volentieri!


C
Presso: Studio Privato di Psicologia primo colloquio individuale

La Dott.ssa Colace mi ha accolta con grande disponibilità ed un approccio che mi ha messa da subito molto a mio agio. Il percorso è stato per me significativo e profondo, ricco di spunti che hanno avuto un influsso molto positivo sulla qualità della mia vita.


M
Presso: Studio Privato di Psicologia Altro

La dottoressa Colace è stata da subito molto accogliente. Mi ha fatta sentire a mio agio fin dal primo incontro. Durante tutto il percorso mi sono sempre sentita ascoltata e supportata. Ho potuto fare un lavoro approfondito grazie al quale sono riuscita a superare un momento molto difficile della mia vita e finalmente imparare a mettere in contatto corpo e mente. Le sono molto grata e la consiglio a tutti.


V
Paziente verificato
Presso: Studio Privato di Psicologia Altro

La Dottoressa Colace è stata in grado di seguirmi con grande empatia e competenza e ha saputo risolvere una situazione che non credevo si potesse risolvere più.


C
Presso: Studio Privato di Psicologia primo colloquio psicoterapeutico

L'ho trovata molto attenta e capace di contestualizzare il problema tenendo conto delle mie sensibilità


A
Presso: Studio Privato di Psicologia primo colloquio individuale

La dottoressa è stata molto empatica, mi ha aiutato a capire quale fosse il mio problema. Sono uscito molto tranquillo e rassicurato


G
Presso: Studio Privato di Psicologia primo colloquio psicoterapeutico

Io sono stata molto soddisfatta per il servizio ricevuto in tutte le sue componenti
Ho trovato nella dottoressa Colace sin dalla prima seduta una particolare sensibilità e capacità di comprendere le mie problematiche, questo ha aiutato a sciogliere le mie riluttanze ad aprirmi,
Per potere iniziare sciogliere i miei nodi


Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 21 domande da parte di pazienti di MioDottore

