Salve sono una donna di 43 anni e volevo avere un consiglio su un sintomo.Soffro di bruciori di stomaco e sto assumendo il lucen 40 da circa un mese ,i miglioramenti li ho avuti ,prima il bruciore era forte,ora sono più lievi , ma quello che mi è rimasto dopo mangiato a distanza di un ora sento dentro all esofago una sensazione di tipo graffiato e un leggero bruciore.La mattina mi sveglio con la lingua asciutta e sensazione di lingua fredda, e la voce rauca.Volevo sapere ci vogliono più mesi per avere dei risultati dal farmaco? Grazie
Buongiorno, se i sintomi persistono nonostante la terapia si rende necessario un approfondimento diagnostico quindi fare un esofagogastroduodenoscopia. Saluti

Buongiorno,
le consiglierei di eseguire una gastroscopia previa sospensione del lucen per almeno due settimane per avere un esame attendibile.
Saluti

Dr. Giuseppe Funicelli
Dr. Giuseppe Funicelli
Chirurgo generale, Gastroenterologo, Proctologo
Salerno
Gentile signora,probabilmente lei soffre di reflusso gastro-esofago per il quale non è sufficiente il farmaco che sta prendendo ,anche se riducendo l'acidita' gastrica un po' allevia i suoi disturbi .Il mio consiglio è di consultare un gastroenterologo che le consiglierà indagini e terapia adeguata...cosa che non posso fare senza visitarla.

Dr. Stefano Rabitti
Dr. Stefano Rabitti
Gastroenterologo, Nutrizionista
Bologna
Gentile Signora,
I sintomi che descrive sono compatibili con malattia da reflusso. Se persistono nonostante la terapia le consiglierei di consultare un gastroenterologo che le saprà consigliare il giusto iter diagnostico-terapeutico.
Nel frattempo le consiglierei di evitare cibi piccanti, pomodoro, menta, caffè, alcol, cioccolata, agrumi e di dormire con la testata rialzata del letto.
Saluti

Gentile Signora, il fatto che abbia avuto un miglioramento è importante. Spero che lei stia facendo anche una dieta appropriata per la malattia da reflusso. Possono essere d'aiuto anche gli antiacidi ma se il sintomo persiste nonostante questi piccoli accorgimenti è meglio approfondire

Dr. Nicola Gaffuri
Dr. Nicola Gaffuri
Gastroenterologo
Bergamo
Buongiorno Signora
Se non è mai stata sottoposta ad accertamenti endoscopici Le consiglio al più presto di provvedere visto il persistere della sintomatologia. Potrebbe essere anche utile un studio del reflusso mediante Ph impedenzometria che chiarirebbe meglio la qualità del reflusso stesso.

Dr. Mario Del Prete
Dr. Mario Del Prete
Gastroenterologo, Chirurgo generale
Colleferro
Gentile signora, sarebbe sempre opportuno, prima di assumere inibitori di pompa, specialmente dopo il persistere di una sintomatologia di rilievo come la sua, sottoporsi dietro consiglio di uno specialista, prima ad una ecografia addominale e particolarmente epatica e dopo ad una esofagogastroduodenoscopia! Sono a disposizione per qualsiasi chiarimento. Grazie

Dott. Francesco Guardascione
Dott. Francesco Guardascione
Gastroenterologo, Epatologo
Giugliano in Campania
Ritengo che sia opportuno sottoporsi ad una esofagogastroduodenoscopia previa sospensione del Lucen per almeno 2 settimane. Cordiali saluti

Specialisti per Dolore addominale

Marco Fabio Cossu

Marco Fabio Cossu

Internista, Cardiologo

Roma

Edoardo Laiolo

Edoardo Laiolo

Radiologo

Grosseto

Cristoforo Vania

Cristoforo Vania

Pediatra

Trani

Stefania Della Capanna

Stefania Della Capanna

Gastroenterologo, Dietologo, Internista

Moncalieri

Marco Pistis

Marco Pistis

Ginecologo

Cagliari

Pier Antonio Ghirelli

Pier Antonio Ghirelli

Internista, Ematologo

Ancona

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 66 domande su Dolore addominale

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.