Indirizzo

Viale Monza 40, Milano
Studio Privato Andrologico (mappa)

Prossima data disponibile.:

Mostra il calendario
Carta di credito, Contanti, Assegno, + 1 Altro
335 22.....

Visita andrologica (200 €)

Spermiogramma base (200 €)

Ecografia prostatica base e doppler (200 €) + 17 Altro

Ecografia testicolare base e doppler (200 €)

Ecografia peniena base e doppler (200 €)

Analisi ossido-riducente spermatica (s-orp test) (150 €)

Mostra tutte le prestazioni

Esperienze

Su di me

Mi occupo di questioni andrologiche da oltre 20 anni, sempre incontrando il paziente con una visione d'insieme e complessiva come anche ormai suggeris...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Sterilità
  • Disfunzione erettile
  • Impotenza
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università degli studi di Milano - Facoltà di Medicina e Chirurgia (laurea in Medicina e Chirurgia)
  • Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Biologiche (laurea in Scienza Biologiche Molecolari)
  • Università degli studi di Milano - Ospedale San Raffaele (perfezionamento in Andrologia, Urologia, Chirurgia Generale)
Visualizza altre informazioni


Competenze linguistiche

Italiano, Inglese, Francese

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
1 recensione

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
G
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Privato Andrologico Controlli

Eccellente per disponibilità e accuratezza nella visita.
Chiaro nella spiegazione sia della patologia che dei controlli, visite e analisi evebtualmente da fare.

Prof. Carlo Rando

grazie per la sua valutazione positiva.... spero di esserle ancora utile.

verified-checkCreated with Sketch. Paziente verificato

Prestazioni e prezzi

Visita andrologica

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Ecografia prostatica base e doppler

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Ecografia testicolare base e doppler

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Ecografia peniena base e doppler

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Spermiogramma base

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Analisi ossido-riducente spermatica (s-orp test)

150 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

150 €

Analisi frammantazione dna spermatico (dfi test)

150 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

150 €

Analisi adesione spermatica a ovocito (hba test)

150 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

150 €

Coltura secreti genitali con antibiogramma

da 200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

da 200 €

Analisi pcr per hsv e hpv spermatico

da 200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

da 200 €

Analisi biochimica spermatica

300 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

300 €

Profilo ormonale asse ipofisi-testicolare

1.000 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

1.000 €

Profilo metabolico-ossidativo generale

700 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

700 €

Profilo immunitario generale

700 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

700 €

Test funzionale vascolare fmd e/o nmd

da 250 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

da 250 €

Valutazione generale shiatsu dello stato stressogeno

200 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

200 €

Intervento chirurgico di frenuloplatica/tomia

2.000 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

2.000 €

Intervento chirurgico di circoncisione

4.000 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

4.000 €

Analisi ormonale spermatica

150 €

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

150 €

Appuntamento standard

Viale Monza 40, Milano

Studio Privato Andrologico

Prezzo non disponibile

Recensioni dei pazienti

5

Punteggio generale
1 recensione

  • Puntualità
  • Attenzione
  • Struttura e attrezzature
G
Visita prenotata su MioDottore.it Presso: Studio Privato Andrologico Controlli

Eccellente per disponibilità e accuratezza nella visita.
Chiaro nella spiegazione sia della patologia che dei controlli, visite e analisi evebtualmente da fare.

Prof. Carlo Rando

grazie per la sua valutazione positiva.... spero di esserle ancora utile.

verified-checkCreated with Sketch. Paziente verificato

Si è verificato un errore, riprova

Risposte ai pazienti

ha risposto a 374 domande da parte di pazienti di miodottore.it


  • Domande su Visita Urologica

    Salve, sono un ragazzo di 31 anni. A 28 anni ho avuto il primo problema di prostatite. Visita dallo specialista, ecografia transrettale e cura. Problema risolto. Novembre 2017 di nuovo problemi alla prostata.Emospermia. Visita dallo specialista, esplorazione rettale, spermiocoltura ed uroflussometria(perfetta) . Due cicli di antibiotici e 90 giorni di prostanox. Dopo poco di nuovo emospermia. Ecografia, esplorazione rettale, spermiocoltura (negativa) urinocoltura (negativa) e faccio (su prescrizione dello specialista) RMN con contrasto alla prostata. Alla fine di questi esami, prescrizione di 90 giorni di permixon. Voglio specificare che durante queste prostatiti NON HO MAI AVUTO DISTURBI/PROBLEMI MINZIONALI. Arrivo ad agosto, rifaccio esami del sangue(perfetti) spermiocoltura (negativa) urinocoltura (negativa). Il medico di base mi ha fatto prendere Ibuprofene, due al giorno, per 5 giorni.
    Qui sono iniziati i miei problemi, dopo il primo giorno di Ibuprofene ho cominciato ad avere problemi minzionali (andavo ad urinare di continuo). Così vado dallo specialista, solita routine, ecografia, esplorazione rettale, esami colturali. Il medico dice che non ho nulla. Dopo due settimane la frequenza minzionale si attenua ma ho il fastidio di avere come una goccia che sta per uscire. Inoltre sembra di avere glande umido ed è freddo ma se vado a toccarlo pare asciutto. Allora vado da un altro specialista per sentire un secondo parere. Di nuovo solita trafila (ecografia, esplorazione rettale, esami colturali) e dice che NON HO PATOLOGIE IN ATTO. Ma io continuo ad avere questo problema, inoltre sembra (ho la sensazione) che alcune volte ho calore/bruciore/pizzicore al meato uretrale. Mentre durante la minzione non ho bruciore o fastidi.
    Se può essere utile, siccome ho fatto una visita proctologica 4 giorni fa per un problema emorroidiario, ho fatto anche una manometria (risultato, a detta dello specialista, PERFETTA).
    Sto veramente andando incontro ad un esaurimento nervoso per questo problema che mi crea disagio psicologico. Cosa può essere? Grazie e scusate per il lungo messaggio.