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 21 anni e da ormai quasi 2 mesi la mia vita credo abbia preso una scossa molto strana che ad oggi, mi sta creando molti sensi di colpa. Ormai due mesi conobbi questo ragazzo, presentato da un’amica (in comune), lui è di Milano e io del Veneto, e mi è stato praticamente presentato in un occasione in cui ero a Milano (ci andavo spesso). Da subito scatta una bella chimica tra me e lui, ci iniziamo a sentire e da subito mi sembra carino e stavo bene. Era da 2 anni che non mi sentivo con un ragazzo, mi ero chiuso in me stesso e avevo paura di ogni persona dopo una frequentazione mega tossica. Io torno in veneto, Dopo diversi giorni di scambio di messaggi, videochiamate e anche incomprensioni, sempre più o meno risolte, anche grazie alla mediazione della mia amica, io gli dico che mi sento come se non gliene importasse più, non faceva più complimenti come i primi giorni, i buongiorno/buonanotte erano ormai spariti, mi sentivo trascurato e stavo rivivendo i miei traumi passati. E qui inizia la prima crepa che ha portato alla grande rottura poi del rapporto. Lui mi dice che da qualche tempo ha una confusione in testa che non lo fa vivere bene, che non lo fa aprire con i propri sentimenti alle persone, che non sa bene se si sta comportando in questo determinato modo perché in passato era stato abituato semroe a cercare l’amore che non aveva per se stesso negli altri, e che quindi stesse recitando un copione o se realmente era lui. Mi ripete che è interessato, che non vuole chiudere e che non gli sono indifferente ma che non sa bene cosa vuole e chi è. Sa che non vuole stare solo, che vorrebbe qualcosa di simile a una relazione, ma che forse doveva stare da solo. Non si capisce, e questo mi ha mandato nel PANICO. Da qui letteralmente sono iniziati i VERI problemi. Perché questa sua confusione ha preso dentro me, e ho ripensato a quando a dicembre mi aveva detto : non so chi sono o cosa voglio. Questa cosa è motivo ovviamente di grande discussione, lui mi dice che non gli sembra che le cose fra me e lui stiano andando male e che sarebbe stato male se avessi voluto chiudere tutto. Gli dico : dimmi che vuoi chiudere e basta perché a me sta cosa mi sa di quelle tipiche frasi. Lui mi ripete che non lo dice finchè non lo sente e che il suo cambiamento è anche nel fatto che non si tiene le cose che non gli interessano e che quindi mi avrebbe già detto se non volesse più. Nessuno dei due ha coraggio a chiudere. Passano i giorni, lui si opera, decidiamk di ricominciare, ma era tutto diverso. Non dimostrava più, spariva per ore, non rispondeva bene, non parlava più di vederci, non avevo più dimostrazioni di interesse. Una sera scopro pure dei tweet suoi molto fraintendibili e strani ad altri ragazzi, mi dice che lui lo ha fatto veramente senza pensare che fosse un problema. Poi ci incontriamo, ma lui era distaccato. Sembrava tutto andato bene. Ma poi ecco l’ennesima discussione per via delle sue mancanza di dimostrare… avevo davvero bisogno di sentire il suo interesse anchr im piccole cose, ma non vedevo più nulla da parte sua e io ormai stavo andando avanti in qualcosa che mi stava lacerando. Lui era ancora nelke app di incontri, e a dei profili fake che mi facevo per capire se le mie pare avessero un senso, lui rispondeva non specificando che era impegnato. Io stavo veramente male, mi facevo del male, Piangevo molto , ma una cosa che ho apprezzato di lui era il suo interesse nel mio passato e il voler stare attento a non fare cose che mi avrebbero fatto stare male. Al che quella sera mi apro, racconto molto di me e dei miei problemi di ansia e di depressione, lui pure mi dice cose molto intime. Mi promette che avrebbe dato dimostrazioni in più, che nonostante i corsi che aveva impegnativi in un accademia ci saremmo almeno visti una volta asettimana, che avrebbe tolto quell’app di incontri e che questo weekend, quando sarei venuto a milano, ci saremmo visti ma che non sapeva se sarebbe rimasto a dormire. Apprezzo molyo questa cosa dj crearci una mezza eslusiva, molto, ma c’era ancora qucloda che non funzionava. Lunedì notte esplodo, letteralmente, per me era un periodo durissimo perché 2 anni fa uscivo dalla relazione passata tossica, e lui mi stava ricordando tutti gli atteggiamenti. Così finalmente mi dice la verità. “Non me la sento di andare oltre sotto quel punto di vista” , io rimango di sasso ma me l’aspettwvo. Avevo pensato: aspetto il weekend di milano, vedo come va, se non è cosa basta. Mi fa stare molto male il fatto che quando io mi sono aperto pochi giorni prima sul mio passato lui sapesse già che voleva chiudere sotto quel pumto di vista, e nonostante ciò aveva fatto promesse. Alla fine discutiamo ma arriviamo alla conclusione di rimanere amici, nonostante la forte attrazione fisica. Adesso, ho paura di aver rovinato tutto io con le mie ansie, mi faccio mille domande su come sarebbero andate le cose se se tutto fosse andato bene senza sparizioni, freddure, paranoie, ansie. Tutto ciò mi crea un senso di autocolpa… enorme. Ci sto proprio male, sento di aver rovinato tutto io, nonostante lui abbia detto che anche se le cose sarebbero andate bene probabilmente saremmo arrivati a questo punto causa impegni personali e confusione sua su se stesso. Non so come sentirmi, la frase del momento sbagliato poi mi spaventa. Perché sembra sempre come se una persona allora debba tornare, e io sento che tornerà…
Sono molto confuso… a ogni fine rapporto mi faccio 100.000 colpe e questo mi distrugge. Ho giorni che prendo coscienzq della cosa e giorno che mi attanaglio la testa di pensieri e pensieri. Se fosse tutta colpa mia? Magari il fatto di voler “certezze” subito l’ha fatto allontanare pian piano in quanto ha visto che non ero una persona che se la viveva alla giornata.
Non capisco se é colpa e se ho perso l’ennesima persona che forse sarebbe stata giusta a causa del mio bisogno di sicurezze troppo presto. Trovo sempre le persone nel loro momento sbagliato… o forse sono io sbagliato e non me lo vogliono dire? Potreste darmi un consiglio su come affrontare la mia situazione? Vi ringrazio

