Buonasera Dottore, mia moglie sta avendo delle cistiti ripetute nonostante abbia preso il Monuril, i

3 risposte
Buonasera Dottore, mia moglie sta avendo delle cistiti ripetute nonostante abbia preso il Monuril, il medico ha detto che potrei avere un infezione da escheria coli nello sperma, e quindi potrei trasmetterla a mia moglie attraverso il rapporto.
E' una ipotesi possibile nonostante il mio esame urine risulta totalmente negativo? Grazie
Le cistiti ripetute di sua moglie probabilmente derivano da condizioni proprie di sua moglie e non da trasmissione sessuale, quale, per esempio, un moderato restringimento uretrale che non consente un adeguato svuotamento vescicale... basterà una verifica del tratto uretrale da parte del ginecologo o dell'urologo. Poi possono sussistere fattori di indebolimento immunitario quali aspetti di tipo metabolico-ossidativo o ormonale o nutrizionale. Bombardarla di antibiotici senza una diagnosi di causa serve a poco o nulla, come dimostra la storia riportata e andare a pensare ad improbabili trasferimenti di un batterio che vive normalmente nei dintorni personali (area anale a due passi dall'area vulvo-uretrale) ha poco o nullo senso. Se proprio vuole fare delle verifiche sul suo stato genitale allora la coltura corretta è quella spermatica e quella del secreto prostatico estratto, vsto che quella urinaria è già negativa... ma credo che tutto ciò non dipanerà il quadro.

Risolvi i tuoi dubbi grazie alla consulenza online

Se hai bisogno del consiglio di uno specialista, prenota una consulenza online. Otterrai risposte senza muoverti da casa.

Mostra gli specialisti Come funziona?
Buonasera. Probabilmente sua moglie presenta, come tante donne, un quadro di cistite recidivante. Non e' verosimile una trasmissione per via sessuale ma più probabilmente il rapporto favorisce la colonizzazione di uretra e vescica da parte di patogeni presenti all'esterno nell'area genitale. La situazione d' meritevole di accertamenti quali urocoltura, ecografia reno-vescicale con verifica del ristagno postminzionale, uroflussimetria e valutazione urologica per escludere eventuale presenza di prolassi ecc

carissimo, consilgierei di far eseguire a sua moglie un esame delle urine con urinocoltura da far visionare ad un urologo di fiducia che in occasione della visita potrebbe eseguire un'ecografia dell'apparato urinario con tutte le valutazioni del caso

saluti

Esperti

Suna Schiavolin

Suna Schiavolin

Psicoterapeuta

Camposampiero

Luigi Festa

Luigi Festa

Psicoterapeuta

Firenze

Loris Patella

Loris Patella

Psicologo, Sessuologo

Roma

Lucia Pennesi

Lucia Pennesi

Psicologo, Psicoterapeuta

Matera

Giulia Fantuzzi

Giulia Fantuzzi

Psicologo, Sessuologo

Torino

Elena Cavalieri

Elena Cavalieri

Psicologo

Roma

Domande correlate

Vuoi inviare una domanda?

I nostri esperti hanno risposto a 12 domande su Disturbi sessuali

Il testo è troppo corto. Deve contenere almeno __LIMIT__ caratteri.

  • La tua domanda sarà pubblicata in modo anonimo.
  • Poni una domanda chiara, di argomento sanitario e sii conciso/a.
  • La domanda sarà rivolta a tutti gli specialisti presenti su questo sito, non a un dottore in particolare.
  • Questo servizio non sostituisce le cure mediche professionali fornite durante una visita specialistica. Se hai un problema o un'urgenza, recati dal tuo medico curante o in un Pronto Soccorso.
  • Non sono ammesse domande relative a casi dettagliati o richieste di una seconda opinione.

Scegli il tipo di specialista a cui rivolgerti
Lo utilizzeremo per avvertirti della risposta. Non sarà pubblicato online.
Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.