Buongiorno, sono la mamma di un ragazzo di 36 anni, 3 anni fa ha iniziato una dieta che richiedeva di bere più acqua perchè ne beveva poca e da allora ha iniziato a bere moltissima acqua ed ovviamente ad orinare molto. E' stato ricoverato per accertamenti ed hanno diagnosticato diabete insipido e la sella vuota, quindi il fatto di bere molta acqua hanno detto che dipende da quello, gli hanno prescritto la pillola Minirin da prendere per tutta la vita. Purtroppo questa pillola gli da molti effetti collaterali, tra cui l'aumento di peso ecc. La cosa che mi chiedo è questa. se la sella vuota si presuma fosse una cosa che ha da bambino perchè non ha subito nessun trauma, come mai l'ipofisi ha iniziato a malfunzionare solo adesso? Deve per forza assumere queste pillole o potrebbe farne a meno visto gli effetti collaterali? Grazie mille!
Dr. Mariano Galdiero
Dr. Mariano Galdiero
Endocrinologo, Andrologo
Cellole
La sella vuota può essere sia congenita che acquisita e le manifestazioni della stessa possono rendersi evidenti solo quando contribuisce a modificare la normale secrezione ormonale ipofisaria. La diagnosi di diabete insipido richiede necessariamente terapia con minirin. Gli effetti collaterali eventuali vanno monitorati con il suo specialista, ma è necessario sempre praticare un corretto regime alimentare ed avere un corretto stile di vita per limitarli. cordiali saluti

Dr. Mario Nicolosi
Dr. Mario Nicolosi
Endocrinologo, Medico di base, Internista
Torino
Buongiorno, posto che come sempre si può rispondere solo molto teoricamente in base a quanto da Lei scritto, la sella vuota potrebbe essere presente sin dalla nascita, ovviamente con una ipofisi almeno parzialmente funzionante, oppure in effetti essere subentrata per un fenomeno chiaramente non evidente (trauma eccetera) che l'ha "esaurita". Tuttavia se quella è la diagnosi si tratta di un problema serio che va assolutamente curato e ad oggi la desmopressina o Minirin è l'unico disponibile. Si possono minimizzare gli effetti negativi valutando attentamente le dosi, parlandone con un collega che possa seguire suo figlio

Dr. Roberto Cesareo
Dr. Roberto Cesareo
Endocrinologo, Diabetologo, Internista
Latina
la sindrome della sella vuota è una patologia solitamente asintomica che non necessita alcun tipo di trattamento. In percentuali inferiori all'1% dei cai si puo' associare a diabete insipido. Non ho motivi di dubitare che la diagnosi effettuata sia corretta e se cosi è, la terapia è ovviamente giusta. Il minirin non va altro che a sostituire l'ormone antidiuretico che in questi casi non è prodotto in maniera sufficiente dall'ipofisi e solitamente non dovrebbe comportare aumento ponderale come lei riferisce. Sarebbe utile che lo riferisca agli endocrinologi che hanno in cura suo figlio in modo da ottimizzare al meglio la terapia e la posologia prescritta. saluti

Dott.ssa Angela Giannattasio
Dott.ssa Angela Giannattasio
Endocrinologo, Infettivologo, Andrologo
Napoli
perchè molte di queste patologie si manifestano solo dopo la pubertà. Riguardo la terapia, non visualizzando io gli esami di suo figlio non possso dire se prende o non prendere il Minirin nè tantomeno il dosaggio. Queste sono domande a cui può rispondere solo un endocrinologo che segue da vicino un paziente

Dr. Andrea Sansone
Dr. Andrea Sansone
Andrologo, Endocrinologo
Roma
Non necessariamente la sella vuota dà sintomi, anzi, in molti pazienti è un riscontro occasionale. Ci sono centinaia di persone che scoprono di avere la sella vuota quando fanno RM cranica per altre ragioni (sinusite, incidenti stradali, e via dicendo) e non hanno nessun sintomo né alcuna alterazione del quadro ormonale.
È possibile che l'insorgenza del diabete insipido sia "in aggiunta" alla precedente condizione di sella vuota: fino a un certo punto è andato tutto bene, poi è possibile che a seguito di qualche evento (anche una banale influenza, per dire) la situazione si sia slatentizzata.
Il Minirin è a mia conoscenza il farmaco elettivo per il diabete insipido di origine ipofisaria; spesso gli effetti collaterali sono dipendenti dalla dose e dalla posologia. Non mi occupo direttamente di questa patologia, ma i pazienti che ho seguito (per altre ragioni) e che erano in terapia col minirin hanno riferito miglioramenti dopo il passaggio allo spray nasale.

Gentile utente, la diagnosi di diabete insipido si basa sull'osservazione di una serie di parametri quali volume urinario, peso specifico delle urine, bilancio idrico( con valutazione quantitativa dei liquidi ingeriti e persi), nonché la valutazione di osmolarità plasmatica e urinaria basale e in corso di test di privazione idrica( test che va effettuato sotto stretto controllo medico e in ambiente ospedaliero). Il fine di questo test è valutare la capacita di contrazione della diuresi ( ovvero la riduzione del volume urinario) e di concentrare le urine in corso di privazione dei liquidi. Si suppone che durante il ricovero ospedaliero abbiano praticato tali indagini. Ad ogni modo in corso di terapia vanno comunque controllati il peso corporeo, un bilancio idrico , un esame delle urine con valutazione del peso specifico e gli elettroliti plasmatici per valutare l'adeguatezza della terapia. Si rivolga pertanto al suo endocrinologo di fiducia. La sella vuota può essere congenita ma anche acquisita ed i sintomi di una eventuale insufficienza delle tropine ipofisarie possono presentarsi variabilmente nel tempo. Cordiali saluti.

Il diabete insipido è una patologia che necessita di controlli programmati.. la ritenzione idrica può dipendere da un dosaggio non adeguato di minirinva.

Dr. Francesco Ciociola
Dr. Francesco Ciociola
Endocrinologo, Andrologo, Medico di base
Milano
Buonasera signora,
la sindrome della sella vuota può esser asintomatica....Difatti non ha determinato alcun problema nello sviluppo fino all' età attuale per cui l'avevo letta può esser casuale. Il diabete insipido può esser un elemento che aiuta scoprire la esistenza della sella vuota e si cura agevolmente con il farmaco che ha citato. È giusto far presente l'effetto sul peso corporeo....Certamente il dosaggio andrà calibrato col tempo...
Consiglio di seguire le indicazioni dei medici che hanno in cura suo figlio per ogni tipo di necessità.
Cordiali saluti

Specialisti per Diabete

Paolo Accornero

Paolo Accornero

Nutrizionista, Dietologo, Geriatra

Milano

Giulia De Berchi

Giulia De Berchi

Dietista, Nutrizionista

Ovada

Assunta Saide

Assunta Saide

Nutrizionista

Napoli

Giuseppe Pelle

Giuseppe Pelle

Nutrizionista

Aosta

Gabriella De Miranda

Gabriella De Miranda

Nutrizionista

Milano

Monia  Zambernardi

Monia Zambernardi

Nutrizionista

Terni

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 74 domande su Diabete

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.