Mio figlio svolge attività agonistica calcio ha dismetria 1 cm bacino che 2 anni fa gli ha causato pubalgia risolta con tecar laser e fisioterapia, ha messo plantare solo piede dx. Adesso in seguito a dolore ginocchio tramite ecografia è stato riscontrato sfibramento parcellare delle compagini internazionali sottorotulee del tendine quadricipitale dx inferiore a 20%dove si riconosce parziale apposizione di processo fibro_sclerotico_cicatriziale e minuta lacuna peri_lesionale a ridosso circoscritta da discreta accentuazione del pattern vascolare correlabile a segni Indiretti di incremento di sintomi flogistici. Nell 'esame radiografico non sono state riscontrate variazioni rotula. Sta facendo laser tecar, è opportuno fare infiltrazioni o risolve il problema solo momentaneamente e anzi aumenta la probabilità rottura tendine? È opportuno levare plantare o metterne 1 di scarico anche nel piede Sn.
Cordialmente
Salve
Credo che dovrà consultare un ortopedico specialista per gli sportivi ma secondo la logica dovrebbe rifare L esame paroborometrico e misurare entrambi i carichi sugli arti inferiori perché se si sbilancia non va beve ... senta un ortopedico , un posturologo dopo si faccia consigliare.e rimarrei a riposo cmque ... saluti

Dott. Giovanni Cavinato
Dott. Giovanni Cavinato
Fisioterapista, Osteopata, Posturologo
Saluzzo
1) Quanti anni ha suo figlio ?
2) se è in età evolutiva 1 cm di eterometria agli AAII è fisiologico e non va corretto, si spiegherebbero i successivi risentimenti provocati da una correzione non opportuna
3) 1 cm di eterometria agli AAII non può essere motivo di successive problematiche, piuttosto una scusa per chi non è in grado di fornire precise diagnosi e non ha il coraggio di dire che il calcio non è tra gli sport più "sani" e che spesso è meglio passare ad altro sport, ma spesso gli interessi e gli egoismi, anche dei genitori, bypassano tutto questo alla ricerca di problemi che non esistono inventandosene piuttosto che guardare in faccia alla realtà
4) un eterometria di 1 cm non si corregge nel rispetto di ogni indicazione clinica e della buona pratica sanitaria !
5) le infiltrazioni aumenterebbero si la possibilità di rottura e degenerazione delle parti molli
6) non esiste EBM che rivelino come risolutore, utile ed efficace la tecar cosi come il laser per i problemi riferiti, piuttosto un mix di interventi inutili che nel periodo di minor impegno agonistico, a causa del dolore e dello stop da infortunio, si appropriano di esiti di cui non possono dimostrare di aver avuto efficacia, quando, cioè, è il riposo che ha determinato la diminuzione/scomparsa dei sintomi.
7) per favore non fatevi prendere in giro e non fatevi rubare inutilmente dei soldi, è un circolo vizioso che porta ad avere sempre maggiori problemi che causeranno alla fine uno stop obbligato da questo sport intervallato da piccoli e grandi interventi di chirurgia ortopedica (guarda caso sempre urgenti e a pagamento), inutili cure costose, mai una vera riabilitazione (altrimenti correrebbero il rischio che si venga in contatto che qualcuno che vi dice la verità), ma sempre in centri dove c'è l'amico, il conoscente o accordi sulla vostra pelle. Buonagiornata

Dr. Antonio Demichelis
Dr. Antonio Demichelis
Osteopata, Fisioterapista, Podologo
Genova
Condivido in Totò la risposta del collegaCavinato e, ammiro la sincerità x quanto da anni combatto x la trasparenza che spesso gli interessi commerciali mettono in discussione le diagnosi. Ringrazio Giovanni x la trasparenza .