Buongiorno, ho letto la sua accorata mail, dove si sente la sofferenza che sta vivendo. Mi sento di consigliarle di intraprendere un percorso psicoterapeutico, attraverso cui potrà sicuramente cominciare a districarsi nei suoi pensieri e sentimenti, che al momento appaiono confusi e sovrapposti. Il senso di colpa purtroppo non fa che aumentare la confusione, ma spesso, come dice lei, traumi passati non elaborati vanno a inficiare la fiducia in se stessi e qui il senso di colpa entra prepotentemente. Purtroppo funziona così, non è lei ad essere 'sbagliato'. Attraverso il lavoro con un professionista capace, vedrà che piano piano ritroverà fiducia in se stesso, fiducia in ciò che sente, si districheranno i nodi dei suoi pensieri e sentimenti e potrà quindi avere relazioni affettive più nutrienti e soddisfacenti. Le auguro tutto ciò! Un caro saluto

Dott. Elisabetta Colace

Domande su Borderline

Buongiorno a voi, sono un uomo di 45 anni reduce da una relazione di tre anni e mezzo con una ragazza di anni 40 alla quale, 12 anni fa, è stato diagnosticato il disturbo di personalità borderline. Nel corso di questo periodo ha dovuto affrontare numerosi ricoveri per problemi derivanti dal disturbo stesso quali depressione maggiore, attacchi di panico e altro. Durante la nostra relazione è stata ricoverata due volte a distanza di sette mesi senza riscontrare netti miglioramenti. Durante la sua permanenza nella clinica, circa a metà percorso, ha deciso in maniera repentina ed inspiegabile di troncare la relazione. A differenza dell'estate scorsa quando agli innumerevoli rifiuti e svariati NON TI AMO PIÙ, è tornata la donna gelosa e innamorata di sempre, in questo ultimo ricovero ha confermato in maniera definitiva di non amarmi più bloccandomi ovunque. Lasciando perdere ogni descrizione riguardante il dolore devastante che mi sta provocando, vorrei capire come si possa spegnere un sentimento così forte come un interruttore della luce. Come affrontare la situazione?

Buongiorno, mi sento di consigliarle di cominciare un percorso psicoterapeutico, sia per affrontare ed elaborare il dolore della separazione, sia per indagare i suoi vissuti relativi alla relazione con la donna di cui parla. Il disturbo borderline di personalità ha a che fare con gravi sofferenze vissute nelle relazioni con gli altri, quindi sarebbe importante per lei lavorare sulle motivazioni profonde che l'hanno portata a condividere difficoltà e sofferenze affettive con la sua (ex?) compagna. Cordiali saluti, dott.ssa Elisabetta Colace

Dott. Elisabetta Colace

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

La mia professione di psicoterapeuta nasce da lontano. Prima di dedicarmi alla cura della psiche delle persone, sono stata una danzatrice contemporane...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Ansia
  • Stress
  • Attacco di panico
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Istituto di Psicoterapia Espressiva, IPSE di Bologna
  • Facoltà di psicologia, IUSVE, Venezia-Mestre
  • Goldsmiths College, Università di Londra
Visualizza altre informazioni

Specializzazioni

  • Psicoterapia

Tirocini

  • Centro Salute Mentale, CSM, ASL di S.Lazzaro, Bologna
  • Istituto La Casa, Milano
  • Centro STAV, Fondazione Augusta Pini, Bologna
Visualizza altre informazioni

Foto


Competenze linguistiche

Italiano, Inglese

Pubblicazioni e articoli

Pubblicazioni (10)

Ricerche correlate