    Ciò che emerge dal suo racconto è che lei ha in corso da tempo (ben prima dei 28 anni) una congestione infiammatoria pelvico-prostatica che è stata valutata unicamente in sede prostatica, peraltro dagli esami che cita solo parzialmente, ed è stata trattata solo per quanot rilevato localmente senza mai porsi il problema delle ragioni della sua genesi. Lo stato emorroidario testimonia lo stato di congestione infiammatoria pelvica. Ritengo che sia ora di rivolgersi ad un ottimo andrologo che rivaluti con attenzione tutto quanto ha fatto e rivaluti la sua situazione con l'esecuzione degli esami atti a definire le ragioni di persistenza del quadro congestizio-infiammatorio pelvico-prostatico. Solo così sarà possibile attivare un adeguato percorso terapeutico che presumibilmente richiederà almeno un anno.

    Prof. Carlo Rando

  • Domande su Circoncisione

    Buongiorno gentilissimi dottori, sono un ragazzo di 29 anni e 22 Anni fa quindi a quasi 7 anni sono stato sottoposto ad un intervento di circoncisione totale, causa una fimosi ma adesso non ricordo se serrata o meno, ricordo solo un episodio che credo sia stato uno degli ultimi prima di passare da un urologo di Roma. Ricordo che ero dal pediatra l’età non la ricordo bene ma forse avevo un 4-5 anni comunque ricordo che appunto il pediatra mi tirò giù la pelle che copriva il glande probabilmente sarà stata la prima volta in vita mia e lanciai un urlo stratosferico dolore allucinante e una volta tornato a casa non volevo nemmeno urinare perché avvertivo molto bruciore, successivamente mi sono affidato a quest’urologo di Roma e andai a visita da lui qualche volta ma alla fine si ricorse alla circoncisione quando appunto avevo quasi 7 anni, credo che anche il post operatorio sia andato bene perché non ricordo cose strane anche se stiamo parlando di cose accadute nel 1996 e non proprio ieri, potrei chiedere ai miei genitori ma per ora preferisco di no... leggendo e parlando via chat con qualcuno che è stato circonciso a detta di quasi tutti è emerso che chi ha effettuato l’intervento in età adulta riscontra una diminuzione del piacere durante l’atto sessuale ovviamente nel mio caso avendo effettuato l’intervento in età pediatrica non potrei fare il confronto tra prima e dopo, da quello che ho letto glande desensibilizzato,prepuzio asportato e frenulo anch’esso asportato o come si dice per il frenulo... non credo di avere problemi a raggiungere l’orgasmo visto che alcune volte anche con preservativo messo la durata non è tantissima ma ho visto che dipende dal movimento cioè se scorre poco sento poco o niente... adesso mi trovo in una situazione di sconforto e tristezza perché questa patologia sia capitata proprio a me ed ovviamente per quelle sensazioni di piacere che mai ho avvertito e mai avvertirò... ringrazio in anticipo tutti i medici che mi risponderanno

    Lei deve solo ringraziare l'attenzione e l'intelligenza dei suoi genitori e dell'urologo che le fecero la circoncisione senza attendere lo sviluppo, evitandole così un sacco di problemi. Quello che ha sentito appartiene a soggetti che erano ipersensibili in ragione della fimosi o del prepuzio troppo coprente con relativo stati irritativi cronici: ovvio che la circoncisione abbia riportato la sensibilità a livelli normali che da tali soggetti sono avvertiti come riduzione. Se lei oggi comunque ha tempi relativamente rapidi di ejaculazione, significa che o ci sono condizioni stressogene o ci sono stati infiammatori pelvico-prostatici da verificare e nel caso trattare adeguatamente. Il consiglio conclusivo è di effettuare una valutazione complessiva da un buon andrologo (con esecuzione delle ecografie prostatica e testicolare, dello spermiogramma) e verificare così in via preliminare la presenza o assenza di problemi.

    Prof. Carlo Rando

Tutti i contenuti pubblicati su MioDottore.it, specialmente domande e risposte, sono di carattere informativo e in nessun caso devono essere considerati un sostituto di una visita specialistica.

Esperienze

Su di me

Mi occupo di questioni andrologiche da oltre 20 anni, sempre incontrando il paziente con una visione d'insieme e complessiva come anche ormai suggeris...

Mostra tutta la descrizione

Patologie trattate

  • Sterilità
  • Disfunzione erettile
  • Impotenza
Mostra tutte le patologie

Formazione

  • Università degli studi di Milano - Facoltà di Medicina e Chirurgia (laurea in Medicina e Chirurgia)
  • Università degli Studi di Milano - Facoltà di Scienze Biologiche (laurea in Scienza Biologiche Molecolari)
  • Università degli studi di Milano - Ospedale San Raffaele (perfezionamento in Andrologia, Urologia, Chirurgia Generale)
Visualizza altre informazioni

Tirocini

  • Ospedale Bassini di Milano - Chirurgia Generale
  • Ospedale San Raffaele di Milano - Chirurgia Generale, Urologia e Andrologia


Competenze linguistiche

Italiano, Inglese, Francese

Pubblicazioni e articoli

Intervista con il dottore