Dott. Daniele Ciccarelli
Dott. Daniele Ciccarelli
Osteopata, Fisioterapista, Terapista del dolore
Torino
Buongiorno il quadro clinico nella nostra pratica, se la diagnosi è confermata , ci porta a ricercare le vere cause del posssibike disordine posturale e conseguente stato infiammatorio. Un inquadramento Osteopatico condiviso dal fisioterapista potrebbe far emergere problematiche comuni legate all’età e alla tipologia di attività sportiva è relativo gesto atletico. Utile sicuramente esame baropodometrico se all’esame clinico sono emersi dati che lo giustifichino. Ma coerenza con l’impiego di plantari che realmente mettano il pz in condizione di ritrovare il proprio centro altrimenti inevitabilmente si creano nuovi compensi.

buongiorno carissima
penso che il problema di suo figlio si di tipo posturale
purtroppo non avendo altre informazioni a riguardo le consoglierei di condultare un bravo posturologo che possa dare degli esercizi specifici affinché il ragazzo migliori la postura e possa risolvere la problematica di natura infiammatoria
cari saluti

Dott. Mario Giancola
Dott. Mario Giancola
Osteopata
Roma
Buongiorno, le eterometrie impropriamente chiamate dismetrie posso essere vere (riduzione di cresita per un alterato trofismo osseo del femore o della tibia) o false determinate da una serie di problematiche disfunzionali che determinano tale risultato che può con un trattamento Osteopatico essere ridotto parzialmente o totalmente. Le seconde sono la stragrande maggioranza e determinano una cattiva fisiologia della bio meccanica dell’arto inferiore, bacino colonna con tutte le conseguenze del caso , anche non solo meccaniche (sarebbe troppo lungo e complesso entrare nello specifico). Premesso che non mi sembra una situazione tragica ma molto frequente nella mia pratica quotidiana, le consiglio di rivolgersi ad un Osteopata di fiducia o comunque nella sua zona.
Vedrà che andrà bene
Mario Giancola

Dr. Francesco Ballardin
Dr. Francesco Ballardin
Fisioterapista
Loiano
Salve, rispetto alle sue domande:
- è opportuno fare infiltrazioni ---> no porta a degenerazione ulteriore del tendine. Il tendine è un tessuto vivo che se "trattato" con gli strumenti adeguati (esercizi, terapie ecc) si aggiusta da solo, considerando l'entità del danno attuale.
- È opportuno levare plantare o metterne 1 di scarico anche nel piede Sn ---> solitamente i plantari su misura si fanno sempre in coppia. A prescindere dalla appropriatezza dell'uso del plantare o meno... solitamente dopo un anno i plantari si devono controllare o rifare perché può essere cambiato l'appoggio ecc.
La terapia manuale associata alla terapia fisica ha più efficacia di una delle 2 terapie da sole.
Basta affidarsi al fisioterapista giusto!
Cordialmente

Dott. Alessio Mennilli
Dott. Alessio Mennilli
Fisioterapista, Osteopata
Pescara
Buonasera sig.a
Il collega Cavinato, ha inquadrato la situazione in modo preciso ed oggettivo a mio parere.
Le terapie fisiche non sono risolutive, in età evolutiva non si corregge una eterometria di un centimetro.
Va valutata in maniera precisa il bacino, un buon osteopata o terapista manuale è in grado di determinare le cause della problematica, quali ad esempio una pseudorotazione di bacino, tipica negli sportivi, eventuali altre problematiche strutturali e scinderle dall'organico.

Specialisti per Dolore

Giulio Pennacchiotti

Giulio Pennacchiotti

Osteopata, Fisioterapista

Roma

Alberto Leone

Alberto Leone

Anestesista

Roma

Stefania Mondadori

Stefania Mondadori

Posturologo, Osteopata

Carpi

Giancarlo Viano

Giancarlo Viano

Chiropratico

Torino

Christian Visciano

Christian Visciano

Osteopata

Montesilvano

Tommaso Frisoni

Tommaso Frisoni

Ortopedico

Bologna

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 192 domande su Dolore

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.